APP educative per bambini basate sul Metodo Montessori

Pubblicato il 23 marzo 2017 da • Ultima revisione: 23 marzo 2017

“Aiutami a fare da solo”: questa la frase che meglio riassume l’insegnamento di Maria Montessori, diventato un metodo educativo ancora oggi apprezzato in molte scuole, ma anche da chi vede nel digitale un’importante opportunità per l’apprendimento dei nostri bambini.

app-metodo-montessori-matematica-geometria-scrittura-lettura

Se Maria Montessori avesse avuto per le mani un tablet, cosa ne avrebbe fatto? Questa la domanda che gli educatori seguaci del Metodo legittimamente si pongono quando sono alle prese con i supporti interattivi. Le risposte che ciascuno dà e cerca dipendono non solo da una seria riflessione sugli insegnamenti della pedagogista italiana, ma anche dall’apertura che gli educatori e i genitori si sentono di dare oggi al digitale in relazione ai bambini.

L’idea che la conoscenza passi attraverso l’esplorazione manuale degli oggetti può servire a legittimare come montessoriano l’utilizzo di un supporto definito “touchscreen”?

Non proprio. La manipolazione di un oggetto e la percezione delle sue caratteristiche fisiche (di cosa è fatto, quanto pesa, che odore ha…) sono qualcosa di ben diverso da un tap, uno swipe o un pinch (vengono così definiti il tocco, il trascinamento e il movimento a due dita per allargare un’immagine sullo schermo di tablet e smartphone).

Le applicazioni mobile che si ispirano dichiaratamente al Metodo si basano piuttosto sul recupero dell’approccio didattico ideato da Maria Montessori e sul riadattamento di alcuni suoi principi fondanti, come la sperimentazione diretta, l’autocorrezione (il famoso “sbagliando s’impara”, ovvero l’odierno “learning by doing”), l’autonomia e la gratificazione che consolida l’apprendimento.

Alcune di queste app, inoltre, trasferiscono nel formato digitale parte del materiale che veniva impiegato nella didattica montessoriana, come le famose aste numeriche, i pallottolieri e le forme geometriche da incastrare, ma ovviamente escludono la loro dimensione fisica.

App Montessori per l’insegnamento della matematica

app-metodo-montessori-matematica-geometria-scrittura-lettura

A tal proposito, le app migliori in circolazione sono quelle di Edoki Academy, sviluppatore anglo-francese che da anni sforna prodotti interattivi di ottimo livello.

Tra questi sono da segnalare in particolare:

Sono tutte app dall’impatto grafico piacevole e accogliente per i bambini e in grado di ricreare virtualmente quella parte dell’aula montessoriana rivolta ai calcoli, con i suoi gettoni colorati, aste e sistemi per premiare l’impegno che porta al buon risultato.

Attraverso queste app, numeri e operazioni si scoprono e risolvono trascinando sullo schermo unità, decine e centinaia, in modo dinamico e ovviamente interattivo. Macinando operazioni si conquistano stelline e le stelline serviranno per costruire simpatici mostriciattoli.

app-metodo-montessori-matematica-geometria-scrittura-lettura

Insegna a leggere, scrivere e capire i numeri da 0 a 9 l’app Introduzione alla matematica – Montessorium, destinata ai bambini in età prescolare anche per aiutarli ad assimilare i rapporti spaziali, oltre che i concetti di sequenza e ordine. Si utilizzano virtualmente le aste colorate e anche i famosi numeri di carta smerigliata, per imparare a tracciare le cifre con il dito.

Ricorre invece al legno vero e proprio il marchio Marbotic, le cui app richiedono di contare e fare somme usando sullo schermo touch le dita oppure 10 belle cifre in legno interattive da appoggiare sullo schermo del tablet.

App Montessori che avvicinano alla geometria

app-metodo-montessori-matematica-geometria-scrittura-lettura

Un modo di avvicinare i bambini alle forme geometriche veniva proposto da Maria Montessori attraverso il cosiddetto armadietto delle forme, in cui le le figure di cerchi, triangoli, quadrati si devono incastrare nella corrispondente sagoma incavata in una sottile lastra di legno. E’ Montessori Geometria, altra app di Edoky Academy, a ricreare questa esperienza, trasportandola poi in dimensioni più giocose.

app-metodo-montessori-matematica-geometria-scrittura-lettura

In realtà per familiarizzare con le forme si può ricorrere anche alle app, non dichiaratamente ispirate al Metodo, che sfruttano la funzionalità di “trascinamento” del tablet per posizionare gli oggetti nella giusta posizione (sono moltissime, noi vi suggeriamo la tenera Shape Gurus dello sviluppatore italiano Colto) e anche quelle che in generale si ispirano al gioco del Tangram.

app-metodo-montessori-matematica-geometria-scrittura-lettura

Ma se invece siete convinte che tutto si insegni con l’anima, incluso la geometria, non potete perdervi Four Little Corners (che, siamo certi, sarebbe piaciuta anche alla Montessori!).

App Montessori che avvicinano alla lettura e alla scrittura

Il riconoscimento delle lettere e l’avvio di lettura e scrittura secondo Maria Montessori non devono per forza coincidere con l’inizio del percorso scolastico: l’avvicinamento può avvenire anche prima, senza forzature, in una dimensione di sperimentazione e gioco.

app-metodo-montessori-matematica-geometria-scrittura-lettura

Ispirate all’utilizzo delle famose lettere smerigliate, app come Montessorium Introduzione alle Lettere e Il suono delle lettere (destinate a bambini in età prescolare) ripropongono su touchscreen la sperimentazione visiva, tattile e uditiva dell’alfabeto introdotta dal Metodo.

Una voce pronuncia il suono, il bambino è invitato a riconoscere la lettera, a tracciarla e anche a pronunciarla, sostenuto e coinvolto da meccanismi di autocorrezione e logiche premianti. Attenzione, in app di questo genere è fondamentale che sia presente anche la versione in lingua italiana, a meno che il vostro intento non sia di insegnare ai bambini lettere e suoni di un altro idioma.

app-metodo-montessori-matematica-geometria-scrittura-lettura

Rivolta sempre alla stessa fascia d’età ( ma anche ai bambini di prima elementare), è infine l’app Letture per bambini Montessori: giochi di rima e di lettura che, oltre a stimolare l’attività della lettura, allena al riconoscimento delle sillabe in posizione finale e iniziale.

I giochi con le parole e i suoni hanno un ruolo importante nello sviluppo del linguaggio dei più piccoli e un’attività touchscreen di questo genere sarà utile anche nei percorsi di logopedia.

Articolo a cura di Elisa Salamini di Mamamó.it



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Se ti registri gratis a Mammafelice puoi inserire foto nei commenti, inserire gli annunci di nascita, le date di compleanno, partecipare alla chat delle mamme e al forum.