Mamma Felice

Ricette di svezzamento dai 6 ai 12 mesi

Pubblicato il 18 Febbraio 2020 da

ricette-di-svezzamento-dai-6-ai-12-mesi_mammafelice

Svezzamento: le mie ricette più buone per i bimbi che iniziano l’alimentazione complementare! Sono ricette in ordine di consistenza, ovvero partendo dalle pappe frullate (sotto forma di vellutate), alle pappe a pezzetti, sino ai piatti unici cotti al vapore – proprio come il resto della famiglia.

Due infatti sono le raccomandazioni che, come mamma, vi faccio sullo svezzamento.

La prima, che ogni bambini è unico, quindi ha preferenze e gusti diversi, non solo sui sapori, ma anche sul calore degli alimenti, sulla consistenza, sulla cremosità: ci sono bambini che inizialmente preferiscono la pappa frullata, altri che decisamente si orientano di più sull’autosvezzamento e sulle pappe a pezzetti.

L’altra indicazione ci viene invece direttamente dal Ministero della Salute, che è fonte autorevole ben più di me sull’argomento, il qualche ci dice alcune dichiarazioni scientifiche ormai assodate:

  • non anticipate lo svezzamento prima dei 6 mesi, a meno che non sia stato motivato dal pediatra per motivi di salute del bambino: fino a 6 mesi il bambino deve avere come unico alimento il latte, possibilmente latte materno;
  • non c’è alcuna indicazione che faccia pensare che lo svezzamento tradizionale sia migliore dell’autosvezzamento, anzi: le ricerche moderne sullo svezzamento ci dicono che gli schemi tradizionali dei pediatri sono superati, e che i bambini dovrebbero sedersi a tavola con la famiglia e mangiare le stesse cose (ovviamente cucinate sane, tagliate a pezzetti, ecc);
  • la scienza ha dimostrato che il pericolo allergie non sussiste o è estremamente limitato: non c’è dunque motivo per ritardare l’introduzione di alcuni alimenti, a meno che l’indicazione non venga dal pediatra per comprovati motivi di allergie familiari pregresse.

Per approfondimento, potete leggere: Svezzamento mese per mese: linee guida generali con esempi di menù

Ecco dunque ricette di svezzamento che vanno bene dai 6 mesi ai 12 mesi, pensate per essere gradite anche a tutti gli altri membri della famiglia.
Per gli adulti potrete aggiungere sale, più condimento o anche qualche ingrediente aggiuntivo, mentre per i bambini potranno essere servite più al ‘naturale’.

Ricette di svezzamento: Passati e Vellutate di verdure

ricette-di-svezzamento-dai-6-ai-12-mesi_mammafelice

Nella realtà, se vogliamo davvero parlare di vellutata, dobbiamo sapere che la vera vellutata è composta da massimo 3 verdure e viene legata a fine cottura con tuorlo d’uovo o panna da cucina. Quindi possiamo direttamente parlare di Passato di verdure, ovvero semplicemente un insieme di verdure miste, senza pasta o legumi, che viene – appunto – passato.

Per i bambini piccoli potete scegliere la consistenza che preferite: potete frullare con il frullatore ad immersione le verdure, e offrirle così come sono; oppure potete filtrare il passato di verdure in un colino a maglie fitte, per eliminare le fibre più grosse o i filamenti. Osservate il vostro bambino e le sue capacità di deglutizione.

Siccome noi questo passato lo vogliamo rendere un piatto unico, lo trasformeremo in un mix tra vellutata e zuppa frullata! 😉
Usate l’olio evo a crudo sopra, quando dovete servire la pappa.

In linea generale, possiamo preparare o un passato di verdure miste, oppure dei passati differenti suddivisi per ‘colore’:

  • passato di verdure miste: usate tranquillamente le verdure surgelate da minestrone (quelle ‘in purezza’, senza condimento incluso). Tra queste, assicuratevi ci siano i fagioli o i piselli. Per completare il piatto, potete aggiungere una patata grande, oppure una manciata di orzo perlato ben lavato. Mettete tutto in una pentola con acqua fredda, portate ad ebollizione e frullate bene;
  • passato di verdure verdi: tagliate sottilmente 2-3 zucchine, aggiungete mezzo porro o cipolla, poi una manciata di piselli surgelati e una manciata di orzo perlato ben lavato. Coprite con acqua e fate cuocere le verdure, infine frullatele bene;
  • passato di verdure bianche: in una pentola mettete 2 patate, mezzo cavolfiore a pezzetti, una mancata di fagioli cannellini bio ben lavati e mezza cipolla. Aggiungete acqua, fate cuocere bene e frullate;
  • passato di verdure arancioni: nella pentola mettete zucca, carote, patate e lenticchie rosse, poi cuocete sempre aggiungendo acqua a coprire e portando a cottura bene verdure e legumi;
  • passato di verdure viola: nella pentola mettete 4-5 carote viola, 2-3 patate viola, una manciata di striscioline di cavolo viola, una manciata di ceci bio ben lavati. Una volta cotti, frullate tutto per bene.

Ricette di svezzamento: Minestrine

ricette-di-svezzamento-dai-6-ai-12-mesi_mammafelice

La minestra, per sua definizione, oltre alle verdure, contiene anche i cereali, quindi pasta, pastina, riso, farro, orzo…
È solitamente servita con il suo brodo, quindi più liquida della vellutata o del passato di verdure.

Non è detto che ai bambini piaccia il classico minestrone con tutte le verdure che galleggiano. A noi piace moltissimo, ad esempio, ma non in brodo: lo preferiamo ‘risottato’.
Anche in questo caso, dovrete fare degli esperimenti, per capire i gusti dei vostri bimbi.

Ecco come fare la minestra, in base all’apprezzamento delle verdure:

  • minestrone classico: mettete le verdure del minestrone surgelato (quelle pure, senza condimenti aggiunti) in una pentola alta, coprendole di acqua e aggiungendo un pizzico di sale grosso. Portate a cottura regolandovi con il brodo, e verso la fine buttate dentro la pastina (per esempio le stelline) e la cuocete, lasciando un po’ d brodo. Alla fine, aggiungete olio e parmigiano;
  • minestrone ‘asciutto’, risottato: mettete in una pentola 2 cucchiai abbondanti di concentrato di pomodoro, 1 cucchiaio di olio e il soffritto tagliato grossolanamente. Fatelo saltare un paio di minuti, poi aggiungete le verdure surgelate del minestrone, un pizzico di sale e l’acqua calda (poca) e mescolate. A metà cottura, aggiungete altra acqua calda e versate dentro la pasta (noi usiamo pasta mista o ditali rigati) e iniziate a cuocerla insieme alle verdure, aggiungendo poca acqua alla volta. Il risultato deve essere una minestra asciutta, che sembra praticamente una pasta (ed è per questo che piace di più ai bambini);
  • minestrina in brodo: in questo caso, mettete a cuocere a parte un brodo vegetale (o di pollo), finché è bello saporito. Nel brodo, aggiungete anche una verdura morbida, come una zucchina o una fetta di zucca. Filtrate il brodo mettendolo in un pentolino. Prelevate la verdura morbida e schiacciatela bene con la forchetta, fino a ridurla in purea: in questo modo potete metterla nel pentolino insieme al brodo e in mezzo alla pastina i bambini on se ne accorgeranno nemmeno. Infine versate la pastina nel brodo caldo e portatela a cottura, servendo la minestrina più o meno brodosa, in base ai gusti, con un filo di olio e il parmigiano.

Potete anche introdurre qualche novità, per esempio preparare un ramen o una zuppa di noodle e darla da mangiare ai bambini più grandicelli con le bacchette e il tipico cucchiaio di ceramica.

Ricette di svezzamento: Zuppe di legumi e verdure

ricette-di-svezzamento-dai-6-ai-12-mesi_mammafelice

Queste sono sempre state le preferite di mia figlia, che pur è sempre stata molto selettiva sul cibo. Se cucinate bene, sono davvero molto saporite e piacevoli anche per i bambini.

Io vi consiglio di crearne sempre di diverse, utilizzando tutti i legumi a disposizione: fagioli borlotti, lenticchie verdi, lenticchie rosse, ceci, piselli spezzati – questi i nostri preferiti.

Trovate le confezioni già pronte, come le classiche zuppe del contadino a base di legumi, ma potete prepararle in casa con i vostri ingredienti.

Come fonte di carboidrati potete aggiungere le patate, l’orzo, il riso, il farro oppure la pasta corta.

Si preparano molto semplicemente in due modi, uno più leggero e uno più gustoso: nel primo caso mettete tutto in pentola e aggiungete acqua o brodo, e portate a cottura; nel secondo caso fate un soffritto di verdure e concentrato di pomodoro, poi aggiungete il resto.

Ecco qui alcune ricette che potete provare:

Ricette di svezzamento: Risotti

ricette-di-svezzamento-dai-6-ai-12-mesi_mammafelice

Il risotto è un piatto magico, perché può essere preparato davvero con qualunque ingrediente e il risultato è un piatto molto goloso e soprattutto dalla consistenza cremosa, che ai bambini piace sicuramente.

Io vi consiglio di preparare tanti risotti ai bambini, aggiungendo ogni volta una verdura diversa: zucca, pomodori, zucchine, asparagi, cavolfiore, broccoli, cavoli o verze, ecc…

Come fonte proteica, potete aggiungere i formaggi (tipo robiola o crescenza) oppure i legumi (i nostri preferiti): piselli, fagioli, ceci, lenticchie rosse e verdi…

Il vantaggio del risotto è che sia le verdure che i legumi possono essere inseriti in forma di passato, quindi senza pezzetti: in questo caso i bambini sentono la consistenza del risotto, ma almeno all’inizio non sono infastiditi da altri pezzetti di cibo, che potete introdurre gradualmente.

Per cucinare un buon risotto io scelgo il riso Carnaroli o Arborio e di solito lo faccio tostare in pentola un minuto, con poco olio, e soffritto, prima di aggiungere il brodo. Per i bambini possiamo fare anche il contrario: mettiamo a cuocere le verdure nel brodo, le preleviamo con il colino, le frulliamo, e poi le rimettiamo dentro al brodo sotto forma di purea di verdura, aggiungendo anche il riso. In questo modo il riso cuocerà nel brodo e nelle verdure, ma dovete essere bravi a calcolare il livello di brodo, in modo da non renderlo una minestra.

Ecco alcune ricette di risotti che potete fare ai bambini in svezzamento:

  • risotto con crema di zucca, dadini di zucca, robiola;
  • risotto con crema di piselli e zucchine, con alcuni piselli interi;
  • risotto con carote schiacciate grossolanamente e lenticchie rosse;
  • risotto con spinaci e zucchine frullati, mantecato con stracchino o crescenza;
  • risotto con cavolfiore frullato e parmigiano;
  • risotto al sugo di pomodoro con crema di fagioli cannellini.

Ricette di svezzamento: Pasta con verdure

ricette-di-svezzamento-dai-6-ai-12-mesi_mammafelice

Passando a consistenze sempre più solide, a quale bambino italiano non piace la pasta?

Ricordiamoci che i bambini non devono seguire diete dissociate o robe del genere (in realtà nemmeno gli adulti), ma in ogni pasto devono trovare molta verdura, abbastanza carboidrati e poche proteine.

Noi di solito facciamo il contrario, vero? Siamo terrorizzati dai carboidrati, e tendiamo ad aumentare il carico proteico! Ma non è corretto. Se proprio vogliamo aumentare qualcosa, dobbiamo aumentare le verdure!

menu-ricette-semplici-con-verdure-per-bambini

Vi avevo già citato il Nutripiatto nel post con le ricette semplici di verdure per i bambini, e ve lo mostro nuovamente in questa foto, perché visivamente ci insegna molto: metà del nostro piatto deve essere composto di verdure, e la restante parte da carboidrati e proteine.

In base a questo ‘specchietto’, possiamo guardare alla pasta con meno sospetto. Pasta, ma anche farro, orzo, riso, couscous, ecc… più variamo l’alimentazione, meglio è!

Quello che possiamo fare è creare piatti unici di pasta con tanta verdura, controllando le porzioni. Se i nostri figli sono normopeso, possiamo anche non pesare i cibi. Ma se non lo sono, forse stiamo sbagliando a misurare le porzioni, e pesarle i primi tempi può essere utile per ‘farci l’occhio’ e non esagerare. Talvolta vedo dei piattoni di pasta dati ai bambini, che non dovrebbe mangiare nemmeno un adulto!
Molto meglio, allora, misurare la pasta, mangiare molte verdure e finire il pasto sempre con la frutta.

grammature-alimenti-bambini

Le grammature sono sempre quelle, più o meno, in base all’età e al fabbisogno di ciascun bambino (e per saperlo con esattezza, dovete necessariamente consultare un medico nutrizionista, se ci sono dei problemi di alimentazione in famiglia).

In base alle indicazioni scientifiche, un passo in più che possiamo fare è decisamente quello di eliminare gli insaccati – che invece fino a qualche anno fa erano sempre presenti nelle tabelle di svezzamento dei pediatri. Secondo l’OMS, salumi e insaccati sono ufficialmente cancerogeni.

linee-di-indirizzo-nazionale-per-la-ristorazione-scolastica_frequenza alimenti

Per esempio, secondo le Linee di indirizzo nazionale per la ristorazione scolastica, la frequenza degli insaccati non è settimanale (in riferimento al pranzo), né tanto meno giornaliera, ma deve essere ridotta a massimo 2 volte al mese.

Fatta questa lunga premessa, non è che adesso ai bambini non possiamo più dare la pastina con il prosciutto cotto o cucinare la carbonara, ma sappiamo che il meglio per loro non è certo quello, che resta una eccezione. Buona, ma eccezionale.

Per questo possiamo preparare la pasta in mille modi, ma ricordandoci che il condimento deve essere composto prettamente da verdure.

Ecco alcuni modi di cucinare la pasta come piatto unico:

  • pasta con ragù di lenticchie e verdure;
  • pasta con ceci e zucchine;
  • pasta con broccoli e crema di ceci;
  • pasta con zucca e salsiccia, con o senza pomodoro;
  • pasta con crema di piselli e zucchine;
  • pasta con crema di cannellini e pomodorini;
  • pasta con carote julienne e ricotta fresca;
  • pasta con crema di zucca e lenticchie rosse, con o senza pomodoro.

Ed ecco alcuni modi per cucinare la pasta con le verdure come primo piatto (a cui farete seguire il secondo con il suo contorno):

  • pasta al pomodoro e basilico;
  • pasta con i broccoli, più o meno frullati o a pezzetti;
  • pasta con le zucchine tritate a julienne;
  • pasta con pomodorini freschi;
  • pasta con verdure miste del minestrone.

Ricette di svezzamento: Crocchette, frittelle e polpette

ricette-di-svezzamento-dai-6-ai-12-mesi_mammafelice

Quando i bambini mangiano pappe grandi, servendosi da soli o mangiando con le mani, sono perfette tutte le polpette, crocchette, hamburger o burger che volete, così come le frittelle e i pancake.

Il vantaggio delle polpette è di nuovo che si possono preparare con qualunque cosa: legumi, verdure, pesce, carne…

Ovviamente dovremo evitare il fritto, per considerarlo un’eccezione, prediligendo la cottura al vapore o al forno o in umido.

Come fare tutti i tipi di polpette:

  • polpette di legumi: frullate i legumi che avete scelto (ceci, lenticchie, fagioli…), dopo averli scolati e lavati. Aggiungete un pizzico di sale, erbette miste, un pochino di parmigiano per dare sapore, e poi come legante o la patata lessa, o l’uovo. Per rendere tutto bello compatto, potete aggiungere poco pangrattato (a me non piace molto, quindi cerco di evitarlo tenendo molto asciutte le patate e i legumi e mettendo il composto in frigo a rassodare);
  • polpette di verdure: cuocete le verdure al vapore insieme alle patate. Schiacciatele bene con la forchetta, aggiungete uovo, parmigiano e poco pangrattato, ed erbette a piacere, sale;
  • polpette di pesce: cuocete il pesce con la vaporiera. Frullatelo o schiacciatelo con la forchetta, facendo bene attenzione ad eliminare tutte le spine, e amalgamatelo co la patata lessa, erbette a piacere, sale, prezzemolo fresco. Potete anche aggiungere delle verdure tritate e ripassate in padella pochi minuti, solo per togliere l’acqua di vegetazione;
  • polpette di carne: mescolate il macinato con pane ammollato nel latte, un uovo, sale, parmigiano, prezzemolo fresco tritato o menta.

Ovviamente, servite le polpette sempre con un contorno di verdure – visto tutto ciò che abbiamo detto prima sulla composizione dei pasti.

Le polpette di pesce o carne sono buonissime al vapore: potete cuocerle su una foglia di verza o di cavolo o di bietola, per non farle incollare o spezzare, ma anche per dar loro più sapore. In alternativa, io metto tutto su una teglia bassa da forno: spruzzate le polpette con l’olio e cuocetele a 180 gradi a forno ventilato per circa 20 minuti, girandole una volta.
Cotte in umido, per esempio nel sugo di pomodoro, sono buone le polpette di carne, e anche meno facili da sfaldare.

Tra le ricette preferite dai bambini ci sono i burger: con le stesse composizioni, potete creare delle polpette più schiacciate, invece che tante polpettine singole. Io cuocio tutto in forno, spennellando con pochissimo olio.

Un’altra ricetta favolosa è quella dei pancake, che è un po’ più ricca di ingredienti, ma servita come piatto unico insieme a un bel contorno di verdure, è sicuramente amata dai bambini. Al minuto 13 di questo video, potete vedere come faccio i pancake di minestrone.

Ricette di svezzamento: Uova

ricette-di-svezzamento-dai-6-ai-12-mesi_mammafelice

Come abbiamo visto, non ci sono problemi a dare ai bambini le uova, una o due alla settimana. Io vi suggerisco di evitare solo l’uovo alla coque, almeno i primi tempi, più che altro per una questione ‘igienica’: se non siete sicurissimi della freschezza delle uova, è meglio evitare l’uovo crudo o poco cotto.

Come servire le uova nello svezzamento?

  • uovo sodo: tagliato a pezzetti per esempio in una insalata tiepida di patate e verdure, oppure dentro un couscous con le verdure;
  • uovo al padellino: potete cucinarlo in bianco oppure nel sugo di pomodoro, e servirlo con le verdure e delle patate al forno;
  • uovo strapazzato: potete strapazzarlo da solo e servirlo con un contorno, oppure strapazzarlo direttamente con le verdure;
  • frittatine: anche in questo caso potete aggiungere le verdure all’interno, oppure come contorno, o anche farcendo le frittatine e trasformandole in omelette o rotolini.

Oppure l’uovo può essere contenuto all’interno delle ricette di piatti unici, come le polpette di verdura, le crepes, i pancake, il riso alla cantonese, ecc…

LEGGI: Ricette facili e veloci con le uova, diverse dal solito!

Ricette di svezzamento: Tortini e Gateau

ricette-di-svezzamento-dai-6-ai-12-mesi_mammafelice-04

Noi a casa amiamo moltissimo i tortini di patate e verdure, che sono super comodi e ai bambini piacciono sempre tantissimo.

Preparateli con una base di patate cotte al vapore e schiacciate con la forchetta. Ricordatevi che le patate non vanno frullate, perché diventano collose.
A queste, aggiungete gli altri ingredienti, per rendere il tortino di patate un piatto ricco che fa da primo e secondo, da accompagnare a un contorno di verdure.

Per fare la crosticina superiore, potete aggiungere una spennellata di olio (o anche di burro!) e un cucchiaio di pangrattato.

Esempi di tortini di patate per lo svezzamento:

  • patate lesse mescolate con zucchine a julienne strizzate molto molto bene, sale, parmigiano e crescenza;
  • un primo strato di patate lesse condite con olio e sale, farcite in mezzo con prosciutto cotto e crescenza, e altro strato di patate;
  • patate lesse, sale, erbette tritate e abbondante parmigiano;
  • patate lesse, zucca cotta e frullata, parmigiano, un uovo;
  • patate lesse, merluzzo o salmone cotto al vapore e schiacciato con la forchetta, sale, prezzemolo tritato.

Ricette di svezzamento: Torte salate

ricette-di-svezzamento-dai-6-ai-12-mesi_mammafelice

Inutile specificare la comodità delle torte salate. Le possiamo usare come ricette universali e super veloci, per risolvere la cena di tutta la famiglia.

Farcite con tante verdure e anche un po’ di ‘grassi’, sono deliziose. In una dieta normale, i grassi sono necessari! Pochi, ovviamente, ma indispensabili. È spiegato chiaramente nella tabella sugli Apporti raccomandati di energia, nutrienti e fibra riferiti al pranzo nelle diverse fasce scolastiche, sempre a cura del Ministero della Salute.

linee-di-indirizzo-nazionale-per-la-ristorazione-scolastica_composizione-alimenti

La base delle torte salate può essere più o meno leggera. Vi dico due alternative:

  • base più ricca: una confezione di panna da cucina, un uovo, un cucchiaio di parmigiano, sale, erbette a piacere;
  • base più leggera: si può ottenere solo con un uovo sbattuto, o un pochino di latte, o semplicemente un filo di olio, o con le verdure, frullandole bene.

Ricette di torte salate che vanno bene anche nello svezzamento: 

Ricette di svezzamento: Piatti al vapore o al cartoccio

ricette-di-svezzamento-dai-6-ai-12-mesi_mammafelice-04

Infine non dimenticate quanto è facile e preziosa la cottura al vapore o al cartoccio! Potete cuocere tutto: verdure, legumi, carne e pesce nella vaporiera elettrica, o preparando dei cartocci di carta forno da mettere in forno.

Con la vaporiera elettrica potete persino cuocere il riso, l’orzo e il farro, e vengono buonissimi. Possono servire da base per il piatto, da completare poi con verdure tagliate a bastoncino e un filetto di carne o pesce, o dei legumi precotti.

Alcuni piatti che potete cucinare al vapore:

  • filetto di branzino o di orata, su letto di zucchine e patate cotte al vapore;
  • polpette di carne mista cotte al vapore, da servire con pomodori, cetrioli e insalatina;
  • riso bianco con salmone, accompagnato da dadini di zucca cotta al vapore e insalatina di cavolo viola;
  • pesce intero al cartoccio, con pomodorini e prezzemolo;
  • riso bianco con petto di pollo al limone, condito con olio, sale, limone o salsa di soia;
  • zucchine ripiene di carne o formaggio, cotte al vapore con contorno di verdure;
  • merluzzo e patate al vapore, con olive e sedano, sotto forma di insalata tiepida;
  • frittatina di verdure cotta al vapore;
  • involtini di verza e carne alla piemontese;
  • orzo o farro al vapore con bocconcini di pollo e verdure.

A noi piace tantissimo la cottura al vapore perché i cibi restano molto più saporiti e si possono condire solo alla fine con olio a crudo. E a me piace ancora di più, visto che la vaporiera va da sola e io non devo fare nessuna fatica, né impiegare tempo davanti ai fornelli!



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *