Come organizzare una cabina armadio

Pubblicato il 20 Giugno 2019 da

come-organizzare-progettare-cabina-armadio

Come organizzare una cabina armadio? Se siete tra i fortunati che possiedono già una cabina armadio o se avete in mente di realizzarne una, dovreste iniziare a prendere appunti: vi proporremo delle soluzioni per ottimizzare e gestire lo spazio che avete a disposizione.

Creare un armadio a muro potrebbe rivelarsi la soluzione ideale ai problemi di spazio: occorre individuare una zona della casa adatta, preferibilmente in camera da letto così da avere i vestiti e gli accessori a portata di mano, dove creare uno spazio adibito allo scopo.

La prima cosa da fare è buttare giù un progetto, così da avere chiara la disposizione interna e quindi decidere la collocazione dei vari scaffali da posizionare.

Di seguito vi presentiamo una guida per poter realizzare questo progetto.

Come organizzare una cabina armadio, occorrente

Innanzitutto dovrete racimolare alcuni attrezzi base per poter realizzare la vostra cabina armadio:

  • cacciaviti
  • trapano e viti
  • pannelli in legno o cartongesso, in base al materiale che volete utilizzare
  • livello a bolla o a laser per livellare i vari piani e pareti da creare
  • metro

Per prima cosa identificate lo spazio che volete utilizzare per realizzare il vostro armadio a muro, anche l’ingresso di casa potrebbe andare bene, poiché è un’ala di casa spesso utilizzata solo per il passaggio.

A questo punto potete recarvi pressi i vari centri fai da te sparsi in ogni città per acquistare tutto ciò che vi servirà per realizzare il vostro progetto. Molti kit fai da te che sono in vendita hanno già al loro interno dei fogli illustrati che vi spiegano passo per passo tutto ciò che dovrete fare, semplificando così di molto il lavoro.

Una volta scelta la zona della casa da adibire a cabina armadio è necessario prendere le misure. Fate attenzione a misurare tutto per bene, perché bastano anche pochi millimetri per fare insorgere dei problemi.

Per realizzare le pareti in legno potrete rivolgervi al vostro falegname di fiducia, oppure se decidete di utilizzare il cartongesso, materiale molto facile da lavorare, potrete trovare vari pannelli di spessore e misure diverse nei vari centri di bricolage.

Come dividere lo spazio interno

come-organizzare-progettare-cabina-armadio

Per ottenere dei risultati che soddisfino le vostre aspettative è necessario fare un calcolo, anche approssimativo, di quanti vestiti, accessori, valigie ecc, volete riporre all’interno della vostra cabina armadio. Questo calcolo è molto utile perché vi aiuterà a capire come disporre i piani e le mensole, nonché come separare lo spazio che servirà per appendere i vari vestiti dallo spazio da dedicare ai vari ripiani ed eventuali cassetti.

Di solito si predilige lo spazio che viene utilizzato per appendere gli abiti, quindi potrete dedicare per esempio 3/4 di armadio a ciò e il resto per i vestiti da piegare e accessori da riporre. In ogni caso lo spazio all’interno della vostra cabina armadio va organizzato in base al vostro modo di vestire: se non utilizzate molte giacche e cappotti, quindi abbigliamento da appendere, ma prediligete abiti casual e sportivi, quindi indumenti da riporre, potreste decidere di riservare alla scaffalatura uno spazio maggiore.

Un consiglio che vogliamo darvi è di riporre le valigie, le borse da viaggio e tutto ciò che non utilizzate di frequente, nei piani più alti, così da lasciare liberi i piani più bassi che serviranno per riporre le cose che utilizzerete quotidianamente. Utilizzate sempre dei contenitori di plastica o sacchi sottovuoto per riporre i piumoni e le coperte che nel periodo estivo non utilizzate, in modo che quest’ultimi siano protetti dalla polvere.

Cabina armadio e cassetti: mai senza!

È sempre comodo avere dei cassetti all’interno di un armadio a muro: questa soluzione potrebbe risultare abbastanza costosa, ma nel tempo vedrete che il vostro acquisto risulterà molto gradito. All’interno di un armadio come minimo dovrebbero esserci 4 cassetti, due a persona, ma se il vostro budget e lo spazio a disposizione lo permettono potrete acquistarne altri; in genere i cassetti vengono suddivisi in:

  • cassetti bassi per riporre la biancheria intima;
  • cassetti di media altezza per riporre magliette, lenzuola, pigiami e indumenti più ingombranti.

Consigli utili per ottimizzare lo spazio della cabina armadio

Qualche consiglio in più per organizzare la vostra cabina armadio:

  • evitate di sovrapporre scatole o contenitori, che risulteranno difficoltosi da raggiungere: sovrapporli servirà solo ad accumulare polvere e a dimenticarne il contenuto. Meglio fare qualche scaffale in più, in modo da suddividere le cose in maniera più ordinata.
  • non lasciate zone buie all’interno della vostra cabina armadio e non limitatevi ad un solo punto luce centrale, ma cercate di illuminare bene tutta la zona.
  • più barre appendi abiti ci saranno e meglio è! Si sa che gli abiti appesi tengono meglio la stiratura rispetto a quelli riposti nei cassetti. Se volete una combinazione un po’ più moderna potrete acquistare le barre mobili manovrabili dal basso, dette anche più comunemente “servette“, davvero molte comode anche per evitare scale e scalette che occupano abbastanza spazio.

Sul web ci sono molti progetti e soluzioni che potrete seguire per creare il vostro armadio a muro, da “rubare” e modificare e adattare alle vostre esigenze.

Buon lavoro!



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Se ti registri gratis a Mammafelice puoi inserire foto nei commenti, inserire gli annunci di nascita, le date di compleanno, partecipare alla chat delle mamme e al forum.