Mamma Felice

Pannolini, dermatiti e pianti inconsolabili

Pubblicato il 4 dicembre 2014 da • Ultima revisione: 26 giugno 2015

irritazioni-pannolino

Pannolini, dermatiti e pianti inconsolabili: cosa non rimpiango dei miei bimbi piccoli.

Sono mamma di due  bimbi un po’ cresciuti. Ora ho a che fare con le avvisaglie dell’adolescenza, con i primi brufoli e le prime cotte. Frequentando le mamme di bebè, spesso mi chiedo cosa mi manchi di quando i miei figli erano piccoli. Potrei fare un lungo elenco, magari un po’ sdolcinato.

E se invece dovessi raccontare cosa non mi manca di quel periodo intensamente magico che è la prima infanzia? Facile a dirsi: le notti insonni, il pianto e… il cambio del pannolino (con tutti i problemi annessi)!

Sorvolando sui primi due argomenti (riguardo ai quali potrei scrivere almeno una decina di post) e soffermandomi sul mio rapporto col cambio, non vi parlerò della quantità di cambi a cui un genitore si deve sottoporre, in ogni luogo e in ogni momento della giornata, né di quello che questo “piccolo” inconveniente comporta… ma di un “effetto collaterale” odioso quanto universalmente diffuso e difficile da trattare: gli arrossamenti da pannolino.

Chi è sfuggita a questa vera e propria piaga? Io decisamente no: nonostante fossi ligia nel cambiarli non appena si sporcavano e non tenessi un pannolino intriso di pipì per troppo tempo, spesso i miei figli soffrivano di rossori e irritazioni. Penso che molti dei pianti della primogenita di cui non riuscivo a capire la ragione fossero proprio riconducibili al fastidio dato dalla pelle irritata.

Come ho cercato di alleviare l’irritazione? Seguendo i consigli delle nonne: lavando bene il sederino e applicando una crema. Da primipara ignorante in materia, ho deciso di utilizzare il prodotto che mia mamma aveva usato per me: una crema pastosa e pesante come cemento, difficile da stendere e da lavare via al cambio successivo.

A volte, però, la crema non bastava. Quando entrambi i miei figli hanno messo i dentini è iniziata una tragedia su tutta la linea: notti ancora più insonni, irritazioni intorno alla bocca per la troppa salivazione e, ovviamente, sederino sempre più arrossato.

Nel frattempo, la ricerca ha fatto passi da gigante e, se le irritazioni da pannolino continuano ad affliggere bebè (e mamme) esistono prodotti che per la formulazione e consistenza riescono ad alleviare questa vera e propria piaga!

Post a cura di Lucia D’Adda, di Blogmamma.
In collaborazione con S.O.S Pelle.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Se ti registri gratis a Mammafelice puoi inserire foto nei commenti, inserire gli annunci di nascita, le date di compleanno, partecipare alla chat delle mamme e al forum.