Mamma Felice

Tappe di crescita: il bambino da 2 a 3 anni

Pubblicato il 10 ottobre 2018 da

tappe-crescita-bambini-2-3-anni

Avete mai sentito parlare dei “terrible twos”? È dai due ai tre anni di vita che un bambino cambia e da un giorno all’altro impegna ogni mezzo a sua disposizione per dimostrare a se stesso e agli altri di essere una creatura indipendente e con una volontà propria.

Tradotto in soldoni, significa che il vostro caro cucciolo sta crescendo e vi farà vivere un anno a suon di “no”.

Come per il periodo tra due e tre anni ci sono degli elementi generali che aiutano i genitori a capire se il bimbo sta crescendo in modo “normale”:

Lo sviluppo fisico

Dal punto di vista dell’accrescimento fisico, l’altezza del bambino aumenta in media 6 cm in un anno e il peso di circa 2 Kg.

LEGGI ANCHE: Ricette per bambini di due anni.

Lo sviluppo della capacità di controllare i propri bisogni fisiologici

È intorno ai due anni che la maggior parte dei bambini è pronta per togliere il pannolino e passare al vasino o al gabinetto di casa per la cacca e la pipì.

Ogni bambino ha i propri tempi, su cui incide anche la stagione in cui ci trova (è consigliabile togliere il pannolino d’estate per comodità). Entro i 3 anni, però, anche la fase del pannolino dovrebbe essere superata e il bambino deve essere in grado di controllare lo stimolo della pipì e della cacca.

Tenete presente anche che le scuole dell’infanzia non accettano bambini con il pannolino, quindi portarsi avanti può essere utile.

Lo sviluppo della personalità

L’indipendenza è la parola chiave dei bambini intorno ai due anni di età, che non solo indica un grado di maturazione del bambino tale per cui egli si percepisce come persona a sé stante, ma che va sviluppata da parte dei genitori.

Imparare a vestirsi da solo, scegliere tra due vestiti o tra due cibi, sono attività che vanno stimolate da parte di noi genitori.

Tra i due e i tre anni, inoltre, il bambino sviluppa capacità relazionali che lo portano a cercare la compagnia degli altri bambini e per la prima volta a iniziare una vera interazione con loro.

LEGGI ANCHE: Terribili due, dalla teoria alla pratica.

Lo sviluppo motorio

Tra i due e i tre anni il bimbo corre, calcia un pallone, sale e scende dai mobili da solo (che gioia, eh!), trascina giocattoli, costruisce torri con i cubi, rovescia tutto ciò che trova e inizia a scarabocchiare.

Non a caso sono i terrible twos!

Lo sviluppo del linguaggio

Dal punto di vista lessicale aumenta di molto il numero delle parole usate, ma la vera rivoluzione è la capacità di mettere insieme le parole per formare frasi dapprima di 2/4 parole, fino ad arrivare a frasi complesse verso i 3 anni. Anche la pronuncia viene perfezionata sempre di più.

LEGGI ANCHEBimbi che parlano poco: quando preoccuparsi?

Se ancora non avete avuto esperienza con bambini di due anni, preparatevi ad un tornado di allegria che invaderà la vostra casa!



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Se ti registri gratis a Mammafelice puoi inserire foto nei commenti, inserire gli annunci di nascita, le date di compleanno, partecipare alla chat delle mamme e al forum.