Come togliere le macchie più difficili con rimedi casalinghi

Pubblicato il 26 Marzo 2009 da • Ultima revisione: 20 Marzo 2015

A me non piace molto usare additivi o sbiancanti, nel bucato, tantomeno prodotti igenizzanti che dovrebbero togliere i batteri: non li ho mai usati per Dafne, perchè i bimbi hanno la pelle troppo delicata; e non li ho nemmeno mai usati per il nonno, quando era debilitato e doveva stare a letto.

Io lavo tutto con il detersivo liquido (1 tappo per Dafne, 2 per noi) e l’ammorbidente (solo per noi), entrambi acquistati al Carrefour: mi ci trovo bene, li trovo non particolarmente aggressivi ed hanno un ottima resa per un ottimo prezzo.
Una volta compravo entrambi al LIDL, ma la nuova marca con cui sono stati sostituiti non mi piace più, e quindi ho optato per il Carrefour.

Una ricerca di Altroconsumo dell’anno scorso, ha messo a confronto i prodotti branded (detersivi di marca) e i private label (detersivi etichettati dai supermercati o discount), e, guarda caso, i secondi si piazzano in posizione nettamente migliore. Un motivo in più per usarli, direi…

Il detersivo in polvere non mi piace, ma credo sia una questione di abitudini… mi capita che i capi scuri restino macchiati dalla polvere del detersivo, e quindi non lo uso più. Ne ho una piccola confezione che uso solo quando devo mettere in ammollo alcune cose. Perchè, sì, io per alcune cose il prelavaggio lo faccio a mano. Perchè non c’è additivo che tenga, se dovete smacchiare una tutina sporca di pipì e pupù, o un bavaglino sporco di pappa: l’olio di gomito funziona meglio di ogni cosa 🙂

Macchie di pipì, pupù e pappa (ma come parlo?)
Rassegnamoci: richiedono prelavaggio a mano. Se sono piccole macchie, e soprattutto sono ‘fresche’, è sufficiente passare il vestitino sotto l’acqua tiepida e strofinarlo bene con il sapone di marsiglia (quello vero!).
Se sono macchie estese, o secche, allora si possono lasciare in ammollo qualche ora (anche tutta la notte)  con del sapone di marsiglia liquido o del detersivo in polvere o del bicarbonato in polvere. Poi, prima di metterle in lavatrice, si strofinano leggermente sotto l’acqua tiepida con il sapone di marsiglia, e via.

Non è necessario lavare ad alte temperature
Per la maggior parte dei capi è sufficiente fare un buon prelavaggio a mano e poi utilizzare un programma rapido, ecologico, a 30 gradi. Lavare a 90 gradi, secondo me, è sbagliato, perchè: rovina i capi, che durano meno; consuma tanta energia, che dobbiamo pagare; danneggia l’ambiente.

Bicarbonato ed aceto sono due ottimi alleati ecologici
Non sempre è necessario affidarsi ai detersivi e agli ammorbidenti, per avere un ottimo bucato. Se si vuole risparmiare, e nello stesso tempo fare del bene all’ambiente, qualche volta si possono utilizzare anche prodotti inaspettatamente efficaci.
Bicarbonato: 1 cucchiaio (25gr) di Bicarbonato messo nella vaschetta insieme al detersivo liquido, funziona da anticalcare e toglie i cattivi odori della biancheria (odore di sudore, odori residui…).
Periodicamente, versando nella vaschetta del detersivo ½ tazza (150gr) di Bicarbonato, e lanciando un lavaggio a vuoto, si migliorano le prestazioni della lavatrice e la si manutiene correttamente.
Aceto: l’aceto, aggiunto nella vaschetta dell’ammorbidente (100ml), può essere usato al posto dell’ammorbidente, perchè lascia i capi profumatissimi (esalta il profumo del detersivo) e morbidissimi. Inoltre aiuta a ‘fissare’ i colori, impedendo ai capi di sbiadire e rovinarsi troppo in fretta e funge anche da anticalcare naturale.

Esistono anche i detersivi alla spina
Le confezioni vuote dei detersivi si riciclano nei contenitori della plastica, oppure si trasformano in giochi per bambini, o in contenitori… ma possono anche essere riutilizzate con lo stesso scopo: riempirle nuovamente di detersivo!
Sabine (che, lo devo dire, è un angelo!)  mi ha segnalato questo distributore di detersivi alla spina: Officina Naturae, che offre detersivi ecologici alla spina. Ma ce ne sono moltissimi, e alcuni di questi sono previsti anche nella grande distribuzione: in alcune Coop, alla Crai, all’Auchan…

Come togliere le macchie più difficili

Consigli generali:
– leggere sempre attentamente le etichette con i simboli di lavaggio;
– prima di fare qualsiasi trattamento sui capi colorati, fare una prova di smacchiatura in un angolo nascosto del tessuto;
– cercare di non lasciare invecchiare le macchie e trattarle subito;
– stendere all’ombra i capi smacchiati, per evitare la formazione di aloni;
– con macchie già penetrate nel tessuto, occorre smacchiare mettendo sotto la stoffa un panno assorbente (garza, ovatta, fazzoletto) su cui si depositeranno i residui rimossi dallo smacchiatore.

Ecco le macchie ‘da bambini’:

Acquerelli: smacchiare con un panno imbevuto di acqua e ammoniaca (1 parte di ammoniaca per 8 di acqua);
Biro:
tamponare con con un panno imbevuto di alcol puro, mettendo un panno assorbente sotto il tessuto;
Cioccolata: su cotone e lino basta smacchiare con acqua tiepida; su lana e seta, occorre tamponare con acqua e ammoniaca (1 parte di ammoniaca per 8 di acqua);
Colla vinilica: mettere in ammollo con detersivo neutro e lavare in modo delicato;
Erba: su lana, smacchiare con una soluzione di acqua calda, alcol e ammoniaca (nelle proporzioni 3/2/1) e poi sciacquare con acqua e aceto;
Fango: lasciare asciugare e spazzolare con una spazzola a setole morbide;
Frutta: su cotone, smacchiare con acqua e alcune gocce di ammoniaca; su lana, tamponare con un panno imbevuto di aceto o succo di limone;
Gelato: smacchiare tamponando con un panno imbevuto di con alcol puro;
Gomma da masticare: indurire la gomma passandovi sopra un cubetto di ghiaccio. Quando la gomma è secca, si stacca con le dita;
Pomodoro: lavare con acqua e cospargere di borotalco;
Ruggine: smacchiare con una soluzione di succo di limone e sale fino, per poi sciacquare con con acqua fredda;
Smalto per unghie: appoggiare la macchia su un foglio di carta assorbente e bagnare con poco solvente per unghie (acetone) non oleoso;
Tè: sciacquare con acqua e succo di limone.

Link utili:
– La Casalinga Ideale;
Vivere verde, segnalato da Bietolina;
Vivere verde blog, segnalato dalla mia amica Terry;
ASUC, Uomini casalinghi.



Commenti

102 Commenti per “Come togliere le macchie più difficili con rimedi casalinghi”
  1. Lauu

    Heiiii … Come posso togliere il giallore da un copriletto bianco?? 😀 :argh:

  2. teresa

    ciao,ho macchiato un giubbotto “Fridgeweare” con il calore del termosifone ed ora ha un alone giallo che non riesco a far venir via,neanche la tintoria è riuscita.Avete un consiglio per me?grazie

  3. ciao io sono lisa ho una felpa di mio marito lavata tempo fa insieme a un tappetto rosso e mi si e macchiato di rosso nelle parte bianche come posso levarle per far ritornare bianco come prima

  4. Barbara

    La mia giacca preferita si è rovinata a causa del sudore che ha mangiato il colore nella parte delle ascelle… Che fare?
    Grazie in anticipo

  5. Anna

    Ciao cara ho una polo un po giallina se macchiata cn il nero dell’ auto tutta quanta cosa mi consigli

  6. desirèe

    Salve…due giorni fa ho fatto una lavatrice con i capi scuri e come solito ci ho infilato anche i jeans…solo che ho messo insieme alla roba scura un vestitino blu che ha stinto e ha macchiato tutti i miei jeans…cosa posso fare???????aiutatemiii perchè i pantaloni erano nuovissimi…

  7. grazie per tutti questi ottimi consigli.

  8. Cinzia

    Ciao a tutti…
    ottimi i consigli scritti da Mamma Felice e delle altre… ma ho un problema, e anche grosso…
    Stamattina ho tirato fuori dalla lavatrice panni lavati a trenta, tutto rigorosamente bianco…o quasi!!! 🙁 accidentalmente tra questi è finita una sciarpa arancione…e questa ha fatto la sua parte… tutte le maglie bianche sono diventate di un rosa orrendo…per carità, uniforme, e che quindi potrei anche indossarle cosi, però orrendo… vorrei ripostarle al colore naturale e quindi bianco, solo che oltre al danno, anche la beffa…queste maglie hanno avanti dei disegni stampati….
    Come posso fare per togliere? sono 95% cotone e 5% elasticizzate!
    Aiutatemi please

    Cinzia

  9. Alessandra

    Ciao a tutte questo sito è bellissimo…. 🙂 Ho un problema, mia figlia si è praticamente versata un tubetto di crema per il culetto “fissan” su tutto il pantalone in cotone, nuovo, e ora dopo aver provato tutti gli smacchiatori non riesco proprio a farlo andare via e neanche a farlo schiarire un pò. Cosa posso usare? grazie mille

  10. patty

    help! come faccio a togliere delle macchie blu da un pantalone bianco, causate da un lavaggio in lavatrice con una maglietta che lo ha tinto.

  11. Vi ho scoperto ora per una ricerca su come sbiancare le lenzuola ingiallite!!!! Cosa fare?
    Ho anche un giubbino di renna che la tintoria mi ha rovinato facendolo diventare tutto ,come dire, slabrato… c’è possibilità di rimediare al danno? Grazie mille

  12. Maryland

    Ciao a tutti 😀 Ho visto che qui i sono tante risposte esaustive… Per cui volevo chiederei aiuto…. 🙄 ho lavato un giubbino nero e ora ha delle macchie bianche, come posso togliere? Grazie in anticipo.

  13. leonessa

    ciao a tutte ho scoperto solo oggi questo sito avrei bisogno del vostro aiuto sono andata alle terme e indossavo un costume bianco ma indossavo un’accapatoio rossa che ha stinto sul costume col colore rosa lo messo a mollo con la candeggina delicata niente da fare poi ho passato uno smacchiatore lo strofinato e lo rimesso dinuovo a mollo con candeggina delicata niente da fare datemi un consiglio come fare grazie aspettando vostre notizie 🙄

  14. alessandra

    Help!!! Mia madre ha steso al sole un maglioncino di lana color tortora di mio figlio. L’aveva indossato una sola volta ed è il suo preferito. Risultato: una larga striscia sulle spalle risulta scolorita in modo moooolto evidente! C’è qualcuno che può aiutarmi prima che mio figlio se ne accorga? Grazie tante in anticipo

  15. rosalba

    Ciao a tutte, il collo bianco di cotone di una polo blu di mio marito sie è stinto di rosso per una lavatrice fatta in modo distratto.
    Come posso rimediare….ci teneva tanto.
    Grazie :argh:

  16. Alessandra

    Ciao a tutte, ho un problema con una maglietta bianca di mia figlia che ha completamente sporcato con il gelato al cioccolato, gli sgrassatori non funzionano è rimasta tutta macchiata. Cosa potrei usare? grazie mille

    • Mamma Felice (Mappano) - Ariete

      immagine livello
      Guru
      Mamma di Dafne (14 anni)

      Ciao Alessandra, metti insieme un cucchiaio di sapone per i piatti e di bicarbonato, fai una pappetta e strofinala sulla macchia, poi lava in lavatrice a 40 gradi aggiungendo un cucchiaino di bicarbonato nella vaschetta del detersivo.

  17. antonella

    ciao,ho un piccolo problema,ho macchiato una magletta nuova con la tintura di un pantalone nero.come posso fare?

  18. laila

    grazie per i consigli naturali e soprattutto economici. Vorrei chiedertene un altro. Ma sulle magliette di cotone quelle fastidiose macchie di sudore come si eliminano? Un bacio e grazid ancor

  19. elena

    Ho messo in ammollo un foulard di base blu, con funghetti rossi e scoiattoli… il problema è che me lo sono dimenticata… per due giorni… l’ho trovato in un’acqua ormai diventata tutta blu, e i funghetti e gli scoiattoli si sono scuriti… come posso recuperarlo??? Grazie in anticipo.

  20. Imma

    Ciao e’ la prima volta che vedo questo sito ed ho bisogno di un consiglio:ho messo una camicia bianca di seta su un pantalone nero e mi sono accorta che la camicia,sulla parte che si appoggiava al
    pantalone e’ diventata grigio scura. Ho provato a sbiancarla con bianco puro di marsiglia ma non e’ successo niente,potreste aiutarmi per favore? Grazie 😀

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *