[0-12 mesi] Montessori: il cesto dei tesori

Pubblicato il 3 settembre 2008 da • Ultima revisione: 15 febbraio 2016

 montessori-cesto-dei-tesori-motricita-fine-toddler-bambini

Una nuova attività da ‘toddler’, per esplorare, toccare, sentire… Creare un cestino (contenitore, borsa di stoffa, ecc… ) contenente diversi materiali adatti ai bambini piccoli, per portarli alla scoperta ‘semi-guidata’ dei materiali, ma anche dell’atto di tirare fuori gli oggetti da un contenitore e provare a rimetterli dentro (travasi solidi).

L’idea si ispira alla ‘mistery bag‘ di stampo montessoriano, e al ‘cestino dei tesori‘ di Elinor Goldschmied, anche se è rivisitato in una chiave, appunto, per bambini più piccoli.

Ho recuperato un kit per la spiaggia in un negozio Miniprix, alla costosissima cifra, scontata, di 2.80€. Le palette, il rastrello, le formine e soprattutto il setaccio mi serviranno più in là… qualcosa mi inventerò di sicuro.

L’ho lavato, mi sono tagliata un dito con il fondo, comprendendo, quindi, che non era momentaneamente adatto ad una bambina, e mi son messa a scartavetrare quel pallino inferiore che aveva i margini sporgenti che potevano far male. (Notare: per scartavetrarlo, visto che non avevo voglia di andare in cantina a prendere la carta vetro, ho usato la limetta per le unghie elettrica… efficacissima! )

All’interno ho messo:

  • una striscia di stoffa scura
  • un nastro di raso rosa
  • una molletta colorata
  • una paperella di gomma
  • un cuoricino di pannolenci con bottone (ex collana)
  • un cuore rigido di rafia (ex sottobicchiere)
  • una chiave con portachiavi
  • un sonaglietto colorato (città del sole)
  • una catenella di elastici da ufficio (legati insieme con nodi a cappio)
  • una mucchina morbida con dentro un sonaglio
  • una spugnetta per il viso
  • un cucchiaio in pvc
  • una cannuccia
  • un cubo morbido
  • un triangolo morbido
  • il sottobicchiere di un bicchierino antigoccia dell’Ikea (il ranocchio, per intenderci)

Nella versione più evoluta, tra qualche mese, aggiungerò dei tappi, degli oggetti di dimensioni più piccole, meno giochini e più materiali. Ad esempio tipi diversi di carta (adesso non posso, li strappa e li mangia), e dei pezzetti di legno.

Sarà un gioco ‘in evoluzione’. Molto bello!

montessori-cesto-dei-tesori-motricita-fine-toddler-bambini

Educativamente parlando, ecco come dovrebbe essere strutturato nella realtà il ‘cestino dei tesori’:

Il contenitore è un cestino basso, di robusta costruzione in vimini, senza maniglie. Gli oggetti che deve contenere si possono dividere in 6 gruppi:
1.      OGGETTI CHE SI TROVANO IN NATURA: pigne, ecc…
2.      OGGETTI DI MATERIALI NATURALI: gomitoli di lana, centrini di cotone, pennelli da barba
3.      OGGETTI DI LEGNO: nacchere, uova da rammendo, cilindri, palline, anelli per tovaglioli, anelli per tende, cucchiai e spatole, porta uova, grosse “perle” colorate infilate in una corda
4.      OGGETTI METALLICI: campanelli, coperchi di pentole, barattolini chiusi contenenti riso crudo e fagioli secchi, cucchiai di varie misure, chiavi
5.      OGGETTI IN GOMMA, TELA ECC…: borsellino in pelle, palle di stoffa colorate, piccolo orsacchiotto, bambole di pezza, astucci in pelle per occhiali, filo del telefono a spirale, mazzo di nastri colorati, palle di gomma
6.      OGGETTI IN CARTA E CARTONE: carta oleata, scatoline di cartone.

Quindi, in poche parole, meno plastica e più oggetti ‘naturali’, anche se io ho preferito concentrarmi sui colori, che in questo momento attirano molto di più l’attenzione di Dafne.

montessori-cesto-dei-tesori-motricita-fine-toddler-bambini
Un ottimo esempio di cestino dei tesori si trova da Claudia, ne La casa nella Prateria.



Commenti

26 Commenti per “[0-12 mesi] Montessori: il cesto dei tesori”

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Se ti registri gratis a Mammafelice puoi inserire foto nei commenti, inserire gli annunci di nascita, le date di compleanno, partecipare alla chat delle mamme e al forum.