Quando un bimbo non mangia…

Pubblicato il 23 luglio 2010 da • Ultima revisione: 15 ottobre 2012

quando un bimbo non mangia

Quando un bimbo non mangia… ma sarà sempre vero?
Non affronto nel mio post i casi di bimbi davvero inappetenti o con problemi di salute, perchè sono ignorante e non sono per niente titolata in proposito. Però mi scappa di parlare degli altri bimbi, tantissimi, quelli che per i genitori non mangiano mai niente e poi il pediatra li vuole mettere a dieta perchè sono ciccioncelli :)

Ma sarà che noi mamme italiane siamo un po’ troppo fissate con il cibo?

Allora dico la mia: i bambini ciccioni non mi piacciono.
Lo dico in qualità di cicciona. Meglio essere magri sin da bambini, perchè la magrezza è salute. Non una magrezza patologica, ovviamente, di quelle che il bimbo si deve sentire a dieta sin da piccolo perchè la madre si è fissata che il bimbo/la bimba devono essere fighi per fare il tronista o la velina. Nooone!
Una magrezza del tipo: sono un bimbo e il mio pensiero principale è giocare e sporcarmi, quindi del cibo me ne frega poco e niente, mangio veloce e poi torno a giocare, e possibilmente ricordamelo tu, mamma, che devo venire a mangiare, che io ho altro da fare grazie.

La ciccia è il MALE.
Fatevelo dire da una che quasi metà della sua vita l’ha passata da cicciona. La ciccia, anche nei bambini, non è divertente e non fa tenerezza. E’ una brutta cosa. Perché essere obesi da piccoli significa che:
si ha un cattivo rapporto con il cibo troppo precocemente, e da grandi sarà pure peggio;
si ha troppo desiderio di cibo, e per quanto ne so io (che son stata bulimica per secoli e secoli amen), facendo una psicologia della mutua, l’equazione è: mangi per riempire un vuoto di qualcos’altro (affetto, noia, solitudine…);
il cibo diventa un ricatto, un premio o una punizione, e quindi da grande diventerà anche una consolazione, e questo è sbagliato, perchè è consolandosi col cibo che poi si diventa obesi;
il cibo non è così importante, e non dovrebbe essere il pensiero fisso per nessuno (e, di nuovo, fatevelo dire da una che ha avuto l’ossessione del cibo tutti i giorni della sua vita per anni);
l’obesità è una malattia fisica e anche psicologica, che ti fa sentire inadeguato e ridicolo, e iniziare da bambini a sentirsi esclusi è come far esplodere una mina sulla propria autostima.

E quindi… quando un bambino non mangia, sarà proprio vero?
Molte mie conoscenti della vita reale, dicono che il bimbo non mangia, e poi hanno dei bambini bellissimi e sanissimi, il ritratto della salute, con le braccine cicciotte e le guance da mordere. E anche se il pediatra dice che il bambino sta bene, per loro mangia sempre troppo poco.

Certo che se a un bimbo piccolo (diciamo fino alle elementari?) fai un piattone gigante di pasta, nemmeno cacciandoglielo in gola con l’imbuto potrà mangiarlo!

Ai bimbi bisogna dare al massimo 1-2 cucchiai di ogni portata, e aspettare che siano loro, eventualmente, a chiederne ancora… sempre con un limite. Perché è vero che non dobbiamo ossessionarci con le bilance da cucina, ma a un bimbo piccolo (6-12 mesi) bastano 30gr di carne/pesce a pasto + 30gr di carboidrati + verdura in quantità!

Ecco allora qualche spunto che cerco di ricordare anche io per mia figlia, visto che per me stessa ho fatto cilecca molte volte:

- Il cibo non è un premio, né una punizione: non si minaccia un bambino di stare senza cena, né lo si premia dandogli qualcosa di buono da mangiare in cambio di qualcosa (per es: se smetti di fare i capricci ti do il cioccolato). Altrimenti il cibo assume un’importanza che non deve avere, e diventa una cosa su cui si può contrattare.

- Si può scegliere tra due opzioni: a casa non esiste il menù personalizzato, e si mangia tutti la stessa cosa. Ma, poiché i gusti son gusti, posso proporti due opzioni: preferisci un cucchiaio di pasta al burro o pasta al sugo? preferisci la fettina o il prosciutto cotto?

- La carne è meno importante della verdura: nel mondo civilizzato si fa una dieta iperproteica, e questo è un errore alimentare. Troppe proteine non fanno bene all’organismo, e non devono essere il piatto principale della nostra dieta. La carne può facilmente essere sostituita con: pesce, prosciutto, legumi, uova, latticini… e questi alimenti, ricchi di proteine, sono in sostituzione della carne, e NON in aggiunta.

- Non è vero che ai bambini non piacciono le verdure: i gusti son gusti, ma è impossibile che ai bimbi non piaccia nessun tipo di verdura.
Innanzi tutto: a casa la verdura si cucina? Come la si cucina? E mamma e papà la mangiano volentieri?
Perché le mie amiche mi dicono che i figli non mangiano le verdure, e poi a cena è soprattutto il papà che non mangia niente di ‘verde’, e quindi perchè i figli dovrebbero fare diversamente da lui?

- Impariamo a cucinare: uno dei problemi maggiori, con i bimbi, è la noia. Che noia i pranzi sempre uguali! Io da piccola non osavo più dire ‘che buono!’ di fronte a un piatto, per paura che mi venisse propinato per settimane e settimane sempre uguale.
Noi, che non siamo per niente dei supereroi e siamo anche molto pigri, nonostante la nostra scarsa applicazione, in un mese raramente mangiamo lo stesso piatto due volte. E vi assicuro che non dedichiamo più di un’ora al giorno alla cucina. Se non si sperimenta, se non si cambia, se non si fa qualcosa di divertente, che gusto c’è?

- Lasciamo il cibo a disposizione, ma solo quello giusto: nascondiamo le merendine e i biscotti nello scaffale più alto della cucina (uno ogni tanto ci sta, ecchediamine, di qualcosa si deve pur morire!), in modo che non siano a portata di mano dei bimbi. A portata di mano lasciamo invece sempre della frutta fresca già lavata, delle verdure crude tagliate a bastoncino o fiorellino, delle macedonie belle pronte. I bimbi assaggeranno! Non sarà difficile vedere piccoli morsi sulle mele rosse, se li lasciate fare da soli!

- Cuciniamo (e sporchiamo) insieme: si può avere una casa pulita prima di tutto, oppure una casa un po’ sporchina, ma piena di creatività. L’ossessione per la casa pulita non mi appartiene. Quella malattia mi è passata in fretta!
I bimbi, per amare il cibo, devono toccarlo, manipolarlo, pastrugnarlo, spiaccicarlo, assaggiarlo… non ci può essere amore per il cibo in un bimbo ossessionato da frasi come: Non sporcarti! Non mangiare con le mani! Guarda come ti sei ridotto! Non fare briciole!
Massantapolenta, ma come cavolo si fa a non fare le briciole? Io me lo sono sempre chiesto, tutte le volte che ho sentito questa frase. Ma che ansia!!

- Porzioni piccole, niente tris: ai bimbi si devono dare piccole porzioni. Lo scopo non è ingozzarli, ma dargli nutrimento. Tenendo conto di quelle proporzioni di cui parlavo prima, a ciascun bimbo si versano nel piatto solo 1-2 cucchiai di ogni portata. Può chiederne ancora, se lo desidera, una volta, ma non tre! Se un bimbo chiede ancora pasta, ma ne ha già mangiati 40-50gr, non deve averne ancora! Ne ha già mangiata troppa!
Diverso per le verdure: di quelle può chiederne quante ne vuole…

Vi viene in mente altro? Siete d’accordo?
Sono un po’ estremista, sul cibo, lo so… Ne parlo con cognizione di causa, perchè è stato ed è un mio problema grosso, che non voglio trasmettere a mia figlia. Cosa facciamo per fare in modo che i nostri bimbi siano felici anche a tavola?



Commenti

111 Commenti per “Quando un bimbo non mangia…”
  1. Sognodime scrive:

    Io ero una “bambina che non mangia” e non so se fosse vero o meno, ma i problemi alimentari me li porto avanti (insieme a una decina di chili in eccesso) dalla preadolescenza. Tuttora per me i carboidrati (biscotti per lo più) sono una consolazione da una brutta giornata.
    Ho l’impressione che anche Sara, Franci ed Ema tendano a prendere peso facilmente, ma cerco di non farne loro un problema, tutti e tre sono molto attivi e quindi consumano, non li definirei bambini magrissimi ma nelle tabelle della pediatra sono perfettamente normopeso…

    Vorrei avessero con il cibo un rapporto più sereno del mio…
    In particolare mi preoccupo per Sara che, appassionata di danza, si sente dire dalla sua insegnante che ha troppo sedere e cosciotte per fare la ballerina. Inutile dire che non frequenta più il corso di quella donna (non sarà Sara un’altra delle ballerine anoressiche per colpa sua) ma a tavola spesso rifiuta il pane e la pasta…
    Hai qualche consiglio da darmi in proposito?

    Grazie in anticipo, soprattutto per questo post che ci permette tanto dialogo su argomenti così spinosi! :perte:

    • Mamma Felice scrive:

      Credo che i cereali integrali possano dare una mano a tua figlia: pane e pasta integrali, riso, farro… piccole porzioni accompagnate da tante verdure e da tante proteine. Così potrà ballare senza avere problemi!

  2. Emanuela scrive:

    Ciao Barbara. Ho letto tutto questo post (interessantissimo) così come leggo il tuo blog tutti i giorni anche se non sono ancora intervenuta.
    Mia figlia di due anni e tre mesi ha lo stesso “problema” o forse fortuna, di mangiare poco e per me la sua inappentenza e’ stata un motivo d’ansia e alcuni giorni lo e’ ancora oggi. So benissimo che i bambini si autoregolano e cerco ogni giorno di non fare l’errore di farle pesare se non ha finito quello che ha nel piatto oppure congratularmi con lei se quel giorno ha finito tutto. Non voglio che lei pensi che la mamma e’ contenta solo perche’ ha mangiato tutto. Faccio parte delle mamme consapevoli degli errori ma che hanno questo tarlo del “magari poi non cresce abbastanza” (forse perche’ io sono piccolina…) e non riesco facilmente a vincere questa mia ansia, anche se ci provo sempre a migliorarmi.
    Il sunto e’ che mia figlia a 27 mesi di eta’ pesa solo 11 kg tondi tondi, per 189 cm di altezza. E’ magrolina ma sta benissimo come allegria, energia (ne ha da vendere, sempre in movimento, quindi ha un metabilismo molto veloce).
    Il suo secondo “problema” e’ l’autonomia. Ancora adesso non e’ facile riuscire a farle fare il pasto da sola e quindi, se voglio che mangi un po’ di piu’ devo imboccarla. Se non la imbocco potrebbe anche non toccare proprio cibo! Lei vuole solo giocare e mangiare e’ solo una perdita di tempo. Spesso, per darle cio’ che non mangerebbe a pezzetti mi vedo costretta a darle ancora gli omogenizzati di carne e di frutta perche’ non sempre assaggia un pezzo di carne o un pezzo di mela. Le piace solo la banana o i mandaranci. Il resto della frutta non esiste per lei anche se io gliela propongo regolarmente perche’ noi consumiamo frutta a ogni pasto. Come carne accetta solo la svizzera (ma a volte rifiuta pure quella) e per il resto devo darle il vasetto. Per il pesce e’ la stesa cosa: vasetto perche’ i pesci “veri” a pezzetti la schifano. Come primi invece mangia di tutto dalla pasta ai risotti, dalle lasagne ai ravioli alle minestre. Sono invece preoccupata per le proteine perche’ a parte prosciutto, bresaola, formaggio, uova (che vario giornalmente) non riesco a darle mai la classica fettina di vitello a pezzettini o la scaloppina di pollo/tacchino, ne’ il coniglio o altra carne magra, e tantomeno il pesce. Eppure io cerco sempre di variare e di farle assaggiare tutto. Mi chiedo per quanto tempo dovro’ andare avanti a sovvenzionare la Mellin e la Plasmon. Non ne posso piu’! Scusa il lungo sfogo…

    • Mamma Felice scrive:

      Ciao Emanuela! Io sono una mamma un po’ spartana: secondo me non c’è bisogno che ti fai tanti scrupoli, elimina gli omogeneizzati e bon. ;) Comunque è piccola, eh, quindi puoi anche decidere di aspettare ancora fino all’estate! Non c’è nemmeno bisogno di mangiare per forza la carne: noi non la mangiamo più, e i sostituti di cui tu hai parlato vanno benissimo anche per la bimba. Secondo me, basta solo non darle alternative, altrimenti magari ne approfitta: per lo meno mia figlia fa così, e tutte le volte che ho apportato un cambiamento radicale, lo ha recepito senza traumi. Il pediatra che dice? Secondo me la cosa migliore è parlarne con lui, dicendogli sia quali sono le tue preoccupazioni, sia quali sono le abitudini alimentari della bimba.

  3. Nicoletta scrive:

    Grazie Mammafelice mi trovi perfettamente d’accordo in tutto!
    Io ho sempre abituato dallo svezzamento mio figlio (2 anni e 4 mesi) a mangiare frutta e verdura e mi trovo ancora oggi bene, mangia tutto senza problemi carne, pesce, pasta, cerco di non esagerare con le porzioni e se non ne vuole più AMEN!
    Come diceva qualche altra mamma sul tuo sito a volte è più difficile il confronto con l’esterno: bambini che mangiano schifezze già da piccoli o nonni che gli escono macchinine e costruzioni per farli mangiare… per questo motivo a volte mi isolo un pò, ma son contenta di farlo, voglio che abbia una corretta alimentazione, molto più di quanto abbia fatto io! :-)

  4. Mamma Osteopata scrive:

    Sono stata definita inappetente fino quasi ai diciotto anni.. Mia mamma mi rincorreva col cicchiaio pur di farmene ingoiare uno in piu…io vi confesso che avevo olo poca fame e che mi piacevano poche cose. Adesso sono una onnivera..nel senso che assaggio tutto e anche di piu. Amo le verdure da non poterne fare a meno, mi piace la cucina leggera ma non disdegno una bella parmigiana o una frittura. Proprio per questo con mia figlia amélie tendo ad avere un attwggiamento molto tranquillo col cibo, non le impongo mai di mangiare se non ha fame e le nostre merende e colazioni si compongono prevalentemente di frutta e verura cruda. Sono d accordo con te barbara, i bambini amano molto di piu le verdure al vapore piuttosto che spadellate, in genere sapori semplici. Personalmente non somministro zucchero,a parte nei dolci che prepariamo noi in casa in cui usiamo il grezzo integrale. Anche con la carne sono molto attenta.in famiglia abbiamo deciso di assumerne solo di qualita, difficilmente reperibile, per cui puo capitare di non mangiarne per una settimana. Tendo a non salare troppo.
    In casa c e una bella regola che devo dire ci aiuta nei momenti “difficili”: una carammella al giorno. Cioè se ne hai gia mangiata una non si discute..lei sceglie quando. Cosi ha imparato ad autoregolarsi. La morale è che mangia tutto..cipolle al forno e cavoli di bruxelles compresi!

  5. Maria Pia scrive:

    I miei due bambini hanno sempre mangiato..
    Il primo mangiava anche i pomodori e l’insalata, fin da piccolo…
    Il secondo ha 3 anni e mangia solo legumi, pasta, pane, pesce, poca frutta e forzatamente, melanzane, verdure solo con la pasta, pane, prosciutto cotto, pizza, mozzarella, ricotta, risotti vari… ma mi accontento! :-)

  6. Zaira Adduce scrive:

    ciao, arrivo un pò in ritardo ma l’argomento mi tocca, quindi vorrei esprimermi. A me piace cucinare, ma ho capito che ai miei bimbi (francesco 3 anni e Martina 8 anni) piacciono le cose semplici, separate e non troppo elaborate. Francesco a differenza di Martina non apprezza la verdura. nonostante ciò io la propongo ogni santa sera (e sempre qualcosa di diverso) con la speranza di essere apprezzata da lui senza la mia insistenza. Per ora mi accontento del fatto che, comunque, quando mangia la pasta al sugo, ingerisce il pomodoro, oppure se propongo il polpettone agli spinaci, si mangia inconsapevolmente anche quelli, l’altra sera si è mangiato un pezzo di cetriolo (e non l’avrei mai detto!!). Rifiuta categoricamente i minestroni, fagiolini, verdure varie, carote, persino le patate (però adora il purè!)..ecc. Ma certo non ne faccio una malattia! Io penso che quando si deciderà da solo le apprezzerà. Non resta di certo “senza” e comunque va a compensare con la frutta che fa anche bene.. Una cosa però mi turba ogni volta che ci si siede a tavola e parlo del comportamento che hanno entrambi. Io quando ero piccola non mi sarei mai sognata di alzarmi dalla sedia prima di aver finito e comunque mi ci andava il consenso, non mi sarei mai sognata di far rumori con le posate, di giocare con il cibo e fare commenti. Questo invece è l’ordine del giorno e io mi sento impotente perchè con la calma non ottengo niente, alla fine scoppiano i castighi o a volte anche i ceffoni ma durano solo fino al momento di sedersi nuovamente al tavolo per cenare o pranzare. Qualcuno mi può dare un consiglio? Eppure normalmente mi ascoltano, non ho grossi problemi per tenerli a bada, perchè a tavola si scatena il delirio? Qualcuno ha il mio stesso problema? :(

    • monia scrive:

      Questo post mi ha veramente fatto stare meglio. Sono una mamma di uun bambino di due anni e tre mesi e pesa appena 12 chili. Sapete io non sono neanche una di quelle mamme ansiose ee super apprensive, sono più una di quelle: ok ha mangiato una polpetta ora non ne vuole più va bene vuol dire che non ha più fame. Oppure: oggi a pranzo non ha mangiato proprio poco si vede che aveva poca fame.. ovviamente sono molto attenta alla sua alimentazione ma vedo che è un bambinoo vivace allegro e molto sveglio quindi è in ottima salute gli esami del sangue sono perfetti e la pediatra mi ha detto di stare tranquilla perchè comunque non è in sottopeso quindi di non obbligarlo a mangiare di più. si sa autoregolare. Il problema è mia suocera che guardate NON NE POSSO PIU’. Pensate che quando andiamo a mangiare da lei il mio piccolo non mangia proprio niente da quanto gli sta addosso e poii mi guarda e mi dice: Madonna non mangia pproprio niente, ma il pediatra cosaa ti dice? che sia il caso di farlo vedere da qualcuno? MA LASCIALO RESPIRARE NOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO… che nervoso guardate. E mi dice dagli vitamine, dagli ferro, ho avuto due figli so come crescerli… una volta si è messa perfino a piangere! Ma stiamo scherzando? un giorno l ho lasciato li tutta la giornata bè lui non ha mangiato niente e sapete cosa ha fatto? gli ha fatto bere 950 ml di latte con 18 biscotti e cacao ed in più gli ha dato 5 caramelle e mi ha detto: almeno ha mangiato qualcosa. Si certo sarà bene cosi: 5 caramelle e 18 biscotti ed un litro di latte, alimentazione sana. Preferisco mangi meno ma mangi le sue verdure la sua frutta ecc. O sbaglio io?

      • Mamma Felice scrive:

        ussignur, ma è folle! ahhaaa :D
        18 biscotti e un litro di latte sono le calorie (vuote) che un bambino dovrebbe prendere con una settimana di merende e colazioni insieme!
        mia figlia mangia come un pulcino, e ti assicuro che ha una vitalità incredibile (oltre che non stare mai zitta, corre, balla, urla, canta…) e nessuna carenza vitaminica.
        cerca di convincere tua suocera a lasciarlo in pace, e magari, quando siete a pranzo da lei, gioca di astuzia e fagli preparare qualcosa che sicuramente mangerà: un pezzetto di pizza, il pollo impanato, le patate… almeno metti a tacere la suocera!

      • ChiccaGaia scrive:

        ma 12 kg a 2 anni e tre mesi non mi sembra poco!..mia figlia ha 3 anni e mezzo e pesa 12kg,ma mia nipote che ne ha 2 pesa esattamente 12kg…ed è bella grossa!pero’magari il tuo bimbo è molto alto…comunque tutto questo per dirti che dopo mille paranoie che mi facevo io e mi facevano gli altri,finalmente mi sono messa il cuore in pace e dico”se non mangia,vuol dire che non ha fame!”…e giuro,sto molto meglio!

  7. Sabrina scrive:

    Io sono molto preoccupata mio figlio di 8 mesi da qualche settimana mangia molto poco..addirittura la sua pappa delle 13,(semolino cn verdure-o manzo)se non siamo 10 persone per distrarlo e farlo giocare non la mangia,alla fine dopo avere perso 2ore per farlo mangiare,te ne lascia pure un po’..invece con il latte questo non succede,o meglio non succedeva sino a 5gg fa’..adesso di 200ml di latte ne prende soltanto 60..
    datemi un consiglio vi prego!

  8. Giovy scrive:

    Carissima mamma felice, stamane mi sn imbattuta sul tuo commento perkè preoccupata dall’inappetenza di mila figlia di ke X cena le basta anke 1/2 fresella col pomodoro.Io ke ho problemi di obesità mi ritrovo con mia figlia ( la 2′) ke a 8 anni pesa 21 kg X 122cm
    Devo ammettere ke spesso lascio ke il momento del pranzo & cena diventi il momento delle minacce e ricatti…….. Proverò a farmi aiutare a cucinare!!! Grazie dei consigli ;)

    • Mamma Felice scrive:

      Ciao Giovy, visto che anche tu come me hai problemi di obesità, ti consiglio di non insistere con la bambina. Piuttosto falla interessare al cibo facendola cucinare con te, o assecondando i suoi gusti.

  9. Alessandra Lorusso scrive:

    Ciao sono una mamma di 40anni….ho una figlia di 4anni che da un mese a questa parte di cibo non ne vuole sapere…..siamo andati dal pediatra e ci ha detto di nn preoccuparci. E ci ha prescritto.delle vitamine da dargli…..ma la situazione mi sembra piu grave perche la mia bambina di cibo nn nvuole sapere proprio nulla ,x il suo bene la costringiamo a mangiare ma lei piange strilla e urla….nn sappiamo piu che fare….in una settimana ha bevuto a mala pena 3bicchieri di latte….anche se li compriamo le sue merendine preferite lei nn ne vuole sapere….aiutatemu e urgente!!!! E una bambina molto ninuta e magra questo problema e nato da circa un mese….nn sappiamo piu che farw siamo distrutti ….

    • bietolina scrive:

      Se il pediatra ti ha comunque tranquillizazta io cercherei di rilassarmi un po’ e di non forzarla! L’importante è che si idrati!
      Se vedi che è spossata, moscia e apatica allora in quel caso corri ai ripari!
      Spesso quello del cibo è un problema nostro!Anche il mio era molto difficile da gestire con il cibo, ora ha 4 anni e va a periodi! Se la costringi a mangiare non lo fai per il suo bene ma per il tuo.. :)Se fai diventare il momento del pasto un momento angosciante ottieni l’effetto contrario! :) Avevo al nido un bambino che mangiava una volta a sett a pranzo, ossia quando c’era minestra di fagioli! :rosa:

  10. antonella scrive:

    Grazie mille per questo post che metterò nei segnalibri per rileggerlo tutte le volte la mia bimba non mangia!
    Ha 16 mesi e mangia solo latte e biscotti,rifiuta la pasta,mangiucchia si e no 2 pezzetti d carne,ma per fortuna mangia molto volentieri piselli e broccoli!!! Che bisogna fare,il pediatra mi dice che fin che c è cibo in casa di sicuro la bimba non muore d fame!!
    Lei cammina,ride,balla e gioca…quindi che dire…va bene così…anche per forza direi!!!!

  11. jessica scrive:

    ciao Mammine …ho letto i vostri commenti —anche io sono una mamma..ma prima di tutto zia di una bimba di 5 anni che aveva lo stesso problema ( non mangiava, specialmente ne frutta e verdura) fortunatamente ho trovato la soluzione…….
    si tratta di prodotti a base di frutta e verdura per i bambini sottoforma di caramelle ma la cosa piu importante e che sono assolutamente naturali ed integrano tutto cio di cui i nostri bimbi hanno bisogno nella crescita, praticamente basta aggiungere alla loro alimentazione una caramellina la mattina e una la sera, questi prodotti si chiamano JUICE PLUS E HANNO 30 studi scientifici dalle universita di tutto il mondo …sono veramente ottimi..ve lo dico perche li sto provando anche io. ci sono anche prodotti per gli adulti per un benessere quotidiano …affiche diventi uno stile di vita sano …dando moltissimi benfeci e adatti anche alle diete, prevenendo molte malattie …se siete interessate contattatemi su fb JESSICA AURIEMMA. BACI A TUTTEEEE

  12. Iris scrive:

    Ciao sn daccordi cn re :lol:

  13. Daniela400 scrive:

    Scusatemi ma quando si dice che un bimbo si sa regolare da solo mi vien da ridere! Ho un figlio di tre anni e mezzo che mangerebbe solo latte e biscotti , crackers , dolci ah dimenticavo le sue famose pappine!!! Di masticare non c’e’ verso, starebbe giorni interi senza mangiare ma come madre non me la sento di imporre quello che lui non vuole a priori! Lasciarlo a digiuno per giorni e giorni solo con un paio di bottigline di latte!!??? Io credo che ci sia una sorta di rifiuto, ok un meccanismo sbagliato, una lotta di potere con la madre ok ci sta!! Ma quando non si sbloccano le cose dopo 5/6 giorni che fate scusatemi , lasciate che vostro figlio deperisca perché tanto si sa gestire da solo??? A tre anni e mezzo non credo proprio!!! Io una soluzione non ce l’ho , non la trovo e finisco con il premio che a volte funziona e a volte no altrimenti mio figlio che pesa 12 kili e 600 per un metro d’altezza non crescerebbe nemmeno quel minimo! E’ gia’ sottopeso di suo, sta bene, e’ un grilletto ok va bene ma lasciarlo digiunare per spezzare questo circolo vizioso per adesso non me la sento proprio di farlo!

Commenti

Scrivi un nuovo commento oppure clicca su 'replica' se vuoi rispondere a un commento precedente.

:D :? :| 8O :roll: :( ;) 8) :lol: :mrgreen: :heart: :oops: :piango: :occhioni: :fiu: :perte: :scus: :oink: :rosa: :fortuna: :cuore: :gift: :ape: :argh: more »