Le Tricotin: come fare la maglia tubolare con le dita (ovvero: una collana di maglia e bottoni)

Pubblicato il 10 Novembre 2008 da • Ultima revisione: 5 Ottobre 2012

Allora, questa è tutta ‘colpa’ di Alessia, che prima mi ha costretto a comprarmi un pettine dai cinesi per provare a fare la maglia con il pettine (prossimamente) e poi mi ha riportato alla luce un trauma infantile: La Maglieria Magica, che io ho sempre desiderato e che non ho mai avuto 🙂

Sta di fatto che quando ha iniziato a parlare di Tricotin, e a segnalare quei fantastici siti… mi ci sono buttata a pesce, perchè erano giorni che desideravo fare una collana di maglia e bottoni, ed ero indecisa sul metodo migliore per realizzarla… tanto che mentre studiavo mi è venuto in mente che vorrei realizzarne anche con l’uncinetto e le perline di legno (prossimamente, anche questo).

Solo che sto scoprendo che imparare ad usare l’uncinetto non è così semplice come pensavo, e qui chiederei l’aiuto di Marge e di tutte le altre anime pie che vogliono insegnarmi a fare qualcosa che non sia la semplice catenella…


Fare questa maglia tubolare, comunque, è semplicissimo, e soprattutto si può fare in pochissimi minuti, cosa non trascurabile per chi ha sempre i minuti contati!

Su Tricotin.com, c’è un tutorial fantastico e molto semplice da seguire (è in francese, ma le foto sono assolutamente esplicative).

In ogni caso, ecco i piccoli segreti che ho capito usando questa tecnica:


1. i primi due giri di filo devono avvolgere tutte le dita: si parte dal pollice, legandovi il filo con un cappio, si passa il filo dietro l’indice, poi davanti al medio, dietro all’anulare, e così via, alternando, e formando un secondo giro, nel senso inverso.

2. dal terzo giro di filo, si tiene il filo teso sopra le dita

3. a partire dall’indice, si ‘scavalca’ il filo inferiore su quello superiore

4. e si ricomincia passando il filo teso sopra le dita

La maglia tubolare tende a restare un po’ ‘lenta’, quindi, aiutandosi con l’altra mano, ogni tanto occorre tirarla e stenderla per darle forma.

Dopo qualche decina di giri, anche se all’inizio sembra non stia succedendo nulla, la maglia, magicamente, inizia a prendere forma! Tipico caso in cui non ci si deve scoraggiare di fronte al primo ostacolo… 🙂

Io con questa tecnica ho creato una collana e due bracciali, ma ho già in mente di creare una maxi sciarpa, da confezionare unendo insieme varie maglie tubolari 🙂 A questa ho aggiunto dei bottoni grigi, mentre ai bracciali ho aggiunto dei bottoni bianchi e gialli. Molto carine, e moooolto morbide!
Io ho usato della lana doppia, di due colori in tinta, perchè non avevo lana sufficientemente spessa per fare questa maglia, che sicuramente viene più morbidosa, se si impiegano più fili insieme.



Commenti

44 Commenti per “Le Tricotin: come fare la maglia tubolare con le dita (ovvero: una collana di maglia e bottoni)”
  1. Quando ero una ragazzina ci facevamo i braccialetti io e le mie amiche. Ormai ste cose le avevo dimenticate… bello che ce le ricordi 🙂

  2. uuuuuuuu chissà dove è finita la mia maglieria magica di barbie…. mi sa che ha fatto una brutta fine… e pensare che l’avevo usata pochissimo perchè mi faceva i vestiti tutti uguali (chissà cosa pretendevo, mah)

  3. Buon giorno e buona settimana!!!
    Dual

  4. Ma è carinissima ^_^ Comunque l’uncinetto non è affatto difficile (lo sembra molto di più questa tecnica), solo che non saprei proprio come spiegare così a video, non sono portata per i tutorial mi spiace 🙁 ma sicuramente ce ne sono tanti in giro fatti molto bene, se ne trovo qualcuno te lo segnalo! Io ho imparato a sei anni…quindi possono farcela tutti!

  5. Mamma Felice (Mappano) - Ariete
    Mamma Felice
    immagine livello
    Guru
    Mamma di Dafne (12 anni)

    La catenella so farla (ambè 🙂 ), ma non ho capito come fare le cose complesse. Ho provato a vedere qualche video su youtube, ma è un delirio… forse però non mi ci sono impegnata abbastanza e mi son fatta vincere dalla pigrizia. Comunque se vedi qualche tutorial per tontolone, tienimi presente 🙂

  6. Mamma, ma hai provato subito con cose coplicate? Inizia con un rettangolino di maglia bassa, poi uno di maglia alta, e poi il resto viene da se.
    Avevo un paio di link a dei siti con le spiegazioni ad immagini, davvero ben fatte, che spesso sono meglio dei video dove rischia di sfuggirti qualche passaggio… chissà se li trovo… ora cerco, non disperare 😀
    (anche io ho imparato a 6 anni e adesso è un gran bel ricordo della mia nonnina ormai cieca e ne vado molto orgogliosa)

  7. Mamma Felice (Mappano) - Ariete
    Mamma Felice
    immagine livello
    Guru
    Mamma di Dafne (12 anni)

    Io mi mangio le mani, perchè me lo aveva insegnato Nonna Pina, che adesso purtroppo inizia a soffrire di Alzheimer e non ricorda più nulla di tutto ciò… e mi dispiace aver perso la sua ‘scienza’, sia in queste cose manuali, sia in cucina, e per non essermi stupidamente trascritta i suoi trucchi e le sue ricette finchè poteva ricordarli.

  8. Bè, dai, almeno questo lo puoi recuperare… (ti capisco, anche la mia nonnina ha l’Alzheimer)

  9. Mamma Felice (Mappano) - Ariete
    Mamma Felice
    immagine livello
    Guru
    Mamma di Dafne (12 anni)

    La cosa brutta è che lei è ancora in quella fase in cui si rende conto di dimenticarsi le cose… e quindi piange disperata perchè dice che è diventata ‘scema’. Mi puoi capire… è veramente terribile.

  10. Sì, credo di poterti capire. La mia sembra non rendersi conto dell’Alzheimer, lei piange perchè è cieca e non riesce più a fare niente, mentre prima era iperattiva. E’ tristissimo, ma purtroppo non esistono ancora cure. Possiamo solo stargli vicino con amore, anche se a volte è davvero difficile.

    Per l’uncinetto ho trovato il sito, prova a darci uno sguardo http://digilander.libero.it/acqua67/punti%20base%20uncinetto.htm (non so se i link li mette in automatico… in caso copi/incolli). Questo è il migliore che ho trovato in tanti anni e mi sembra molto chiaro, fa vedere bene dove infilare l’uncinetto per tirare fuori il filo e come chiudere la maglia. Poi sono a disposizione per qualsiasi chiarimento, sul blog o sul forum (c’è un link nel blog, in alto a destra sul profilo).

    Ah, proprio oggi in un blog ho letto un messaggio che rimandava ad un’applicazione che mi ha fatto pensare a te e alle tue carte tematiche e dei colori, chissà se può tornarti utile o se già lo conosci… http://labs.ideeinc.com/multicolr/#colors=db5758;
    clicchi sul colore che vuoi e ti fa un collage di non so quante immagini prese da flickr

  11. Mamma Felice (Mappano) - Ariete
    Mamma Felice
    immagine livello
    Guru
    Mamma di Dafne (12 anni)

    Grazie infinite, Claudia! Ora mi studio l’uncinetto, vediamo se riesco a combinare qualcosa 🙂

    Bellissimo l’altro sito!

  12. elsa

    Quando ero bambina (secoli fà) si usavano i rocchetti vuoti del filo. Erano di legno, si piantavano 4 chiodini vicino al foro si intrecciavano i fili e veniva fuori un cordoncino che si chiamava “coda di topo”. Se trovo un rocchetto ti darò una dimostrazione (se riuscirò a ricordare. Elsa

  13. Mamma Felice (Mappano) - Ariete
    Mamma Felice
    immagine livello
    Guru
    Mamma di Dafne (12 anni)

    Nella scatola dei fili che mi hai regalato ci sono un paio di rocchetti… allora ci provo! Ciao Elsa!

    • Gloria

      Anch’io facevo questo cordino con i rocchetti vuoti di legno, bellissimi!!! ma ho provato il tricotin e l’ho insegnato a Leo (8 anni): ha voluto un gomitolo di lana spessa e ne ha fatto un tubino lungo qualche metro che gli ho cucito a formare un caldissimo scaldacollo (ma non ha perso la sua mascolinità, ha scelto una lana melangiata con i colori militari!!)…non lo toglie più, ne è orgogliosissimo, e soprattutto lo ha staccato dalla tv (era per questo che glielo avevo mostrato!!). Per sua sorella ne ha fatto uno corto che lei usa come fascia per capelli, ed è comodissima!! Grazie mille per aver postato questa meraviglia. Gloria

  14. santina

    Bellissimo tutto quanto,sono appassionata di ricamo, uncinetto, patchwork, faccio qualcosina pero non bene, e questo me rammarica, bene spero trovare qui qualche persona cara che mi possa aiutare. Ringrazio e tanti cari saluti.
    santina

  15. Mamma Felice (Mappano) - Ariete
    Mamma Felice
    immagine livello
    Guru
    Mamma di Dafne (12 anni)

    Sei la benvenuta, Santina! Chiedi quello che ti serve sapere, e tra tutte ti daremo una mano.

  16. e dificile fare delle maglie di carnevale ciao

  17. Caterina

    Io da piccola facevo i braccialetti col nome con le perline! Ricordo che facevamo un piccolo telaio con una tavoletta di legno e dei chiodi. Qualche tempo fa un amica mi ha detto che si poteva fare anche col coperchio di una scatola da scarpe. Allora mio figlio aveva 9 anni e insieme ne abbiamo fatti tantissimi per il mercatino di beneficenza della scuola elementare dove andava. Un successo!
    Caterina

    • Mamma Felice (Mappano) - Ariete
      Mamma Felice
      immagine livello
      Guru
      Mamma di Dafne (12 anni)

      Pensa che io ho visto dei telaietti non solo fatti con le scatole delle scarpe, ma anche con i contenitori di polistirolo in cui vendono i cachi 🙂
      Prima o poi mi ci applico… vediamo cosa ne viene fuori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *