Pane alle Barbabietole

Pubblicato il 3 dicembre 2013 da • Ultima revisione: 31 ottobre 2017

pane-alle-barbabietole

Fare il pane è bellissimo. Trovo che ci sia qualcosa di miracoloso, nel pane preparato in casa. Niente che ci salvi la vita, per carità, ma l’idea di far lievitare il proprio pane e cuocerlo, mi fa stare bene. Quando posso, se posso, lo faccio volentieri, perché il pane fatto in casa ha un gusto che io amo. A voi piace farlo?

Lo dico subito: non sono un’esperta di panificazione, non so cosa sia l’alveolatura e non uso la pasta madre. Faccio solo pane e bon. 😉
Così sapete che fare il pane va bene anche per chi non ha tempo, o per chi non ha voglia di studiare tutto, o per chi vuole fare solo il pane e basta.

Questo pane alle barbabietole è nato un po’ casualmente: volevo fare una pagnotta per amici invitati a cena, avevo delle barbabietole in frigo da consumare… e semplicemente ho pensato di mettere insieme le due cose.
Ve lo devo dire: il risultato è stato strepitoso, e il pane è venuto buonissimo, morbido all’interno e croccante fuori, e si è conservato anche a lungo.

Pane alle Barbabietole

Ingredienti: 500 grammi di farina bianca + farina per la spianatoia, 200 grammi farina integrale o di farro o di kamut, una bustina di lievito secco in granuli, due cucchiaini rasi di zucchero, 4 cucchiaini di sale + 1, 50-100 grammi di olio evo, acqua qb, 4 barbabietole precotte, uno spicchio di aglio, prezzemolo fresco, semi di sesamo neri.

Sbucciate le barbabietole, sciacquatele se necessario, tagliatele a pezzetti e mettete il tutto in un robot da cucina insieme a un cucchiaino di sale, l’aglio sbucciato, il prezzemolo lavato. Frullate il tutto fino ad avere una purea morbida, da allungare con olio se fosse troppo densa.

Prendete una ciotola grande e mettete dentro le due farine, mescolandole con la forchetta. Fate un buco al centro e versate il lievito, lo zucchero e il sale. Girate tutti gli ingredienti secchi.

Aggiungete la purea di barbabietole, girate con una forchetta o un cucchiaio di legno, aggiungete 50 o 100 grammi di olio circa (dipende da quanto lo volete morbido e calorico). Ora aggiungete acqua quanto basta a far formare un impasto morbido, ma consistente.

 impasto-pane-alle-barbabietole

Fate lievitare due o tre ore in ambiente caldo (io ho tenuto il pane sul tavolo della cucina, un giorno in cui cucinavo e avevo i termosifoni accesi), coperto da un canovaccio pulito. Quando avrà raddoppiato il suo volume (o anche triplicato: più lievità, più è buono), mettetelo sulla spianatoia e aggiungete farina fino a quando avrete una bella pagnotta da cuocere – non troppo solida.

Date la forma al pane, e praticate dei tagli sulla superficie. Aggiungete qualche seme di sesamo nero (va bene anche il sesamo normale, o semi di girasole o di zucca o di papavero).

Scaldate il forno a 220 gradi, ventilato. Una volta raggiunta la temperatura, abbassate il forno a 160 gradi, buttate dei cubetti di ghiaccio sul fondo del forno, dentro una teglia (servono a creare la giusta umidità), e cuocete il pane nella parte alta del forno per circa un’ora. E’ difficile dare dei tempi precisi di cottura: vedrete che il pane è cotto quando sarà dorato sopra, ma il fondo del pane sarà solido e asciutto. Se il fondo del pane è troppo morbido, il pane non è cotto. Dovesse bruciarsi troppo in superficie, copritelo con la stagnola e rimettetelo in forno.

Lasciatelo raffreddare almeno quindici minuti, prima di tagliarlo. Usatelo per accompagnare una cena, ma anche come base per creme di formaggio, hummus di ceci, formaggi e composte di verdura.

Io adesso voglio provarci anche con altre verdure: spinaci, cavolo nero, zucca. Che dite?
Se lo provate, mi fate sapere come viene?

 



Commenti

13 Commenti per “Pane alle Barbabietole”
  1. a me piace molto dire con occhioni enormi a Luca ” Lucaaaaaa fai il paneeeeeeeeeeeee” il problema è che poi lo mangio tutto! Io le barbabietole nn le ho mai mangiare ma il pane colorato mi sembra cosi’ sfizioso!

  2. Valentina

    Io adoro fare il pane, mi rilassa. E secondo me non esiste profumo più buono del pane appena sformato, se rinasco voglio fare la panettiera, perderò ore di sonno ma sarò immersa nell’odore più gratificante dell’universo. Ah, io sono ancora più “profana” di te ovvero con il banalissimo lievito di birra faccio fare l’impasto e la lievitazione (ne fa 2) alla macchina del pane, non lo faccio cuocere lì ma lo modello come mi va la momento (panini, baguette, tondo, lungo, a treccia) e lo infilo nel forno. Quindi W il pane fatto in casa!

    • Mamma Felice (Mappano) - Ariete
      Mamma Felice
      immagine livello
      Guru
      Mamma di Dafne (9 anni)

      Anche io spessissimo uso la funzione impasto della macchina del pane. Quel giorno avevo già la 100cuochi accesa e non avevo voglia di prendere pure la mdp, così ho fatto a mano. A mano resta più rustico. Con la macchina del pane a me sembra più leggero e lievita meglio: la pizza per esempio è uno spettacolo.

      • Valentina

        Ah beh, da quando faccio la pizza in quel modo (impastando con la macchina del pane) non l’abbiamo più comprata, nè fresca nè surgelata. Il sabato è d’obbligo la pizza della Mamma (che di mio poi ci metto giusto i condimenti )

      • Valentina

        p.s. volevo regalarmi per Natale la 100 cuochi…insomma la consigli definitivamente?

      • Mamma Felice (Mappano) - Ariete
        Mamma Felice
        immagine livello
        Guru
        Mamma di Dafne (9 anni)

        Io sì, ne sono proprio soddisfatta. Mi ha anche chiamato l’Amministratore Delegato dopo aver letto mammafelice, e sto provando a farlo diventare sponsor del blog, così posso anche proporre ricette nuove alla luce del sole (che altrimenti non è detto che gradiscano che mi invento ricette con la loro macchina, sai…). Incrociamo le dita. 😉

      • Valentina

        Ma infatti, suvvia. Intanto vediamo se Babbo “Paolo” Natale me lo porta 😀

  3. lima38

    Anche io adoro fare il pane! Ho imparato ad usare la pasta madre e ti assicuro che non è complicato e poi adoro impastare, mi rilassa e mi fa stare bene come dici tu.
    Lo faccio mescolando tipi diversi di farine, ma non ho mai provato con le verdure: mi hanno detto che è buonissimo con la zucca e anche aggiungendo all’impasto delle patate lesse. Il tuo sembra meraviglioso: credo che proverò al più presto.

    • Mamma Felice (Mappano) - Ariete
      Mamma Felice
      immagine livello
      Guru
      Mamma di Dafne (9 anni)

      Io non mi sono ancora approcciata alla pasta madre perché non ho molto tempo, e soprattutto non voglio preparare troppo pane o focacce o torte, perché dovendo stare a dieta non sarebbe l’ideale mangiarli ogni giorno.
      Per ora lo faccio una volta ogni tanto… magari quando mi rimetto in forma ci provo anche io. 8)

  4. Claudia

    ciao MF, ieri ai piccoli della scuola dell’infanzia di Giorgia, come inizio dell’Avvento, hanno fatto preparare il pane per far capire, in modo pratico, il senso dell’attesa. Ogni bimbo ha impastato e dopo la nanna ha scoperto il panetto lievitato. Il tutto è stato poi portato a casa per essere cotto in famiglia.
    ciao e buona giornata

  5. Meg

    Noi consumiamo chili di pane e lo prendiamo al forno sotto casa (è buonissimo e leggero e costa poco) ma farina e lievito di birra in casa non mancano mai, perchè due volte a settimana i miei ragazzi reclamano la pizza e non di rado giacchè si accende il forno si fa qualche esperimento, all’impasto base pane/pizza si aggiunge un ingrediente particolare (zucchero, latte e gocce di cioccolato per i panini dolci, un pò di farina da polenta per il pane giallo che si mangia con le acciughe salate, farina di ceci, rosmarino e olio per una focaccia più saporita, oppure olive e noci per un pane bello sostanzioso da merenda salata…) E se (caso rarissimo!) avanza qualche cosa, si fanno dei bei sacchettini da mettere in freezer, pronti per le emergenze!

  6. Fare il pane in casa è la cosa che più in assoluto mi dice casa e amore, cura e dedizione… amo farlo, in mille modi diversi (e se è un periodo impegnativo, lo preparo e lo congelo!), che te lo dico a fare?…ho tutti gli ingredienti, quindi presto ci provo anche io…sicuro sicuro !
    Alle barbabietole non avevo mai pensato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Se ti registri gratis a Mammafelice puoi inserire foto nei commenti, inserire gli annunci di nascita, le date di compleanno, partecipare alla chat delle mamme e al forum.