Suocera vs Nuora

Pubblicato il 1 Ottobre 2009 da • Ultima revisione: 7 Agosto 2014

Prendo spunto dal film di ieri sera, già visto e stravisto, ma sempre molto divertente (Mostro di suocera), per parlare di un argomento un po’ spinoso, che forse farà discutere: il rapporto suocera vs nuora.

Purtroppo capita spesso: suocere e nuore non vanno sempre molto d’accordo, e pare che una delle principali cause di divorzio, in Italia, sia proprio il rapporto ‘malato’ che si crea tra queste due figure.
Una sorta di Eva contro Eva, insomma…

Nella maggior parte dei casi, questo avviene tra la madre di un figlio maschio e la nuora: forse in Italia c’è ancora una forte percentuale di ‘mammoni‘, tra gli uomini?

Come madri, dovremmo essere le prime ad impedire che i figli maschi siano sempre serviti e riveriti, con il caffè zuccherano portato a letto, la biancheria sparsa sul pavimento e raccolta tutti i giorni senza fiatare, l’incapacità di badare a se stessi autonomamente… Per fortuna questo, con le mamme giovani, accade sempre meno di frequente, ma è indubbio che ancora una grande percentuale di uomini sia tendenzialmente votata al maschilismo, con grave danno per la società e il futuro delle donne.

E dico questo perchè sono sempre stata convinta che molto del futuro comportamento della propria suocera, dipenda dal proprio marito: è lui che deve saper mediare, che deve far ragionare la madre, aiutarla ad accettare la nuova unione e soprattutto imparare a non ricorrere a lei quando ha un problema che può essere affrontato con la sua nuova famiglia.
(Tutto questo, naturalmente, avviene anche in senso inverso, se sono i genitori della moglie ad essere un po’ troppo rompini…)

Quindi, quando sei fidanzata con un uomo-mammone, ricorda che sai già a cosa vai incontro! E se pensi al tuo fidanzato dicendo a te stessa che lo cambierai, forse hai sbagliato persona! E anche se è duro da accettare, è bene prendersi una bella secchiata d’acqua gelata in faccia sentendoselo dire adesso, piuttosto che rendersene conto quando ormai è troppo tardi.
Perchè si sa, la Sindrome di Candy Candy in fondo è inscritta le DNA di tutte le donne: vogliamo sempre un po’ salvare tutti! :mrgreen:

Alcune regole generali per avere un rapporto idilliaco con la suocera:

  • presentarsi sempre con sincerità: invece che farsi mille moine e complimenti, lanciare sorrisoni e occhiate alla Bambi, meglio mostrarsi subito per quello che si è.
    (La mia prima cena dai suoceri, ho quasi rotto una tazzina del servizio buono. Mi è partita e mia suocera l’ha acchiappata al volo)  😆   ;
  • stabilire subito dei limiti oltre i quali non bisogna andare;
  • cercare di conoscersi: a cena, chiacchierare di sè e di ciò che si pensa, è molto utile, perchè aiuta tutti a capirsi. Invece di parlare ‘di niente’, impariamo dunque a parlare di qualcosa;
  • cercare di essere propositivi e attivi, e non passivi, nè tantomeno aggressivi;
  • cercare di capire davvero la propria suocera/nuora: e se fosse simpatica? e se fosse dolce? e se fosse gentile? e se davvero ci volesse bene?

Per questo è importante parlare, chiacchierare della vita, della propria visione delle cose: come due donne che hanno in comune tante cose (primo fra tutti un figlio/marito), e che potrebbero anche, un giorno, condividerle.

Secondo me è importante sempre pensare una cosa: una suocera è una madre, e come tale ha a cuore il benessere del proprio figlio. La stessa cosa che vorremmo noi per i nostri figli. E’ quindi normale che sia esigente e che pensi di sapere cosa è meglio per suo figlio: lo conosce da molto più tempo di noi!
Ma proprio perchè conosce suo figlio, e non l’uomo che suo figlio è diventato, noi dobbiamo aiutarla a mantenere vivo il suo rapporto madre-figlio, senza esautorarla da questo punto di vista, tenendo per noi il rapporto uomo-donna.
E, allo stesso modo, le suocere ricordino che prima di essere diventate tali, sono state figlie e anche nuore!

Cose da fare e non fare… da ambo le parti

Io sono una privilegiata: i miei suoceri sono fantastici, e io li reputo come dei genitori. Non è stato tutto sempre facile, nè lo sarà: abbiamo abitudini diverse, a volte anche idee diverse, a volte ci siamo mandati a quel paese o abbiamo alzato la voce, ma con grande sincerità, tanto che, un attimo dopo, tutto tornava come prima.
Alcune cose che li infastidiscono di me sicuramente ci sono, ma o me le fanno notare, o si trattengono per serenità generale. Alcune cose che mi infastidivano, sono scomparse dopo che sono diventata mamma e ho capito molte cose.

Ecco però alcuni punti di enorme contrasto che sento spesso dalle amiche, o leggo in giro tra i vari blog.

Matrimonio

Il matrimonio è il preludio del divorzio? Conosco storie da far rabbrividire Torquemada! E penso che, se un matrimonio deve diventare uno stress di questo tipo, sarebbe meglio fare le cose in piccolo, senza voler organizzare, da una parte e dall’altra, le nozze di Lady D!

Suocera:

  • no, è fuori discussione che tua nuora indossi il tuo vestito di matrimonio: è sicuramente bellissimo e tenuto molto bene, ma è come minimo un vestito di 20-30-40 anni fa, quindi datato. Se il matrimonio è stato uno dei giorni più belli della tua vita, cerca di fare in modo che lo sia anche per tuo figlio e sua moglie!;
  • se inizi a piangere 6 mesi prima del matrimonio, da quando ti viene annunciato, e finchè tuo figlio non si separa, non stai dimostrando tanto affetto nei suoi confronti: tua nuora può anche non piacerti, ma siccome sei convinta di essere una buona madre, sai che tuo figlio è stato cresciuto con dei princìpi sani, è forte e intelligente e può benissimo scegliere da solo la persona con cui passare il resto della vita. Quindi presentati al matrimonio sorridente e felice, e non come se stessi andando a un funerale;
  • no, non puoi decidere tu chi saranno gli invitati al matrimonio, nemmeno se lo paghi: ricorda sempre che questa è la festa di tuo figlio e la sua futura moglie, e l’ultima parola spetta a loro. Se zia Pinuccia, che aveva una cugina di un parente di una zia di un fratello che 27 anni fa ti ha invitato al battesimo del figlio, non importa: non tutti potranno essere invitati, e va bene così;
  • no, non puoi vestirti di bianco, al matrimonio: il bianco è riservato alla sposa, che è la protagonista della festa.

Nuora:

  • visto che tua suocera paga le bomboniere, puoi anche cercare un compromesso per fare in modo che piacciano anche a lei. E se non trovi il compromesso, cerca per lo meno di coinvolgerla in altre piccole cose: la scelta dei confetti, le partecipazioni, gli addobbi floreali… tu ti toglierai un peso organizzativo, e la farai felice;
  • se tua suocera paga il pranzo con parenti ed amici, scegli insieme a lei le portate del pranzo: magari per una volta eliminerai il tofu e farai servire due secondi, uno vegetariano, e uno per chi non è vegetariano;
  • non c’è niente di male se tua suocera vuole aiutare suo figlio a scegliere il vestito: anche se tu e lei non avete gusti simili, devi fidarti dell’intelligenza dell’uomo che stai per sposare. Sicuramente non si presenterà vestito da Elvis, fidati!

Le telefonate

Non sempre le persone hanno il tatto di comprendere quando è il momento di telefonare e quando non lo è, ma soprattutto, non sempre si ha la misura di quante telefonate iniziano ad essere troppe, e quante invece sono troppo poche.

Suocera:

  • non chiamare alle 7 del mattino la domenica, anche se tu sei sveglia già da un’ora;
  • non chiamare nemmeno in orari improbabili o momenti delicati: durante gli orari dei pasti, la sera tardi, durante il viaggio di nozze, durante il parto o le fasi di allattamento, ecc…

Nuora:

  • non impedire a tuo marito di chiamare i suoi genitori. Che ci sarà di male nel voler far due chiacchiere con la propria madre?;
  • non sei obbligata a chiamare tua suocera tutti i giorni, e nemmeno una volta a settimana, ma per lo meno informati su come sta e mandale i tuoi saluti tramite tuo marito;
  • prova a coinvolgere tua suocera nella tua vita: se hai bisogno di parlare, o di sfogarti, o di chiedere un consiglio… perchè non provare a farlo con lei?

I pasti

Se c’è una cosa che non manca nella nostra società occidentale, è il cibo: non rendiamolo un motivo di scontro!

Suocera:

  • non pensare che tuo figlio morirà di fame una volta sposato: non è necessario che nascondi ovunque teglie di lasagne, peperoni imbottiti e torte col mascarpone, soprattutto quando ti viene chiesto di non farlo;
  • non invitare tua nuora a pranzo rimpinzandola come un cotechino e riempiendole il piatto, mentre le dici che è troppo magra; per lo stesso motivo, se tua nuora non è magra, non è il caso che glielo rinfacci continuamente, dicendole che da oggi in poi le servirai solo insalata scondita;
  • non deridere le scelte alimentari di tua nuora: se è vegetariana, non è necessario che le nascondi la carne tritata nella minestra. Quello che piace a te, non per forza deve piacere agli altri.

Nuora:

  • non criticare sempre la cucina di tua suocera: ‘è troppo grassa, è troppo fritta, è troppo pesante, è troppo condita’… per anni ha funzionato ed è andata bene così, e tuo marito in qualche modo è pure sopravvissuto, bello e in gamba per conoscere te, dunque sopravviverai se una volta a settimana ti ci abitui anche tu;
  • se una cosa non ti piace, non sei obbligata a mangiarla, ma puoi dirlo con gentilezza;
  • se tua suocera, quando andate a cena da lei, ti riempie di frutta e verdura dell’orto, o ti prepara un sacchettino da portare via, invece che arrabbiarti e declinare, aiutala a scegliere le cose che sicuramente mangerete, in modo che non vengano sprecate: tu avrai ricevuto il favore di avere in regalo della verdura genuina e un paio di pasti pronti, e tua suocera sarà contenta di esserti stata utile;
  • non pensare sempre che se tua suocera ti manda un piatto di arrosto, è perchè ti sta dicendo che non sei capace di cucinare o di prenderti cura di suo figlio: guarda a questo gesto come una gentilezza che ti fa risparmiare tempo e denaro.

Casa

La casa, e l’intimità casalinghe, sono sacre. La mia idea è che genitori e figli dovrebbero abitare lontani! Vivere nello stesso palazzo, nella stessa strada o anche nello stesso pianerottolo, può accentuare i problemi.
Rendiamoci indipendenti prima di diventare degli esauriti cronici!

Suocera:

  • anche se hai regalato la casa a tuo figlio o lo hai aiutato a pagarne il mutuo, quella casa resta sempre di tuo figlio, e non puoi considerarla come casa tua: quindi, se hai voluto fargli questo grandissimo regalo, non pensare di poter andare e venire a tuo piacimento, usando la tua copia delle chiavi (che non avresti dovuto chiedere), entrando senza bussare o facendo visite a sorpresa;
  • avvisa sempre con largo anticipo quando arrivi o quando desideri fare una visita, chiedendo se è opportuno;
  • non cambiare l’arredamento e non spostare i mobili a tuo piacimento: solo perchè di giorno tua nuora non è in casa e tu hai le chiavi per andare e venire, non significa che loro vogliano assumerti come arredatrice di interni, nè soprattutto che abbiano i tuoi stessi gusti;
  • non entrare in casa di tuo figlio a fare le pulizie, se non ti è richiesto: faresti credere a tua nuora che lei non è in grado di badare alla casa come te. Considera sempre che una mamma che lavora, non ha a disposizione tutto il tempo che hai tu per stare dietro alla casa, e che in ogni caso tutto questo non è così importante;
  • non aprire gli armadi, non prendere i vestiti lasciati sulla sedia in camera, non svuotare il cesto della biancheria sporca, e non rilavare i vestiti già lavati: dai la tua disponibilità a fare qualche lavatrice, a rammendare e stirare, ma sappi anche accettare un NO. Se qualcuno mettesse le mani tra le tue mutande sporche senza dirtelo, tu ne saresti felice?;
  • non pretendere che ogni santa domenica si debba per forza pranzare tutti insieme a casa tua: è logorante! Quando nasce una nuova famiglia, la domenica è un giorno importante per l’intimità, per il riposo e anche per il divertimento. Organizza dei pranzi con largo anticipo, e non pretendere che tutti i giorni di festa vengano sacrificati, da due ragazzi giovani, a chiacchierare intorno al tavolo con i parenti;
  • se tua nuora è a casa qualche giorno in ferie, non tartassarla pretendendo che ti faccia da segretaria-autista-tuttofare, affidandole mille incombenze: quando hai bisogno di un piacere, chiedilo con un po’ di anticipo, e cerca di organizzare i tuoi impegni in base agli orari di tua nuora, se lavora, per non metterla in difficoltà in ufficio.

Nuora:

  • se hai accettato che tua suocera ti comprasse la casa, te la pagasse, si accollasse le rate per i mobili, ora puoi anche accettare qualche piccolo compromesso che la renda felice! Se non vuoi cedere sui centrini o sull’orologio da muro con gli uccellini che cinguettano, per lo meno accetta le tende ricamate, o il copriletto antico…;
  • se tua suocera si offre di fare le pulizie in casa, non pensare subito che te lo dica per sottintendere che tu non ne sei capace: magari vuole solo rendersi utile. Se non hai piacere che questo avvenga, declina l’offerta con gentilezza, oppure chiedi a tua suocera di svolgere per favore degli incarichi ben precisi: per esempio lavare le tute di lavoro del marito, stirare le camicie, stendere il bucato… è un bell’aiuto!;
  • se non sei mai disposta ad aprire le porte della tua casa a tua suocera e ai parenti di tuo marito, dovrai sempre affrontare molti problemi di convivenza: organizza una volta ogni tanto un pranzo da te, tutti insieme, magari chiedendo alla suocera di cucinare quel piatto che le viene tanto bene. La farai felice, e tu dovrai lavorare di meno.

Maternità

Molti attriti nascono con la nascita dei figli, soprattutto se non si mettono ben in chiaro le cose sin da subito.

Suocera:

  • ricorda sempre che tu hai già avuto la tua occasione: qualsiasi giudizio o critica o consiglio non richiesto, devono quindi essere ingoiati come ingoieresti dell’olio di ricino, anche se pensi di fare bene. Intervieni quando ti viene chiesto esplicitamente;
  • non criticare mai lo stile di maternità di tua nuora, se non desideri che lei critichi il tuo modo di essere madre: se tu le dici che non è una buona madre, anche lei potrà dire la stessa cosa a te. Non fa piacere, vero?;
  • se tua nuora ha delle regole che con i figli desidera vengano rispettate, tu devi rispettarle: se ti dice che i bambini devono viaggiare in auto solo col seggiolino, tu non puoi fare il contrario di quello che dice; se ti dice che i bambini non devono mangiare il cioccolato, tu non dare loro il cioccolato; se ti dice che i bambini devono dormire di pomeriggio, tu mettili a dormire. A te piacerebbe se qualcuno ti dicesse come devi comportarti con i tuoi figli?
  • non fare critiche manipolative, del tipo: Se vai a lavorare, fai soffrire i tuoi figli; Se non vai a lavorare, è perchè sei interessata solo ai soldi di mio figlio; I bambini si sono ammalati perchè tu non li vesti abbastanza; I bambini sono ammalati perchè tu non li nutri abbastanza… e così via. Ogni madre fa del suo meglio, e finchè non prenderai la Laurea in Mammologia, tu e tua nuora sarete sullo stesso piano, come madri. Offri il tuo aiuto, non il tuo astio.

Nuora:

  • ricorda sempre che tua suocera ha cresciuto l’uomo che ami e con cui magari hai fatto anche dei figli: qualcosa di buono deve pur averlo fatto, come madre, no? Chiedile consigli semplici, tieni in considerazione i suoi pareri, ascolta sempre ciò che ti dice, e se non sei d’accordo rispondile con gentilezza che preferisci fare a modo tuo;
  • le regole che dai ai tuoi figli sono sacrosante e vanno rispettate, ma accetta anche che qualche volta i nonni possano fare delle piccole eccezioni. Pretendi di essere sempre informata, e soprattutto che non vengano tradite le regole di sicurezza, ma non essere intransigente per un cioccolatino o un gelato in più;
  • ricorda che tua suocera ti dà una mano a guardare i tuoi figli mentre lavori, ma non è un facchino: non puoi pretendere che corra a destra e sinistra per la città badando ai bambini per 10 ore al giorno… potrebbe essere molto stancante!

Vi va di dire la vostra? Com’è il rapporto con la suocera/nuora e cosa si potrebbe fare per migliorarlo?



Commenti

97 Commenti per “Suocera vs Nuora”
  1. Dio che sollievo…e io che pensavo di aver patito con mia suocera…e invece che cosa ho letto! Scherzi a parte, dopo qualche anno di assestamento e smussamento dei miei angoli e dei suoi, io e mia suocera (che è inglese) ora siamo una gran bella coppia! Nel mio caso il segreto è stato capire che il suo era bisogno di rendersi utile, di essere accettata e amata. Capito questo la svolta è avvenuta in modo ancor più eclatante con la nascita di Orlando. Anche se il lavoro per continuare ad andar d’accordo non è mai finito io amo la mia famiglia allargata e sono grata di averla avuta in sorte.

  2. Anche se non si ha un marito mammone (il mio non lo è per niente!) il rapporto con la suocera può essere molto complicato!
    Per anni io e mia suocera siamo andate d’accordo semplicemente perchè non ci frequentavamo: il bambino piccolo la infastidiva e per questo non si faceva vedere: “ho la mia vita da vivere” ha detto a suo figlio, la infastidiva essere nonna!
    Poi mio figlio è cresciuto, lei ha avuto dei problemi personali e ha cominciato ad essere più che presente: aveva bisogno di consolazione, si è improvvisamente ricordata di avere un nipote e cercava in ogni modo di impicciarsi nella nostra vita.
    Non aggiungo molto altro: adesso viviamo in un altro stato anche per stare lontani da lei…

    Ciao

    Eleonora

    PS: Ho un solo figlio, maschio, già adolescente, tremo all’idea della suocera che diventerò!!! 😆

  3. Titty

    Ciao io sono molto preoccupata a Marzo diventeròò mamma e mia suocera incomincia a fare battute vive lontano da noi e mio marito non è un mammone ma lei è quella che fa i regali + belli , i + costosi ecc e te lo fa pesare.Scusate lo sfogo!! Saranno gli ormoni!!

  4. Giusy

    Io per mia suocera e mia cognata ho molto rispetto ma loro per me no. Abito in un appartamento, di loro proprietà, sotto loro.Qualsiasi cosa cucini non va bene a tutte e 2, trovano sempre qualcosa che non va infatti a volte vorrei fare dei dolci ma mi privo perchè sapete com’è si viene a sapere o si sente dall’odore ed ho paura dei loro giudizi. Non vogliono mai mangiare da noi,devono essere sempre loro a decidere per mio marito e per la casa ma la cosa che mi fa arrabbiare molto sono alcune battutine che fanno ed il fatto che non mi considerano, nel senso che dicono “questo è di mio figlio o mio fratello”, “quando mio figlio avrà figli”, “a casa di mio figlio”……ecc………..Mai mettono in mezzo me, e non vi dico quando sparlano di tutti o mamma le vorrei picchiare, non c’è nessuno che vada bene. Il fatto è che da una grande città sono passata ad un piccolo paese di provincia e quì ci sto malissimo.Sono stufa non nè posso più e già è passato un anno.C’è anche da dire che non sono il tipo che se ne frega tutto, ci rimango malissimo quando succedono queste cose.Cosa devo fare aiutatemi

  5. rachele

    io invece ho un rapporto stupendo con mia suocera pensa che talvolta ci vestiamo pure uguali!! io ho 20 lei sulla 50 ma è molto giovanile…abbiamo lo stesso taglio di capelli e lo stesso colore siamo piccole di statura uguale..e a tutte e due piacciono le stesse cose..avvolte mi chiedo se davvero non siamo gemelle mancate hahaha :mrgreen: …da un lato credo sia buono che si senta così giovanile mettendo mini e magliettine con le faccine ma talvolta mi preoccupa il fatto che magari mio marito abbia avuto un colpo di fulmine proprio perchè in me rivede sua mamma? loro sono molto legati e parlano di tutto…e pure con me..ma magari è troppo legato a lei? 🙄
    un kiss a tutte

  6. Cosa si deve fare se dopo la nascita del nipote la suocera si trasforma volendo dominare la nuora a tutti i costi, interagendo con lei solo per criticarla in modo stizzoso e pretendendo di tenere il nipote tutto il giorno?? Idem il suocero!! Nel mio caso quasi mi mandavano dallo psichiatra, mi hanno tolto l’aria, non potevo andare neppure sul terrazzo!! Come si possono combattere due persone così che dicono che ti trattano come una figlia???

  7. Sono stata una suocera molto attenta alla sensibilità di una giovanissima nuora che celava dentro di se un sentimento di grande possessività ed egocentrismo.
    Ho tre figli maschi e lei è la fidanzata del secondogenito.
    Un bel giorno il primogenito decide di farci conoscere la sua fidanzata e quindi anche lei ha iniziato a frequentare la nostra casa, da quel momento la mia vita è diventata un inferno perchè la prima nuora non ha gradito in nessun modo l’idea di dover dividere le mie attenzioni di suocera con un’altra ragazza, al punto che ha tirato fuori una cattiveria inspiegabile nei confronti della stessa.
    Ora, dopo varie situazioni imbarazzanti che si son venute a creare, è un periodo che tra noi non c’è più frequentazione perchè mio figlio non le ha più concesso di venire a casa nostra e fin qui non posso che rispettare la sua volontà ma, ciò che mi da profonda pena è che tutto ciò ha innescato un rapporto difficile con mio figlio che pian piano ha messo sempre più distanza tra noi!

  8. Claudia

    Ciao a tutte, prima di conoscere realmente mia suocera non immaginavo neppure in cosa consistesse il tanto chiaccherato rapporto suocera-nuora. Nella mia famiglia d’origine non avevo mai vissuto esperienze del genere, mia nonna e mia madre andavano d’accordo e pensavo fosse la regola.
    Io e mio marito stiamo insieme da 16 anni tra fidanzamento e matrimonio. Il nostro rapporto è sempre stato armonioso nonostante la giovane età di entrambi (io avevo 17, lui 20)e le difficoltà per sistemarci. Mio marito ha cambiato tante città/lavori per costruirsi una sicurezza economica ed anch’io mi sono trasferita in citta diverse da quella di nascita per lavorare e portarmi avanti col comune intento di sposarci al più presto.
    All’inizio pensavo di essere stata davvero fortunata ad aver incontrato i miei suoceri, soprattutto la madre di mio marito che si comportava con me in modo amorevole o almeno così mi sembrava. Qualche volta c’erano frasi strane tipo: dobbiamo essere amiche così nel caso in cuile cose dovessero andare male almeno rimane l’amicizia tra di noi..che io nn comprendevo visto che io ed il filgio andavamo d’amore e d’accordo..poi è arrivato il “Momento”, mio marito aveva avuto una promozione, io avevo ricevuto l’offerta di lavoro e potevamo finalmente convolare…insomma è scoppiato un inferno!! E’ iniziato un crescendo sempre più violento di attacchi di tutti i tipi diretti e alle spalle,invenzioni belle e buone, io che chiedevo cosa fosse successo, attonita, mio marito è entrato in crisi si è rivolto ad uno psichiatra,così è trascorso un anno ed io ancora non riuscivo a capire il cambiamento, poi mio marito mi chiede di sposarlo a dicembre. Io ero contentissima, a gennaio offerta di lavoro improvvisa e non cercata in un’altra città, lui ripiomba in crisi, io gli offro la mia disponibilità, lui accetta e va via. L’accordo era che avrei chiuso le mie cose e l’avrei raggiunto lì. E’ a questo punto che saltano fuori i miei suoceri a viso scoperto..si scopre che dietro l’offerta in questa altra città c’è mio suocero e mia suocera comincia letteralmente a torturarmi psicologicamente con ripetute telefonate sul cellu, lavoro, casa.. per farmi “arrendere”-per usare una sua espressione- e lasciare suo figlio. Con miom arito cominciano le grandi liti perchè non vuole che lo raggiungo perchè non si trova bene..insomma passa un altro anno tremendo in cui io inizio ad avere crisi di pianto non riuscendo a comprendere la cattiveria che mi si scatena contro.
    Ci sposiamo pagandoci il matrimonio da noi.Un mese prima davanti a tutti mia suocera a chiare lettere insinua che mio marito si era fatto tentare da altre ragazze- i pasticciotti-, e non è assolutamente vero! definendo me una “pasta e fagioli”. mio marito è rimasto sconcertato e ancora oggi nn capisce cosa è successo a sua madre perchè da allora gli episodi sono molteplici e si sono raddoppiati con l’arrivo di nostra figlia. Fino a questo momento avevo sorvolato, ma adesso non più. Mi ha infelicitato la gravidanza, il giorno della nascita ho persino dovuto discutere con mio marito.
    L’ho invitata per la nascita e nn è venuta salvo dire a mia madre che sono io che la tengo fuori casa e spuntare dopo tre mesi dalla nascita con una boccia di funghi definendo mia figlia, pelosetta. questo è stato il suo primo commento poi offende me in modo molto meschino mentre mio marito era distratto da una telefonata. io pensavo che certe cose capitassero solo nei film e invece la realtà è ben peggiore. L’ho invitata al battesimo non ha fatto neppure il regalo e ho chiesto anche a mio suocero di fare da padrino per amore di mio marito,….a tutto questo si aggiunge che mi ha messo tutto il loro parentato contro ed hanno tentato anche col mio di parentato e vi assicuro che è una cosa umiliante e tremenda dover partecipare alle classiche riunioni familiari essendo bersaglio di continui attacchi, con mio marito che non capisce, io che sono arrivta a stare fisicamente male anche perchè lui non accetta la cosa,..poi sapendo che a mio marito non fa simpatia mia cognata, mia suocera ha solidarizzato con lei e me l’ha messa contro, per cui ci sono continuamente sovrapposizioni di compleanni, battesimi, ecc.io per evitare ho perfino rinviato quello di mia figlia già organizzato per compiacere il repentino battesimo della figlia dei miei cognati con mio marito furente. Di episodi ce ne sono tanti, fatto sta che fino ad adesso sono sempre stata conciliante, paziente e sinceramente ho fatto male a me stessa non rispondendo alle cattiverie infinite. Non so cosa fare.
    certo è che sono stanca ed ho persino rimpianto il momento in cui ho conosciuto mio marito.

    • Mamma Felice (Mappano) - Ariete
      Mamma Felice
      immagine livello
      Guru
      Mamma di Dafne (12 anni)

      Scusami, parlerò in modo molto crudo.
      1. Metti alle strette tuo marito: se si è creato questo problema, la colpa è sua, che non è capace di tirare fuori gli zebedei per dare un freno ai suoi genitori;
      2. Smetti di frequentare queste persone. Non sei obbligata a passare con loro le feste e i battesimi e i compleanni, se non ti rispettano.
      E’ questo che vuoi per la tua vita e quella di tua figlia? Una vita di tensioni?
      In bocca al lupo di cuore!

      • claudia09021

        ..crepi il lupo!! e Grazie!
        Il tuo sito è molto interessante e di grande aiuto per le giovani mamme!!
        Sono proprio contenta di averlo scoperto!!!!

      • rossy

        Non è possibile vivere così. Ha ragione Mammafelice…ma chi te lo fa fare???
        Sei felice con tuo marito e tua figlia? Allora ti basti …. gli altri con le loro cattiverie cosa c’entrano?
        Lasciali fuori!

      • claudia09021

        Mio marito purtroppo non ragiona così. Se i suoi genitori sono entrati nella nostra vita in questo modo, è perchè lui non accetta l’idea di tenerli alla giusta distanza dalla propria di vita …cara Rossy pensi altrimenti che due persone fondamentalmente “esterne” possano avere così tanta mano libera nella vita di una qualsiasi persona?

      • katia

        Cara Claudia, purtroppo una suocera non ce l’ho e forse sono l’ultima persona che può aiutarti: ti dico solo quello che mi ripete sempre mio marito:
        la famiglia di origine è importante, ma non la scegliamo, quella che invece andiamo a formare è quella che veramente scegliamo, che coltiviamo e che facciamo crescere.
        Cerca di far riflettere tuo marito, allontanatevi dai problemi, non farti il sangue amaro ma soprattutto pensa alla tua meravigliosa creatura.
        Forza!

      • claudia09021

        Grazie di cuore!

  9. rossy

    Sono d’accordo con Katia.
    La nostra “nuova” famiglia è il nostro futuro…Sono certa che sarebbe decisamente più bello riuscire ad essere in piena armonia con tutti i nostri parenti, ma spesso così non è…
    Mi chiedo solo che senso abbia continuare a dare peso a relazioni che spesso è inutile risolvere in positivo…
    UN BACIONE DI CUORE!!

  10. chicca

    Coraggio!!!!!!!!!!!!!!!11
    Cercate di non fare gioco della suocera.Nella mia esperienza vi dico che fa la furba parlando male di me al figlio in mia assenza, ma io rimango zitta e apparentemente indifferente. Lei rosica dei miei silenzi perchè fa sempre così. H rosicato che secondo figlio è maschio perchè la sua figlia ha la femmina ed è soddisfatta perchè la femmina rimane. Ai miei figli al battesimo non ha fatto regalo e piagne che non ha soldi e ultimamente ha chiesto soldi al figlio. io ho risposto a freccia, lei ha rosicato e come pùò senza di me parla male di me al figlio. pensate quant’è ignorante e se la vedi benchè è sciatta e trasandata nella sua vita, si sente superfica!!!!!!!!!!!!!!!!!perciò a voi che ni leggete lascio trarre conclusioni.Un bacio a tutte!!!!

  11. futuramamma

    Salve a tutte..io non posso dire di avere un brutto rapporto con mia suocera ma mi da fastidio il rapporto che lei ha con il figlio!!
    Io sono di Roma e loro sono della campania e come tutti i campani hanno questo amore morboso per la propria città e per la propria famiglia..Sono 2 anni che stiamo insieme e tra qualche mese avremmo un bambino solo che quello che mi preoccupa è “Crescerà il mio compagno staccandosi dai genitori ma sopratutto dalla madre ora che sarà lui a diventare genitore?”
    Mi chiedo questo perchè mia suocera è veramente pesante con lui che è il secondogenito di 3 figli, forse sarà la lontanza da casa ma ogni 15 giorni scendiamo per andarli a trovare (cosa che sto cercando di diminuire visto la gravidanza) si sentono al telefono 20 volte al giorno e adesso lui si nasconde anche come se non vuole farmi sentire quallo che si dicono..e appena provo a nominare il padre o la madre mi viene contro cme se loro sono sacri e io non devo toccarli…il fatto è che lui deve capire che adesso ha 2 famiglie e nessuna è più importante dell’altra mentre per colpa della madre che è come se non lo vuole lasciare andare e lui che non vuole staccarsi io mi ritrovo con un compagno e futuro padre di mio figlio in casa che mi dice le bugie x far felice la madre e che si nasconde per parlare al telefono…non so più cosa fare aiutatemi!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  12. sara

    ciao a tutte
    ora mi serva un vostro aiuto con mia suocera.. sono ormai 8 anni con che sono con mio marito.. al inizio andava tutto bene .. lei almeno credo mi voleva bene.. mi ha perfino dato un abbraccio – sintende 8 anni fà ..

    allora per arrivare al mio problema: in questi otto anni io ho sbagliato in tanti casi .. quando lei mi voleva dare un po di affetto io mi chiudevo ma non perche non le volevo bene.. ma perche pensavo solo a divertirmi usciere etc. (avevo piu o meno 18 – 19 anni ) poi al eta di 20 anni sono andata a vivere insieme a mio marito , senza sposarci .. lo hanno accettato … pero me lo facevano capire che per loro non e stato un casa giusta, perche potevamo prima mettere un po di soldi da parte etc. etc. – capisco solo ora che lo dicevono per il nostro bene, cmq al eta di 21 abbiamo deciso di fare un bambino per l’amore grande verso mia mamma, che in quell periodo si ammalo di cancro ed ancora non aveva la gioia di diventare nonna.. quindi nella mia vita tutto precipito.. al età di 22 anni sono diventata mamma di un bellissimo bambino .. dopo 5 mesi si spense la splendida luce di mamma che ora e in cielo! mia mamma per me era tutto … quindi non prendevo mai in considerazione mia suocera.. anche perche mia mamma non stava bene etc.

    e niente poi anche un po per poter svagare la mente ho riprese a lavorare, mio figlio aveva 6 mesi .. in quell periodo mio suocera non era tanto presente.. anche quando poi io le chiedevo aiuto lei si e sentita un po tradita da parte mia : tipo ora che non ha piu nessuno viene da me … e poi io mi sono chiusa ancor di piu .. ad arrivare al punto di non volerla piu vedere… dopo tante litigate con mio marito, mia suocera etc. mi sono accorta che non ne vale probio litigare… e allora niente, mi sono sposata in chiesa tutto cio per farle piacere, con la speranza che mi avrebbe finalmente accettata e forse chissà anche voluta bene… ma niente di tutto cio … ma neanche mi vuole male…
    e stiamo un po cosi … ogni tanto tutto ok, parliamo del piu e del meno e poi ogni tanto niente.. ci si dice appena buongiorno.
    due sett. fà mio marito dall nulla ha deciso di voler chiamare mio padre: papà … e li piacere tanto se anch io chiamarei i suoi mamma e papa.. ora io vi dico non sarebbe tanto un problema per me… ma come dovrei fare ? nell senso … non abbiamo neanche un rapporto… ho anche provato a parlarne con lei.. ma non mi da per niente soddisfazione… non mi pensa probio … e pure io vorrei tanto avere un po di affetto… qualcuno mi potrebbe dare un aiuto … come posso restaurare un rapporto con lei ? non so neanche dove iniziare… e non so neanche se lei lo vuole…

  13. elav

    No,ragazze,io con i miei suoceri non ce la posso fare!! Lasciando perdere che mi sono incasinata la vita accettando 10 anni fa(xché entrambi avevamo lavori saltuari) di andare a vivere, dopo il matrimonio, nella loro casa di villeggiatura, ignara che loro sarebbero venuti tutti i fiine settimana, anche subito dopo il rientro dal viaggio di nozze! Doppiamente ingenua,forse pensando che a 40anni suonati e otto anni di matrimonio, non sarei rimasta incinta mai,ho accettato di aquistare la’appartamento sopra casa loro(di villeggiatura), e quando ho saputo di star x diventare madre che sono iniziati i “dolori”! Durante questi nove mesi non ho ricevuto la benché minima attenzione da parte loro,anzi sono stati più bestie che mai invitandoci a pranzo la domenica e mettendomi sotto il naso tutto ciò che sapevano non potevo mangiare..il signor suocero veniva tutti i pomeriggi a fare casinò con il taglierba, fregandosene se stavo riposando! Mentre mia suocera al nono mese di gravidanza non solo mi ha offesa dicendo al figlio, davanti a me, che aveva fatto il sugo x lui, ma quando le ho offerto il caffè a casa mia e mi ha visto tirare le camicie del figlio mi ha apostrofato dicendomi come mai non avessi insegnato io a suo figlio l’arte di stirarsi le cose da solo..beh qualche giorno dopo ho saputo dalla mia futura cognata che il fidanzato nonché fratello di mio marito assieme a mio suocero portano le camice in una tintoria economica! Ma si può essere più bestie di così? E dire che lei ha avuto la vita facile vivendo nell’appartamento costruito x lei da suo padre, nello stesso palazzo della sorella e della mamma, certo non le é mai mancato conforto e aiuto! Però non finisce qua perché quando ho dato alla luce il mio tesoro Lei,la suocera, ha chiesto a mio marito se le faceva tenere in braccio il “suo”bambino,mentre quell’altro simpaticone di mio suocero, appena tornata dalla sala parto mi ha accolto dicendomi che ora avevo finito di strillare!! Sono venuti tutti i giorni a rompermi le scatole tanto che mi è venuta la mastite xché non riuscivo ad allattarlo abbastanza… Sono venuti a casa sin dalla prima settimana che io e il mio pupo siamo rientrati, con la pretesa di vedere il nipotino!! Mai una parola di affetto o conforto o aiuto di qualsiasi natura, e tutt’oggi, e con tutto che solo io mi occupo a tempo pieno di lui(mio marito si rifiuta persino di cambiargli il pannolino),non si chiedono mai se sono io ad aver bisogno di qualcosa!! Mi chiedo se si può divorziare dai suoceri… E un periodo di magra x tutti ma siamo d’accordo che appena è possibile ce ne andiamo da lì! E intanto ogni fine settimana sono qua.. Pietà!!

  14. lucrezia

    ciao a tutte! io ho un rapporto normale con mia suocera… se così si può dire! lei stravede per me (me l’ha detto in faccia e lo fa anche davanti a mia cognata!, anche se a me dà fastidio questa cosa, perchè temo invidie e gelosie!) e io anche…tranne che a volte non la sopporto proprio… è ignorante…ma tanto! pensa di sapere tutto lei, di avere solo lei buon gusto e a volte fa delle battutine proprio stupide…ma ferisce. quando lo dico al mio fidanzato, mi risponde sempre che sono io che interpreto male le parole della madre, o che la madre non voleva dire quello che ha detto, ma altro. io faccio finta di niente, anche perchè non mi piace litigare, ma quando fa così ci sto veramente male.

  15. paola

    Sono sposata da più di vent’anni… ho sempre avuto un ottimo rapporto con mia suocera… ho ascoltato mille volte i suoi consigli e ne ho fatto tesoro ma sono circa tre anni che i rapporti sono decisamente peggiorati. Quest’ultimo anno è stato davvero da dimenticare….
    Se mio marito (suo figlio) che ha 55 anni fa qualcosa che a lei non garba, non si chiarisce con lui ma alza il telefono e si arrabbia con me… Ma dice cose che a mio parere hanno dell’assurdo tipo “è la moglie che fa il marito” quasi come se un marito fosse un incapace di intendere e volere… Chiarisco che si parla di banalità, tipo le chiavi di casa sua che non si trovano all’istante o se si va a cena da lei e l’accordo è per le 19.30 e si arriva ai 40…. Io francamente sono una persona che si getta tutto alle spalle, dimentica, ma questo modo di fare da dittatore a me ora ha rotto proprio… Così ieri, all’ennesima bestemmia per qualcosa non fatto come lei avrebbe voluto, le ho risposto per le rime, pur con educazione, e ho lasciato casa sua.
    Mio marito ha provato a farmi tornare indietro e gli ho detto “neppure morta” e purtroppo ho sentito lei dire di me “se se ne va io me ne strafrego”. Mille volte le ho chiesto di non usare parolacce, di non avere modi sgarbati, di non bestemmiare…. Lei non curante di tutto prosegue… Secondo voi ho torto? Io non credo che chiedere ad una persona, pur anziana, di essere un minimo educata, di portare rispetto, sia un delitto…

    • marta

      cara paola come ti capisco, anche perchè mi trovo quasi nella stessa situazione se non peggio. ma ora come state, si sono risolti i conflitti. ho bisogno di alcuni consigli se puoi!

  16. Lucia

    Ciao a tutte, io ho un problema grandissimo con mia suocera.. Sono due anni che sto insieme al mio fidanzato e un anno e mezzo che viviamo insieme (siamo andati a vivere insieme subito perchè abitavamo troppo distanti e ci siamo amati subito). Il problema è che il mio fidanzato (ci stiamo per sposare) ha avuto prima di me una relazione di 5 anni con una ragazza cattivissima, brutta, piena di sè, snob e che ha fatto di mio moroso un cervo a primavera da quante corna aveva. Alla fine lui si è svegliato e stanco di essere trattato così lui l ha mollata. Il problema è che mia suocera non fa altro che parlarmi di lei.. Di quanto è bella (è oggettivamente un cesso), di quanto lui fosse innamorato di lei, che lei è gia sposata con due figli (preciso che è rimasta incinta del primo dopo 6 mesi dalla fine della storia con mio moroso.. Si è fatta mettere incinta per incastrare questo qui che è pieno di soldi.. bella persona vero?).. Beh insomma, è un inferno!! Mi fa sentire la seconda sempre e comunque.. Mi dice delle cattiverie allucinanti e poi mi dice che non vede l ora che ci sposiamo.. Mi ha perfino detto che dovrei conoscerla, bere un caffè con lei cosi almeno capirei che non ho nulla da invidiarle! :argh:
    Oltre a TUTTO questo, si permette di venire in casa nostra quando non ci siamo per fare le pulizia.. Una volta siamo tornati prima a casa e stava togliendo delle macchie sulla porta del bagno (tra l’altro con la spugna che uso per pulire la lettiera dei gatti 😆 )…
    Sono DISPERATA! Mi fa sentire una schifezza e sono stanca di sentire sempre parlare dell’ex.. Perchè mi fa male da morire.. Anche perchè è veramente una brutta persona e non capisco come possa essere ancora legata a lei dopo tutto il male che ha fatto a suo figlio (lei va ancora a trovare a casa i genitori dell’ex).. Abitiamo pure sullo stesso pianerottolo e viene a trovarmi OGNI giorno anche 2-3 volte per parlarmi di lei. Io mi sn già arrabbiata, le ho sempre detto di smetterla ecc, anche il mio fidanzato gli e l ha detto.. MA NIENTE!!! Io non ce la faccio piu..

    • Ely

      Cara Lucia, come ti capisco!!! Povera te! Io sono stata un pò più fortunata forse, è passata a miglior vita. Non so che età ha la tua, ma pensa che arriveranno tempi migliori!! Auguri!

    • carlotta

      ciao!!! guarda a me è successa la stessa cosa…!
      noi però non siamo sposati. Io e il mio ragazzo siamo insieme da 5 anni e conviviamo da uno. Premettendo che mia suocera si è comportata così come ha fatto con te(parlando dell’ex) fino ad una anno fà; io ho sempre cercato di portarle rispetto e se dovevo dirle qualcosa le rispondevo a tono. il problema sorge un anno fà.
      Da quando siamo andati a convivere è una lotta continua, nn fa altro che farmi dispetti e letteralmente va a piangere (ancora oggi) in giro per il paese dicendo che le ho portato via il suo figlio preferito ( ne ha due, cosa che io da madre non direi mai) .
      la mia migliore amica (nuora di un’amica di mia suocera ) mi riferisce tutti i spettegolezzi che mia suocera fa su di me…….
      la cosa più grave che ha detto ?io sto rovinando la vita a suo figlio,che quando andiamo alle cene domenicali (da me stabilite con il mio ragazzo per kmq continuare a vedere i genitori reciproci ) lei non può essere se stessa, dire a suo figlio quanto lo ama perché ci sono io tra le p***e… ogni volta mi augura ogni bene e spera che rimaniamo insieme ( vuole tutto il contrario. ) consigli helpppp!!!!

  17. Ely

    Ciao a tutte! La mia esperienza con mia suocera, che ora non c’è più, non è stata per niente positiva! Ha sempre piantato grane a tutto andare…… e mio marito è sempre corso dietro a tutti i suoi capricci. Devo dire che durante il fidanzamento non sono mai riuscita a trascorrere un Natale insieme al mio fidanzato perchè io non venivo mai invitata, e lui, che veniva regolarmente invitato dalla mia famiglia, a Natale non veniva mai perchè non voleva lasciare da soli i suoi! Sono riuscita a trascorrere il mio primo Natale insieme al mio lui quando siamo andati a convivere! Quest’anno, il problema non sussiste perchè lei non c’è più, e passata a miglior vita! Speriamo non faccia tribolare lassù dove si trova ora!!!!

  18. Ely

    Ah, scusate ho dimenticato di dire che tra fidanzamento, convivenza e matrimonio sono trascorsi 20 anni, di cui 17 Natali passati senza di lui a causa di mia suocera!!!!!!! Ho avuto troppo pazienza?

  19. Lucia

    Mamma mia ragazze se siamo sante!!! PFFFFFFFFFFFFF.. la mia cmq è molto giovane e non le auguro nulla di male.. Sto solo sperando di trovare un’altra casa.. Anche se con la crisi io sono senza lavoro e quindi è un pò difficile andare in affitto da un’altra parte..

    • Ely

      Io non ho agururato male a nessuno, però vedrai che con il passare degli anni le angherie si accumulano e arrivi ad un certo punto che sei satura! Probabilmente sei ancora molto giovane e fresca di cattiverie da parte sua! Ti stancherai! La cosa migliore che potresti fare, è andare abitare molto distante da lei!!!! Cercare di non aver bisogno di lei, e a sua volta, quando avrà Lei bisogno di te, perchè arriverà anche quel momento, non muovere un dito, e sopratutto fai correre il figlio!!!!!! La mia ha raccolto quello che ha seminato!!

      • Lucia

        Hai proprio ragione.. E’ così difficile questa situazione.. Ci spia.. Ascolta i rumori che facciamo in casa, quando usciamo ci guarda dalla finestra.. Sono esasperata.. Ha perfino buttato via una mia pianta perchè era morta.. (Ovviamente mentre non ero in casa :argh: ).. SONO ESAUSTA..

  20. io sono una suocera ho tre nuore, cerco sempre di andare d’accordo con loro,perche’ penso che la cosa migliore sia vivere in serenita’ e armonia.Nonostante questo mio modo di pensare a volte e’ molto difficile riuscire a mantenere un buon equilibrio tra nuore figli e nipoti.Io mi impegno molto a volte ingoio la lingua per non dire quello che penso non mi intrometto nella loro vita privata, cerco di essere disponibile con i nipoti (sono cinque)pero’ i risultati sono scadenti perché mi vengono a trovare raramente e solo se li invito a pranzo o a cena.Le mie nuore vanno molto dai loro genitori specialmente una che e’ una mammona . non sono una persona fredda,anzi!Un mio figlio ha avuto il coraggio di dirmi che a me non interessa della sua famiglia ha scambiato la mia discrezione per menefreghismo!Con questo voglio dire che le suocere a volte sbagliano nel porgersi con le nuore pero’ anche se sono sincere e in buona fede trovano dei muri invalicabili !

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *