Un panino al giorno

Pubblicato il 23 aprile 2013 da • Ultima revisione: 8 novembre 2017

ricette di panini per l'ufficio

Tornando alla vita da ufficio (intendo dopo il trasloco e dopo due mesi in cui – senza connessione – abbiamo lavorato in casa), si ripropone il problema: cosa mangiamo a pranzo in ufficio?
Anzi: cosa mangiamo di leggero a pranzo in ufficio?

Ragazzi io non so, sto perdendo lo smalto: una volta organizzavo i pasti di tutta la famiglia ed ero super organizzata. Adesso è già tanto se in frigo trovo una mozzarella supplicante.

Certo, adesso che sono a Mappano non ho più il servizio della spesa online e credetemi: una volta provata, è durissima tornare indietro. Vabbè, non che adesso voglia farne una tragedia, ma mi rendo conto di quanto tempo abbiamo risparmiato in questi anni grazie alla spesa online: le code, i parcheggi, la lista della spesa, la tentazione di comprare schifezze… Adesso invece mi tocca andare a fare la spesa più spesso, e dunque anche inventare di più, pensarci, dedicare del tempo ad incastrare anche questo ennesimo impegno a una giornata di per sé già frenetica.

Comunque una volta ce la facevo: quando lavoravo come dipendente mi portavo sempre il pranzo. Però in effetti allora avevo degli orari diversi: per quanto avessi lavorato oltre l’orario, sapevo che prima o poi sarebbe finita. Non è che mi alzavo di notte a scrivere o sentivo l’urgenza di lavorare anche nel weekend per portare a termine un’idea. Avevo più tempo, dai.

E comunque anche di questa cosa ci dobbiamo ragionare: lavoro per conto mio per avere più tempo e poi non so come lavoro di più e non ho tempo? Ciao!

Vabbè questo era un post di ricette, in teoria.

Il succo è che ho provato varie cose:
– riso e legumi, ma dopo un po’ ci si stufa perché il riso integrale ad esempio ci mette tantissimo a cuocere e i legumi dopo un po’ ti escono dalle orecchie;
– insalata mista, che va benissimo e sarà presto una buona alternativa, ma poi si è messo a piovere ed è tornato Natale e fa troppo freddo per vivere di insalata;
– verdure cotte, ma poi son cascata sulle cime di rapa saltate con aglio e peperoncino, ho impuzzolentito tutto l’ufficio e ho litigato con Nestore perché io voglio comunque avere sempre ragione e bon, finita l’avventura della cima di rapa.

Insomma, questa settimana panini. E’ più facile. Quindi copiate pure se siete a corto di idee e non avete voglia di cucinare un pranzo vero.
Poi non lo so: c’è gente che dice che i panini rovinano lo stomaco. Non ho mai capito perché, e personalmente vivrei di pane, quindi ognuno faccia per sé. Secondo me alcuni potete anche riciclarli come merenda per la scuola, se avete dei figli sufficientemente chic.

Ecco la mia settimana di panini, mica con il prosciutto cotto, eh 😉

Panini per tutta la settimana

Lunedì: Panino integrale con prosciutto crudo
Tagliamo a metà un panino lungo integrale e spalmiamo entrambe le metà con formaggio spalmabile alle erbe. Aggiungiamo la lattuga, delle fettine di cipolla rossa di Tropea, un pomodoro cuore di bue tagliato sottilmente e condito con olio e sale, della mozzarella di bufala tagliata a fettine e le fette di prosciutto crudo. Guarniamo con una fetta di radicchio rosso e qualche goccia di glassa di aceto balsamico.

Martedì: Piadina arrotolata ai gamberi
Prendiamo due piadine e scottiamole in una padella antiaderente senza grassi. Farciamo con gamberi sbollentati e spellati, conditi con sale, olio, pepe e limone. Aggiungiamo fettine di avocado tagliato sottile. Completiamo con la lattuga verde, qualche foglia di rucola, del coriandolo fresco (o del prezzemolo) conditi con un cucchiaio di yogurt greco 0% condito con olio, sale e pepe. Si mangia freddo.

Mercoledì: Baguette tonno e carciofini
Prendiamo una baguette piccola e spalmiamo su un lato due cucchiai di insalata capricciosa pronta. Aggiungiamo del tonno in scatola ben scolato del suo olio, poi qualche carciofino alla brace tagliato sottile, infine dell’insalata. Completiamo con altra capricciosa e altro tonno, e infine con altra insalata verde.

Giovedì: Tramezzino ai cetrioli
Prendiamo del pane bianco da tramezzini. Prepariamo la salsa allo yogurt mescolando lo yogurt greco 0% con sale, pepe, olio, aglio ed erbe tritate: basilico, prezzemolo, timo, origano a piacere. Laviamo i cetrioli tagliamoli a fettine non troppo sottili, dopo averli fatti scolare bene su un piatto inclinato. Farciamo il tramezzino facendo strati di salsa, cetriolo e mozzarella, aggiungendo una seconda fetta di pane dopo il primo strato. Mettiamo in frigo, lasciamo rassodare e poi tagliamo con un coltello affilato.

Venerdì: Pane di segale con salmone
Prendiamo tre fette di pane di segale: spalmiamone una con formaggio di capra, un’altra con una salsa di aneto. Componiamo il panino aggiungendo il salmone affumicato a fette, due ravanelli tagliati sottili e conditi con olio, sale e pepe, qualche fettina di mela verde e della lattuga. Facciamo tre strati di pane di segale alternando gli ingredienti, mettiamo in frigo a rassodare e tagliamo con un coltello affilato.

E voi? Volete condividere qualche ricettina golosa per fare altri panini da portare in ufficio?



Commenti

23 Commenti per “Un panino al giorno”
  1. Quando lavoravo in zuccherificio le ho provate tutte, dai panini di ogni ordine e grado ad una specie di bento (leggasi un semplice contenitore ermetico…) spaziavo dai pomodorini, mozzarelline cetrioli (era estate) el mettere in ordine tanti piccoli avanzi della sera prima…
    Un paninetto che mi piace è una baghettina o altro pane , con una salsina tipo quella di yogurt che fai fatto sopra o semplicemente formaggio fresco con qualcosa e verdure stufate (zucchine cipolla radicchio)
    A me piace anche toast freddo so che puo’ sembrare orrido ma me piace 😛 ma tu lo mangi anche a cena sicchè! 😛

  2. angela

    Ba nel primo panino manca il prosciutto crudo!! 😉 A pranzo anche noi mangiamo spesso panini o simili, dovendo fare 4 pranzi ad orari diversi, è la cosa più semplice. I preferiti dai ragazzi sono semplici, piadina con mozzarella e speck, a cui io aggiungo per me zucchina grigliata; toast prosciutto cotto e sottiletta, baguette tonno e insalata, hot dog con wuster e ketchup e patatine fritte in forno, panino con cotoletta ed insalata e poi ogni tanto, molto raramente qualche tramezzino comprato quando sono proprio di fretta!! Proverò i tuoi.

  3. Io vivrei di pane perciò con me sfondi una porta aperta. Anche ieri ho acceso la mdp ed ho sfornato un pane con tutti i semi che avevo in casa (lino, sesamo, papavero). Tutti contenti.
    Io ci aggiungerei anche il panino con la Nutella che ogni tanto ci può stare. Per addolcirci il pranzo in una giornata no!

    • Mamma Felice (Mappano) - Ariete
      Mamma Felice
      immagine livello
      Guru
      Mamma di Dafne (10 anni)

      Ma tu ci riesci a fare i panini con il pane della MdP? Io no. Lo trovo buonissimo da mangiare a pasto, ma senza quella consistenza per farci i panini. Lo cuoci a parte?

      • Lo cuocio nella macchina del pane, tagli le fette e poi faccio tipo tramezzini. Ma di solito lo mangio subito 😆
        Certo per fare i panini da portare in gita magari preferisco un altro tipo di pane perchè mi sembra che questo rimanga più asciutto…

  4. Prima di tutto è vero: spesso, quando si lavora in proprio, si ha meno tempo. Magari, però, è più facile organizzarsi; io, per esempio, alle 15.30 mi prendo una pausa per andare a prendere la bambina a scuola e fare merenda con lei, cosa che non potrei permettermi se lavorassi ancora da dipendente. Poi, però, magari mi tocca recuperare nelle ore notturne o all’alba del giorno dopo…
    Tornado al pranzo; io lavoro a casa e non ci penso neanche a prendermi un ufficio, però, spesso, non ho il tempo di cucinare e vado di panino anch’io. Ieri, per esempio, ne ho mangiato uno fatto così: panino alle olive farcito con tonno, capperi, un cucchiaino di maionese light, tanta lattuga.

    • Mamma Felice (Mappano) - Ariete
      Mamma Felice
      immagine livello
      Guru
      Mamma di Dafne (10 anni)

      Io lavorando da casa sono ingrassata tantissimo, davvero oltre la misura umana. Perché non mi so controllare e allora ogni scusa era buona per aprire il frigorifero. Poi avevo smesso di vestirmi, perché tanto andava Nestore a prendere la bambina, e così via verso lo sfacelo. Poi lavorando in due, insieme, in casa lo spazio era troppo poco. Ma lavoravamo anche meno: c’era sempre una lavatrice da fare o appunto il pranzo da preparare. In ufficio adesso mi sento più produttiva, anche se mi regalo almeno uno o due giorni di lavoro in casa quando devo scrivere in silenzio.

  5. lima38

    Anche io per l’ufficio utilizzo molto i panini: uso in realtà le fette di pane (fatto da me con pasta madre) cercando sempre di mettere delle verdure: insalata, verdure cotte o grigliate, con formaggio o prosciutto…; spesso però mi capita di portarmi qualche avanzo della cena, magari della pasta (in ufficio abbiamo un microonde così posso scaldarla), oppure mi preparo una bella insalata a cui aggiungo mandorle, fettine di mela, cubetti di pane tostato e pomodorini ( a volte anche delle scaglie di parmigiano)
    Comunque organizzarsi non è facile e capita di comprare il panino al bar…

  6. IO ti copierò!!! Adoro i panini!!!

  7. Salvati come antipasto per la grigliata del 25 aprile :mrgreen:

  8. madonna che fame
    io adoro i panini!!!
    un’altro che io adoro e’ brie e speck pero’ mi piace scaldato e col brie sciolto. se vuoi fare una cosa chic ci aggiungi qualche foglia d’insalata o rucoletta e magni.

    poi mi piace la rosetta con salsiccia e cicoria ripassata. con una peroni 😀
    ma hai visto quanto sono trash?

    e poi con formaggio caprino, pomodori secchi sott’olio e rucola

    poi con gorgonzola e bresaola

    sgombro sedano e olive

    panino al sesamo con la cecina :oink:

    insomma sono un’esperta

  9. quando ero incinta adoravo i panini con un sacco di formaggio caprino spalmabile e tantissimo paté di olive nere 😯

  10. Monica

    io sono golossisima di panini.anche io lavoro in ufficio, e quando non ho tempo per tornare a casa a mangiare, o vado a mangiare una buonissima spianata croccante farcita sul momento dal mio paninaro di fiducia, oppure mi porto io da casa dei panini fatti da me. E’ l’unico alimento che in ufficio riesca a darmi un senso di sazietà! Uno di quelli che preparo più spesso e che eleggerei il mio preferito è farcito con Parmacotto, carciofini, patè di olive nere e rucola. Sbav 😛

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Se ti registri gratis a Mammafelice puoi inserire foto nei commenti, inserire gli annunci di nascita, le date di compleanno, partecipare alla chat delle mamme e al forum.