Prodotti ecologici per la pulizia

Pubblicato il 26 Gennaio 2011 da • Ultima revisione: 20 Marzo 2015

marchio-ecolabel

Visti i miei buoni propositi di inizio anno, ecco un post di servizio: una cosa che spero utile per chi come me cerca di raccapezzarsi tra prodotti ecologici per la pulizia (pulizia di casa, lavastoviglie e bucato) e non sa dove sbattere la testa. Un post che raccoglie alcune indicazioni su dove trovare detersivi ecologici nella grande distribuzione e/o online. Parlo proprio di detersivi ecologici, e non solo detersivi alla spina, che possono anche non essere ecologici nel senso stretto del termine.

Partiamo dal presupposto che in ogni Regione è diverso: per esempio Sma-Auchan ha dei detersivi ecologici alla spina che mi sono stati segnalati come ottimi (ma forse non ecologici?), ma ovviamente non c’è in Emilia Romagna, e quindi io non posso farne uso. Aspetto le vostre segnalazioni per aggiornare il post!
Anche i distributori di detersivi alla spina non si trovano in tutta Italia (qui la washmap, da tenere presente che non sempre un detersivo alla spina è ecologico, anche se riutilizzare il flacone è più ecologico che non riutilizzarlo), e per me non avrebbe senso fare 40Km in auto per poterli utilizzare.

Ho provato ad usare detersivi faidate, ma a parte aceto e bicarbonato che uso moltissimo come anticalcare e come ‘sbiancante’, non mi trovo a mio agio con pappette e poltiglie da inserire nel bucato.

La mia ricerca si è basata dunque su prodotti certificati Ecolabel (vedi marchio iniziale):

Il marchio europeo di qualità ecologica Ecolabel attesta la realizzazione dei prodotti nel rispetto di rigorosi criteri ecologici e prestazionali fissati dall’Unione Europea. L’ottenimento del marchio costituisce, pertanto, un attestato di eccellenza che viene rilasciato solo a quei prodotti o servizi che hanno un ridotto impatto ambientale lungo tutto il ciclo di vita: in particolare Ecolabel garantisce la riduzione dei consumi di energia, il controllo delle emissioni di gas nocivi per l’ambiente, principale causa dell’effetto serra e garantisce inoltre un utilizzo responsabile delle materie prime nonchè della loro eliminazione dopo l’uso.
Fonte: Viviverde Coop. Link: http://www.eco-label.com/

Avvalorato dalle opinioni che ho potuto leggere sul forum di Promiseland, che gode della mia fiducia (e non solo della mia) in materia di ecologia:

Ecolabel calcola esattamente l’impatto ambientale che il prodotto avrà una volta che arriva nelle acque reflue, non gli interessa invece l’origine della materia prima. Il ragionamento che si fa a Bruxelles è che Ecolabel deve arrivare a coprire il 30% dei prodotti esposti in un negozio, se questo avvenisse istantaneamente e se fosse imposto di usare “solo” sostanze di origine vegetale ebbene sarebbe un disastro ecologico perché le piantagioni di cocco e di palma sarebbero devastate da raccolte selvagge.
Ecolabel si pone l’obiettivo di contenere l’inquinamento dell’ambiente anche usando sostanze di origine o con parti di molecola di origine petrolifera. E siccome occorre, come dimostrato, andare piano piano per non creare sconquassi deleteri, io sono sostanzialmente d’accordo con questa logica.
Le certificazioni Bio invece (Ecocert, AIA, Soil Assotiation, ecc) badano moltissimo all’origine della materia prima ma poco al suo destino nell’ambiente e in tutti i casi non lo calcolano scientificamente. E’ ovvio che sarà necessario che in futuro i due sistemi si integrino e si completino.

Prodotti per la pulizia certificati Ecolabel e presenti nella GDO

LIDL – Linea W5 Eco:

– tabs per la lavastoviglie;
– detergente per i vetri;
– detersivo liquido per pavimenti e superfici lavabili;
– sapone liquido per i piatti;
– detergente per WC.
Prodotti molto economici, puliscono benissimo e non hanno profumazione invadente. Testati di persona e da riprendere. Link: LIDL eco.

COOP – Linea Viviverde (comprende anche prodotti alimentari):
viviverde-coop
– sapone liquido per i piatti;
– tabs lavastoviglie;
– detersivo in polvere per lavatrice;
– fazzoletti ecologici.
Prodotti eccellenti e di costo ragionevole. Il detersivo costa meno di 10eur ed è indicato per 18 lavaggi, ma secondo me la resa è più alta e ne basta un misurino piccolo. La pecca: non amo molto il detersivo in polvere, che lascia un po’ di residui, dunque dovrò provarlo con la pallina dosatrice. Comunque da riprendere, soprattutto per il bucato bianco. Link: Coop ViviVerde.

ESSELUNGA Ecolabel:

esselunga-ecolabel
– detersivo in polvere lavastoviglie;
– ammorbidente concentrato liquido per lavatrice;
– tovaglioli, fazzoletti, carta igienica, carta casa e rotoloni;
– sapone da bucato (tavoletta);
– tabs lavastoviglie.
Prodotti ottimi e di prezzo veramente abbordabile (ammorbidente 98cent), comodi perchè arrivano con la spesa online. Contengono tensioattivi ricavati da materie prime vegetali (olio di palma e cocco) e non contengono derivati del benzene. Testati di persona e decisamente da riprendere. Link: Esselunga a casa.

NATURASI’ Ecor:

detersivo-sfuso-ecor
– detersivo liquido per piatti e stoviglie;
– detersivo liquido lavatrice per capi delicati;
– ammorbidente.
Molto convenienti: 4,70eur circa con il flacone (riciclabile) da 1lt, 3,70eur la ricarica da 1lt. Devo ancora provarli: sulla confezione vengono indicati 10 lavaggi per litro, ma alcune amiche mi hanno detto che questo tipo di detersivo rende molto di più e ne basterebbe un tappino. Oggi lo provo. Link: Ecor Naturasì.

Altri prodotti ecologici online, quindi non GDO:
eco and eco;
officina naturae;
– sai cosa ti spalmi;
novelune.

Questo post è incompleto: aspetto le vostre segnalazioni per completarlo con le informazioni che mi vorrete dare. Siate cortesi: non facciamo pubblicità fine a se stessa, ma cerchiamo di suggerire link che abbiano come obiettivo quello di fornire un servizio generale per chi vuole scegliere detersivi ecologici. Grazie.



Commenti

73 Commenti per “Prodotti ecologici per la pulizia”
  1. Questo è un post davvero utile, grazie!
    Io il fai da te lo sto sperimentando ora…ma anche a me non convincevano molto i detersivi per la lavatrice..quindi mi sa tanto che sbircerò tra i link che consigli tu! (Che Lidl ce l’ho dietro casa e questo è un bene!) :mrgreen:

    • fiocco72

      Anche io non sono convinta per il discorso lavatrice, lavo i pavimenti con l’aceto ma per la biancheria boh…sbircio anche io i prodotti segnalati e ti dico che alcuni dell’esselunga li uso già…

      • Ho appena saputo che Esselunga, quest’anno apre a Roma…siiiiiiiii :mrgreen:

      • Mamma Felice (Mappano) - Ariete

        immagine livello
        Guru
        Mamma di Dafne (13 anni)

        Io per la biancheria uso il bicarbonato, che mi fa da sbiancante/togli macchia, igenizzante e anticalcare. L’aceto lo uso per tutte le superfici: bagno, cucina, pavimenti…
        Ma nei panni non mi convince più, e soprattutto non mi piace il pastrocchio con acido citrico, pappette varie, ecc… non mi ci sento a mio agio.

      • aspirantemamma

        perché non ti convince più l’aceto nel bucato??? Io lo uso tantissimo, sia per la lavatrice che per pulire tutto….

      • Mamma Felice (Mappano) - Ariete

        immagine livello
        Guru
        Mamma di Dafne (13 anni)

        sì, l’aceto e il bicarbonato sì, assolutamente! non mi convincono le pappette fatte con acido citrico e robe varie…

    • sonia

      posso proporvi il detersivo per il bucato anke quello a posta x i bimbi….sono buoni ecologici e ne basta proprio poco x fare un lavaggio…se volete sapere di più contattatemi.la mia mail:soniadeltito81@yahoo.it

  2. Mammaaa!Barbara

    Uso anch’io i prodotti ecologici per la casa LIDL e Esselunga. Da quando ho figli sto molto attenta al lato ecologico, se non altro per non far loro respirare più veleni di quanto già non respirino. Sempre in tema di ecologia, permettetemi un’annotazione: in questi giorni mi sto informando sui pannolini lavabili, che però non mi convincono del tutto: li trovo molto costosi e poco pratici (soprattutto per chi ha tanti figli, perennemente sporchi e quindi tante lavatrici da fare…). In più non sottovaluto il notevole dispendio d’acqua per lavarli. Forse sarebbe meglio orientarsi sui pannolini biodegradabili…

    • MammaLara

      Ciao a tutte, scrivo per la prima volta perchè finalmente posso replicare su un argomento che conosco direttamente: i pannoli lavabili.
      rispondo solo sul discorso lavaggio: io li lavo insieme al resto della biancheria del mio pippolo (body, asciugamani etc) a 40° (ogni tanto a 60°, sono pur sempre pannoli…)con le noci del sapone, bicarbonato o percarbonato e aceto per il risciacquo. un giorno sì e uno no faccio un carico. dovrei comunque lavare il resto della biancheria e quindi non è così scomodo.
      spero di essere stata utile e pongo un altro quesito: cosa mi potete dire, in termini eco, sull’ammoniaca?
      io la uso per i pavimenti e i vetri, ma il mio pippolo gattona e non so se possono rimanere residui che possano essere pericolosi…

      • Mammaaa!Barbara

        L’ammoniaca è tossica per inalazione e per contatto con la pelle. Anche i miei bimbi sono sempre sul pavimento e io uso acqua e aceto per pulirlo.
        Ho 4 figli e non so se ce la faccio ad inserire nelle già innumerevoli lavatrici anche il surplus di pannolini. Prossimo acquisto: lavatrice 11kg. E asciugatrice.

      • MammaLara

        eh… sì, in 4 diventa un po’ complicato… il brutto dei pannoli eco è che costicchiano un po’ (per usare un eufemismo).
        il mio tato non tocca il pavimento finchè non è asciutto e lo tengo in un altra stanza mentre lavo (finestre aperte ed ogni precauzione possibile). sarà il tipo di pavimento, ma l’ammoniaca è l’unica cosa che lo sgrassa velocemente e non lo lascia appiccicaticcio, il mio pippolo è campione regionale di lancio del boccone biascicato!

      • Mamma Felice (Mappano) - Ariete

        immagine livello
        Guru
        Mamma di Dafne (13 anni)

        Laura, se posso, ti consiglio il lavapavimenti ecologico: io non l’ho più abbandonato.
        Io faccio: acqua calda, 1 bicchiere di aceto bianco, 3 gocce di sapone per i piatti. Sgrassa alla perfezione, rende tutto lucido… e il pavimento resta pulito più a lungo. Prova e mi dirai… è miracoloso.

      • MammaLara

        Aiuto! non so da che parte iniziare a rispondere!!!
        grazie per la dritta, proverò di sicuro. in effetti mi ponevo anche qualche dubbio sul processo produttivo dell’ammoniaca.

      • ciullina

        Confesso che è da poco che mi sono posta il problema dell’inquinamento da detersivi, ma ancora non ho intrapreso un percorso ecologico sia per i detersivi acquistati da smaltire sia per l’inesperienza in materia :argh: . Quindi grazie per questo post per me assai utile (peccato che dove abito io non esiste esselunga 🙁 ). Ora dovrei documentarmi sui detersivi fai da te. Una domanda: questo lavapavimenti ecologico va bene per i pavimenti in segato di marmo? Mi puoi consigliare qualcosa? Scusami se mi sono dilungata. Buon pomeriggio

      • Mamma Felice (Mappano) - Ariete

        immagine livello
        Guru
        Mamma di Dafne (13 anni)

        Sul marmo non credo vada bene… io lo uso su normali piastrelle.

      • Io uso la soda solvay, un cucchiaio in acqua bollente e i pavimenti vengono uno splendore!La soda solvay viene usata per lavare i bidoni dell’olio.E’ sgrassante al massimo, ecologica ed economica!
        Puoi aggiungere anche due cucchiai nella vaschetta della lavatrice per i panni!Provare per credere

      • Mamma Felice (Mappano) - Ariete

        immagine livello
        Guru
        Mamma di Dafne (13 anni)

        Io ho preso l’asciugatrice da poche settimane ed è un miracolo. Tra l’altro l’acqua che viene prodotta è distillata, e si può riutilizzare per esempio per le pulizie di casa. Favolosa.

      • MammaLara

        io invece addobbo la casa spargendo pannoli su tutti i termosifoni… molto chic!!!
        l’asciugatrice sarebbe ideale perchè, in teoria, i pannoli dovrebbero risultare più mordibi (io sto usando i popolini ultrafit organic che tendono a diventare un tantino duretti, ma basta stropicciarli un po’).
        magari al prossimo pargolo riesco a farmela regalare anch’io…

      • Eh eh, allora l’hai presa 🙂
        Sei felice? E’ vero, tu sei già MammaFelice ma con l’asciugatrice? MammaFelice ++ ?
        A me ieri si è rotta la lavatrice e se oggi pomeriggio il tecnico non me la aggiusta… piango! Mi metto a piangere e lo supplico di farla funzionare! 🙂
        Grazie dei consigli, la prossima volta che vado al LIDL provo i detersivi che suggerisci.

      • Mamma Felice (Mappano) - Ariete

        immagine livello
        Guru
        Mamma di Dafne (13 anni)

        sissì, alla fine l’ho presa. pagata veramente poco, classe B. abbiamo calcolato che a tariffa piena unìasciugatura costa 70cent di energia/consumi. cerco di farla nelle fasce orarie giuste, ma comunque è fattibile per un consumo normale.

      • anche io cerco di usarla quando si spende meno ed è veramente un grande aiuto in casa 🙂

      • Mamma Felice (Mappano) - Ariete

        immagine livello
        Guru
        Mamma di Dafne (13 anni)

        Io non l’ho mai usata e onestamente non la amo molto: è molto nociva, e credo non sia nemmeno tanto ecologica. Perchè non usi l’acool, che è ecologico, rende moltissimo e non è nocivo?

    • Mamma Felice (Mappano) - Ariete

      immagine livello
      Guru
      Mamma di Dafne (13 anni)

      Io sui pannolini lavabili non ho mai fatto test, quindi non saprei dirti: per me erano troppo impegnativi.

    • Luciana

      Attenzione! L’aceto e il bicarbonato non vanno assolutamente usati insieme perchè si annullano. Per il bucato oltre al bicarbonato si può usare anche il perborato. L’aceto per il bucato è ottimo come ammorbidente e vi assicuro che è ottimo e non impregna le fibre come l’ammorbidente che spesso da’ evidenti problemi di irritazione cutanea. Io uso molto il bicarbonato anche con i pannolini lavabili e forse richiedono un po’ di pazienza ma la mia bimba non ha mai avuto irritazioni e finora ho risparmiato molto…. anche con i lavaggi in lavatrice. Gli indumenti dei bambini, specie se molto piccoli, si sporcano quotidianamente e dunque si lavano spesso e aggiungere 5 o 6 pannolini non incide più di tanto. :mrgreen:

      Grazie mammafelice per gli argomenti che tratti….. quando ero incinta ho trovato utilissimi i tuoi consigli, ora sei la mia pagina web predefinita.

  3. katia

    Ho notato una cosa:
    spesso e volentieri i prodotti ecologici si trovano nei discount, che spesso sono di matrice tedesca (Lidl, In’s) vorrà mica dire qualcosa?!
    Dal canto mio uso quelli della lid (detersivo per lavastoviglie e per i piatti)
    Devo ancora provare i detersivi per lavatrice.
    Uso tanto aceto, tanto bicarbonato.
    Uso ancora i detersivi tradizionali, ma cerco di non sprecarli…
    Ho ancora tanta strada da fare…

    • Mamma Felice (Mappano) - Ariete

      immagine livello
      Guru
      Mamma di Dafne (13 anni)

      Io fino a poco fa usavo il detersivo non ecologico del carrefour, che è buonissimo e ha una resa splendida: un flacone mi durava due mesi, quindi figurati che quantità minima ne utilizzo… Passare al detersivo ecologico, nel mio caso, è più una questione di ‘stile ecologico’, che di efficacia vera e propria, visti i miei consumi ridotti. Però mi fa star bene.

  4. purtroppo i detersivi alla spina non si trovano nemmeno da me una volta solo li ho trovati ma erano davvero di bassa qualità invece ho scoperto un mondo con la soda solvay http://supermamma.mammacheblog.com/2011/01/18/detersivo-ecologico-la-soda-solvay/ e tieni conto che il mio soprannome è la lavandaia 😉

  5. MammaLara

    per la mia esperienza posso dire che solo riducendo il quantitativo di detersivi usati si può fare qualcosa. io ho iniziato la mia svolta eco dimezzando le dosi di detersivo per la lavatrice e aggiungendo bicarbonato. il risvolto eco-nomico si è sentito da subito (naturalmente a parità di risultato)

    • Mamma Felice (Mappano) - Ariete

      immagine livello
      Guru
      Mamma di Dafne (13 anni)

      Sono d’accordo: innanzi tutto usarne meno. Poi eventualmente si può fare il passo all’ecologico.

    • idem come te MammaLara: per un carico da 6 kg io uso al massimo un tappeto di detersivo, e un cucchiaio di bicarbonato. I panni vengono puliti, non sanno di detersivo e il flacone del detersivo mi dura mesi, è incredibile. Ah, però io aggiungo sempre un po’ di ammorbidente, della linea verde dello Sma-Auchan.

  6. ciao, io cerco di produrre detersivi faidate ma non è sempre facile.
    Segnalo che anche Auchan ha una linea di detersivi Eco ma ancora non l’ho mai provata.

  7. MammaLara

    vi faccio un altra domanda: si trova l’aceto in confezioni “industriali”? mi spiego: usandolo per le pulizie (cucina, bagno, bucato) ne faccio fuori un bel po’ e buttare tutte quelle bottiglie di vetro mi fa piangere il cuore, anche se abbiamo la raccolta differenziata la bottiglia è comunque un manufatto che ha una vita molto breve. soluzioni? bidoncini, damigiane… boh?

    • Mamma Felice (Mappano) - Ariete

      immagine livello
      Guru
      Mamma di Dafne (13 anni)

      secondo me il vetro è uno dei materiali più ecologici: si ricicla totalmente e senza problemi. confezioni giganti non ne ho viste, e non so nemmeno se l’aceto possa essere conservato nella plastica, a dire il vero…

      • MammaLara

        ecologico sì, ma perchè distruggere e ricostruire una bottiglia perfettamente funzionale?
        mi sa che sto menando il cane per l’aia… il fatto è che ogni aspetto della questione eco- apre un milione di nuovi spunti di riflessione e i mi perdo in un bicchiere d’acqua. scusate la lungaggine!

      • qui l’aceto l’ho trovato al super anche in bottiglie di plastica

      • certo che esistono le bottiglie in plastica di aceto. non so che dire, sicuramente anche la plastica è inquinante. l’importante sarebbe un corretto uso dei contenitori per il riciclo perchè sia vetro che plastica possono essere riciclate, personalmente preferisco il vetro, ma ci sono i pro e i contro.

    • LaVale

      perchè non prendi l’acido citrico? si trova in polvere, in pacchi da un kg, nei consorzi agrari e nei negozi per enologia.
      Poi lo diluisci (non mi ricordo a memoria come, ma si trovano le indicazioni su internet), tra l’altro inquina ancora meno dell’aceto, è molto meno corrosivo dell’aceto, ed è quasi inodore.

  8. interessante la linea eco della Lidl, che qui c’è. Andrò a farci un giro, grazie dell’info.

  9. Personalmente, per pulire uso aceto, bicarbonato e limone (per il forno). Invece, per lavare i piatti e per il bucato, sto provando i detersivi Winni’s http://www.winnis.it/
    Non li trovo alla spina (qui da noi, in provincia di Lecce, non ho ancora trovato detersivi alla spina), però sono completamente biodegradabili. Per il bucato esistono diversi prodotti, per il momento ho provato solo l’ammorbidente e ha un odore molto gradevole, in più, essendo piuttosto denso (non è di quelli da diluire, però è densissimo) lo diluisco con acqua, per cui è anche conveniente come prezzo. Ho poi provato il detersivo per lavare i piatti a mano e lo trovo buono; come te, Mamma Felice, lo uso pure come smacchiatore e per pulire i pavimenti.
    I prodotti Winni’s però non hanno il marchio Ecolabel. Hanno un marchio ECONATURA che, onestamente, però non so cosa stia a significare… Non avevo riflettutto sul fatto che il marchio non è Ecolabel, ma Econatura… Mmmmm
    Tu che ne pensi, Mamma Felice?

    • Mamma Felice (Mappano) - Ariete

      immagine livello
      Guru
      Mamma di Dafne (13 anni)

      Non saprei proprio: sul sito dice che sono prodotti con elementi di origine vegetale… bisognerebbe poter leggere l’inci.

      • Niente, ho voluto andare a fondo. Dunque, l’elenco degli ingredienti è scritto talmente in piccolo che mi sono accecata. Comunque, il detersivo per i piatti contiene, copio dall’etichetta: “5%-15% tensioattivi anionici, inf 5% tensioattivi anfoteri, tensioattivi non ionici. Altri componenti: profumo, methylsothiazolinone, benzisothiazolinone”.
        Dunque, il methylsothiazolinone è un conservante, mentre il benzisothiazolinoneche è un antibatterico; entrambi, nel biodizionario.it, hanno un bollino rosso. Però, considerato che si tratta di ingredienti alla fine dell’INCI, dovrebbero essere contenuti in modiche quantità.
        Quanto invece ai tensioattivi c’è scritto “I tensioattivi presenti nel prodotto sono facilmente, rapidamente e completamente biodegradabili. I tensioattivi di Winni’s Piatti sono di origine vegetale e vengono trasformati dai microrganismi presenti nell’acqua in sostanze naturali.”
        Insomma, a leggere l’etichetta sembra un prodotto amico dell’ambiente.

  10. Claudia

    E’ già da un pò che ho cercato di “svoltare” sull’ecologico anche per quel che riguarda i detersivi. Io faccio così:
    per i sanitari faccio una cremina bicarbonato + detersivo piatti (tipo Cif, per intenderci)
    per i pavimenti come Mammafelice ma metto alcool (per i liquori) al posto dell’aceto (ma si può usare anche insieme ovviamente dimezzando le quantità)e poche gocce di olio essenziale
    per la lavatrice uso il detersivo di offina naturae (così anche per det. piatti)
    non uso candeggina o ammoniaca, altamente inquinanti, ma percarbonato per sbiancare le macchie più ostinate
    come ammorbidente, anticalcare, brillantante uso l’acido citrico, come detersivo multiuso (sgrassante, per i vetri, specchi, mobili ecc)ho riempito uno spruzzino con acqua distillata, alcool, poche gocce di detersivi piatti e olio essenziale.
    Così facendo mi trovo bene con me stessa e con la pulizia.
    Non ho mai provato la soda solvay, lo farò presto.
    Baci
    Claudia B.

  11. cri

    premetto che in casa non ho la lavatrice, ahimè nella foga di ristrutturare ho fatto una doccia enorme e solo ad opera compiuta mi sono resa conto che non ci stava altro, quindi per la biancheria ci pensa mamma che è una di quelle “giùlemanidalmioda*h” :mrgreen:
    per la pulizia di tutta la casa io uso un sistema semplicissimo: compro solo il detersivo per piatti (w5 della lidl), ne travaso pochissimo in un nebulizzatore insieme a qualche goccia di olio essenziale al limone e un cucchiaino di acido citrico anidro (un chilo costa pochi euro e si compra al consorzio agrario), poi aggiungo acqua. con quello faccio tutto: cucina, pavimenti, bagno, vetri e specchi.

  12. come ho scritto qui http://mimangiolepellicine.blogspot.com/2011/01/prove-bio.html ho presto questi…
    per ora ho usato solo il detersivo liquido per lavatrice e mi trovo bene. Non è profumato e sencondo me fa piu’ lavaggi di quelli indicati nella confezione, per il resto uso anche io quelli del lidl e di un’altra marca che ora nn ricordo 😛

  13. Io mi trovo benissimo con le tabs per la lavastoviglie, della Coop (viviverde); per la lavatrice invece uso sempre marchio Coop, ma quello liquido… quello in polvere è tanti anni che non lo uso più. Se voglio potenziare aggiungo nella vaschetta del bicarbonato!
    Per i piatti a mano, quando passo (dato che non è esattamente sulla mia strada) ricarico quello dell’Ecor che trovo in un negozio bio…
    poi, anch’io aceto e bicarbonato…

    • Mamma Felice (Mappano) - Ariete

      immagine livello
      Guru
      Mamma di Dafne (13 anni)

      Ma quello liquido Coop tu lo trovi? Io ho chiesto e mi hanno detto che non esiste… lo voglio!!

      • Si, “lavatrice liquido all’aloe vera”… è uno dei pochi che mi piacciono perchè non ha molto profumo. 😀 Io “oooodio” i detersivi che mi rimbambiscono di profumo :argh:

      • ah, l’ammorbidente lo uso molto raramente, solo se ho la lavatrice con il carico di asciugamani e uso quello naturale dell’ Almacabio… (anche questo è praticamente inodore)

  14. Noi utilizziamo da un paio di anni i prodotti della CONAD a dispenser come quelli della COOP con l flacone riciclabile che rimpiamo da soli.Io li trovo non solo natuarli , ecologici ma anche molto buoni e convenienti,viste le lavatrici che si fanno a casa mia e i piatt che si lavano.Grazie per le altre segnalazioni !

  15. Per la pulizia di casa uso tantissimo panni microfibra ed acqua o vaporetto. Per bagno o bicarbonato o aceto o più frequentemente un detersivo naturale che si chiama Primed, ottimo anche per i vetri.

    Per lavastoviglie e lavatrice utilizzo ancora detersivi naturali Edelweiss però costano molto e c’è il problema dell’imballaggio. Vorrei provare i fatti in casa ma non mi sono ancora presa il tempo.

    A me tutti i prodotti “ecologici” del mercato sanno troppo di “chimica” hanno profumi e consistenze troppo simili a quelli non ecologici…Ma sempre meglio di niente. Ormai il mio olfatto (e la mia pelle) si sono abituati al naturale e se utilizzo altro starnutisco o comunque sono infastidita dai profumi.

  16. Lo ammetto, su questo tema non sono costante! Ho un negozio di detersivi ecologici alla spina vicino casa però è qualche settimana che non ho il tempo per andare a ricaricare 🙁 sono quindi per il momento ritornata a quelli del supermercato (non ecologici). Promessa solenne che se domani non piove vado a ricaricare l’ammorbidente!

  17. EMANUELA

    Io uso i detersivi di Officina Naturae , mi trovo benissimo e ormai mi sono talmente abituata al fatto che non lascino odore sui panni che gli altri mi sembrano sempre troppo profumati.
    Li ho scelti anche perchè quando posso preferisco finanziare una piccola azienda italiana rispetto alla GDO.
    l’asciugatrice non mi convince e non avrei neppure il posto dove metterla, per ovviare ai panni da asciugare nei periodi in cui piove sempre vado alla lavanderia automatica e asciugo tutto con pochi euro

    • Mamma Felice (Mappano) - Ariete

      immagine livello
      Guru
      Mamma di Dafne (13 anni)

      Prima di prendere l’asciugatrice avevo cercato anche io una lavanderia a gettoni in zona, ma avrei dovuto dare 20 km, e alla fine inquinavo di più ad arrivare in auto in centro che ad avere la mia asciugatrice… Comunque quando ci sarà il sole continuerò a stendere sul balcone.

  18. non sapevo del lidl…i detersivi auchan sono ecolabel, ottino losmacciatore, il det delicati, l’ammorbidente e il det piatti 😉

  19. cara mammafelice, che post interessante. è da tempo che anche qui in america sto provando ad usare prodotti ecologici e devo dire che mi trovo bene. mia madre mi ha sempre detto che in italia non riesce a trovarne e quindi le inoltro volentieri il tuo post!
    un abbraccio da lontano!

  20. Evelyn

    Io suo da più di un anno i datersivi ecologici e saponi naturali per il corpo alla spina. Quelli che uso io si chiamano Biolù è sono certificati vegetali e biologici AIAB, non sono testati su animali e non contengono derivati animali.. hanno anche la certificazione Vegan. Ho tre bimbe piccole e mi ci trovo molto bene, sono molto efficaci e delicati nello stesso tempo li posso usare anche a mani nude, non inquinano e li compro alla spina risparmiando sul flacone e rispettando l’ambiente. I saponi per il corpo, anche quelli alla spina sone delicati e fatti con olio extravergine d’oliva… ebbene si io non lo sapevo ma l’olio d’oliva all’interno dei saponi è un ottimo emoliente e da quando li uso non ho più bisogno di darmi la crema dopo il bagno. Io acquisto alla spina e ne sono felice e invito tutti a comprare prodotti alla spina per ridurre al minimo i rifiuti. Questi saponi li acquisto vicino casa in un negozio di prodotti bio ma ho visto sul sito http://www.biolu.it che ci sono molti punti vendita in tutta Italia e che fanno anche la vendita on-line. Ultima cosa non è vero che i saponi biologici costano molto di più di quelli normali, comprati alla spina si risparmia circa il 40% rispetto a quelli già confezionati biologici. 😀

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *