Come organizzare una pizzata a casa con gli amici

Pubblicato il 19 settembre 2017 da

come-organizzare-pizzata-cena-base-pizza-casa-0

Una cena tra amici poco impegnativa, con tanti assaggini diversi a base di pizza, e magari qualche antipasto sfizioso da gustare insieme a un buon bicchiere di birra gelata. Una cena a base di pizza è facile da preparare e può anche diventare un rito collettivo dove ognuno condisce la sua pizza a piacere, oppure la impasta, la stende, la cuoce…

Ecco le mie ricette e idee per godersi una pizzata con gli amici, preparando un ottimo impasto fatto in casa e scegliendo gli ingredienti migliori.

Impasto per la pizza: ricetta

come-organizzare-pizzata-cena-base-pizza-casa

Con gli anni ho imparato a preparare la pizza usando pochissimo lievito: ne metto meno di un terzo rispetto alle ricette classiche. La pizza lievita lo stesso se teniamo l’impasto in frigo (a 5 gradi) una notte intera in un contenitore, coprendolo con la pellicola. E la pizza in questo modo diventa più buona e più leggera, perché questa lenta lievitazione la rende molto digeribile.

Quale farina si usa per la pizza?

Per fare la pizza e la focaccia si deve usare una farina (0 oppure 00) cosiddetta di forza; sulla confezione trovate scritto W260 – W350, ma se non la trovate potete aggiungere il 20% di farina Manitoba, che è più forte delle farine normali.

Ingredienti per 3 pizze rotonde:

  • 500 grammi di farina di forza, oppure 100 grammi di Manitoba e 400 grammi di farina 0;
  • 250-300 grammi circa di acqua tiepida;
  • 10 grammi di sale;
  • 20 grammi di olio extravergine;
  • 3 grammi di lievito di birra secco.

Chiaramente tutto il procedimento è migliore e più facile se usiamo una planetaria, per impastare davvero bene, oppure la macchina del pane. Altrimenti dobbiamo impastare a mano molto molto bene, con vigore, e a lungo.

Procedimento:

  1. Impastate metà della farina con l’acqua: questo procedimento, detto autolisi, aiuta la trasformazione da proteine della farina a glutine, e rende l’impasto più elastico;
  2. Chiudete il contenitore con la pellicola e fate riposare mezzora;
  3. Aggiungete il lievito, sciogliendolo in pochissima acqua;
  4. Aggiungete metà della farina rimanente e impastate bene con la planetaria;
  5. Aggiungete il sale e l’olio;
  6. Aggiungete la farina restante e impastate per 20 minuti;
  7. Mettete a riposare l’impasto sul piano di lavoro, coprendo tutto con la pellicola e uno strofinaccio pulito;
  8. Lasciar lievitare due ore fuori da frigo;
  9. Dividete l’impasto in palline da circa 300 grammi;
  10. Spennellate di olio dei contenitori di plastica e mettete una pallina di impasto dentro ciascuno, chiudendoli con il loro coperchio;
  11. Mettete in frigo a riposare per un giorno.

Quando vogliamo preparare la pizza, tiriamo fuori le palline di impasto un paio di ore prima di cucinarle, in modo che finiscano la lievitazione.

La pizza va cotta ad alta temperatura e per poco tempo: nel forno di casa dobbiamo impostare la temperatura massima (200-220 gradi) e cuocere la pizza per pochi minuti: con una pietra refrattaria calda potremmo riuscire a cuocerla molto velocemente, in 5 minuti, ma di solito si arriva intorno ai 10-15 minuti. In alternativa, possiamo utilizzare le teglie con i fori sul fondo, in modo che il calore passi bene anche da sotto.

Per calcolare quanto impasto dobbiamo mettere nella teglia, possiamo fare in questo modo: prendiamo le misure della teglia e moltiplichiamole, poi dividiamo per due.
Per esempio, una teglia che misura 30 x 40, dobbiamo moltiplicare 30 x 40= 1200 : 2=600 grammi di impasto per coprire tutta la teglia.

Stendiamo l’impasto a mano, quando lo mettiamo nella teglia: se usiamo il mattarello rischiamo di rompere la maglia glutinica e quindi rovinare tutto il lavoro fatto.

come-organizzare-pizzata-cena-base-pizza-casa-0

Per cuocere la pizza:

  1. Impostiamo il forno alla massima temperatura e aspettiamo che si riscaldi completamente;
  2. Mettiamo la pizza nella teglia con i buchi, condiamola con la sola salsa di pomodoro;
  3. Mettiamo a cuocere la pizza per 4 minuti alla massima temperatura;
  4. Togliamo la pizza e aggiungiamo i condimenti, compresa la mozzarella;
  5. Rimettiamo la teglia in forno alla massima temperatura, cuocendola altri 5 minuti.

Come fare la salsa per condire la pizza:

Procuriamoci una buona passata di pomodoro, liscia o rustica in base ai nostri gusti. Mettiamola in una caraffa alta. Aggiungiamo abbondante sale, una bella quantità di olio extravergine, abbondante origano fresco. Mescoliamo bene.

Versiamo la salsa sulla pizza con l’aiuto della caraffa, e poi stendiamola bene su tutta la superficie della pizza, anche sui bordi: in questo modo resteranno più soffici e non si seccheranno.

Idee per una cena a base di pizza

come-organizzare-pizzata-cena-base-pizza-casa-

Dopo aver preparato gli impasti, dobbiamo pensare ai condimenti: conosciamo già i gusti dei nostri ospiti, o non sappiamo bene cosa gradiscono? Se non conosciamo i gusti dei nostri ospiti, possiamo prevedere varie alternative: qualche pizza classica, qualche pizza vegetariana o vegana e infine un paio di pizze originali e creative. In questo modo possiamo accontentare tutti.

Invece di servire una pizza a ciascuno, potremmo infatti preparare un tot di pizze da dividere a fette, per fare tanti assaggini differenti.

PDF DA SCARICARE GRATUITAMENTE: Idee di condimenti e farciture per la pizza.

Alcuni ingredienti si devono mettere ‘in uscita’, ovvero non vanno cotti nel forno, ma messi sulla pizza quando è già cotta e prima di servirla. Per esempio il prosciutto crudo e lo speck, che altrimenti da cotti risulterebbero troppo salati. Ma anche la mozzarella di bufala, che si rovinerebbe con il calore, la rucola, alcuni tipi di pomodorini e di formaggi come il grana in petali.

come-organizzare-pizzata-cena-base-pizza-casa-

Idee per pizze classiche:

  • pizza margherita: con salsa, mozzarella fior di latte e basilico fresco;
  • pizza marinara: solo salsa senza mozzarella, tanto origano fresco e aglio – se piace;
  • pizza prosciutto e funghi: salsa, funghi champignons a crudo conditi con olio e sale e prosciutto cotto a dadini;
  • capricciosa: salsa, mozzarella, carciofini sottolio, funghi champignons conditi con olio e sale, olive nere snocciolate, prosciutto cotto a dadini, salsiccia a pezzetti;
  • salamino piccante: salsa, mozzarella, salamino piccante a fette sottili.

come-organizzare-pizzata-cena-base-pizza-casa-0

Pizze vegetariane e vegane:

  • pizza crudaiola: salsa, e poi in uscita pomodorini freschi e rucola (e scaglie di grana, per chi è vegetariano);
  • ortolana: salsa, verdure grigliate, mozzarella o mozzarisella;
  • crema di carciofi: salsa, crema di carciofi, carciofi sottolio, funghi champignons, mozzarella o mozzarisella;
  • melanzane: salsa, melanzane fritte, basilico fresco in uscita, mozzarella o mozzarisella;
  • spinaci: mozzarella, crema di spinaci frullati, pinoli (e grana, per chi è vegetariano).

come-organizzare-pizzata-cena-base-pizza-casa-

Pizze originali:

  • crudo e panna: salsa, mozzarella, panna e prosciutto crudo in uscita;
  • fiori di zucca: salsa, mozzarella, fiori di zucchina e acciughe;
  • golosa: salsa, mozzarella, pancetta, zucchine, rucola e grana;
  • parmigiana: salsa, mozzarella, melanzane, prosciutto cotto e grana;
  • saracena: mozzarella, pomodorini e grana;
  • valtellina: salsa, mozzarella, bresaola in uscita, rucola e grana in uscita.

come-organizzare-pizzata-cena-base-pizza-casa-

Pizze senza pomodoro, in bianco:

  • gorgo, pere e noci: mozzarella, gorgonzola, pera e fettine sottili e noci sgusciate);
  • delicata: mozzarella, mascarpone, radicchio e gorgonzola;
  • salmone: mozzarella, panna, crema di spinaci frullati, salmone affumicato in uscita;
  • sostanziosa: doppia mozzarella, patate lesse a fettine, salsiccia e grana;
  • pesto: mozzarella, pesto genovese, noci e grana.

Cosa mangiare insieme alla pizza

cosa-servire-con-la-pizza

Insieme alla pizza possiamo offrire un classico intramontabile: le patate fritte. Per evitare di friggere, possiamo utilizzare le patate da forno: ormai sono buone come quelle fritte, ma sporcano meno. Basta cuocerle in forno caldo per meno di un quarto d’ora, per avere patatine croccanti fuori e morbide dentro.

Un altro classico da mangiare insieme alla pizza: i nuggets di pollo. Possiamo comprarli già pronti e cuocerli in forno con poco olio, e servirli con qualche salsina come senape, maionese e ketchup.

Potremmo fare un piccolo vassoio con patate fritte o patatine in busta, anelli di cipolla, crocchette di patate, nuggets, verdure crude e salse… e ovviamente servire tutto con la birra ghiacciata. 

L’altro contorno che servo sempre insieme alla pizza è l’insalata: possiamo preparare un’insalata verde con un po’ di radicchio rosso, oppure un’insalata originale fatta solo con rucola e pomodorini. Non farei invece un’insalatona mista con uova, mais, tonno eccetera, perché già le pizze sono ben condite.

Possiamo infine preparare anche una bella macedonia mista, con la frutta di stagione, da servire con il gelato!

Antipasti da accompagnare alla pizza

antipasti-da-servire-con-la-pizza

Tra gli antipasti che possiamo servire con la pizza, sicuramente c’è la pizza fritta, per restare in tema: preleviamo dei piccoli pezzi di impasto della pizza, allunghiamoli leggermente, circa una decina di centrimetri, e friggiamoli in olio di semi di girasole profondo. Mettiamoli a scolare su carta da cucina e saliamoli. Possiamo servire la pizza fritta in un vassoio con pomodorini tagliati a metà e ben conditi, prosciutto crudo tagliato sottile, scaglie di grana e rucola fresca.

Un altro antipasto leggero e sfizioso da servire ad una pizzata, può essere l’antipasto all’italiana: sottoli e sottaceti da servire in varie ciotoline, da mangiare come stuzzichini. Possiamo scegliere: carciofini sottolio, cetriolini sottaceto, giardiniera, olive al forno o condite,  pomodori secchi sottolio, melanzane a filetti un po’ piccantine.

Possiamo anche servire delle piccole bruschette con pane tostato e pomodorini freschi, aggiungendo tanto basilico oppure origano freschi.

antipasti-stuzzichini-sfizi-da-servire-con-la-pizza

Con la pizza possiamo infine servire antipasti veri e propri, ma sempre leggeri, come:

  • involtini di zucchine grigliate con ripieno di formaggio cremoso;
  • prugne denocciolate avvolte nella pancetta e ripassate in forno;
  • datteri ripieni di gorgonzola, mascarpone e noci;
  • barchette di sedano con gorgonzola;
  • zucchine e melanzane grigliate condite con olio, sale e ricotta salata a scaglie;
  • palline di melone avvolte nel prosciutto crudo;
  • zucca arrostita in forno e condita con miele, sale, pepe e timo fresco;
  • mini bicchierini con insalata di pomodori, mozzarella, olive versi snocciolate e crostini di pane;
  • bicchierini con crema di zucca o di piselli;
  • bicchierini di ricotta di pecora condita con olio, sale e pepe e servita con pomodorini cotti al forno;
  • mini spiedini di avocado e salmone affumicato;
  • fettine di pera avvolte nello speck;
  • mini polpettine con salse come maionese e ketchup.

Pizza party per il compleanno

come-organizzare-pizza-party-compleanno-bambini

Per i bambini possiamo fare una specie di pizza party in cui noi mettiamo a disposizione gli ingredienti divisi nelle ciotoline in mezzo al tavolo, e ognuno prepara la sua pizza. Oltre che essere perfetto per fare in modo che i bambini mangino solo gli ingredienti che gli piacciono o che possono mangiare, è anche come proporre un laboratorio divertente e creativo.

Prepariamo delle mini pizze: stendiamo l’impasto in una teglia rotonda piccola, aggiungiamo la salsa di pomodoro e cuociamole 4 minuti. Diamo ai bambini le basi intiepidite e lasciamo che farciscano la pizza a loro piacimento, infine rimettiamole in forno per terminare la cottura.

Possiamo fornire gli ingredienti nelle ciotoline, in mezzo al tavolo: mozzarella tritata (non usiamo mozzarelline rotonde con i bambini piccoli, per evitare il soffocamento), wurstel a pezzettini piccoli, dadini di prosciutto cotto, olive snocciolate tagliate a metà, pomodorini tagliati a metà, mais, peperoni a filetti…

Diamo infine ai bambini le pizze su un piatto, tagliandole già con la rotella da pizza, in modo che possano anche mangiarle con le mani.



Commenti

4 Commenti per “Come organizzare una pizzata a casa con gli amici”
  1. IsaQ

    Anche io impasto e per anni abbiamo fatto cene a base di pizza con amici e parenti. A casa mia si impasta una volta alla settimana. Mio marito però su una cosa ha ragione: le pizzate non possono contemplare + di quattro/sei persone.perchè? ecco la sua teoria: la pizza è buona appena sfornata, se sei costretto a cuocere teglie di pizza già alle sei del pomeriggio per poi intiepidirle alle otto quando arrivano gli ospiti, che senso ha magiare la pizza scaldata???
    In effetti, la pizza è buona “cotta e mangiata” quando il formaggio è ancora fuso. E in un forno di casa non si può fare una cosa del genere per tante persone. I tempi per la cottura di una pizza con modalità forno tradizionale è cmq lunghetto e non posso pesare di dover fare attendere i miei ospiti un quarto d’ora/venti minuti tra un trancio e l’altro. A casa mia gli ospiti sono voraci, sopratutto quando faccio la pizza. La soluzione ci sarebbe anche.Bisogna scendere a compromessi: utilizzare forno ventilato e + teglie impilate insieme contemporaneamente.Mi sono anche comprata una specie di griglia che permetta di cuocere + teglie insieme, ma il risultato non è lo stesso.Insomma, sono una purista per la pizza fatta in casa. Pochi ospiti poche teglie da preparare e mangiata calda appena sfornata.

    • Mamma Felice (Mappano) - Ariete
      Mamma Felice
      immagine livello
      Guru
      Mamma di Dafne (9 anni)

      Hai ragione. Anche io ho le teglie impilabili, ma non è la stessa cosa. Noi alla fine ci ritroviamo sempre in 7, di cui 3 bambini, per cui alla fine un po’ la sfango lo stesso, ma all’inizio servo la focaccia con sopra rucola, pomodorini, grana…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Se ti registri gratis a Mammafelice puoi inserire foto nei commenti, inserire gli annunci di nascita, le date di compleanno, partecipare alla chat delle mamme e al forum.