Cucina light: zucchine ripiene

Pubblicato il 16 marzo 2010 da • Ultima revisione: 29 novembre 2017

zucchine-ripiene-light

Diciamolo: né la cucina light, né le zucchine in sé sono una cosa tanto gradevole. Sì, magari fritte nell’olio e mangiate sotto forma di parmigiana, sono ottime. Ma mangiate lesse, senza condimento, o al vapore… fanno abbastanza impressione!

Se però la dieta vi preme lo stesso, ecco una ricettina facile e gustosa per mangiare un buon piattone di zucchine ripiene a calorie quasi prossime allo zero, senza doversi tappare il naso.

Zucchine light ripiene

zucchine
1 spicchio di aglio
basilico e prezzemolo freschi
3 cucchiai pangrattato
1 cucchiaio di olio

Tagliate le punte alle zucchine e lavatele bene sotto l’acqua corrente.
Tagliate le zucchine a metà nel senso della lunghezza e sbollentatele circa 10 minuti in acqua calda salata, senza farle spappolare. Occorre che le zucchine siano morbide dentro, ma ancora compatte esternamente.

Scolate delicatamente le zucchine con una schiumarola, mettetele su un tagliere a sgocciolare e raffreddare. Quando sono tiepide, scavate con un cucchiaino l’interno della zucchina, senza romperla, e mettete la polpa dentro un robot da cucina con le lame. Aggiungete uno spicchio di aglio, basilico fresco e prezzemolo, 3 cucchiai di pangrattato.

Farcite le zucchine con questo composto, spolverate ulteriormente con un filo di pangrattato e un cucchiaio di olio e gratinate in forno a 180° per circa 15-20 minuti.

Le zucchine diventano molto saporite, e non occorre farcirle con carne, formaggi, né uova, se si riusa la polpa interna mescolata alle erbe fresche!

E voi? Avete una ricetta segreta, molto light, per cucinare le zucchine?



Commenti

11 Commenti per “Cucina light: zucchine ripiene”
  1. io ci faccio la parmigiana (senza friggerle, ma cuocendole un po’ alla piastra)…beh, un po’ di parmigiano & mozzarella (o sottilette) ce lo metto però…dici che non è tanto light eh??? :argh:

  2. fiocco72

    In effetti le zucchine non le faccio mai inmodo light, o facciole polpette oppure in pastella, l’unica ricetta light è quella alla griglia con le melanzane…oppure le uso per la pasta con i gamberetti e i pomodorini. Buone le zucchine.

  3. Io le faccio alla griglia con i peperoni gialli
    e poi faccio una specie di lasagna con la mozzarella

    Strato di mozzarella, strato di zucchine, strato mozzarella, strato peperoni… e così via….

    Buonissima!

  4. teresa

    Io adoro le zucchine, anche senza condimento e al vapore o anche crude grattate e condite insieme alla lattuga. Il segreto è mangiarle fresche, possibilmente appena raccolte o tagliate da poco. Se passa qualche giorno diventano amare. Quando sono amare vuol dire che sono passati troppi giorni dalla raccolta.

  5. le ho preparate proprio ieri! ma non erano tanto light. Ho preso quelle tonde, le ho svuotate e la polpa l’ho frullata con tonno e uova (1 e 1). Poco pangrattato niente formaggio nè sale. In forno e via. Buone 😛
    Invece mia mamma mi ha passato questa ricetta:
    in una casseruola metto un cucchiaio d’olio evo e uno spicchio d’aglio. Faccio soffriggere le zucchine finché non hanno formato un pochino di crosticina (occhio a continuare a girare di modo che perdano un po’ d’acqua e non diventino nere, se no poi fanno schifo 😆 😆 …ovviamente m’è successso), poi copro e faccio andare a fuoco abbastanza lento finché non son cotte. A me così non dispiacciono, anzi, me ne mangerei un kg!

  6. Le consumiamo preferibilmente alla griglia, oppure saltate velocemente in padella come ti avevo scritto per i carciofi… ancor più buone se ci si aggiunge un po’ di pancetta (ma con questa aggiunta non sono più tanto light! :mrgreen: )

  7. ummamma, mi sa ch esono strana, perchè io le adoro lesse senza condimento… se al vapore meglio ancora…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Se ti registri gratis a Mammafelice puoi inserire foto nei commenti, inserire gli annunci di nascita, le date di compleanno, partecipare alla chat delle mamme e al forum.