Come scegliere il passeggino

Pubblicato il 2 febbraio 2016 da • Ultima revisione: 15 agosto 2016

Come scegliere il passeggino: confronti, foto e idee per scegliere tra il passeggino o il trio.

come-scegliere-il-passseggino-trio-bambini

Quando hai figli grandi, impari a maturare esperienza sulle scelte fatte in passato, e soprattutto sugli errori. Quando ero una giovane neomamma, ho acquistato spesso cose che non ho mai davvero utilizzato. O cose che sulla carta sembravano giuste per noi, ma alla fine non hanno funzionato. Tanti accessori e bagnoschiuma mai utilizzati e infine regalati o gettati via dopo la scadenza, intatti. Tanti oggetti che non si sono mai rivelati così utili come pensavo inizialmente. Ma ci sta. Per questo, oggi, quando posso, cerco di dare consigli alle altre coppie mutuati dalla mia esperienza: non perché io sappia tutto (ci mancherebbe…), ma perché so gli errori che ho fatto.

Tra le cose che abbiamo usato davvero fino a consumarle, posso senz’altro citare il cuscino da allattamento, la sdraietta e il passeggino trio.

Il TRIO: come sceglierlo

come-scegliere-il-passeggino-per-bambini-adatto-alla-famiglia

Per me soprattutto quest’ultimo è stato un vero affare, perché è durato tantissimo, e sono anche riuscita a regalare, mano a mano, la navetta o l’ovetto, quando non mi servivano più. Lo abbiamo usato talmente tanto, che se oggi tornassi indietro, ricomprerei il top di gamma, perché ci ha accompagnati dalla nascita fino ai tre anni, in tante situazioni.

Se quindi state per avere un bambino e state valutando le opzioni sui passeggini, ecco qualche consiglio personale:

  • scegliete il top di gamma: il passeggino deve essere resistente e pratico, deve poter affrontare i marciapiedi dissestati delle nostre città, ed essere sfruttato al massimo, per tre anni buoni, quindi deve avere già tutte le caratteristiche che vi servono da 0 a 3 anni;
  • scegliete bene gli accessori: che siano ruote da strada o da trekking, capottine anti pioggia o sistemi di chiusura ad una mano, pensate alla vostra vita: come userete il passeggino? in che situazioni? con che clima? siete una famiglia attiva?;
  • scegliete la sicurezza: sistemi di ritenuta che siano davvero efficaci, e che garantiscano un perfetto confort di viaggio al bambino, e allo stesso tempo la sicurezza totale.

Ad oggi, io riconfermerei assolutamente la mia predilezione per il trio: noi lo abbiamo usato, come dicevo, moltissimo, e in ogni momento della vita di nostra figlia: la navicella per tenerla vicino al lettone nei primi mesi di vita; l’ovetto sia per trasportarla in auto in modo sicuro, sia per tenerla in casa sempre vicino a me; la seduta a passeggino sia fronte mamma che fronte strada, per tutta la crescita, e per andare ovunque e in qualunque condizione, anche per stare fuori casa diverse ore e permetterle di giocare, dormire, e persino facilitare il cambio del pannolino.

come-scegliere-il-passeggino-per-bambini-adatto-alla-famiglia

Il bello del trio, infatti, è che è versatile, e già dal principio può essere anche personalizzato con vari accessori: prendiamo come esempio Cybex PRIAM, sistema 3-in-1 completo e coordinato, con un unico telaio che permette diverse combinazioni: carrozzina con la navicella coordinata, sistema da viaggio con uno dei seggiolini auto gruppo 0+, passeggino di lusso leggero, robusto e reversibile, con un design elegante e minimal, quindi anche estremamente semplice da aprire e chiudere con una sola mano. Ha inoltre a disposizione diverse tipologie di ruote per affrontare ogni superficie: light, all terrain e trekking; ha la pedana per il secondo figlio; può essere trasformato rapidamente in modalità a due ruote senza dover rimuovere la seduta (per superare gli ostacoli come gradini e cordoli o terreni difficili come le spiagge sabbiose); ha persino l’accessorio con gli sci, per chi vive in alta quota o per chi è davvero sportivo.

come-scegliere-trio-passeggino-navicella-ovetto-bambini-sicurezza-auto

Il vantaggio di Cybex PRIAM è che dovremo effettuare un solo acquisto per tutta la vita del bambino, perché va dalla nascita fino ai 4 anni di età, e ha tutte le caratteristiche giuste:

  • La navicella Cybex PRIAM è lunga circa 92 centimetri, quindi si adatta a bambini dalla nascita fino ai 9 mesi, ovvero fino a 6 mesi circa di età. Ha un materassino morbido, ma solido, in memory foam, un maniglione staccabile e la capottina XXL estensibile, con protezione solare +50;
  • Il seggiolino auto del gruppo 0+ può essere, a scelta, il modello ATON Q oppure CLOUD Q: entrambi vanno da 0 a 13 kg, ovvero dalla nascita fino ai 18 mesi circa di età, e hanno vinto numerosi premi per la sicurezza offerta. ATON ha un sistema di regolazione automatica dell’altezza e un sistema di protezione lineare nell’impatto laterale telescopico. CLOUD ha lo schienale totalmente reclinabile e un poggia gambe più lungo e un poggiatesta regolabile in altezza in 11 posizioni;
  • Il passeggino può essere scelto tra due modelli, entrambi validi dalla nascita ai 4 anni di età: LUX SEAT, che è completamente reclinabile sia fronte mamma che fronte strada e ha una seduta alta, ad altezza tavolo; 2-IN-1 LIGHT SEAT che, oltre a quanto già citato prima, si trasforma anche in navicella;
  • è semplice e solido: si chiude facilmente ad una sola mano e diventa molto compatto, quindi può essere trasportato facilmente anche in auto.

Sembra fantascientifico, ma anche la scelta delle ruote del passeggino è fondamentale, in base al proprio stile di vita. Siamo persone sportive? Siamo viaggiatori? Viviamo al mare o in montagna? Viviamo in un clima assolato o innevato? Le strade della nostra città sono adatte ai passeggini, o ci sono molte scale o percorsi accidentati? Ci sono altri fratellini da trasportare?

passeggino-priam-cybex

Cybex PRIAM ha varie possibilità, in questo senso, perché rende disponibile una scelta di ruote per ogni percorso: ruote leggere per asfalto liscio (LIGHT), ruote “fuoristrada” per selciato sconnesso (ALL TERRAIN) e una soluzione ibrida di ruote “trekking” per la città e la campagna (TREKKING). E ha anche gli sci anteriori, per chi vive in montagna o nei paesi nordici e la pedana per il secondo figlio.

Il passeggino: come sceglierlo

Chi è in cerca solo del passeggino, magari perché ha figli già grandi o perché ha già un ovetto omologato e sicuro per l’auto, può tenere conto di altri fattori, per la scelta.

come-scegliere-il-passeggino-per-bambini-adatto-alla-famiglia

Caratteristiche utili di un passeggino:

  • deve essere leggero, ma solido: leggero perché dovrete già trasportare un bambino grande (fino ai 3 – 4 anni, anche se personalmente ritengo che dopo i 3 anni i bambini possano tranquillamente camminare) e perché dovete percorrere marciapiedi probabilmente dissestati e fare su e giù da casa;
  • deve essere facile da aprire e chiudere, anche con una sola mano;
  • deve essere reclinabile, perché i bambini devono poterlo usare anche per fare la nanna fuori casa, in modo comodo e riparato;
  • deve avere un maniglione pratico, o unito o con i due manici singoli, in base alle vostre esigenze, per muoversi agevolmente in città o con una sola mano;
  • deve avere un cestello comodo o lo spazio per appendere la borsa, perché – vi assicuro – al passeggino ci appenderete anche la spesa;
  • deve essere compatto, per riuscire ad essere trasportato in auto, altrimenti dovrete sacrificare il sedile anteriore.

come-scegliere-trio-passeggino-navicella-ovetto-bambini-sicurezza-auto

Nella serie M di Cybex, ne troviamo di diversi tipi:

  • CYBEX Iris M-Air, ideale come passeggino da città leggero e versatile;
  • CYBEX Agis M-Air 3, leggero, agile e compatto, con un facile sistema di chiusura ad una mano;
  • CYBEX  Balios M ha ruote grandi e robuste si destreggia benissimo sulle strade a ciottoli ed i terreni sconnessi;
  • CYBEX Eternis M4 è adatto sia alla viabilità urbana che a quella fuori strada, con sospensioni e ruote robuste.

Per me l’importante è ragionare sul lungo termine: pensare di spendere poco per comprare trio, navicella, passeggino e ovetto è impensabile, perché ne va della sicurezza e del confort dei bambini. Noi, che abbiamo iniziato ad uscire quando Dafne aveva 15 giorni di vita, nonostante fossimo a Dicembre, abbiamo portato il passeggino ovunque: nei parchi, al mare e in montagna, nei supermercati, nei ristoranti, nei bagni attrezzati per bambini… Stavamo fuori intere giornate, nei weekend, perché io – essendo a casa da sola – avevo davvero bisogno di distrarmi e stare all’aria aperta. Quindi era necessario che il passeggino si adattasse ad ogni esigenza della bambina: la nanna, la pappa, il tragitto in auto, gli spostamenti a piedi.

Per me è anche importante non sprecare: noi non abbiamo avuto bisogno di comprare più del necessario, perché abbiamo scelto un passeggino modello trio che durasse per tutto il tempo necessario alla crescita. Visto in questo senso, per una durata di 4 anni circa, il passeggino deve essere estremamente robusto e anche adattabile alle esigenze di crescita del bambino. Invece di comprare ogni anno un prodotto di bassa fascia, secondo me conviene pensare in prospettiva e non sprecare denaro in oggetti poco solidi e sicuri, ma piuttosto fare un investimento a lungo termine. Voi lo avete fatto?



Commenti

3 Commenti per “Come scegliere il passeggino”
  1. Fra

    Ciao,
    leggevo la tua recensione sul Cybex Priam. Sono alla ricerca di un trio/duo per la mia bimba che nascerà a giugno. Noi abitiamo in Belgio ma per giugno avremmo pensato di non comprare la navicella e di fare tutto con Cloud Q e passeggino LUXE (il 2-in-1 non mi convince molto, non si chiude completamente in modo compatto come il Luxe e credo che alla lunga sia più scomodo). Quello che mi lascia perplessa è la poca profondità del sedile LUXE. Va benissimo per un neonato e un bimbo piccolo ma verso i 2 anni non diventa scomodo vista l’imbottituta del sedile? Tu l’hai usato anche dai 2 anni in poi? E’ per questo che esito molto e sono indecisa con il trio Peg Perego (3 pezzi che costano moooolto meno del Cybex..però certo non è la stessa cosa! 🙂 ). Grazie della tua risposta! Francesca

    • Mamma Felice (Mappano) - Ariete
      Mamma Felice
      immagine livello
      Guru
      Mamma di Dafne (9 anni)

      Ciao Fra, scusa il ritardo, ma ho voluto sentire direttamente Cybex per rispondere alla tua domanda. Mi hanno assicurato che il passeggino è omologato fino a 17 chili di peso, quindi fino a due anni e mezzo / tre anni.
      Mi hanno riferito di non aver mai avuto problemi, né lamentele riguardo la capienza del seggiolino, quindi ti confermo che va bene 🙂

  2. Elisa

    Ciao! Anche io ho scelto un Trio per non dover acquistare, magari a maggior prezzo (anche se dilatati nel tempo), gli stessi pezzi separatamente. Mi sono documentata su diverse marche (tra cui quella da te recensita) ma alla fine quella che ha catturato la mia attenzione è stata l’Anex, che offre molti vantaggi essenziali per una mamma!
    Devo dire che mi sono trovata molto bene!

    Salve a tutti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Se ti registri gratis a Mammafelice puoi inserire foto nei commenti, inserire gli annunci di nascita, le date di compleanno, partecipare alla chat delle mamme e al forum.