Studiare il corpo umano con i bambini, Metodo Montessori

Pubblicato il 11 novembre 2016 da

Tutti i bambini hanno una certa curiosità sull’anatomia umana, ovvero come dono fatti i nostri organi e tessuti, e sulla fisiologia, ovvero come funzionano il nostro corpo e i suoi apparati.

 giochi-anatomia-fisiologia-corpo-umano-bambini-montessori

Come Capo monitrice di Primo Soccorso, da giovane, ho avuto l’opportunità – meravigliosa – di studiare le basi di anatomia e fisiologia del corpo, per spiegare le tecniche di primo soccorso: come funzionano il cuore e i polmoni, come avviene la respirazione, dove passano le principali arterie, come si trattano le principali fratture, come funziona il sistema nervoso.

Provare curiosità per questi argomenti, sin da bambini, ci aiuta a relazionarci nel modo migliore con il nostro corpo e con l’ambiente circostante, e ci aiuta a prenderci cura di noi stessi, trattare l’organismo con rispetto, non infilarsi nei pericoli.

Del resto, sin dalla fase dei perché, i bambini vogliono risposte esaustive e dettagliate: i bambini vogliono capire il funzionamento delle cose, vogliono ‘smontarle’ e guardarle dall’interno, capirne i meccanismi. Perché non farlo anche con lo studio dell’anatomia e della fisiologia umana?

La consapevolezza della costituzione interna ed esterna del proprio corpo permette di capire i meccanismi che regolano i nostri movimenti e stimola l’espressione verbale e l’apprendimento di nuove parole. La visualizzazione attraverso giochi e disegni ne facilita la memorizzazione.
Borgione.

Ad ogni età potremo dare le risposte adatte, senza anticipare argomenti troppo difficili o non ancora perfettamente comprensibili.

Anatomia e fisiologia

Da 3 a 6 anni, possiamo proporre ai bambini puzzle ed immagini per spiegare in modo semplice com’è fatto il nostro corpo e che cosa bisogna fare per mantenerlo in salute.

giochi-anatomia-fisiologia-corpo-umano-bambini-montessori

E potremmo farlo anche in inglese, per potenziare la conoscenza di una seconda lingua!

Possiamo ad esempio proporre tessere che rappresentano le parti del corpo e i capi di abbigliamento per immagini, utili per riconoscere le varie parti del corpo, ampliare il proprio vocabolario, prendere coscienza di sé nello spazio e dunque svolgere attività psicomotorie. Gli indumenti costituiscono un importante elemento complementare.

Possiamo utilizzare puzzle di legno con gli strati del corpo, per rappresentare la struttura del corpo umano: lo scheletro, gli organi, i muscoli, il corpo svestito e i capi di abbigliamento.

Questo, come gli altri, sono giochi Montessori, per varie ragioni: la Montessori amava la scienza e la medicina e coinvolgeva i bambini nello scoprire il funzionamento del corpo attraverso la Natura. Inoltre sono giochi di nomenclature, di manipolazione e di motricità fine.

giochi-anatomia-fisiologia-corpo-umano-bambini-montessori

Dai 6 ai 10 anni, possiamo proporre giochi sullo schema corporeo, per esempio le schede che illustrano le parti del nostro corpo indicandone i nomi, dallo scheletro, ai muscoli, ai vari organi.

giochi-anatomia-fisiologia-corpo-umano-bambini-montessori

Dopo i 10 anni, possiamo proporre la figura dello scheletro, con ossa e muscoli, ma anche singole parti anatomiche come l’occhio, il cervello, il cuore.

Educazione alla salute

Non dimentichiamoci il detto: mens sana in corpore sano. Parlare di anatomia e fisiologia del corpo umano, ci aiuta a introdurre temi importantissimi come la prevenzione, la sicurezza, l’alimentazione.

giochi-anatomia-fisiologia-corpo-umano-salute-bambini-montessori

Possiamo per esempio introdurre il concetto di piramide alimentare, con le icone magnetiche degli alimenti, per comprendere quali sono necessari per la nostra salute e quali occorre limitare.

Attività molto indicata per i bambini inappetenti o molto selettivi in fatto di cibo, o anche per i bambini con problemi di sovrappeso: questo li rende consapevoli di ciò che mangiano, e come possono distinguere i gruppi alimentari e la provenienza dei cibi.

come-lavarsi-denti-montessori

Spunto perfetto per imparare a lavarsi i denti nel modo corretto, come da Metodo Montessori. Con questo modello di dentatura in scala si può mostrare ai bambini la giusta tecnica da usare per lavarsi i denti. Le arcate dentarie sono collegate tra loro tramite una molla che permette di aprirle e chiuderle correttamente, per permettere ai bambini di esercitarsi con lo spazzolino e compiere i movimenti corretti.

educazione-stradale-bambini

E perché non approfittare delle nozioni di anatomia e fisiologia per parlare anche di educazione stradale, e quindi dei pericoli di viaggiare in modo poco sicuro, sia in auto che come pedoni?



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Se ti registri gratis a Mammafelice puoi inserire foto nei commenti, inserire gli annunci di nascita, le date di compleanno, partecipare alla chat delle mamme e al forum.