Attività da fare in estate con i bambini, di sera e di notte

Pubblicato il 18 luglio 2014 da • Ultima revisione: 7 agosto 2014

dormire tenda in estate

 

In questa stagione una delle cose che amo è la notte, il suo profumo fiorito, il suo arrivo tardivo e le stelle sopra la testa, con un cielo che si muove come fosse velluto nero. Grandi e piccoli si godono questo momento, credo sia un richiamo quasi naturale e, dimenticando i ritmi invernali che ci vedono a letto prestissimo, cavalchiamo il divertimento di restare in piedi a lungo, assaporando questi momenti, conservandoli preziosi per i mesi freddi.

Ecco qualcuna delle nostre esperienze notturne, quelle più strutturate, accanto alle serate tra amici, con la chitarra in mano, un barbecue sulla via dello spegnersi, felici, mentre le falene continuano imperterrite a provare a bruciarsi intorno alle luci notturne.

Cercare lucciole

Nonostante l’inquinamento le lucciole,  questa meraviglia della natura continua a sorprenderci. Riaffiorano i ricordi di bambina, quando appena fuori dalla porta, sembrava essere in un festival delle luci danzanti, tante ce ne erano. Ancora oggi mi posso ritenere fortunata di mostrarle ai miei figli, quando sono in vacanza sui monti, ma anche in città basta andare un po’ fuori porta e facilmente trovarne qualcuna che appare e scompare nel buio pesto, quello lontano dalle luci cittadine.

Il divertimento è provare a catturarne qualcuna, attività non facile, e imprigionarla per breve tempo in un barattolo di vetro e osservarla da vicino. Da piccolina ricordo che la mattina dopo trovavo qualche moneta portata dalla fata e ho sempre provato grande gratitudine per questi animaletti luminosi. Mi raccomando di liberarle appena i piccoli chiudono gli occhi, però.

Cinema sotto le stelle

In quasi tutte le città, Bologna compresa, in estate si attivano cinema e proiezioni sotto le stelle e il fascino di queste rassegne lascia senza fiato, ma spesso i film proposti non sono adatti ai bambini. Noi adulti possiamo goderci una serata felice coinvolgendo i piccolini organizzando un cinema sotto le stelle, ma casalingo.

Il giardino è la location ideale, ma può bastare anche un balcone. E’ il fascino di questo intrattenimento a vincere. Si può spostare la TV allungando i cavi, oppure usare un PC portatile o meglio ancora avere a disposizione un proiettore. Insomma lo scopo è stare all’aperto e guardare un film che coinvolga tutta la famiglia. Non possono mancare i popcorn, una seduta comoda, ma sono perfetti anche dei materassini gonfiabili e tutti stesi a terra, e soprattutto amici, parenti o vicinato con cui condividere la serata. L’aria frescolina della notte e l’atmosfera festiva sono i due aspetti che garantiranno il successo.

Dormire in tenda

Questa è un’attività comune e abbastanza semplice da portare a termine, ancor di più se si stanno trascorrendo le vacanze in camping, ma se così non fosse? Il diversivo di montare una tenda è già di per sé divertente, se lo facciamo nel prato davanti casa ancora di più, ma sortisce lo stesso effetto se tutto ciò avviene semplicemente nel giardino di casa o persino sul terrazzo.

L’importante è preparare la tenda e provare a dormire fuori. Vedrete che non sarà tanto divertente il sonno all’aperto, ma piuttosto tutto il percorso, quello necessario per arrivare al traguardo. Vi confido che tutte le volte che abbiamo provato questa attività i bambini erano entusiasti e felici, saltellanti di gioia e attivi in tutte le fasi dei preparativi, ma raramente poi hanno dormito veramente tutta la notte fuori. Comunque non desistiamo e anche quest’anno riproveremo l’esperienza, forniti di torce, cuscini e coperte, libri da leggere e acqua a portata di mano. Se poi volete continuare potete fare come noi e tenere la tenda aperta e operativa in salotto, facile da usare sia di giorno che di notte.

Osservare il cielo

Questa attività è quella che ricordo sempre con più amore e divertimento, anche perché ho continuato a portarla avanti anche da grande, da ragazza, con gli amici, in estate, con la chitarra e le canzoni sull’erba. Insomma osservare il cielo in estate è sempre fonte di grande soddisfazione, le stelle sono così tante e luminose che riempiono gli occhi e il cuore, quel manto nero profondo sembra quasi essere ad un palmo dal nostro naso puntato all’insù e quando ne cade una, con la sua scia luminosa e rapida, possiamo anche esprimere un desiderio, proiettandoci nel futuro, speranzosi.

I bambini possono attendere, sviluppando la pazienza e la meraviglia, e fare a gara a chi ne intercetta di più, possiamo insegnare loro i nomi e i disegni che le stelle compongono tra loro. Sarà un momento che rimarrà indelebile nella loro memoria, stesi a terra, una coperta sulle gambe e occhi grandi.

Anche voi assaporate le notti d’estate?

Anche per voi sono un momento importante della giornata?

Avete ricordi della vostra infanzia che testimonino gioia e divertimento nonostante il buio pesto?



Commenti

Un commento per “Attività da fare in estate con i bambini, di sera e di notte”
  1. Un ricordo felice dell’infanzia legato alle notti d’estate: io che in campagna torno a casa da una passeggiata per mano ai miei genitori sotto un cielo notturno immenso e fittissimo di stelle, anche cadenti (stupore e meraviglia). E quella volta che ho dormito sul balcone nel sacco a pelo nuovo per provarlo 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Se ti registri gratis a Mammafelice puoi inserire foto nei commenti, inserire gli annunci di nascita, le date di compleanno, partecipare alla chat delle mamme e al forum.