Lavoretti di Natale per bambini: decorazioni per finestre

Pubblicato il 6 dicembre 2017 da

lavoretti-natale-decorazioni-finestre-vetrate

Casa Mammafelice è come un laboratorio in cui svolazzano pallini di polistirolo e brillantini, in questo spazio raccolto e luminoso, pieno di cassetti e scatoline colorate dove ci sono i nostri tesori: i pompon colorati, la brillantina, le colle UHU, le forbici a zigzag. Fogli di carta velina che svolazzano se cammini troppo velocemente. Ritagli di feltro che si attaccano ai maglioni – io esco da Casa Mammafelice sempre con qualchecosa attaccata ai maglioni, vado in giro con la creatività attaccata addosso, letteralmente. 

Amo queste finestre: la luce del giorno che si insinua tra le tende bianche e leggere, le vetrate bianche in stile country e questi mattoni bianchi e rossi che sembrano proprio la casa di Babbo Natale. Mi dà gioia entrare al lavoro ogni mattina, e chiudere la porta guardandomi indietro per guardare i progressi fatti durante il giorno, le decorazioni appese, i lavoretti che abbiamo creato.

Mi dà gioia al mattino aprire le serrande e vedere queste vetrofanie che ho fatto alcune settimane fa, per iniziare la stagione natalizia. Realizzarle ha creato un certo scompiglio creativo, con carta velina che svolazzava ovunque e mani impiastricciate di colore… ma quando le guardo so che è stata una buona idea. Il Natale non arriva mai abbastanza in fretta. 

lavoretti-natale-decorazioni-finestre-vetrate

Per realizzarle, procuratevi dei fogli di cartoncino nero leggero, in dimensione A4. Se non li avete, potete usare un cartellone nero e ritagliarlo in 4 parti. Io ho usato i fogli A4 in verticale, perché erano della misura giusta per stare dentro i riquadri della porta a vetri, ma voi potete anche usarli in orizzontale.

Serviranno anche un taglierino e una base da taglio, per non rovinare il tavolo. E poi: matita bianca, carta velina, colla stic UHU ReNATURE, forbici, righello. 

lavoretti-natale-decorazioni-finestre-vetrate

Io ho immaginato di creare un paesaggio in 4 parti, quindi ho disegnato su un foglietto un paesaggio immaginario, che non ho rispettato poi alla lettera: insomma, è una indicazione di massima, giusto per armonizzare le 4 vetrate. 

Ho creato dei margini sul foglio, che sono indispensabili per fare restare tutto attaccato ai vetri e creare una cornice: lasciate un margine di un paio di centimetri e tracciatelo con la matita bianca. Poi si devono tracciare le linee del paesaggio, che ovviamente devono contenere spazi abbastanza ampi da essere decorati con i ritagli di carta velina, e devono contenere delle parti di cartoncino nero come separazione tra gli spazi, per creare appunto l’effetto vetrata, ma anche per poter incollare la velina.

lavoretti-natale-decorazioni-finestre-vetrate

Il risultato è uno ‘scheletro’ di cartoncino nero che va riempito con la carta velina colorata. Non c’è niente di meglio che la colla stic per incollare la velina, che con questa colla tira benissimo e non lascia pieghe. 

Procuratevi dei giornali vecchi, per appoggiarvi quando incollate i bordi, ma poi trasferite tutto il lavoro su un tagliere plastificato, perché rischiate che il foglio nero si incolli ala carta di giornale.

Vi assicuro che ci sarà un bel po’ di casino. 😉
La colla e la velina si attaccano insieme rapidamente, e i pezzetti da tagliare e sistemare sono piccoli, quindi ne troverete un po’ per terra. Evviva!

lavoretti-natale-decorazioni-finestre-vetrate

Il retro del foglio inizialmente verrà così: con vari pezzetti di velina incollati ai bordi neri della carta, da rifinire poi con le forbici. Questo è un lavoretto di Natale perfetto per riciclare la carta velina a pezzetti, che altrimenti sarebbe troppo piccola per essere riutilizzata.

Piano piano, con le forbici, tagliamo le eccedenze di carta velina, che altrimenti andrebbero a creare delle ombre anti estetiche quando il lavoro viene messo controluce.

lavoretti-natale-decorazioni-finestre-vetrate

Il risultato, sul davanti, dovrebbe essere più o meno così: con aree ben definite, colori abbastanza forti e accesi, pochi particolari. Sarà l’insieme a rendere ricco il paesaggio.

lavoretti-natale-decorazioni-finestre-vetrate

Se stiamo facendo il lavoretto con i bimbi piccoli, possiamo semplificare ulteriormente i disegni e creare poche forme, molto ben distaccate tra di loro, e lasciare che siano i bambini a incollare la carta velina e ritagliarla.

Lasciamo asciugare bene il lavoro prima di appenderlo alle finestre: io ho preferito far asciugare tutto per una notte, in modo che la carta velina tirasse bene.

Ovviamente, per garantire l’effetto vetrata, non va applicato altro cartoncino nero sul retro: deve restare trasparente la carta velina. 

lavoretti-natale-decorazioni-finestre-vetrate

Infine appendiamo i fogli A4 alle vetrate: io ho usato del washi tape o nastro di carta, applicato sui 4 angoli di ogni foglio.

Nel disegno complessivo si nota il paesaggio nel suo complesso: il fiumiciattolo che prosegue nella stessa direzione, fino a diventare un laghetto di montagna; le pendici dei monti marroni che definiscono il paesaggio, vari campi e prati invernali.

E poi ovviamente c’è Casa Mammafelice, là in fondo, con il camino acceso e le calze di feltro pronte per Babbo Natale: perché per me continuerà ad essere impossibile non crederci, sempre, finché potrò avere le mani piene di colla e di brillantina, e un’idea creativa che mi frulla in testa.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Se ti registri gratis a Mammafelice puoi inserire foto nei commenti, inserire gli annunci di nascita, le date di compleanno, partecipare alla chat delle mamme e al forum.