Come incartare i regali di Natale

Pubblicato il 3 dicembre 2015 da • Ultima revisione: 4 marzo 2016

Io credo in Babbo Natale, e non ho bisogno di testimonianze: così come non mi serve una prova per sapere che esistono l’Amore o l’Amicizia, non mi serve nemmeno sapere che Babbo Natale esista in carne ed ossa, perché lui per me rappresenta il sentimento del Natale, e io credo in lui per questo.

Ed è ciò che ho sempre detto anche a Dafne: non abbiamo bisogno di avere le prove delle cose che SENTIAMO in noi, della nostra spiritualità o religione, delle nostre credenze, dei nostri sentimenti. Certe cose esistono in un modo tutto loro, che non chiede conferme, ma chiede soltanto la fede.

come-incartare-i-regali-di-natale

L’attesa del Natale, secondo me, è proprio la riscoperta della FEDE. Per alcuni si tratta di una fede religiosa, per altri della fede negli esseri umani, nella bontà, nella pace, nel ricordo, persino nella nostalgia – o anche nel futuro. La fede di chi fa un bilancio di fine anno e di chi abbraccia la sfida di un cambiamento. La fede di chi prega, e di chi spera.

Noi ci prepariamo così: nell’attesa. Prepariamo il Calendario dell’Avvento, che è per noi come un conto alla rovescia, ma non per arrivare al momento di scartare i regali: l’Avvento è bello proprio di per sé, come gesto di attesa e basta, come momento per riflettere, per dedicarci dieci minuti – la sera – a parlare di pace, o di futuro, o di speranza. Mi domando se da grande Dafne porterà con sé tutto questo, non solo nel ricordo, ma soprattutto nel gesto della pazienza: saprà attendere il momento giusto per fare le scelte ‘dei grandi’? Saprà perseguire con pazienza i suoi obiettivi?

Io mi tengo stretta la sua infanzia, così come si presenta: non abbiamo mai provato a farla restare piccola più del tempo necessario, né a farla crescere più in fretta degli altri.
C’era una sola cosa che come madre (ma soprattutto come figlia) io volevo donare a mia figlia: un’infanzia felice. E questa strada l’ho trovata nella pazienza, nell’attesa, e nella creatività.

come-incartare-i-regali-di-natale

Anche a Natale, anche impacchettando i regali scelti con cura per lei e per gli altri, anche con fiocchetti e nastrini. 

Davvero: non mollate, non rinunciate a questo pezzetto di creatività nella vostra vita, e nell’infanzia dei vostri figli. Anche se, come me, siete incapaci di cucire un bottone, non perdetevi l’occasione di sporcarvi ugualmente le mani. Fosse anche solo per scrivere due TAG di Natale, non perdetevi niente, e non perché non torna più, ma proprio per esserci qui e ora, in questo istante, presenti alla nostra vita, e insieme.

Come preparare le TAG di Natale

Le TAG sono dei bigliettini o etichette da appendere esternamente ai pacchetti regalo, per riconoscere il destinatario del pacchetto. Trovo sia un gesto romantico e affettuoso, preparare tag personalizzate e scrivere sempre qualche parola d’amore per chi riceve il nostro dono: non dovremmo mai perdere l’abitudine a scrivere di sentimenti, e scriverli nero su bianco, proprio per dire: sì, te lo prometto, questo sentimento è reale, tu conti qualcosa per me.

Prendete un cartoncino grezzo, o anche del cartoncino colorato, o persino materiali alternativi: se sapete cucire, potete creare tag di feltro ricamate; se sapete disegnare o dipingere, potete utilizzare piccole tele grezze; potete persino riutilizzare le etichette dei vestiti, opportunamente ridipinte o decorate con la carta scrap (a me dispiace sempre buttarle, perché alcune sono di ottimo materiale!).

come-incartare-i-regali-di-natale

Per dare un tocco di dolcezza in più, io spesso attacco anche qualche dolcetto Kinder, a Natale, visto che molti di questi hanno i buchi preforati in cui attaccare i nastrini, o possiedono già i nastrini dorati.

Potete avvolgere i pacchetti con stoffa colorata o con un foulard (che sarà esso stesso un regalo per chi lo riceve), con carta velina, con carta da pacchi resistente con motivi simpatici (io adoro righe e pallini) o anche avvolgere i regali nei sacchetti di carta, e abbellirli con pizzi di carta e nastrini di stoffa, o persino tovaglioli colorati.

Come incartare i regali di Natale: tante idee

Per personalizzare ulteriormente i pacchetti regalo, ho raccolto le idee postate negli ultimi anni su Mammafelice e Compleanni: tante idee in cui si possono coinvolgere anche i bambini, perché originali, semplici e realizzate con materiali alla portata di tutti.

come-incartare-i-regali

  1. Con la pasta secca
  2. Con legnetti e pompon
  3. Con la lana, per chi ama i gattini
  4. Con i timbri di patate

come-incartare-i-regali

  1. Con le erbe aromatiche
  2. Con la tecnica Furoshiki
  3. Con i palloncini, per i bimbi piccoli
  4. Con i washi tape
  5. Con i tubi di cartone
  6. Con le bandierine di washi tape

Voi come incarterete i regali quest’anno? Pensate a qualche idea speciale?

===

Articolo in collaborazione con Kinder Aspettando Natale.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Se ti registri gratis a Mammafelice puoi inserire foto nei commenti, inserire gli annunci di nascita, le date di compleanno, partecipare alla chat delle mamme e al forum.