La creatività non è perfetta

Pubblicato il 16 maggio 2016 da

Amo i lavoretti per bambini perché, come dico sempre, sono un facile modo per ottenere due risultati: avvicinare i bambini alla creatività, e avvicinare i genitori ai bambini.

creativita-lavoretti-bambini-relazione-emotiva

Quello che conta di un lavoretto (che è una parola bellissima, e il diminutivo non la sminuisce affatto!) è appunto la relazione che si instaura tra bambino e adulto, nel momento in cui si sviluppa e si concretizza l’idea creativa.

E come si instaura una relazione creativa? Con piccole regole che non sempre, ad un adulto, risultano tanto semplici:

  • prestare attenzione più al processo creativo, che al risultato;
  • evitare di sostituirsi al bambino in un’attività che sa fare da solo;
  • essere pazienti.

Non so perché, ma gli adulti non sono pazienti: dal mattino presto, quando è ora di andare a scuola, fino al momento di mettersi il pigiama la sera, è tutto un correre, agitarsi, urlare, perdere la pazienza (e poi scrivere su FB che ci si sente in colpa… e se provassimo a cambiare comportamento?). 😉

Qual è il nostro problema? Perché ci sentiamo frustrati se un bambino ‘perde tempo’, o se non esegue perfettamente i nostri ordini?
Esploderà l’Universo?

 creativita-lavoretti-bambini-relazione-emotiva

Fare i lavoretti insieme è proprio il modo per esercitare quella pazienza che spesso ci manca. 

Decidiamo un lavoretto da proporre ai bambini, preparando per tempo i materiali e disponendoli in ordine sul tavolo.
Lasciamo che siano i bambini a prendere il controllo della situazione, e lasciamo che sperimentino la creatività con i mezzi che ritengono leciti.

Lasciamo che sporchino senza rivestirli di sacchi di plastica e senza mettere teli per terra: lasciamo che ci sia davvero una onesta e autentica libertà creativa.

Mettiamoci a loro disposizione: attenti, senza telefonino tra le mani, senza pensare ad altro, senza fare la lista della spesa.

E’ questo il modo giusto di entrare in sintonia con i figli, soprattutto quando siamo poco fantasiosi o non amiamo giocare alle bambole o alla cucina.
Mettersi intorno a un tavolo e lasciare che la creatività ci unisca. 

La creatività ha in sé una dote: non deve essere perfetta.
Non deve per forza produrre un risultato, non deve dimostrare niente, non deve darci qualcosa, né prometterlo. 

La creatività è pura espressione di gioia autentica, di armonia, di pensiero libero: come può un’idea libera farsi condizionare dal risultato?

A distanza di anni, mentre siete alle prese con un difficile pomeriggio di lavoro, vostra figlia potrebbe mettersi lì accanto e, alla fine, mostrarvi questo:

 creativita-lavoretti-bambini-relazione-emotiva

E non dovrete chiedere: Cos’è?
Perché la creatività è se stessa, non è un risultato o un obiettivo.

La creatività è un modo felice di vivere la vita, in cui la perfezione è solo una fatica inutile – e inopportuna.

L’Amore sì, è perfetto. Per tutti, in qualunque modo. 
LOVE IS LOVE.



Commenti

2 Commenti per “La creatività non è perfetta”
  1. Bellissimo post! Troppo vero, nn bisogna chiedere “cos’è”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Se ti registri gratis a Mammafelice puoi inserire foto nei commenti, inserire gli annunci di nascita, le date di compleanno, partecipare alla chat delle mamme e al forum.