Ricette per il menù di Pasqua

Pubblicato il 30 marzo 2009 da • Ultima revisione: 24 ottobre 2017

Vale ancora il detto: Natale con i tuoi, Pasqua con chi vuoi?
Beh, se è così, allora io mi sono sbizzarrita ad inventare un menù non propriamente tradizionale: una serie di piatti meno impegnativi, più economici e soprattutto che non richiedono preparazioni troppo lunghe o laboriose (eccetto la pastiera, che comunque, dai, non è così difficile da fare, con la ricetta di mia suocera…).

Un menù senza agnello. Perchè l’agnello è buono, ma non è gradito a tutti (soprattutto a chi, in questo periodo pasquale, aderisce alle campagne animaliste per salvare gli agnelli). Ma soprattutto a Pasqua l’agnello è molto costoso e allora noi non lo compriamo. Tiè.

Antipasti

Insalatina di fave e cipollotti
fave fresche (o surgelate)
2 cipollotti rossi o cipolle di tropea
pecorino in scaglie
olio, sale e pepe

Sbollentare le fave e sbucciarle (se sono molto tenere, non sarà necessario… ma a me piacciono di più se sono senza pellicina). Metterle in un piatto di portata con la cipolla tagliata molto sottile e condire con un’emulsione di olio, sale e pepe. Per decorare, aggiungere delle fettine di pecorino fresco.

Prosciutto crudo e rucola
prosciutto crudo dolce
rucola fresca
mandorle a filetti
pomodorini
olio e sale

Preparare un’insalatina di rucola con i pomodorini tagliati a metà, condire con sale e olio e aggiungere le mandorle a filetti. In un piatto da portata, stendere le fette di prosciutto crudo e accompagnare con l’insalatina di rucola a parte.

Involtini di asparagi con prosciutto cotto
asparagi (freschi o surgelati)
prosciutto cotto (tagliato in fettine un po’ spesse)
pecorino fresco
una noce di burro
parmigiano in scaglie

Pulire gli asparagi, sbollentarli in acqua salata ed eliminare i gambi troppo duri (oppure utilizzare asparagi surgelati che non hanno scarti).
Stendere le fettine di prosciutto, aggiungere del pecorino fresco tagliato sottile e tre punte di asparagi. Formare gli involtini avvolgendo gli asparagi con il prosciutto (lasciando sporgere le punte degli asparagi) e adagiarli in una teglia da forno cospargendoli con fiocchetti di burro e parmigiano in scaglie. Far gratinare qualche minuto e servire caldo.

Uova sode alle salse, con gamberetti
Far bollire le uova in un pentolino con acqua e un cucchiaio di aceto (serve a far rapprendere l’albume se le uova si rompono): metterle in acqua fredda e cuocerle 9 minuti dal bollore.  Sbucciarle, tagliarle in metà e svuotarle dal tuorlo, per usarlo insieme alle varie salse:
– salsa al tonno: frullare i tuorli con del tonno sott’olio, un cucchiaino di capperi sott’aceto, una scorzetta di limone, 2 cetriolini e 2 acciughe. Aggiungere due cucchiai di maionese e del prezzemolo tritato e mettere dentro le uova;
– champignons: pulire 5 funghetti, tagliarli a pezzettini piccoli con un coltello affilato e passarli in padella con aglio, olio e prezzemolo. in una terrina schiacciare i tuorli con la forchetta, condire con sale, pepe e olio, aggiungere i funghi e usare come ripieno delle uova sode;
– cipolle e pancetta: tagliare una cipolla nel mixer insieme a qualche cubetto di pancetta affumicata, in modo che si formi un composto molto molto fine. Far cuocere in una padella con l’olio, fare imbiondire e raffreddare. In una terrina schiacciare i tuorli con la forchetta, unire le cipolle con la pancetta e usare per riempire le uova;
– salmone: nel mixer, mettere le fettine di salmone affumicato, poca panna liquida e i tuorli d’uovo sodo. Trasferire la crema di uova e salmone nelle uova;
– gamberetti: schiacciare i tuorli con una forchetta, aggiungere 2 cucchiai di salsa rosa (la salsa rosa si può preparare in casa con: 3 cucchiai di maionese, 1 cucchiaino di brandy, 3 cucchiaini di salsa ketchup). Far sbollentare dei gamberetti sgusciati seguendo le indicazioni di cottura, unire alla salsa e guarnire con prezzemolo fresco tritato.

Primi

Ravioli ripieni di ricotta e carciofi
per la pasta:
1 tuorlo d’uovo e 100gr di farina a persona
per il ripieno:
5-6 carciofi
aglio e prezzemolo
100gr di ricotta fresca
burro e parmigiano

Preparare la pasta fresca con 1 tuorlo d’uovo fresco e 100gr di farina a persona: amalgamare con una forchetta, aggiungere un pizzico di sale e poi, a mano, impastare in modo da ottenere un impasto molto omogeneo. Far riposare 15-20 minuti, e poi standere con la macchinetta per la pasta oppure a mano, con il mattarello, in una sfoglia abbastanza sottile.

Per il ripieno: pulire i carciofi, lavarli, tagliarli a fettine sottili e cuocerli in padella con olio e aglio, aggiungendo abbastanza acqua da ammorbidirli. Una volta asciutti, trasferirli nel mixer insieme a sale, ricotta e pepe e frullare tutto insieme, lasciando un ripieno abbastanza morbido, ma non liquido.

Creare i ravioli riempiendoli con il composto di carciofi e ricotta, richiuderli bene e cuocerli in acqua salata. Condire semplicemente con burro e parmigiano (oppure con una parte del sugo di carciofi, tenuto da parte prima di frullarlo).

Lasagne con asparagi e crema di piselli (vedi foto)
lasagne precotte
1lt di besciamella
1 confezione di asparagi surgelati
300gr di piselli surgelati
mozzarella per pizza
parmigiano grattato

Sbollentare gli asparagi e i piselli in acqua salata, in due pentole separate. Scolare gli asparagi e tenerli da parte; frullare metà dei piselli nel mixer. Preparare un litro di besciamella e versarvi dentro la crema di piselli, mescolando bene. Tagliare la mozzarella a quadretti piccoli e mettere il parmigiano in una ciotola.
Assemblare le lasagne: fare uno strato di besciamella sul fondo della teglia e poi comporre gli strati. Disporre le lasagne, coprirle con abbondante besciamella verde, aggiungere la mozzarella, un cucchiaio di piselli, qualche pezzetto di asparago e il parmigiano grattuggiato. Fare 3-4 strati. Cuocere 20-30 minuti a 180°, secondo le indicazioni di cottura delle lasagne precotte.

Secondi

Tasca di vitello ripiena
1 tasca di vitello da circa 600gr
1 uovo sodo
3-4 cubetti di spinaci surgelati
parmigiano grattuggiato
50 gr di prosciutto cotto
burro e olio
1/2 bicchiere di vino bianco
sale e pepe
spago da cucina

Sbollentare gli spinaci in acqua salata e scolarli molto bene. Nel mixer, frullare gli spinaci, il parmigiano, un pizzico di sale e il prosciutto cotto.
Riempire la tasca di vitello a metà con il composto di spinaci, infilarvi l’uovo sodo e aggiungere la restante parte di spinaci frullati.
Sigillare la tasca di vitello con lo spago da cucina.
In una pentola, sciogliere burro e olio, far rosolare la carne da tutti i lati, per ‘sigillarla’. Aggiungere vino bianco e far sfumare. Aggiungere poco brodo alla volta, terminando la cottura per un’ora abbondante.

Arrosto di maiale alle prugne (ricetta di mia suocera)
1 lonza di maiale del peso di circa 600gr
6-7 prugne secche denocciolate
pancetta a fettine
mezza cipolla
1 spicchio di aglio
vino bianco
brodo

Incidere la lonza con la punta del coltello, praticando 5-6 tagli, e infilarvi dentro le prugne. Avvolgere la lonza con la pancetta, infilandovi sotto ancora alcuni pezzetti di prugna. Chiudere la carne con lo spago da cucina.
Far rosolaremezza cipolla tritata e uno spicchio di aglio in una pentola alta, far ‘sigillare’ la carne, sfumare con il vino bianco e portare a cottura con brodo, cuocendo la carne per circa un’ora.

Contorni

Carciofi e zucchine in pastella
15ogr farina bianca
2 uova
12cl di vino bianco
1 cucchiaio di olio
sale
olio di semi per friggere

Pulire i carciofi e le zucchine, tagliandoli a pezzetti di media grandezza e metterli in una ciotola con acqua e limone per non farli annerire.
Preparare la pastella con la farina, i 2 tuorli d’uovo e il vino bianco, aggiungendone poco alla volta, per ottenere una pastella abbastanza densa. Salare. Montare a neve gli albumi e aggiungerli alla pastella. Passare le verdure nella pastella e friggerle in olio di semi profondo. Salare e servire subito.

Patate arrosto
1 kg patate
rosmarino, salvia, peperoncino macinato
1 spicchio di aglio
olio, sale e pepe

Sbucciare le patate, tagliarle a quadretti regolari e metterle in ammollo in acqua per almeno 15-20 minuti, in modo che perdano buona parte dell’amido. Sbollentarle in acqua salata per 5 minuti. Scolarle e adagiarle in una teglia, aggiungendo un trito di rosmarino, aglio, salvia e peperoncino macinato. Salare e cuocere in forno a 180° per 30-45 minuti, rigirandole ogni tanto.

Dolci

Pastiera di Elsa (mia suocera)
1 barattolo di grano precotto per dolci
800gr di ricotta vaccina tipo ‘romana’ (poco acquosa)
600gr zucchero
8 uova intere
3 tuorli
250gr latte
1 noce di burro
1 bottiglietta di aroma ai fiori di arancio
1 vaschetta di frutta candita
2 bustine di vanillina
pasta frolla (4 porzioni della ricetta di mia suocera: v. link)
la scorza grattuggiata di un limone e un’arancia

Far cuocere in una pentola il grano insieme al latte, a un cucchiaio di zicchero, la noce di burro, la buccia grattuggiata di un limone e 1/4 di bottiglietta di aroma ai fiori di arancio. Continuare la cottura per circa 10 minuti a fuoco lento, fino a quando il composto si è addensato e il latte è stato completamente assorbito.
In una ciotola, lavorare la ricotta con lo zucchero, la restante acqua difiori d’arancio, la buccia grattata di un’arancia e la vanillina. Aggiungere le uova intere una alla volta, facendole assorbire bene. Aggiungere i tuorli uno alla volta, infine incorporare la frutta candita.
Unire il grano intiepidito e lavorare bene il composto.
Stendere la pasta frolla in una teglia imburrata, lasciandola piuttosto sottile. Versarvi il composto e richiudere con una griglia di pasta frolla. Spennellare con un tuorlo d’uovo e cuocere a 180° per circa un’ora. Far intiepidire in forno e mangiare quando è raffreddata.

Coppa di colomba alla crema con frutti di bosco
colomba pasquale
crema fatta al microonde (vedi ricetta della crema, suggerita da Natalia)
frutti di bosco misti (ribes, mirtilli, fragole…)
1 kiwi
1 limone
2 cucchiai di rum
zucchero a velo

Tagliare la colomba e metterla sul fondo di alcune ciotole. Irrorarla con la crema pasticcera lasciata abbastanza morbida. Aggiungere la macedonia preparata con i frutti di bosco e il kiwi tagliato molto piccolo, conditi con succo di limone e il rum. Completare con una spruzzata di panna o setacciando dello zucchero a velo.



Commenti

14 Commenti per “Ricette per il menù di Pasqua”
  1. Ieri sera ho fatto quasi l’una (ora legale), a leggere il tuo sito che mi ha fatto venire voglia di cucire il pannolenci (sono la Laura che ti ha inviato la mail chiedendo istruzioni), la sera prima, idem. Adesso vedo che posti anche le ricette… le mie serate hanno finalmente trovato delle idee costruttive (non guardo molta tv ed è un periodo che non riesco a leggere).
    Grazie 🙂

  2. nn

    Addio dietaaaa… 🙂
    Ma se non si fa un’eccezione a Pasqua…

  3. desiree

    Ma chi ti c’ha mandato….sei piovuta come la manna dal cielo! Lo sai che c stavo pensando proprio stamattina al menù di Pasqua???!!! Grande!!!Grazie di esistere :-)))D.

  4. Mamma Felice (Mappano) - Ariete
    Mamma Felice
    immagine livello
    Guru
    Mamma di Dafne (9 anni)

    ehheee 🙂

  5. Terry

    Eh mi sa che qualcosina di questo menù lo farò pure io Barbara. Solo a leggere le ricette deve essere tutto molto buono! Quanto al detto mi sa che mi tocca Pasqua con i tuoi……a meno che una mia carissima amica bolognese non mi inviti a casa sua (così porto alcune pietanze di qui ) 😉

  6. Mamma Felice (Mappano) - Ariete
    Mamma Felice
    immagine livello
    Guru
    Mamma di Dafne (9 anni)

    Ti stupirò con una news… a Pasqua lavoriamo. Strano, eh? 🙂
    Le lasagne sono buonissime: le ho cucinate un paio di settimane fa per fare una prova, ed erano proprio buone.

  7. Veronica

    Ammazza che fame mi hai fatto venire ^_^!!!!

  8. sto facendo la lonza con le prugne speriamo bene tengo le dita incrociatebuona pasqua

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Se ti registri gratis a Mammafelice puoi inserire foto nei commenti, inserire gli annunci di nascita, le date di compleanno, partecipare alla chat delle mamme e al forum.