Imparare i colori divertendosi

Pubblicato il 19 febbraio 2013 da • Ultima revisione: 7 agosto 2014

pianta-colorina

Giocare con i colori è una delle nostre attività preferite. Oggi ne parliamo con un ospite, che ha scritto un bel guestpost creativo per Mammafelice, spiegandoci come inventare un gioco sui colori per strabiliare i bambini.
Si tratta di Daniele del blog  BABBOnline.

Nel blog BABBOnline Daniele racconta la sua esperienza di padre fatta di quotidianità, pensieri, riflessioni, umorismo, progetti e sogni con lo scopo di condividere questa meravigliosa nuova fase della sua vita con gli altri papà e nella speranza di riuscire a coinvolgerli per aggiungere il proprio contributo a quello delle mamme già presenti Rete.
Alcune settimane fa Daniele ha scritto una favola per bambini  dal titolo “CapelliBlu” che ha reso disponibile nel suo blog per chiunque voglia stamparla e leggerla ai propri figli.

Imparare i colori divertendosi

Visto che il gioco è miglior modo per insegnare qualcosa ai bambini piccoli ho pensato di far imparare divertendosi i colori a mia figlia di poco più di due anni. Perché destasse la sua attenzione, ho cercato di trovare un gioco che la vedesse impegnata in prima persona. So che l’esperienza diretta garantisce un miglior apprendimento.
Da queste mie riflessioni è nato il gioco della “pianta colorina”.
La “pianta colorina” è una pianta quasi magica e molto rara, ma facilmente realizzabile in casa, i cui fiori di diversi colori hanno il potere di colorare l’acqua. Per costruire la propria “pianta colorina” è sufficiente prendere un piccolo vaso, mettere qualche sasso in fondo per essere sicuri che non si capovolga, incollare al bordo della carta colorata di verde per fare il fogliame, coprire il vaso con del das per simulare il terriccio e mettere qualche cannuccia verde per gli steli dei fiori. Per ciascuna cannuccia, potranno essere incollati dei pezzi di carta colorata di verde per le foglie. Per i fiori dovranno essere utilizzati dei pezzi di carta crespa di diversi colori. Consiglio colori forti come blu, rosso, nero, viola. Una volta pronta, la pianta potrà essere presentata ai bambini spiegando loro che si tratta di una pianta speciale. Indicando i diversi fiori sarà possibile iniziare a fare loro distinguere i diversi colori.

A questo punto arriva la parte dell’esperienza diretta con i colori.

pianta-colorina

Saranno state preparate alcune bottiglie piccole di plastica trasparente riempite di acqua. Facendo prendere un fiore alla volta, ricordando il colore associato, si può mostrare ai bambini che immergendo il fiore nell’acqua in pochi secondi tutta la bottiglia diventerà del colore del fiore. La carta crespa ha, infatti, la proprietà di colorare l’acqua. Dopo aver chiuso la bottiglia si potrà passare agli altri fiori. Al termine dell’esperimento, rimarranno le bottiglie colorate che, ben chiuse, potranno essere conservate per richiamare i colori. Un’altra attività da fare in un secondo momento potrebbe essere di colorare i tappi delle bottiglie con il colore del liquido. Inoltre, la piantina può essere utilizzata per ritagliare altri fiori colorati con la carta crespa.

Link: http://babbonline.blogspot.it/



Commenti

2 Commenti per “Imparare i colori divertendosi”
  1. E’ la tipica attività che potrei fare al nido con il gruppetto dei grandie e che ho fatto simile ! ADORO questa carta…al nido avevamo i vasetti degli omogeneizzati in contro luce con l’acqua colorata cosi! un bellissimo effetto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Se ti registri gratis a Mammafelice puoi inserire foto nei commenti, inserire gli annunci di nascita, le date di compleanno, partecipare alla chat delle mamme e al forum.