Che giochi fare in casa con i bambini malati? [prima parte]

Pubblicato il 2 novembre 2009 da • Ultima revisione: 14 agosto 2014

giochi-da-fare-in-casa-con-bimbi-malati

In certi periodi dell’anno i bimbi si ammalano a ripetizione, e noi possiamo intrattenerli con attività semplici e divertenti da fare in casa. I bimbi infatti spesso si annoiano e noi dobbiamo aiutarli a far passare il tempo della malattia, distraendoli da essa, inventandoci anche 4-5 attività giornaliere, in base alla loro età e al loro periodo di attenzione.

Ecco che allora ho pensato di raccogliere qualche spunto per giocare un’intera settimana, sperando che tutti i nostri malatini guariscano presto dalla loro brutta influenza!

Lunedì: giochiamo con la carta e il cartone

Iniziamo da materiali semplici, con piccole idee per manipolare, riciclare e trasformare i ritagli di carta, le riviste e i giornali vecchi, il cartoncino colorato.

Carta pesta veloce

giochi da fare in casa con i bambini malati
Costruire con la carta pesta è facilissimo: bastano carta di giornale (o carta igienica), colla vinilica, acqua e pennelli.

Procedimento: tagliate la carta di giornale a strisce o pezzetti e immergetela in un piatto o in una ciotola contenente acqua.
Preparate il composto di colla, riempiendo metà bicchiere di colla vinilica e aggiungendo 3 cucchiai di acqua (la mistura deve essere abbastanza densa, non troppo acquosa).

Quali lavoretti?
Se volete creare delle ciotole, dei portaoggetti o dei contenitori, procuratevi della carta da cucina trasparente: prendete una ciotola della misura desiderata, capovolgetela e rivestitela con la carta trasparente. Ricopritela con due strati di cartapesta e lasciatela asciugare.
Una volta asciutta, staccate delicatamente la vostra creazione con l’aiuto della pellicola, che serve per non far attaccare il lavoro alla ciotola originale e quindi non sporcarla.

Con la cartapesta si può creare qualunque cosa: perline per le collane, casette, vasi, i piattini e le pentoline per giocare alla mini cucina, mobili per le bambole. Se si tratta di oggetti che necessitano di una struttura, come i mobili per le bambole, fate un’impalcatura di cartone, e poi rivestitela bene di cartapesta.

Lavoretti di cartapesta: La casa di Babbo Natale.

Case, auto e ambienti di cartone

giochi-da-fare-in-casa-con-bambini-malati

Con le scatole di cartone si possono costruire case, castelli, macchinine, nascondigli… bastano un po’ di fantasia e di nastro adesivo, oltre che un bel taglierino.
In un precedente post su Mammafelice, avevo raccolto una serie di link utili per creare dei giochi e delle ambientazioni utilizzando le vecchie scatole di cartone.

Calcetto faidate

Sempre con il cartone, possiamo realizzare un calcetto faidate: una sorta di subbuteo, se vogliamo, fatto con materiali molto poveri.

Materiali: una scatola di cartone bassa, cordino o spago, mollette di legno per il bucato, colori a tempera.

Scegliere una scatola bassa e lunga, di forma rettangolare, ed eliminare una delle basi maggiori. Con del nastro di carta, fissare bene tutte le estremità della scatola, in modo da darle resistenza.
Colorare la base di verde, disegnando le righe del campo da calcio e disegnare le porte sul fondo, aprendole con un taglierino.
Praticare due file di fori lungo i lati lunghi della scatola, ed annodarvi dello spago, in modo che all’interno della scatola corrano una serie di file (pari) di spago.
Colorare le mollette con le tempere, in modo da formare le due squadre di giocatori: devono essere di colori differenti e possono essere decorate con i visi dei giocatori, le magliette numerate, ecc…
Attaccare le mollette allo spago presente nella scatola.

Facendo oscillare le mollette con le dita, si deve cercare di mandare in porta una piccola pallina realizzata con la carta di alluminio da cucina.

Martedì: giochiamo con i colori

Foto di Secret Agent Josephine - secret-agent-josephine.com/blog/

Foto di Secret Agent Josephine – secret-agent-josephine.com/blog/

A tutti i bimbi piacciono i colori: amano disegnare, dipingere, colorare, scarabocchiare… con i disegni è facile intrattenerli anche per ore e ore.
Quindi facciamo scorta di pennarelli, matite colorate, gessetti, pastelli, tempere e acquerelli, e proponiamo loro di dipingere utilizzando diversi materiali.

Farfalle con le tempere

Uno dei modi di disegnare con le tempere, è quello di usarle pure per fare dei dipinti ‘casuali’ sui fogli di carta bianchi, i quali assumono spesso la forma di farfalle.

Materiali: carta bianca da stampante, tempere

Piegate a metà un foglio di carta bianca e riapritelo. Versate delle tempere pure su un lato del foglio, abbinando i colori secondo la vostra preferenza. Richiudete il figlio a metà e pressatelo con le mani: in questo modo i colori si spandono e si mescolano.
Aprite il foglio e ammirate le vostre ali di farfalla.
Quando il disegno asciuga, resta in rilievo ed è perfetto per decorare la stanza dei bimbi o per creare dei bigliettini d’auguri.

Colori naturali e pittura ad acquerello

Uno dei modi per dipingere, è quello di usare materiali naturali e coloranti naturali. Provate a utilizzare gli alimenti presenti nel vostro frigo, per inventare dei nuovi colori per dipingere con i pennelli: creerete degli effetti molto tenui simili agli acquerelli, che sono perfetti per i biglietti di Natale.

Ecco alcuni esempi di colori:
– rosso: polpa di fragola o barbabietola;
– viola o blu: mirtilli;
– giallo: zafferano o curry;
– marrone: caffè…

Se invece preferite usare gli acquerelli, come nella foto di SAJ, potete sperimentare nuove tecniche di pittura: bagnare il foglio con gli acquerelli e poi soffiare dentro una cannuccia per realizzare dei disegni a spruzzo; utilizzare della pasta secca, o dei timbri, o delle palline per realizzare dei rivoli di colore; tamponare il disegno con delle vecchie spugne imbevute di colore, per creare l’effetto spugnato.

Collage di colori

Uno dei lavoretti possibili, parlando di colori, è quello di realizzare dei cartelloni colorati che rappresentino ciascun colore.

Prendete dei cartoncini colorati (giallo, rosso, blu, verde, rosa, bianco, nero…)  e un bel po’ di riviste vecchie.
Insieme ai bimbi, ritagliate le figure dalle riviste e utilizzatele per ricoprire i cartelloni.

Per esempio, nel cartellone giallo, finiranno le figure di un limone, di un taxi, di un dente di leone, di un sole… e così via. Basta pensare: giallo come… e usare un po’ di colla per creare il cartellone con i ritagli presi dalle riviste.
A fine lavoro, spruzzate un po’ di vernice lucida sul cartellone e appendetelo: avrete un arcobaleno casalingo a portata d’occhi.

I graffiti

Se amate i pastelli a cera, i disegni con i graffiti sono perfetti per voi! Si tratta di disegni a due o più colori, coperti di pastello nero e poi incisi con la punta di uno stuzzicadente, di una forbice o di un oggetto appuntito.

Materiali: carta spessa di colore bianco, pastelli a cera colorati, pastello a cera color nero

Prendete un foglio bianco e coloratelo in modo molto fitto con i pastelli a cera (eccetto il nero) usando i vostri colori preferiti, e colorando senza una precisa logica: l’importante è che tutta la superficie del foglio sia ben riempita dal colore.
Ripassate tutto il foglio con il pastello a cera nero, in modo da creare un secondo strato di cera sul foglio, che deve coprire i colori sottostanti.
Ora, con un oggetto appuntito, incidete i vostri graffiti: quando il pastello nero viene inciso, appaiono i colori sottostanti, creando un disegno graffiato colorato e molto carino. Un po’ come quello che avevo usato per questi bigliettini piccoli da usare per le feste dei bambini.

Altri giochi per imparare i colori:
Le spolette dei colori;
Carte tematiche colori primari;
Carte tematiche colori ‘speciali.

Mercoledì: giochiamo a manipolare

biscotti-panna
Manipolazione! Insomma: mettiamo le mani in pasta… anche se vuol dire sporcare un po’ la casa, pazienza. Meglio un pochino di pasticcio in giro, che un pomeriggio sprecato davanti alla tv. E poi questi giochi divertono anche i grandi!

In cucina con la mamma

Una delle cose migliori che possiamo fare, è quella di insegnare ai bimbi a cucinare per davvero manipolando gli impasti: quindi via libera alle crostate, alle pizze, al pane e ai biscotti, soprattutto in questi giorni di freddo annunciato in cui accendere il forno non ci dispiacerà affatto.

I miei preferiti sono i biscotti alla panna di Betty, che sono talmente facili e buoni (sono senza uova!) da essere diventati il mio cavallo di battaglia da ormai un paio d’anni: li preparo con la glassa e le codette di zucchero, con la copertura di cioccolata, farciti alla nutella, ricoperti da zucchero a velo o trasformati in occhi di bue, con la marmellata all’interno…

La ricetta:
500gr di farina
250gr di zucchero
125gr di burro morbido
1 bustina di lievito
1 pizzico di sale
1 bustina di vanillina
200gr di panna

Mettete tutti gli ingredienti nel robot e aggiungete la panna poco per volta mentre il robot è in azione. Fate riposare l’impasto e poi stendetelo ad un’altezza di circa 1cm, e intagliatelo con le formine che desiderate. Fatevi aiutare dai bimbi a preparare la glassa e a ricoprire i biscotti con le codette colorate di zucchero.

I travasi

Questo è un gioco tipicamente montessoriano e va benissimo anche per i bimbi piccoli, che amano ciotole e ciotoline e non si annoiano a trasferire gli oggetti da una ciotola all’altra anche molte volte di seguito.

Preparate un vassoietto in cui sistemare il gioco e offritelo al bambino, spiegandogli brevemente in cosa consiste.

Travasi con i legumi secchi: in una ciotola sistemate dei ceci o dei fagioli secchi. Porgete un cucchiaio o cucchiaino al bimbo, a seconda della sua manualità, e chiedetegli di trasferire i legumi nella ciotola vuota;
Travasi con la farina: riempite una delle due ciotole con la farina gialla e chiedete al bimbo di spostarla con un cucchiaio o cucchiaino nella ciotola vuota;
Travasi con l’acqua: riempite una ciotola d’acqua e date al bimbo una spugna: imbevendo la spugna nella ciotola piena d’acqua e strizzandola nell’a ciotola vuota, dovrà trasferire l’acqua da una ciotola all’altra.

Le paste da modellare

Che si tratti di DAS, pasta di sale, pasta di mais o didò, il succo è sempre quello: le paste da modellare sono versatili, piacciono ai bimbi e ci permettono di trascorrere un bel pomeriggio creando qualcosa di concreto.

Potete usare la pasta di mais fatta in casa o ricorrere al classico DAS, che si trova anche nei supermercati, nel reparto cancelleria.
Se però volete creare una pasta modellabile veloce, economica, pulita ed ecologica, allora potete usare la ricetta del didò casalingo di Claudia, de La Casa nella Prateria.

Didò casalingo
2 tazze di farina
1 tazza di sale fino
1/2 tazza di Maizena
2 cucchiai di olio
2 cucchiai di polvere di allume di potassio o cremor tartaro (in farmacia)
2 tazze d’acqua
coloranti alimentari

Mescolate gli ingredienti in questo ordine e metteteli a cuocere in un pentolino finchè si forma una palla di impasto morbida e legata. Toglietela dal fuoco, fatela raffreddare e dividetela in piccole porzioni, a seconda dei colori che avete a disposizione. Unite i colori, impastate bene… e giocate!
Si conserva parecchi mesi chiusa in un barattolo di vetro, non sporca e non puzza!

Altri giochi di manipolazione:
il cesto dei tesori;
giocare con i ceci secchi;
collane con le cannucce.

Avete altre idee?

LEGGI ANCHE: Che giochi fare in casa con i bambini malati? [seconda parte]

A cosa giocate quando i bimbi sono malati?



Commenti

64 Commenti per “Che giochi fare in casa con i bambini malati? [prima parte]”
  1. tagliare: a enrico piace moltissimo tagliare la carta, ci mettiamo in due, lui con le sue forbicine stondate taglia e taglia, io faccio quelle figure che si tengono per mano (si piega una striscia di carta a ventaglio e poi si ritaglia la figura di una donnina/un omino). Noi prima coloriamo a casaccio i fogli con pennarelli, cere o quel che c’è, coì poi viene tutto colorato, e attacchiamo tutto sulla porta di casa con lo scotch di carta.

  2. mi hai letto nel pensiero:-) la pupa malata (quando passerà??) vista la tendenza della madre in cucina ci è finita già ieri… subito a far biscotti, detto, infornato e fotografato:-)
    anzi, di biscotti ne ho fatti due versioni, uno a sua disposizione per pasticciare… bè prenderò spunto per tutto il resto. Se vuoi vedere i biscotti ti aspetto sul cucchiaino:-)
    a presto
    miralda

  3. Ciao… dal momento che sono un pò imbranata e non ho capito su quale delle numerose icone devo cliccare per postare il link ai post del mio blog, ecco qui sotto l’indirizzo dove trovare altre idee da fare fare ai bimbi quando sono ammalati…

    http://handmadecreativity.blogspot.com/search/label/giochi%20bambini

    PS: se riesci tu a condividere il link te ne sarò grata.
    Ciao,
    taced

  4. ma quante belle idee! splendido!!! grazie mille il tuo blog è sempre al top!!!! baci Ely

  5. le collane di pasta le abbiamo già messe?

  6. sono bellissima brava ma le fai TU ? 😀

  7. puffetta

    questi lavoretti sono fantastici!!! percaso sul sito c’e’ anche dei lavoretti di halloween(festa di cui la mia bambina va pazza)? o di pasqua? e la ricetta delle uova di cioccolato?
    by PUFFETTA

  8. paolo

    Buonasera, avrei bisogno di un consiglio.
    Ho trovato in cantina una scatola piena di rotolini di carta per calcolatrici (per intendersi quelli simili agli scontrini del supermercato).
    Poiché sono tanti mi dispiacerebbe buttarli via così, senza utilizzarli.
    Tra qualche settimana ci sarà il compleanno del mio bimbo (5 anni) e verranno a casa tanti amichetti.
    Che gioco/lavoretto potrei inventarmi per fare in modo di passare il pomeriggio.
    Grazie in anticipo per il suggerimento che mi vorrete dare.

    • Mamma Felice (Mappano) - Ariete
      Mamma Felice
      immagine livello
      Guru
      Mamma di Dafne (7 anni)

      Ciao Paolo, i rotolini sono vuoti o pieni di carta?
      Se c’è ancora la carta, potreste realizzare una ghirlanda: la ghirlanda più lunga del mondo, da disegnare a mano, ciascuno un pezzettino.
      Se sono vuoti, potreste utilizzarli per realizzare dei coniglietti pasquali (o altri animaletti) come ho fatto qui con i rotoli della carta igienica: http://www.mammafelice.it/2011/02/02/2-febbraio-candelora-candlemas-festa-della-marmotta/

      • paolo

        naturalmente i rotoli di carta sono pieni, ci saranno metri e metri di carta da utilizzare!!
        ho visto le foto che mi hai postato e sono molto carine, ma il lavoretto mi sembra un po’ difficilino da realizzare, per bambini di 4-5 anni….
        boh, comunque grazie per il consiglio che mi hai dato, forse ci proverò lo stesso!! 😉

      • Mamma Felice (Mappano) - Ariete
        Mamma Felice
        immagine livello
        Guru
        Mamma di Dafne (7 anni)

        Se sono pieni, allora potresti usarli per fare una ghirlanda: srotolate la carta piano piano, e giocate al guinness dei primati per il disegno più lungo del mondo 😉

  9. Ciao a tutte! Il mese scorso la mia piccola Amelia è dovuta rimanere a casa perchè aveva la febbre, era quasi dispiaciuta di non poter andare a scuola!! Ma per fortuna ha passato tutto il tempo della convalescenza con la nonna a giocare a mamma e figlia con la sua bambola preferita che scarrozzava per casa con un mini passeggino, l’avevo cpmprato sul sito Eurekakids, un negozio di giocattoli online e si divertiva un mondo..

    Un saluto

    Gioia

  10. lorenzo

    e il giovedì? e il venerdì? e il sabato? e la domenica?

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Se ti registri gratis a Mammafelice puoi inserire foto nei commenti, inserire gli annunci di nascita, le date di compleanno, partecipare alla chat delle mamme e al forum.