La ricetta della paella passo passo

Pubblicato il 4 Ottobre 2009 da • Ultima revisione: 6 Gennaio 2019

ricetta-paella-carne-pesce-fotografata-passo-passo

Ecco la mia personale ricetta della paella con pesce e carne. Che sicuramente non è la paella per puristi, ma è la miglior ricetta casalinga che io sia riuscita ad ottenere dopo varie e faticose sperimentazioni e degustazioni. Chi è stato in Spagna mi dice che è buonissima, quindi io ci credo!

Io preparo la paella con carne e pesce, ma potete scegliere di prepararla soltanto con il pesce o con la carne.

Piccola premessa: gli strumenti

Per fare la paella vanno bene ingredienti semplici e comuni, ma perché riesca bene per davvero, occorre la paellera, la pentola bassa, spessa e larga che si usa per cuocere la paella vera.

Io ho avuto la fortuna di ereditarla da mia suocera, ma mi rendo conto che non è semplice da trovare, e che magari non ci si può permettere di spendere dei soldi per una padella che si usa solo in poche occasioni.

Quindi, cercate come sostituta una pentola con i bordi abbastanza bassi e con il fondo spesso ed antiaderente. È il miglior compromesso che io per ora conosca.

La ricetta fotografata della paella

Partiamo dal tipo di RISO: per la paella servirebbe il riso apposito, il Riso Bomba (Arroz bomba).

Il riso deve restare sgranato, quindi No assolutamente Arborio e Carnaroli, che invece si usano per risotti e minestre cremosi. Io utilizzo un riso che tiene bene la cottura come il RIBE: il miglior compromesso che io abbia trovato. In alterativa, vanno bene i tipi di riso per insalate di riso, con poco amido.

Ingredienti (per 4 persone):

  • 1 petto di pollo o 3 fettine di pollo (sostituibile con manzo o maiale);
  • 3 pezzi di salsiccia di maiale, o di chorizo;
  • 1 confezione di misto pesce surgelato;
  • 1 cipolla bianca;
  • 1 peperone giallo;
  • 1 bicchiere di piselli surgelati;
  • 1 bicchiere grande di vino bianco da cucina;
  • 2 scatole di pelati;
  • 2 bustine di zafferano;
  • 1 litro e mezzo di brodo;
  • gamberoni e cozze (facoltativi);
  • prezzemolo fresco.

Al posto del mix di pesce surgelato, se usate pesce fresco, vi servono: 300gr circa di anelli di totano, di seppioline e tentacoli di polipo. Poi potete aggiungere, alla fine, dei gamberetti o dei gamberoni.

Quantità del riso: 1 bicchiere da vino a persona (bicchieri piccoli).

Tagliare a pezzetti il petto di pollo e la salsiccia e metterli nella pentola insieme alla cipolla bianca tagliata a pezzetti e ad abbondante olio.
Far sigillare le carni da tutti i lati e farle abbrustolire leggermente.

Aggiungere il vino bianco e far sfumare, facendo cuocere la carne ancora per qualche minuto.

Aggiungere il peperone giallo lavato accuratamente e tagliato a falde oblique e regolari, e farlo abbrustolire e ammorbidire insieme alla carne per circa 10 minuti.

Nel frattempo, aprire le confezioni di pelati, metterli in un contenitore con i bordi alti e schiacciare i pelati con la forchetta, per ottenere dei pezzetti piccoli.

Sciacquare le confezioni dei pelati con poca acqua (mezzo bicchiere in tutto) e mettere quest’acqua ‘colorata’ di pomodoro dentro un contenitore. Aggiungere all’acqua del pomodoro le due bustine di zafferano e girare bene il composto. Deve risultarne un’acqua arancione, con lo zafferano ben sciolto (eventualmente aggiungere un altro dito d’acqua).

Aggiungere i pomodori pelati schiacciati dentro la pentola, e girare bene. Far asciugare per circa 10 minuti.

Aggiungere dentro la pentola il liquido contenente lo zafferano e mescolare bene con un cucchiaio di legno: all’interno della preparazione le carni assumeranno un color zafferano e il pomodoro diventerà leggermente arancione.

Aggiungere i piselli ancora surgelati e mescolare bene, in modo che vengano coperti dal liquido di cottura. Cuocere per circa 5 minuti.

Aggiungere il mix di pesce surgelato, mescolarlo bene all’interno della pentola e fare in modo che sia coperto dal liquido di cottura. Cuocere per circa 5 minuti.

Trascorso questo tempo, mettere dentro la paellera 1 bicchiere di riso a persona e 2 bicchieri di brodo salato (io uso il brodo pronto, vegetale). Con il cucchiaio di legno, girare brevemente il riso, in modo da verificare che sia completamente coperto dal brodo. Aggiungere eventualmente ancora un paio di bicchieri di brodo, se questo non dovesse bastare a ricoprire il riso.

Da questo momento in poi, il riso non va più toccato, né girato. Deve cuocere da fermo, senza essere smosso. Questo gli permetterà di creare una pellicola tostata tutto intorno alla padella e a contatto con la padella, e lo renderà buonissimo. Se il riso si asciuga troppo, prima della cottura, aggiungete altro brodo senza girare.

Alla fine della cottura (leggere le istruzioni di cottura sulla confezione del riso), il riso si presenta tostato, dorato, compatto, ma non amidoso, con i chicchi ben separati.

Potete aggiungere sul riso dei gamberoni, delle cozze cotte a parte con un filo di olio e vino bianco, ancora disposte nel loro guscio o delle vongole. Cospargete con prezzemolo fresco e servite.



Commenti

45 Commenti per “La ricetta della paella passo passo”
  1. MMMMM, buona….io ho sempre mangiato quella surgelata…. 😳 ma con questa ricetta mi sa che mi converto!!!

    • Mamma Felice (Mappano) - Ariete

      immagine livello
      Guru
      Mamma di Dafne (14 anni)

      Beh, sai che io non sono una purista… e quella surgelata del LIDL è buonissima! 😆

      • an si? provero’! :mrgreen: solo che ho solo una padella wok, mi manca questA….NN CHIEDERMI COSA ME NE FARò ma all’ikea era li li che mi chiamava!!!

      • Mamma Felice (Mappano) - Ariete

        immagine livello
        Guru
        Mamma di Dafne (14 anni)

        Ce l’ho anche io, ma alla fine non la uso mai, non sono capace. Tra l’altro andrebbe oliata e trattata per benino, e io questa cosa non so come farla.

      • Ragazze, io nel wok ci faccio di tutto: lo uso anche come saltapasta, è perfetto quello di Ikea perchè è leggero… quello vero, di ghisa, pesantissimo è bello e funziona bene ma lo metto fuori solo nei casi in cui devo fare il figurone alle cene, perché non è molto comodo da usare…

      • ce l’ho anch’io il wok dell’ikea e lo uso spessissimo.
        Adoro cucinarci le verdure con il curry, ma una volta ci ho cotto anche le zucchine ripiene…e ovviamente anche come saltapasta da un grande aiuto.
        Sarà che lo uso più spesso della padellona e ormai non riesco a farne a meno :mrgreen:

      • Mamma Felice (Mappano) - Ariete

        immagine livello
        Guru
        Mamma di Dafne (14 anni)

        MI state convincendo… mi sa che lo rispolvero.
        Ma non va oliato?

      • urge un articolo sul wok

      • se è tipo ikea, leggero con l’antiaderente, NO
        io ce l’ho avuto (ah, come mi manca l’ex-suocera) per diversi anni e l’ho usato tantissimo. era perfetto per i sughi che poi ci tuffavo dentro la pasta per saltarla (e servirla), ma anche per i fagioli al sugo…

  2. Mamma miaa!!!! ma è bellissima!!! e deve essere anche buona per gli ingredienti e anche per come l’hai cucinata… complimenti davvero…!!! 😀

  3. mhhhh però che speciialità…anche io l’ho sempre mangiata surgelata.. a pa rte quando son stata in vacanza in Spagna…..
    grazie mammafelice

  4. 8) Da provare immaninentemente! 😉 Buona domenica

  5. OOOOhhh finalmente una ricetta che non mi intimorisce: spiegazioni e immagini chiare, risultato d’effetto con sforzo moderato…penso che potrei farcela anch’io (che sono una capra in cucina…) eh eh! Proverò senz’altro e intanto grazie del tutorial culinario!

  6. Sai che nn ho mai provato a farla, la farò di sicuro nei prossimi giorni, l’hai spiegata benissimo…Grazie.

  7. Oh grazie grazie grazie!
    Almeno la faccio in casa invece di comprare quella pseudo paella surgelata….che l’ultima volta che ne ho mangiata una “vera” è stato anni fa, in Galles, quando me la cucinò la mia compagna di camera al college, Estefania…..ed era troppo buona!! :mrgreen:

  8. X IL WOK: quello di Ikea non è di ghisa, quindi io non ci metto niente, tranne che un filo d’olio quando ci cucino..
    Quello di ghisa professionale invece lo passo con l’olio (con un pezzo di carta tipo scottex) prima di cucinarci: così trattato lo uso senza aggiungere olio quando ci cucino. Lo stesso trattamento va fatto quando lo metti via, dopo averlo lavato e asciugato. Secondo le istruzioni di chi me lo ha regalato non andrebbe lavato col detersivo, ma io… non ce la faccio proprio e una puntina ce la metto! Forse perché la ghisa assorbe il detersivo… non sarebbe sbagliato, ma… l’odore??

  9. l’ho capiata domani la faccio mi mancano degli ingredienti ho fatto i tuoi biscotti al cocco fantastici! i migliori sono venuti al cacao e gocce di cioccolata

  10. L’ho fatta venerdì per cena, buonissima, il marito ringrazia!

  11. ciao
    penserai mica che non ti legga 😀
    ti leggo sempre

    domenica voglio fare questa con degli amici, in casa ho solo riso basmati ma se mi dici che è meglio un altro me lo procuro (questo cuoce in frettissima e si “ammolla” facilmente……che dici?)
    bacioni

    • Mamma Felice (Mappano) - Ariete

      immagine livello
      Guru
      Mamma di Dafne (14 anni)

      Mi sono commossa, My
      Non so perchè, ma pensavo non mi volessi più… sono scema?!

      Per la Paella il basmati non va bene… rischi che il riso scuocia e la carne resti cruda. Secondo me sono meglio il Carnaroli o il Vialone Nano, che alla fine va bene per tutto.

      • addirittura!
        ma scherzi o sei seria?!?!?!

        io non commento perchè………ehm………io sono una pasticciona per davvero, mica per modo di dire
        mi sembra sempre tutto “troppo” per me

        ma nei miei “preferiti” alla voce “ricette” e “cose da fare” l’80% è roba tua 😀

      • cmq hai ragione tu
        se uno apprezza un lavoro dovrebbe commentare, non pensare che lo si sappia a prescindere

        scusa 😳

      • Mamma Felice (Mappano) - Ariete

        immagine livello
        Guru
        Mamma di Dafne (14 anni)

        Ma non è vero!!! Ussignur, non rimpalliamoci i sensi di colpa, dai :mrgreen:
        Io mi sentivo in colpa per aver chiuso Poesia e non averti formalmente invitata qui… dai, allora facciamo la pace coi mignolini? 😉
        Carote e Patate!

      • noooooooo
        facciamo la pace con la paella!!!!!!

        😀

      • Mamma Felice (Mappano) - Ariete

        immagine livello
        Guru
        Mamma di Dafne (14 anni)

        ahahahhaaaa ecco, tu sì che sei propositiva! 😆

  12. Che fameeeeeeeee!! By Mammachefame

  13. Renato

    E’la prima volta che leggo ricette culinarie ci sono incappato per caso stimattina mentre cercavo ingredienti per la paella e ho trovato voi credo sia simpatico scambiarsi ricette provero’ quella della paella di Mamma felice vi faro’ sapere ciao e grazie

  14. Renato

    dal 2 di Luglio ho scritto che avrei provato la ricetta della paella che non ho ancora sperimentato per questioni di tempo (tra una visita e l’altra non l’ho fatto) Quando vai in Pensione cominciano gli acciacchi,ma vedo oggi che non ha scritto piu’ nessuno, come mai? forse non interessano piu’ha nessuno le arti culinarie specialmente quelle nostrane tipo (piatto tipico di Roma)i Rigatoni con la Paiata? un saluto ha tutti.

  15. Rosetta

    E una ricetta veramente laboriosa e semplice complimenti in questa settimana la provo pure io

  16. umberto

    per 10 persone quanto deve essere di diametro la padella?

  17. ciao!!!
    è la stessa ricetta che faccio da anni e anni…

  18. angela 2

    ma se volessi usare il misto “fresco” cosa ed in che proporzioni devo usare? ed i tempi di cottura sono gli stessi??? grazie 🙂

  19. sara

    ciao a tutti! L ho fatta spesso questa ricetta è ho avuto sempre successo:-)grazie

  20. Cosima

    🙁 Buongiorno.Sono tre spagnoli nella mia famiglia, ed io la paella la ho fatto centinai di volte. Mai visto pomodori pelati nella paella e neanche cosi poco riso. Questa paela è quasi un brodo. La paela si compone principalmente del riso che deve essere ben zaferato.
    Un saluto a tutti.
    Cosima

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *