5 cose da NON fare se hai un figlio al di sotto dei 3 anni

Pubblicato il 7 Luglio 2010 da • Ultima revisione: 15 Ottobre 2012

disordine-bambini

Mannaggia, che pasticcio! Questa è la frase che sto dicendo più spesso in questo periodo, anche se spesso e volentieri la parola ‘mannaggia’ assume connotazioni un po’ più colorite, che iniziano sempre con porc…equalchecosa. Ehm.
Dafne è immersa nei terrible twos da 2 anni. E a questo punto inizio a credere che i terrible twos non c’entrino un fico secco e che il suo carattere sia proprio forte e deciso… e tutto ciò mi preoccupa, se penso alla massima che mi ha recentemente citato la mia amica Natalia: Bimbi piccoli, problemi piccoli; Bimbi grandi, problemi grandi. Annamobbene, va.

Una cosa positiva, in tutto questo, c’è, eccome: non ho più paura di nulla. Nulla in casa mi sembra più degno di arrabbiatura, e la mia pazienza sfiora livelli altissimi, che sfogo prontamente quando però incontro qualche adulto maleducato che uso come cuscinetto para-frustrazioni. Meglio non spingermi al supermercato, non buttare una cartaccia per terra quando vi vedo e non tagliarmi la strada, dunque. Meglio anche non chiedere: Ma come fai a far tutto? Siete avvertiti.

Perchè i bambini hanno questo pregio di tirare fuori il meglio di te, ma anche il peggio: per cui alla fine devi imparare a crescere con loro molto velocemente, e soprattutto imparare a vivere con sorrisi e leggerezza, altrimenti nel giro di un paio di anni ti viene il ciuffo bianco come Mirko dei Beehive (un giorno di pioggia / andrea e giuliano / incontrano licia per caaaaaasoooo…). Ri-Ehm.

Ecco dunque che, forte delle ultime invenzioni di Dafne, mi sento di darvi 5 consigli, o meglio dirvi quali sono le 5 cose da non fare se avete un figlio al di sotto dei 3 anni:

1. Mai comprare un divano bianco
Quando stai per sposarti o convivere, quel divano bianco in negozio è assolutamente, decisamente, totalmente perfetto. Già pregusti l’idea di tornare a casa la sera, stanca, e riposare le tue stanche membra su quella bianca sofficità insieme al tuo lui, guardando bei film di annata e sorseggiando un prosecchino.
No. Il divano bianco è il male. Perchè appena avrai un figlio, anche un semplice rigurgito si trasformerà in un incubo. Inizierai a dire cose come:
– non salire con le scarpe sul divano!
– non mangiare sul divano!
– non hai il pannolino, scendi subito dal divano!
– non appiccicare le tue schifosissime caccole sul MIO divano!

Allora tenterai di coprire il divano con dei simpatici teli colorati (non si capisce perchè i produttori di copridivani sentano la necessità di realizzare fantasie dai mille colori, e non quella di realizzare copridivani monocromatici), che finiranno regolarmente in terra ogni ora, anche se li inchiodi con la sparachiodi. Avrai anche la tentazione di coprire il divano con la plastica, ma quando, in estate, complice l’umidità al 500%, nel tentativo di scollarti dal divano, ti farai una esfoliazione totale, cambierai idea e ti rassegnerai all’evidenza: MAI comprare un divano bianco, se pensi di fare figli.

2. Mai lasciare lo sciroppo di cedrata alla portata di un bambino
Lo sciroppo di cedrata è quanto di più buono esista in estate: ne metti un goccino nel bicchiere, aggiungi acqua ghiacciata e godi. Ma… devi assolutamente ricordarti di metterlo ad almeno 3 metri di altezza, nello scaffale più alto che hai, perchè se finisce tra le mani di un bambino, la tua casa saprà di cedrata per i prossimi mille anni. Lo sciroppo crea un appiccicume millenario sui pavimenti. Le tue ciabatte si incollano, e poi all’improvviso si staccano, facendoti planare col sedere sulle piastrelle. Quando proverai a rialzarti, se non ti sei rotta il femore in tre punti, non riuscirai più a rimetterti in piedi: sarà come camminare sul sapone. E nel frattempo dovrai anche urlare disperatamente a tua figlia:
– Stai feeeeeeerma lì non ti muovereeeeeeeee non venire quaaaaaaaaaaaaaaaa!
Il pavimento resterà appiccicoso per sempre. Per non parlare del tuo divano bianco (di cui al punto uno), dove tua figlia ha rovesciato il succitato sciroppo per giocarci: prova a pulirlo con la spugnetta umida… potresti finire nel guinnes dei primati.

3. Mai fare la pipì mentre tuo figlio mangia un ghiacciolo
Il ghiacciolo può sembrare del tutto innocuo: acqua e frutta, una buonissima merenda estiva. Sì. Ma tu devi vigilare. Devi esserci. Devi avere un catino su cui far sgocciolare il ghiacciolo, o, anzi, devi mettere tuo figlio nel catino insieme al ghiacciolo.
Perchè se vai a fare la pipì mentre tuo figlio mangia il ghiacciolo, potresti poi trovarlo in piedi sul ghiacciolo frantumato, mentre fa lo sci d’acqua in cucina, lasciando impronte che persino quelli della fiction RIS saprebbero trovare, in tutta la cucina, ad altezza di un metro da terra.

4. Mai lasciare il tuo shampoo a portata di bambino
Quello shampoo fichissimo che profuma di mora, e che è la tua coccola speciale per sentirti bella e pulita. O lo shampoo che costa una fortuna e stai centellinando con cura. Mai lasciarlo sul bordo della vasca, con il suo invitante profumo. Potresti trovare tua figlia che usa lo shampoo come una crema per il corpo, ricoprendosi da capo a piedi di una patina che si indurisce istantaneamente. Epperò profuma. Ehvabbè.

5. Mai mettere il pulsante del server a portata di dito
Se per esempio hai pensato di risparmiare centimetri sulla tua scrivania, appoggiando il tower sotto la scrivania, o il server, o il gruppo di continuità… lascia perdere. Quella lucina blu attirerà tua figlia come un moscerino che si schianta sulle lampade fulminanti. Non potrà resistere. E spegnerà regolarmente il server proprio nel momento in cui tu avrai scritto un lunghissimo articolo senza salvarlo in bozza, o avrai appena scritto un’email per spedire il tuo cv a un’azienda qualsiasi, perchè non ne puoi più di lavorare da casa.

E i vostri figli cosa vi hanno insegnato? Cosa combinano? Riuscite a riderci su? Se volete consolarvi andando a sbirciare le disgrazie altrui, guardate su Genitori Crescono cosa si sono inventate Silvia e Serena: hanno raccolto le prove fotografiche dei disastri dei bambini, e le hanno trasformate pure in un gioco a premi.

Ecco la filosofia giusta: non arrabbiamoci troppo, ridiamoci su. Ci vendicheremo quando diventeremo nonne.



Commenti

106 Commenti per “5 cose da NON fare se hai un figlio al di sotto dei 3 anni”
  1. Mammafelice mi fai troppo ridere! Hai ragione, con bimbi piccoli bisogna davvero imparare in fretta, riuscire a prevedere le mosse del pupo e porvi rimedio prima che lui le metta in atto! Ovvero prevedere è meglio che curare. Che combina il mio? più o meno le stesse cose. Topo stai attento che si rovescia il succo se bevi così…. plaf! Topastro non lanciare per aria i calzini mentre ti spogli per fare il bagnetto… uno in terra e uno dentro al wc. Topastro non toccarti i capelli mentre mangi la pasta con pomodoro… grattatina su metà testa. Topastro, …con chi stai parlando al telefono????

  2. mamma mia che ridere!!!!!ti vedevo mentre succedevano queste cose..e allo stesso tempo immaginavo me:-)))))))))
    e pensare che a noi il divano bianco piace così tanto..ma ancora non abbiamo figli!

  3. Che consolazione sapere che non sono l’unica a sclerare in maniera cosi’ esagerata che a volte mi spavento da sola !!! :argh: Comunque io per riparare il mio divano bianco dagli attacchi di “Picasso” ho trovato un copridivano sempre bianco da SANTA IKEA …cosi’ una volta a settimana vola in lavatrice e il mio stress e’ limitato …per il resto siamo tutte sulla stessa barca … 🙄

  4. michy ioelafavolamia

    e un sacco di altri MAI, che man mano noi genitori impariamo! p.s. il ciuffo Mirko ce l’aveva ROSSO!!!! 😆 :mrgreen: 😉

  5. hahahaha mi hai fatto morire dal ridere….è tutto vero, anche io ho una bimba di quasi 3 anni…
    grazie…avevo proprio bisogno di ridere un pò!

  6. FANTASTICO!!!!
    QUella del divano bianco è verissima. Noi l’abbiamo preso beige. DIco, BEIGE. Ed ero incinta. Idiota.
    E vabbè me la sono cercata…

    coraggio. 😆

  7. uffa

    😀 😀 😀 Ma il mio mi preoccupa, a parte ogni tanto correre per casa sventolando il rotolo di carta igienica (colpa mia, stavamo giocando ai pirati e non avevo un fazzoletto bianco ed ho ben pensato di usare il rotolo della carta igienica), è anche troppo bravo.
    Lo so, lo so, me lo farà a quattro anni di punto in bianco e mi fregherà di brutto.
    A due anni appena compiuti gli ho fatto provare il gelato al cioccolato.Sbrodolato anche all’interno del pannolino.Mi giro per prendere una salvietta e lo pulisco.Il giorno dopo ho un concorso e mi sveglio prestissimo per ripassare al volo, come la sera prima mi vesto al buio per non svegliarlo.Bellissima camicetta verde, costata un occhio della testa, regalatami dalla mia mammina.Arrivo al concorso, mi metto in fila davanti alla mia lettera con la carta d’identità in mano.L’esaminatore (pure belloccio) mi guarda e mi fa : “Piaciuto il cioccolato a suo figlio?” Due belle manine erano stampate all’altezza del mio sederone nella mia bella maglietta.
    Baci uffa

  8. Io non ho figlii, ma terrò bene a mente queste cose peer il futuro!!Comunque mi hai fatto ammazzare dal ridere!! 😀

  9. Io sono davvero masochista. Dopo che i miei figli mi hanno sfondato quello color panna, che ho dovuto buttare via, ho appena ordinato un bel divano BIANCO. Con doppie fodere lavabili, però.

    Vi farò sapere… 😉

    • MammaManonsolo

      io peggio di te!!!! primi divani panna ikea.. evabbè eravamo sposi novelli senza figli. Rotto uno ne compriamo un altro, la famiglia ora è composta da mamma, papà, gatto color grigio scuro, bimba 7 anni bimbo 2 e mezzo…. che colore prendiamo??? panna, ovvio…..ovvio che SIAMO MATTIIIIII 😆

  10. roxy

    Grazie!! Leggere stamattina è stato una vera goduria e mi sono rivista appena ieri cercando di pulire il mio cucciolo imbrattato della terra del giardinetto dove avevo appena finito di abbeverare gli alberelli di frutta e il mio balzo felino non è stato sufficiente ad evitare il disastro! pulivo il braccio e si grattava la gambetta e il naso e… ho tanto desiderato essere un polipo per contenere la sua velocità! Però che risate e che gioia! Tanto poi in doccia con tutte le scarpe (e per fortuna l’unico altro indumento indossato era il pannolino! 😀 )Io per non dimenticare l’ho immortalato (il momento tragi-comico)su video mi servirà quando andrà peggio e rimpiangerò questi “bei tempi”!!

  11. ciao Barbara,
    mi sono davvero divertita a leggere i commenti 😆
    A noi è andata abbastanza bene perchè molte cose le abbiamo anticipate, insomma abbiamo “messo su casa” con scelta dei mobili annessi che stavamo già aspettando il primo figlio quindi molti errori non li abbiamo fatti 😆
    in ogni caso come consiglio:

    MAI prendere un mobile per il salone senza chiavi alle antine

    MAI prendere un letto basso perchè è di moda e così carino (poi se per caso non hai spazio in bagno e devi cambiare i figli ogni santa volta sul letto la tua schiena griderà vendetta)

    MAI prendere dei tappeti di valore (in qs ikea aiuta molto) perchè più è alto il valore del tappeto e più è alto il rischio che i figli lo sporcano con qualcosa che difficilmente andrà via.

    MAI mettere in cameretta dei tappeti che non si possono infilare in lavatrice ogni volta che il virus gastrointestinale passa da casa 🙁 non mi ricordo più quante volte sarà capitato.

    MA UNA VOLTA IL GRANDE MI HA FREGATA:
    aveva circa 4 anni e aveva scritto con una penna su un bel pezzo di muro; senza arrabbiarmi ho cercato di spiegare il perchè non si fa….”non è più bello il muro, lo vedono tutti, papà fa tanta fatica ad imbiancare…” e lui cosa ha fatto? E’ andato a scrivere nell’angolo del muro nascosto dal pendolo! BEN MI STA’….il suo ragionamento non faceva una piega :mrgreen:

    un salutone
    Elena

  12. Vicky

    😀 😀 Rischio il posto di lavoro perchè mentre lavoravo mi sono messa a leggere e ridevo con le lacrime!
    Fortissimo, ho una bimba di 3 anni e mezzo e mi ritrovo in tutto

  13. Barbara

    Sto per darvi una notizia orrenda.
    A 11 anni continuano a comportarsi esattamente allo stesso modo.

    🙄

  14. quando sono piccoli siamo noi che dobbiamo prevenire. Ecco perchè io ho pensato al primo divano di farlo in pelle nera (vi basta??) è stata una spesa ma dopo vent’anni (quasi) sta ancora li dopo aver sopportato di tutto, pipì, vomiti, cioccolata….qui è andata bene…
    ma quando sono grandi prevenire non è sempre facile. non vi voglio scoraggiare ma, la musica è meno divertente, però ci se la fa, eccome ce la dobbiamo fare, siamo o no delle mamme forti!!! Noi abbiamo l’eseprienza della vita che ci deve rafforzare e rendere più sicure, pronte ad affrontare ogni battaglia adolesenziale….baci e grazie perchè leggervi è stato molto divertente!

  15. Pattyz

    EHM….il mio divano è bianco crema…
    Però l’ho fatto foderare con una stoffa che si lava a 60° e viene pulitissima con un tappino di ace gentile.
    Una volta ogni 2 mesi lo lavo tutto (e son 2 lavatrici da 8 kg, perchè il divano è di quelli con la penisola luuunga), si asciuga in una notte e zac!!! divano come nuovo :mrgreen:
    Ha già 6 anni ma è sempre bellissimo…e di figli ne ho 3…più amichetti di contorno che sul divano bivaccano ogni 3×2 🙄
    Ah…pure i miei maschi son grandini…a 9 e 11 anni son peggio della sorellina di 2

    devo postare una foto di come è ridotta la taverna…non avete idea diei luoghi improbabili in cui si ritrovano pezzetti microscopici di lego…per non parlare di macchinine e dinosauri di quando erano più piccoli e del groviglio di cavi della plays. comprata per loro ma usata dal papà, con relativi cd sparsi ovunque…

    Potresti aprire un post di foto orrorifiche dei vari angoli disordinati delle nostre case 😆 così vedendo la mia ti consoli…

  16. emmemme

    aiutooo!
    ho il divano bianco, shampoo e altro irrimediabilmente a portata di mano e il tower a terra (ci si diverte già da un po’ a spingere il bottone!)
    ma ho 6 mesi di tempo più o meno per trovare una soluzione impossibile.. 🙁 casa è talmente piccola e piena che non so proprio come potrò spostare tutto..

    • Mamma Felice (Mappano) - Ariete

      immagine livello
      Guru
      Mamma di Dafne (13 anni)

      Come ti capisco!

      • emmemme

        basta. sono depressa. avevo risposto al post senza leggerte i commenti. ora l’ho fatto
        ho riso come una matta, ma ho trovato altri spunti, tanti.. troppi 😯 per rinunciare da subito..
        diciamo che “le cose sono cose e quindi fatte per essere usate e poi si riprenderanno e bla bla bla ” 😐
        e diciamo che tra 3/4 anni è previsto che a casa mia venga a vivere mia suocera che si cucca i mobili che ci sono e che io, se va tutto bene, dovrei comprare una casa più grande e con mobili nuovi (e divano NEROOO) 😀 😉

  17. Al divano bianco abbiamo rinunciato a priori, avendo quattro cani e due gatti e sempre la simpatica famigliola quattrozampe ci ha dato tanti di quei momenti di gioia paragonabili a quelli che racconti tu che l’arrivo di Tommaso non dovrebbe metterci (troppo) a dura prova. Staremo a vedere cosa si inventerà lui… dopo lavande gastriche d’urgenza causa ingestione di medicinali trovati in una borsetta (in cui si poteva infilare la testa di soppiatto, maglioni privati della cerniera a morsi dopo averli comprati da mezz’ora, vomitate colossali sul tappeto della sala, improntine fangose su TUTTO il bagno, posso sopportare qualsiasi cosa!!! O almeno credo :mrgreen:

  18. …non sai quanto condivida, ma credo che sei solo in superficie. Io el divano bianco ce l’ho, ma mi faccio i copridivani con i tessuti del IKEA che sono un amore. Ma…a casa mia dentro si usano pantofole o copriscarpe x i grandi( mi guardano male, ma io ho imparato de la mia zia della Svezia, e LOLA!si non ti piace), ti ricordo che la mia piccola ha 14 messi e lecca il pavimento quando trova qualcosa di interessante.
    Invece Toby e sopra la mia postazione di computer con le sue macchinine anche si ha a disposizione 150 m quadri + 500 di giardino, a rompere i COquitos quando sono nella web.
    La Nicki non mi lascia cuccire senza essere affianco a me, e per me è un problema già che mi sono inventata la postazione nella scala.
    Mi fa bene leggere i tuoi comenti mi sollevano di questa sensazione di essere l’unica in mezzo alla campagna, con due bimbi fantastici, ma che mi lasciano poco spazio per me e i miei svaghi.
    bacio
    la mummy

  19. 😆
    Oh se solo avessi letto questo post 4 anni fa….
    Ho due figli sotto i 4 anni e un divano color panna, la cui copertura (costata come una vacanza al mare) giace in lavanderia con la vana speranza che vengano cancellate le mille macchie generate dai pargoletti!!

  20. vogliamo aggiungere il tavolino del salotto quasi interamente in vetro? hai idea delle manate che ci sono sopra? ormai lo pulisco solo quando arriva a trovarmi qualcuno…quando suonano alla porta…perchè se lo faccio prima non serve a niente…

    l’ultima recente di mia figlia è stato disegnare con i pennarelli colorati la cameretta…armadi-davanzale in marmo (che ovviamente si è impregnato di color verde caghetta)-muro-gingilli vari…meno male che i pennarelli sono lavabili…anche se muro e davanzale sono rimasti irrimediabilmente macchiati…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *