I bambini e il sonno

Pubblicato il 18 gennaio 2013 da • Ultima revisione: 7 agosto 2014

bambini e il loro rapporto con il sonno

Crescendo come genitore ho messo in discussione molti miei atteggiamenti e spesso ho cambiato rotta, ma niente è stato meglio che trasformare il momento della buonanotte nella nostra famiglia.

Ho capito e sperimentato direttamente quanto i nostri figli, ancor più se piccoli, hanno bisogno di un sonno ristoratore per far si che loro giornate non siano scandite principalmente da capricci ed eccessiva agitazione. Per essere ristoratore il sonno deve anche essere lungo, tra le 10 e 12 ore, mentre spesso i bambini attualmente vanno a letto sempre più tardi, tentati in particolare dalla televisione i cui programmi nel tempo si sono spostati sempre più avanti.

Capitava anche a noi: dopo cena tutti sul divano davanti alla tv e loro già stanchi sembravano accendersi ancora di più invece che rilassarsi, l’orario medio per addormentarsi era intorno alle 23.00 per poi doversi alzare la mattina presto per andare all’asilo o a scuola, il momento del risveglio era spesso faticoso ma soprattutto durante la giornata erano capricciosi e stanchi.
Poi, attraverso un percorso graduale e naturale, abbiamo scelto di eliminare la televisione da casa e questo è stato il primo passo che ci ha permesso di approcciarci ad altri stili di vita serale.

E vi assicuro si può fare.
Non parlo di eliminare la televisione, capisco che sia troppo drastica come scelta, ma permettere ai nostri figli di dormire 12 ore a notte si, possiamo riuscirci. E non saranno solo loro a beneficiarne.

Io ho iniziato anticipando il momento della cena verso le 18,30 massimo le 19.00, così dopo possono avere qualche minuto per giocare e prepararsi per la notte. Cerco di farli arrivare al pasto serale già puliti e in pigiama e iniziamo con l’accensione di una o due candele che mettiamo al centro del tavolo, così si crea un’atmosfera morbida e rilassata. Dopo mangiato li lascio liberi di scegliere un’attività leggera che li aiuti e accompagni verso il momento del sonno, di solito sfogliano un libro o disegnano, poi tutti in bagno per denti, pipì e infine a letto.

Ecco, devo ammettere che le prime volte che erano stesi lì tra le coperte e l’orologio segnava le 19,30 i loro occhi erano belli sbarrati, le loro bocche piene di discorsi e non riuscivano quasi a stare fermi perchè sicuramente è difficile cambiare le abitudini, ma ero decisa. Lasciando una lucina accesa, anche qui sarebbe perfetta una candela ma sotto la nostra stretta sorveglianza, inizio a leggere lentamente una favola per massimo 15-20 minuti, con voce quasi sussurrata, senza enfatizzare troppo la storia, così che possano rilassarsi.

Dopo una settimana hanno completamente appreso questo nuovo ritmo, Daphne ascolta sempre tutta la favola fino alla fine mentre Ethan si addormenta dopo la prima riga, e dormono fino alle 6,30 quando suona la sveglia e si alzano freschi come una rosa.

Ho notato sin da subito dei beneficiin particolare sono diminuiti i capricci, quelli inutili che sono proprio il segno della stanchezza, è migliorata la vita di coppia perché in questo modo ogni sera io e mio marito abbiamo molte ore da condividere senza la loro presenza e soprattutto ho più tempo per me stessa.

Questa routine ormai procede da vari anni con tutte le eventuali eccezioni ( ovviamente d’estate le serate si allungano, siamo in vacanza!) e continua a regolare le nostre serate e il loro sonno, certi di aver donato loro tempo prezioso seppur impiegato dormendo.

Voi cosa ne pensate?  A che ora vanno a letto i vostri figli?



Commenti

58 Commenti per “I bambini e il sonno”
  1. Mia mamma é olandese quindi per me è stato naturale mettere i figli a letto presto adesso che sono più grandi vanno a letto alle 20 e si svegliano alle 7 d’estate non più tardi delle 20:30.

  2. lima38

    Per noi è impossibile cenare prima delle 20 (spesso alle 18.30 sono appena tornata a casa…!!), la più grande a volte deve finire i compiti e così via…Inoltre le mie figlie hanno sempre dormito poco, non più di 8 ore di fila.
    Comunque anche noi a volte eliminiamo la televisione, ci prepariamo presto per dormire e dedichiamo una mezz’ora alla lettura di favole, oppure facciamo dei lavoretti creativi subito dopo cena e sicuramente il sonno migliora.
    Grazie comunque per i suggerimenti.


    • immagine livello
      Visionaria

      andare a letto ai nostri orari certamente è un privilegio, nel senso che spesso il lavoro ci lascia fuori casa fino a tardi come nel tuo caso, oppure è solo il papà a rientrare tardi e giustamente si vuole stare tutti insieme, ma l’importante è soprattutto cercare di fare il massimo mentre si sta con loro e se è tardi, non importa, loro sentono comunque il nostro amore e accudimento

  3. Meg

    Io sono nata e cresciuta in campagna e la regola era andare a dormire presto la sera (durante la settimana la televisione non si accendeva proprio, solo il sabato sera si guardava tutti insieme Fantastico e – quando c’era – lo Zecchino D’Oro) per alzarsi prestissimo la mattina (alle sei mio padre era già a governare le mucche e mamma lo raggiungeva subito dopo aver caricato noi figli sullo scuolabus alle sette e mezza)…mi è sembrato normale fin da subito seguire la stessa regola con i miei figli e loro (che sono sempre stati bambini molto tranquilli già di carattere) non hanno mai considerato o desiderato un cambio di orari (concesso ovviamente solo in occasioni speciali o in vacanza!)…oggi però è una fortuna poter rispettare certi orari, perchè si lavora fuori casa fino a tardi e poi appena ci si ritrova tutti a casa ci sono tante cose da fare in fretta, c’è il nervosismo della giornata passata e l’ansia di preparare tutto per il giorno dopo…

  4. Mamma Felice (Mappano) - Ariete
    Mamma Felice
    immagine livello
    Guru
    Mamma di Dafne (9 anni)

    Dafne prima delle 21.30-22 non va mai a letto. Da piccola andava anche più tardi, adesso all’ultimo anno di materna, senza il sonnellino pomeridiano, si addormenta prima.
    Io devo dire che non ci ho mai badato molto e ho lasciato che fosse lei a decidere quanto dormire. Ho potuto farlo perché lei si sa regolare da sola e ha sempre dormito: da questo punto di vista non era una bambina difficile da gestire.
    La sera però mi piace tenermela vicino fino alle 21. Durante la scuola c’è poco tempo, non me la godo abbastanza a causa del lavoro.
    Infatti l’anno prossimo niente tempo pieno alle elementari: voglio optare per solo due rientri settimanali, per averla più vicina.

    • Meg

      A me i figli piace di più averli vicino adesso che sono grandicelli che da piccoli: da piccoli sono un pò un rompimento di scatole, anche se sono tanto teneri, invece quando crescono ci puoi fare un discorso, ti puoi far aiutare a fare qualcosa (tipo appaiare i calzini o mettere a posto la spesa!) e non devi interrompere mille volte il lavoro per pappa/cambio pannolino/capriccio/sonno…detta così sembro un mostro egoista, in realtà…un pò egoista lo sono, ma credo che i mostri siano altri!


      • immagine livello
        Visionaria

        è importante, prima di tutto, che la mamma abbia una forte sanità mentale, affinche i figli possano godere della sua vicinanza, una mamma esaurita fa male a loro e a tutta la famiglia 😀
        io la penso così

      • silvia

        brava meg,
        d’accordissimo! mia figlia va a letto alle 22:30 e ha 2 anni e mezzo e chissa come mai ha sempre dormito benissimo tutta la notte senza mai svegliarsi…..
        boh va da caso a caso
        ma vedo figli di amici che vanno a letto presto si svegliano, chiamano e hanno un sonno disturbato in genere.

        per noi funziona bene così

      • Mamma Felice (Mappano) - Ariete
        Mamma Felice
        immagine livello
        Guru
        Mamma di Dafne (9 anni)

        Meg è proprio vero! :mrgreen: :mrgreen:


    • immagine livello
      Visionaria

      Daphen è splendida!!! comunque hai ragione che se si lavora tutto il giorno, e l’unico momento per stare insieme è la sera, si ha volgia di prolungare il momento della nanna, e credo sia giusto così, infatti ogni cosa deve seguire le regole del buonsenso. sarebbe inutile e triste mandarli a letto presto e vederli 5 minuti al giorno. inoltre condivido con te la scelta di non lasciarla tutti i pomeriggi a scuola, se puoi, sono momenti preziosi a quell’età e specialmente il primo anno sarà stanchissima per l’impegno che la prima classe richiede ad un bambino di 6 anni.

      • Mamma Felice (Mappano) - Ariete
        Mamma Felice
        immagine livello
        Guru
        Mamma di Dafne (9 anni)

        Sì, e poi io la vedo ancora troppo piccola. Essendo di Dicembre secondo me sarebbe uno sforzo troppo grande stare a scuola tutto il giorno, visto che la scuola dice che al pomeriggio si fa comunque attività curricolare. Ho scelto questo lavoro per avere tempo, non mi voglio perdere i suoi primi compiti (anche se so che me ne pentirò ahhaa).


      • immagine livello
        Visionaria

        i compiti…. a quelli non ci viglio pensare!!!! 😀 😆

  5. Cavoli, i miei vanno a letto alle 21.45 e pensavo di essere brava :mrgreen: !!!!!!!!!!!!
    Per noi non è possibile anticipare, prima delle 20-20,15 non ceniamo perché il marito torna tardi dal lavoro e non mi paice assolutamente cenare in momenti diversi, visto che è l’unico momento della giornata in cui possiamo stare insieme con calma.
    però è verissimo che la tv dopo cena è IL MALE, almeno per quanto ci riguarda, diventano più nervosi, fanno un saccod i capricci, mentre se passano un’oretta giocando o disegnando o leggendo qualcosa sono molto più tranquilli…


    • immagine livello
      Visionaria

      si, è vero la televisione è una forma di eccitante, per loro come per noi! senza demonizzarla ovviamente, dai nonni la guardano e se capita, anche da amici! 😆

  6. mio figlio ha quasi 6 anni e in tutto questo tempo il sonno è sempre stato la nostra spina nel fianco.
    Semplicemente ha sempre rifiutato l’idea di dormire, vorrebbe sempre giocare e fare cose o aspettare il papà che rientra tardi.
    Ci siamo dati un orario di massima: ore 21 tazzina di latte, un cartone animato tranquillo, toilette e a letto, ma se dipendesse da lui alle 23 saremmo ancora lì a chiacchierare. Cerco di non sgarrare perchè altrimenti la stanchezza si fa sentire durante la giornata con l’irritabilità (e a volte con l’inappetenza.

  7. sere

    lorenzo ha sempre dormito. il giusto.
    fin da appena nato, non ha mai dormito più di tre ore di fila per pisolino(tempo limite dato dall’ostetrica per evitare di scombussolare i primi tempi/ritmi).
    lui è molto regolare in questo e dorme finchè ha bisogno di dormire stando sempre negli stessi tempi. se non sta bene o ha qualcosa che non va lo capisco dal fatto che dorme oltre i suoi tempi abituali.
    anche io cerco di non farlo cenare tardi, verso le 19, per dargli poi modo di giocare col suo babbo e rilassarsi;dalle 20.45 c’è un sistema di sveglie ogni 15 min che scandisce le cose da fare:sistemare giochi, lavarsi e prepararsi, entrare nel letto. poi storia, coccoline e la buona notte, max 21.30, dopo la quale bisognerebbe stare in silenzio fino alla mattina successiva, cosa questa che non riesce molto bene. il punto un po più dolente è il risveglio (7.15): anche se lorenzo è riposato, è luuuuungo e lo si deve richiamare mille volte perchè gironzola per la casa senza meta anima cara! e per fortuna io non vado a lavorare!;)
    con lui mi innervosisco ma sono cosciente del fatto che lorenzo si prepara da solo: si lava, si veste, si infila giacca, cappello, guanti e scarponcini per uscire legandoseli quasi interamente da solo, e a 4 anni queste cose richiedono il loro tempo.
    buon venerdì.
    S.

    PS: anche noi non abbiamo la tv e noto, con Moltissima soddisfazione, le differenze fra il mio bambino e gli altri, a volte troppo pieni di stimoli che nemmeno loro capiscono e non sono in grado di gestire emotivamente.(sia chiaro, senza offesa alcuna per nessuno). inoltre anche noi adulti traiamo beneficio dall’andare a dormire con la testa leggera invece che piena di notizie e informazioni e immagini in continuo movimento.


    • immagine livello
      Visionaria

      ma ha 4 anni e fa tutte quelle cose da solo??! Ma è bravissimoooooo!!!! complimenti anche per allacciarsi le scarpe, loro punto dolente e di grande concentrazione per Riuscirci bene

  8. Alle 21 la piccola, intorno alle 22,30 la grande.
    Ceniamo alle 19 e non vediamo tv la sera (e poco anche durante il giorno).
    In generale penso che i bambini dormano quando hanno sonno e non sia il caso di forzarli.
    Soprattutto non esiste una ricetta valida per tutti, e se è importante la vita di coppia lo è anche quella di famiglia. Io ho la fortuna di godermi le bambine tutto il giorno, ma mio marito rincasa alle 19. Se forzassimo le bambine a dormire alle 19,30 (ammesso che fosse possibile) vedrebbero il papà solo nel fine settimana e ci perderemmo tutti preziose serate insieme (senza capricci, perché per noi sono momenti molto belli).


    • immagine livello
      Visionaria

      TI capisco e concordo sul fatto che è importante che passino il loro tempo anche con il papà, assolutamente, ogni “regola” deve essere dettata dal buon senso senza cadere nel rigore eccessivo, le scelte che si fanno devono portare gioia! un abbraccio

  9. clarissa

    MIo figlio lo metto a letto alle h 20.30, gli faccio vedere mezz’oretta un cartone e alle h 21,00 in punto crolla, al mattino la sveglia è alle 7,00.
    Sto facendo un pò di fatica a riprendere i ritmi dopo le vacanze di Natale, dove stava sveglio quanto voleva.
    Ma devo dire che le sue 10 ore di sonno gli fanno bene, al mattino non fa mai storie quando si sveglia.

  10. Io al massimo li metto a ninna per le 21 ma devo ammettere che quando vanno prima la mattina sono più rilassati.
    Io vorrei tanto riuscire a cenare prima, am non sempre ci riesco.
    Cmq sappi che mi sono rilassata anche io a leggere la vostra routine 😉


    • immagine livello
      Visionaria

      laura, sono felice che le mie parole abbiano rilassato anche te ahaha!! io mi rilasso anche molto quando la casa è in silenzio e tutti dormono e io posso fare quello che voglio prima di andare a letto 😆 😉

  11. Mia figlia ha 2 anni e 7 mesi, per fortuna è sempre andata a dormire presto 20.30/21.30 in compenso si sveglia anche presto 6.30…
    Io la lascio giocare un pò, poi ci si lava i denti, pipì e la favola o le favole, ma massimo entro le 21,30 è a letto. Pensavo che fosse troppo presto, ma serviva a me per rilassarmi, e stare con il mio campagno e me stessa, ma ora mi accorgo che l’esigenza mia è cmq. un bene per mia figlia. Perfetto ora mi sa che la manderò a letto ancora prima. 😆


    • immagine livello
      Visionaria

      i piccolini, se dormono anche il pomeriggio forse fanno fatica ad andare troppo presto, anche se il mio di un anno appena compiuto alle 20.00 crolla … oppure si imbizzarrisce, specie se siamo a casa di amici, sveglio come un grillo fino a tardi! E’ vero Barbara- mammafelice?

  12. veronica

    viola ha 2 nni e mezzo e dorme con piacere da quando aveva diciotto mesi …prima non riusciva a rilassarsi si svegliava continuamente anche quando semplicemente si girava ..poi piano piano iniziando a raccontarle piccole fiabe e sempre gli stessi rituali si è abituata ed ha imparato a dormire di gusto .. noi si mangia sette mezza e poi gioco con papà che non ha visto tut il di ..(.o anche da sola) le piace raccontarsi le favole colorare insieme ..poi verso le 9 ci si lava pigiama e favola e coccole …si addormenta verso le dieci e dorme se non h particolar problemi fin verso le sette …prima che era piu piccola anche prima ..ma effettivamente cosi dorme un po di piu ed è piu rilassata …concordo anche io che giochi troppo agitati e tv la sovraeccitano ,,, in vacanza all inizio la mandavo alla stessa ora ..poi visto che si era in campeggio e si giocava un po piu a lungo la lasciavo di piu …se no che vacanze erano ??


    • immagine livello
      Visionaria

      i rituali serali sono forse i più importanti per accompagnarli serenamente al sonno, le azioni ripetute tutti i giorni li rassicurano e li rilassano, anche noi usiamo quasi sempre le stesse modalità. ee hai ragione, in vacanza siamo in vacanza! 😆

  13. angela

    Con mio figlio minore abbiamo avuto molte difficoltà legate al poco sonno quando era piccolo, non dormiva quasi nulla, ma dopo i tre anni con la materna le cose si sono sistemate. Certo ha bisogno di dormire poco come suo padre, mentre io e il maggiore siamo dormiglioni. Io alle 22/22.30 dormo anche perchè la mattina la sveglia suona alle 6.10. Come orario di nanna a casa nostra è sempre stato le 21.30 e anche ora che sono grandi a quell’ora sono in camera con la luce spenta, ascoltano un pò di musica, guardano anche se raramente la tv oppure chattano con gli amici. Ma alle 22 l’undicenne e 23 il sedicenne dormono. Secondo me le 19.30 è troppo presto neanche quando erano piccoli andavano a letto così presto. Noi ceniamo alle 19 ma la maggior parte delle persone che conosco cenano alle 20, non credo che si possa andare a dormire con la cena ancora sullo stomaco. Per non parlare del fatto che la maggior parte delle mamme al giorno d’oggi lavora e rientra a casa per le 17/18 e quando ci sta con i figli??!!! Secondo me demonizzate troppo la tv, a prescindere dal fatto che io ne vedo pochissima, per mancanza di tempo libero, che quando c’è preferisco investirlo in altro…Penso che come tutte le cose proibite quando si ha disposizione se ne abusa, io ho insegnato ai figli a non abusarne, se c’è o non c’è non ne sento la differenza. Giorni fa avevamo problemi con l’antenna tv, e si sono accorti che i tecnici l’avevano aggiusta dopo due giorni, per farvi capire quanta tv guardano!!


    • immagine livello
      Visionaria

      credo che ogni situazione è perfetta se funziona, in ogni caso. nel nostro caso andare a letto a quell’ora funziona bene perchè porta beneficio prima di tutto a loro, inoltre abbiamo la fortuna di un papà che rientra alle 17.30 e io che in passato lavoravo a turni, quindi a volte non c’ero proprio, mentre ora sono a casa. ripeto che ogni situazione deve stare comoda a chi la sceglie, perchè è inutile sforzarsi in una direzione se poi si cade nella rigidità cieca. Nelle famiglie in cui i genitori rientrano tardi la priorità è passare il tempo con i propri figli e non farli dormire per forza alle 19.30. Per quel che mi riguarda, mi metto sempre in discussione come genitore, anzi 99% dei casi mi sembra sempre di sbagliare, e spesso torno indietro sui miei passi, ma cerco di mettere sempre alla base una domanda, sto creando valore con questa azione? non credo esista una perfezione nelle scelte, nell’essere genitori, ma una tendenza alla ricerca, al dubbio che si trasforma in ricerca appunto. Perchè anche non porsi domande e rimanere fermi non sempre aiuta i nostri figli, in questa epoca dove sono spesso merce di scambio, commerciale per la maggiore.
      prendo spunto dal tuo commento per dilungarmi, quello che descrivi tu, di imparare a non abusare (esempio l’uso della tv, aggiungiamo anche dieta sbagliata, uso dei mezzi tecnologici?) è quello che provo ad insegnare ai miei figli, ma com’è difficile! tu come fai? i tuoi sono già grandini, hai qualche consiglio?

      • angela

        Hai ragione Ester è difficile, molto difficile soprattutto in questa società che è troppo permissiva. Io sono fermamente convinta che alla base di ogni famiglia ci siano delle regole che vanno rispettate, nel corso degli anni le regole si sono modificate, perchè ovviamente non posso obbligare un sedicenne ad andare a letto alle 21, anche se io stessa ci andrei, ma posso parlargli per fargli capire l’importanza del sonno, blah….Io credo che se siamo riusciti ad instaurare un buon dialogo con i nostri figli, tante cose sono più semplici. Ad esempio i miei ragazzi non guardano molta tv perchè non gli è mai stato proibito ma non è mai stata incentivata, ho sempre cercato di dare loro delle alternative, quando erano piccoli, attività sportive, merende con gli amici, pomeriggi in biblioteca, alla ludoteca o al parco. I bambini come i ragazzi hanno bisogno di alternative positive. E’ stata più dura con i videogiochi, all’inizio ero dura, quando il maggiore andava alle elementare poteva giocare solo il fine settimana e uno o due pomeriggi a settimana se invitava un amico o andava da un amico. Alle medie siamo passati ad un’ora alla settimana, poi passa e ora che va alle superiori i videogiochi sono passati in secondo piano e passa molto più tempo con il pc, ma lo preferisco perchè è interattivo, studia ( esempio ricerche o e cdl) oppure ascolta la musica, parla con i compagni di scuola o con gli amici. Mentre con il piccolo sono stata un pò più permissiva, i secondi vivono sempre di rendita. Ma ripeto dal punto di vista tv, videogiochi sono sempre stata abbastanza fortunata, poche regole e chiare e alternative. I miei figli tra un uscita con gli amici e una partita alla play station scelgono senza ombra di dubbio l’uscita con gli amici. 😉


      • immagine livello
        Visionaria

        grazie, mi dimentico sempre che le soluzioni alternative alla tv, giochini elettronici o computer, sono le più richieste e sta a noi all’inizio fare in modo di crearle per loro. E’ quello che provo a fare, ma sentirlo dire da te mi aiuta a centrare meglio il fuoco!
        grazie

  14. Giulia

    Mia figlia va a nannna alle 20.30 e si addormenta da sola, anche io come Ester la faccio cenare alle 18.45/19.00 (anche perchè all’asilo pranzano alle 11.30 😕 e quindi ovviamente a quell’ora è assatanata!!
    poi sa che ha un’oretta di televisione prima del bagnetto che facciamo alle 20.00. Dopo il bagno lei sa che si dorme e quindi anche se vede la tv dopo cena ho il bagno che fa da cuscinetto! a quel punto mi da un bacio e vuole andare nel suo lettino!! non sia mai che provo a trattenerla in braccio per troppo tempo, il suo lettino è sacro! quindi va a letto per le 20.30 e tempo che si addormenta sono le 20.50 massimo. Certo…poi si sveglia per le 6.30/7.00 ma anche quello prima o poi cambierà! tra l’altro se va a dormire più tardi (sperimentato) sempre a quell’ora si sveglia e allora….tanto vale!!!


    • immagine livello
      Visionaria

      anche i miei quando erano piu piccoli se andavano a letto tardi si svegliavano comunque alla stessa ora, adesso invece poltriscono un po di più ma non tanto, eh, massimo alle 9,30 sono in piedi!
      brava la tua piccola ad addormentarsi da sola nel lettino! una gran conquista 😀

      • Giulia

        Eh si…ma devo dire che ha fatto tutto da sola! fino a 6 mesi si addormentava solo in braccio, un giorno mi spinge via e da lì fino a 18 mesi si è addormentata con me nel lettone, poi andava nel suo lettino…a 18 mesi mentre la addormentavo abbracciata a me si mette seduta e indica il lettino: da allora si addormenta da sola!
        Alla faccia di chi mi diceva “così la vizi”!

        A me andrebbe benissimo fino alle 9,30, noi ci svegliamo presto…è stare in piedi alle 6.45 d’inverno che mi mette un pò di ansia!


      • immagine livello
        Visionaria

        che meraviglia di bambina, decisa, come se sapesse già cosa fare nella sua vita!
        ora che mi ricordo, quando ethan era piccolo anche per lui la sveglia era sempre òe 6,30, uno strazio per me!!! poi pian piano è cambiato.
        un abbraccio

  15. Di norma 7,30-8,00 pm, anche se la mia piccola (di 8 mesi) per adesso si sveglia spesso la notte…stiamo lavorando anche su quello! :/

  16. chiarac

    Noi li mettiamo a letto verso le 20.30-21.00 e alle 6.30, massimo 7.00 sono svegli (sempre che non ci siano risvegli notturni!) Se li mettessi a letto prima mi sa che alle 5 saremmo tutti svegli! 🙄

  17. Per noi alle 21 inizia il rito della nanna. Lavarsi i dentini con lo spazzolino, pipì nel vasino, pigiamino e ultimamente un piccolo libro da sfogliare insieme prima di mettersi nel lettino. Dal lettino pochi minuti di mano di mamma o babbo, qualche carezza sui capelli e poi … sonno 🙂

  18. Mia proprio non sopporta le storie! 😯 quando provo a leggere con lei mi strappa i libri dalle mani o vuole girare le pagine da sola e se provo a raccontarle una favola urla “noooo!” e certo non sii tranquillizza in questo modo prima di andare a letto. Nelcorso di questi quasi due anni le abbiamo provate tutte per farla addormentare! La routine del momento consiste nel farle vedere un paio di filmati brevi e poi “ninnanannaninnaoh” ma il tutto inizia alle 21.30 per finire alle 22.00, quando va bene!
    Odio questo metodo, e spero di riuscire a cambiarlo al più presto!

  19. I miei hanno sempre avuto questo tipo di routine fin da piccoli e vanno a letto verso le 21 e la mattina si svegliano verso le 8 il più grande e verso le 9/9:30 la piu piccola, ma devo dire che se il più grande non va a scuola materna si sveglia anche lui tardi come la sorella e nei weekend dormono fino a tardi entrambi devo dire di essere molto fortunata! Però si tratta di abitudini e il rito della nanna è fondamentale così come fare la nanna o il pisolino durante il giorno.


    • immagine livello
      Visionaria

      già essere predisposti a dormire è una gran fortuna ma come dici tu, il rito prima della nanna è essenziale, le abitudini ripetute li tranquillizzano e li portano naturalmente verso il sonno!

  20. Moony

    Io ho un bimbo di 9 mesi e va a letto alle 19:30/20:00 perchè vedo proprio che se fa troppo tardi si innervosisce. Anche perchè durante il giorno fa dei micro sonnellini, vuole esplorare e ovviamente dormire è una perdita di tempo 😀 . Così anch’io ho un pò di tempo per stare con il papà. Su questo argomento ho avuto una discussione accessa con una mamma che mi ha attaccato dicendo che lo metto a letto troppo presto e che così non posso mai uscire con lui. Ritengo che i bimbi sono tutti diversi e anche gli stili di vita. Io esco con lui ma di certo non tutti i giorni, anzi cerco di organizzarmi e lasciarlo a casa a dormire nel suo lettino. Complimenti ad Ester e a Barbara (Mamma Felice) i vostri blog mi accompagnano sempre.

    • Ha nove mesi! Io dico che il tempo per uscire lo avrai eccome, anche troppo! Io penso che quando sono così piccoli si debbano seguire i loro ritmi e le loro esigenze….quando sarà più gande potrà adattarsi un po’ anche lui…


      • immagine livello
        Visionaria

        condivido quello che dici, quando sono così piccoli dobbiamo essere noi ad assecondare i loro bisogni il più possibile, poi quando cresceranno saremo più liberi 😆

      • Moony

        Concordo pienamente! E’ piccolo e ha bisogno delle sue abitudini. Questo è un argomento di discussione con molte amiche che ritengono che debba portarlo sempre con me e in ogni posto, anche se affollato e rumoroso. Io sono contraria. Preferisco, quando è possibile, lasciarlo a nonna o zia in modo che lui possa seguire i suoi ritmi e io posso avere un pò di tempo per me 😀

      • Giulia

        Moony fai benissimo, anche fino a poco fa ho “subito” critiche da quasi tutti perchè mi dicevano che stavo rinunciando a tutto per mia figlia, che non c’era problema se uscivo e lei dormiva sul passeggino…io sono convinta che dobbiamo adattarci ai loro ritmi, e che questo ripagherà con il tempo: i figli delle mie amiche che facevano tutto come prima di averli vanno a letto tardi e sono molto agitati, mia figlia ha la sua routine, si addormenta da sola e sono sicura che tutto questo sarà un vantaggio mano a mano che crescerà. Ora quando usciamo è un piacere anche per lei e io mi diverto di più!


    • immagine livello
      Visionaria

      il mio piccolo di un anno fa esattamente la stessa cosa, crolla verso le 19,30 e se rimane in piedi spesso si innervosisce, raramente usciamo la sera, a cena da amici, quindi in quei casi rimane sveglio e felice, perchè si rende conto di essere in una situazione di festa. L’unico problema è che lui si sveglia spesso di notte, dall’una in poi, ma non cambia se lo metto a letto più tardi, anzi in quel caso il suo sonno è ancor più disturbato!! grazie per leggere kosenrufu mama!!!!

      • Moony

        Quando era più piccolo intorno ai 6-7 mesi dormiva anche tutta la notte dalle 7:30 alle 6:30. Adesso comincia anche lui con i risvegli soprattutto in questo periodo per i malanni invernali perchè non respira bene. Vuole qualche coccola e poi di solito si riaddormenta. Si mi piacciono molto i tuoi post e come sei “mamma”, ti ho scoperto tramite il blog di Chiara (Nella mia soffitta) che seguo sempre e poi ti ho trovato qua da Mamma Felice altro mio blog preferito. Un abbraccio


      • immagine livello
        Visionaria

        cara moony grazie di seguirmi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Se ti registri gratis a Mammafelice puoi inserire foto nei commenti, inserire gli annunci di nascita, le date di compleanno, partecipare alla chat delle mamme e al forum.