Mamma Felice

Pulire e tenere in ordine i giocattoli

pulire-tenere-in-ordine-giocattoli-cameretta-bambini

Per quanto ci impegniamo a scegliere con cura i giocattoli e a vivere in modo minimal, ad un certo punto nelle nostre case la scena si ripete: giochi che si accumulano, oggetti che nessuno usa più anche per via dell’età dei bambini, pezzi rotti e mescolati tutti insieme in enormi cesti, che diventano inutilizzabili.

L’accumulo di giocattoli sembra quasi inevitabile.
Ogni parente o amico si sente in dovere di portare “un pensierino” ai nostri bambini, noi ci fermiamo in edicola a comprare figurine e bustine, alle feste di compleanno i figli ricevono troppi giochi: alla fine la cameretta dei bambini diventa un magazzino in cui non c’è più spazio per giocare.

Come sempre, organizzazione e metodo sono le due strategie che ci possono salvare. E anche il Metodo Montessori, che ci aiuta a disporre gli spazi nel modo più efficace per i nostri bambini, e con una precisa scelta dei materiali.

Indirizziamo i parenti verso i regali più adatti

pulire-tenere-in-ordine-giocattoli-cameretta-bambini

Compleanno, Natale: ad ogni festa io preparo un’email (va bene anche un messaggio) con la lista dei regali che mia figlia ha chiesto nel corso degli ultimi mesi o che in quel momento sono più adatti a lei.

La maggior parte delle volte imposto un budget massimo di spesa, in modo che i parenti spendano massimo 50eur l’uno, mentre noi genitori spendiamo un po’ di più.

Se possibile, scelgo un solo regalo bello, dividendo la spesa tra più persone: in questo caso la bambina avrà dei bei regali, e non mille pacchettini con oggetti di poco valore che si rompono subito.

Tra i giochi che potete chiedere, che occupano meno spazio degli altri e si usano più a lungo, ci sono i giochi da tavolo e i giochi di carte, che si possono facilmente impilare gli uni sugli altri e riporre dentro un armadio o addirittura sopra gli armadi.

Il mio regalo ai compleanni degli amichetti dei miei figli è quasi sempre la scatola creativa: una scatola carina e resistente in cui dispongo in bell’ordine numerosi materiali creativi, per stimolare i bambini a fare i lavoretti: pompon, colle, lustrini, occhietti mobili, cartoncino colorato e carta da scrapbooking, nastrini, gomma crepla, legnetti…

Organizzazione della cameretta

pulire-tenere-in-ordine-giocattoli-cameretta-bambini

Prendiamoci mezza giornata in cui i bimbi non siano in casa e mettiamoci all’opera.

Punto primo: non si buttano mai giochi o ricordi a cui i bambini tengono davvero, non prima di chiedere il permesso. Il riordino della cameretta si può fare senza bambini per fare più in fretta a pulire e sistemare i giochi, ma senza mai mancare loro di rispetto. 

Dividiamo tutti i giocattoli per tipologia e usiamo delle scatole trasparenti per dividerli tenendoli in ordine. Le scatole trasparenti sono utili per poter vedere il contenuto, e trovare i giochi più facilmente quando servono, senza tirare giù tutto. 

Se i bimbi sono piccoli possiamo aiutarci con le foto del contenuto delle scatole da attaccare sul coperchio: stampiamo le foto o le immagini che rappresentano l’interno delle scatole (travestimenti, Lego, peluche, pentoline e cibi giocattolo…) e attacchiamole con un punto di colla sulla parte frontale della scatola.

Mettiamo via le scatole, in un armadio, in modo che non stiano sparse per la camera. Questo sarà il nostro ‘archivio’, in modo da far ruotare i giochi, alternando quelli a disposizione dei bambini. In questo modo la cameretta non sarà mai strapiena. A portata di mano ci saranno solo alcuni giochi, che di settimana in settimana possiamo far ruotare.

3 regole per il riuso e il riciclo

  1. Buttiamo via i giocattoli irrimediabilmente rotti, quelli che non si possono più aggiustare o che sono troppo logori.
  2. Riempiamo la vasca da bagno di acqua e detersivo e laviamo tutto ciò che i nostri figli non usano più, ma che può essere riutilizzato.
  3. Facciamo una lavatrice con i peluche sporchi.

Raccogliamo questi giochi e portiamoli all’asilo dei bambini – dopo aver chiesto se servono – o presso i centri di raccolta per i bimbi meno fortunati.

Come avere un Metodo nella gestione della cameretta

pulire-tenere-in-ordine-giocattoli-cameretta-bambini

Ricordiamoci che, meno cose ci sono in giro, più è semplice avere spazio per giocare e tenere pulita la camera.

Facciamo capire ai nostri figli che, se mantengono l’ordine, avranno tutti i loro giochi a disposizione, ben tenuti e ben organizzati, secondo il Metodo Montessori: ordinati, puliti, accessibili attraverso mobili o scaffali bassi ad altezza di bambino.

LEGGI ANCHE: La cameretta Montessori e l’organizzazione dello spazio creativo.

Insegniamo loro a riporre gli oggetti nella scatola giusta dopo averli usati.

E una volta ogni due-tre mesi facciamo di nuovo un bel decluttering, soprattutto in prossimità di feste comandate, compleanni e incontri con i parenti.

 

Commenti

2 Commenti per “Pulire e tenere in ordine i giocattoli”
  1. IsaQ

    settimana difficilissima e riesco a leggere rapidamente i tuoi post solo ora.ma dato l’orario nn commento niente.ma io vorrei una strategia per evitare di trovare la sala invasa dai loro giochi e giochi sparsi in ttt la cameretta…aiuto

    • Mamma Felice (Mappano) - Ariete
      Mamma Felice
      immagine livello
      Guru
      Mamma di Dafne (9 anni)

      Io in sala ho messo un Trofast di IKEA, quei mobiletti con i cestelli colorati, e la sera noi buttiamo tutto là dentro. Visto che per Dafne pare impossibile giocare solo in camera sua, almeno tampono la situazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Se ti registri gratis a Mammafelice puoi inserire foto nei commenti, inserire gli annunci di nascita, le date di compleanno, partecipare alla chat delle mamme e al forum.