Come arrivare a fine mese eliminando le ‘tasse sulla stupidità’ (e restando informati)

Pubblicato il 19 marzo 2009 da • Ultima revisione: 20 marzo 2015

Mio marito le chiama così: tasse sulla stupidità.
Quelle spese che tutti i giorni facciamo senza nemmeno accorgercene. Per pigrizia, per ignoranza, per scarsa prudenza… in poche parole perchè non si ha voglia di informarsi quanto basta, oppure perchè si ritiene che non valga la pena sprecare energie per risparmiare pochi euro. Ma le voci di spesa di una famiglia moderna sono molte, e due euro di qua, tre euro di là, con un po’ di attenzione si possono risparmiare centinaia di euro all’anno, soprattutto se le spese sono ricorrenti.

Fare un piano delle cose utili / superflue

Ci sono alcune cose che desideriamo, ma che non possiamo proprio permetterci. Sky, ad esempio. Mentre per noi il costo della connessione ad Internet non si mette proprio in discussione, si rinuncia alla pay tv e alle videoteche.

Il cellulare è stato praticamente sostituito da Skype, con il quale facciamo quasi tutte le telefonate (nazionali ed estere, visto che il fratello di Nex vive in Australia) e mandiamo anche qualche sms.
Il cellulare serve solo per le emergenze e per gli sms, o per brevi comunicazioni ad altri cellulari. Scegliendo la tariffa giusta o appoggiandosi a compagnie telefoniche low cost: ad esempio adesso c’è Coop Voce che pare essere interessante.
Con Skype facciamo videotelefonate gratis verso gli altri utenti skype, oppure possiamo chiamare i fissi e i cellulari a prezzi davvero competitivi, a partire da 0,017€ al minuto.

Conti bancari: abbiamo chiuso i conti inutili, quelli che ci portavamo dietro dalle ‘vite precedenti’, eliminando le ‘spese fantasma’ che avevamo. Un conto corrente costa 36eur l’anno solo di bollo, più le spese mensili fisse, i bonifici, etc. Piuttosto è meglio un conto di deposito, tipo IngDirect. Stessa cosa per le carte di credito: massimo una a famiglia. Costano dai 30 ai 60eur l’anno! Per non parlare delle carte di credito rateali: hanno interessi altissimi, e per noi sono proprio da evitare.

Pagare subito! Multe e bollette vanno pagate subito (sperando sia sempre possibile), altrimenti scattano gli interessi di mora. Quando possibile, ci facciamo mandare le bollette e gli estratti conto per via telematica, risparmiando così 2eur al mese.

Non farsi debiti inutili
Noi non ci facciamo debiti. Eccetto le rate della macchina, il resto lo si compra solo se abbiamo i soldi. Ad esempio non compriamo mobili a rate, perchè essendo abbastanza precari, chi ce lo dice che tra 6 mesi avremo ancora quei soldi da sborsare?

Non abbiamo mai chiesto la cessione del 5° dello stipendio, soprattutto per andare in vacanza. Non che non vorremmo andarci, chiaro… ma non ce la sentiamo di indebitarci per una vacanza.
Abbiamo riscoperto i parchi bolognesi e i pic-nic sui prati, e ci divertiamo lo stesso.

Abbiamo un’auto piccola, economica da mantenere.
Preferiamo avere un’auto piccola, che permette di risparmiare su costo auto, bollo, assicurazione, manutenzione, benzina. Il costo effettivo dell’auto conta poco, se poi ci spenna con il bollo e la benzina.
Auto piccole come Matiz, Ka, Dacia, ecc… costano la metà rispetto a auto di categoria superiore.
Inoltre abbiamo un’assicurazione online, che ci permette di risparmiare quasi 100eur l’anno rispetto all’assicurazione tradizionale.

Informarsi presso il Comune

Tutti i Comuni stanziano sovvenzioni, bonus o aiuti per le famiglie. Bisogna informarsi agli sportelli e andare a bussare a qualche porta.
Ad esempio mettendosi in lista per l’assegnazione di una casa popolare, o verificando i bandi di concorso per la propria città.
Se si hanno figli che studiano, esistono bandi finalizzati all’erogazione di borse di studio: bisogna chiedere alla scuola e al Comune!
Alcuni Comuni o Regioni propongono infine la Family Card, che aiuta le famiglie con buoni sconto, bonus per la scuola e i servizi sanitari, mezzi pubblici, ecc…
In alcune Regioni, i Comuni stanziano anche appezzamenti di terreni per gli over 60, per coltivare il proprio orto.
E poi c’è il Bonus Famiglia 2009, di cui abbiamo già parlato.

Infine, fate un salto sul sito dell’INPS al link ‘Prestazioni a sostegno del reddito’… Mooolto utile!



Commenti

40 Commenti per “Come arrivare a fine mese eliminando le ‘tasse sulla stupidità’ (e restando informati)”
  1. uh dimenticavo, per l’abbigliamento di enrico va benissimo anche decathlon, noi abbiamo fatto tutto l’inverno con bellissime maglie dolcevita in cotone, coloratissime, praticamente le usa tutti i giorni, si lavano benissimo e costano il giusto. Lo stesso vale per pile, giubbotti pesanti, e anche (a volte) scarpe

    • Mamma Felice (Mappano) - Ariete
      Mamma Felice
      immagine livello
      Guru
      Mamma di Dafne (9 anni)

      Sii, verissimo!
      Anche noi da Decathlon abbiamo trovato delle tute davvero ottime e a buon prezzo, i pile, e anche le scarpine!

      • infatti…anche perché enrico si toglie le scarpe, e quest’inverno non riuscivamo a trovargli niente che andasse bene (gli servivano alte e con le stringhe perché non se le togliesse, stivaletti e polacchine non gli entravano, e da decathlon ne abbiamo trovato un paio che andavano benissimo, spendendo la metà…

      • Mamma Felice (Mappano) - Ariete
        Mamma Felice
        immagine livello
        Guru
        Mamma di Dafne (9 anni)

        ugualeee 🙂
        dafne vuole sempre stare scalza, e la sua specialità è lanciare i calzini lontano anche quando siamo in giro 🙂

      • infatti…e diciamo che girare scalzi in dicembre non è carino…. noi gli abbiamo preso gli scarponcini quelli con l’allacciatura un po’ di lato, mi sembra 27 euro usati da ottobre a oggi tutti i giorni

  2. ioelafavolamia

    Qui il metano non c’è, non si trova dappertutto. Il gas è più facile da trovare e comunque in caso di blocco auto ci si può circolare comunque.
    H&M…sarò la nota stonata del coro, ma non mi piace affatto, ci son cose carine e colorate, ma la qualità non mi pare buona…a volte mi pare di avere tra le mani dei stracci….(parere mio)
    Preferisco l’oviesse sinceramnete, buona qualità e buoni prezzi.

  3. ioelafavolamia

    Decathlon è fantastico! Ci ho trovato un costume per gestanti da piscina, davvero resistente e comodo a €5,90! Penso che se andavo da Prenatal minimo minimo erano €50,90!!! 😉

  4. per le cose da bambini da H&M la qualità è ottima, per il resto non so. Per quanto riguarda gpl e metano ognuno sceglie quel che gli sembra meglio, il metano costa meno, inquina meno e non deriva dal petrolio. Certo che se si devono fare 50 km per trovare un distributore ovviamente non conviene. Girare si può girare sempre e comunque, il gpl ha limitazioni nei posti chiusi (traghetti, parcheggi etc), parlavo di quello.

  5. Beta

    Anch’io per i vestiti dei bambini approffittavo degli sconti per preparare l’armadio dell’anno dopo, bisogna essere ben lucide però, altrimenti si rischia di prendere più roba di quella che serve (visto che è scontata!), riesco ancora a farlo (ma poco) con i due più piccoli (9 e 7) ma per la grande (12) non è più possibile e non tanto per una questione di moda ma perchè sta crescendo velocemente e da un anno all’altro la roba non va più bene. Cmq anch’io trovo buona la qualità dell’Oviesse, inoltre tra amiche facciamo girare i vestiti in buono stato perciò qualcosa in più c’è sempre e in questo modo vado bene soprattutto con la piccola. (Confermo anche la Decathlon ha un buon rapporto qualità/prezzo). Per la spesa, avendo parecchi supermercati in zona, confronto un po’ i prezzi e vado ad offerte per le marche, alcuni prodotti li prendo al discount (Prix, Lidl, DPiù…).

  6. anch’io ho un consiglio da aggiungere…
    per chi ha la fortuna come noi di avere un ritaglio di verde l’orto (e vi assicuro che basta poco per far un bel bottino!!ci capita spesso di regalar verdura ai vicini)
    e per chi invece non ce l’ha funziona anche l’orto in vaso
    prima di trasferirci avevamo un balcone striminzito ma ben esposto dove ho tirato su in quantità impressionanti erbe aromatiche (in particolare basilico….adoro il pesto!), pomodori, melanzane e insalata da taglio!!!
    provare per credere
    francesca

  7. Buongiorno io sono un ragazzo di 27 anni lavoro da diversi anni….

    le fatiche sono immense per arrivare a fine mese e quando leggo la bustta paga ci sono moltissime tasse ….mi domando ma siamo sempre noi a irare l cinghia e privarci di tutto mentre chi ci governa non solo hanno degli stipendi altissimi ma molti “buoni” anzi privilegi di non pagare niente l’itlia e’ ridicola …delle volte penso che prima o poi l’italiano si ribellera’ perche’ e’ un metodo da presa in giro

    un saluto da me e la mia citta’ Reggio Emili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Se ti registri gratis a Mammafelice puoi inserire foto nei commenti, inserire gli annunci di nascita, le date di compleanno, partecipare alla chat delle mamme e al forum.