Attività da fare in Autunno

Pubblicato il 24 ottobre 2014 da

lavoretti autunnali con cera e foglie secche

E’ tempo di immergerci totalmente nelle atmosfere autunnali, calde e raccolte, il loro richiamo si fa forte e, nonostante sia stata una stagione simile alla tarda estate, questo autunno è diventato finalmente reale. Ecco perché si sente la necessità di abbassare le luci, riscaldarci fuori con una tisana e dentro con una luce tremolante ad illuminare un angolo di casa nel tardo pomeriggio.

In particolare i bambini, che vivono le esperienze in modo totale e sincero, sentono forte il ripetersi di un ritmo che torna essere più casalingo, più cadenzato rispetto al periodo estivo e soprattutto scandito da momenti di festa e celebrazioni che portano con sé attività tipiche di questo periodo. C’è Halloween che ormai è entrato a far parte del nostro vissuto con la grande varietà di lavoretti e attività da poter intraprendere con i piccoli di casa, tra poco arriverà San Martino, con i suoi canti e le lanterne da trasportare la sera al buio, dondolanti.

Poi ci sono le passeggiate nel bosco, le castagne, le foglie che cadono e il loro scricchiolare sotto ogni nostro passo, i primi freddi e la voglia di tornare al caldo davanti ad una cioccolata calda. Quest’anno ho comprato una buona quantità di cera naturale di api, perché ci sono alcuni progetti che sono sulla punta delle mie dita, pronte a far partecipare anche i bambini di casa.

Candele arrotolate

Sono perfette per far maneggiare questo materiale naturale anche ai più piccoli di casa. Si trovano in commercio i fogli a nido d’ape, che ammorbiditi leggermente, passandoli velocemente ed ad una certa distanza sopra una fiamma, si possono arrotolare intorno ad un stoppino. In questo caso è importante che lo stoppino aderisca bene al bordo del foglio di cera così che una volta pronta non sfugga dall’interno. Sono candele di facile esecuzione, senza rischio di scottature e di grande effetto finale. Noi le amiamo molto e sono belle da accendere a cena, in mezzo alla tavola, come tradizione serale per tutta la famiglia

Candele a immersione

Queste sono più indicate per bambini  a partire dai 4 o 5 anni, e assolutamente con la supervisione di un adulto. Solitamente io uso uno stesso pentolino in latta, possibilmente piuttosto alto, dove sciolgo la cera a bagnomaria e dove lascio rassodare quella che rimane a lavoro finito. E’ importante non fare bollire la cera e soprattutto porre grande attenzione e cautela nel maneggiarla, pena gravi ustioni, inoltre è buona regola utilizzare abiti che possono essere rovinati e coprire tutte le superfici di lavoro con dei fogli di giornale (oppure con un vecchio lenzuolo o tovaglia, che poi può essere conservato per il prossimo lavoro a base di cera).

Si inizia immergendo lo stoppino, velocemente, nella cera e in attesa che si solidifichi (circa 10-20 secondi) tenerlo ben teso con entrambe le mani. In questo modo sarà più facile creare una candela dritta e senza troppe curve. Si immerge la candela, sempre velocemente così che il calore della cera bollente non sciolga quella già solidificata sullo stoppino, si lascia rapprendere la cera per 20 secondi circa e poi si immerge di nuovo. La si vedrà crescere e aumentare di volume uno strato dopo l’altro, ai bambini piace accompagnare con un canto questa attività cadenzata e a fine lavoro il risultato avrà un senso compiuto se la accenderemo e utilizzeremo nel nostro quotidiano.

Foglie trattate con la cera

In autunno cadono le foglie, e oltre a regalare delle meravigliose e romantiche sfumature di colore, possono essere motivo di ornamento, l’unico ostacolo è la loro estrema fragilità una volta secche. Ma si può aggirare questa criticità, trasformandola addirittura in un momento di divertimento. Utilizzando le stesse misure di precauzione di cui scrivevo sopra, potremo immergerle nella cera calda e ricoprirle così di uno strato protettivo e lucidante che le preserverà dal tempo. A me piacciono nella loro caratteristica scompostezza, ma se volete potete metterle un giorno a riposare sotto il peso di un libro, per renderle piatte e ordinate.

Se avete approfittato di una passeggiata nel bosco, o nel parco, avrete potuto trovarne di vari colori e specie. A me piacciono molto quelle del ginkgo biloba che prima di cadere diventano giallo luminoso e la cui forma ricorda quella di un cuore. Una volta sciolta la cera a bagno maria le immergiamo velocemente una alla volta e le lasciamo asciugare per circa 20 secondi, ripetere l’operazione 2-3 volte. Io adoro utilizzarle per una corona che rimane fuori la porta di entrata, e che cambia con le stagioni, in questo caso formata da piccoli legni, foglie e qualche ghianda tutto sistemato in modo armonioso. Mi piace l’idea di una ghirlanda formata facendo passare un filo resistente in ogni foglia e appendendola come decorazione all’entrata, oppure un centrotavola creato facendo galleggiare le foglie più piccole in una ciotola piena d’acqua.

Avete anche voi desiderio di immergervi totalmente in questa atmosfera così accogliente? Quali sono le vostre attività tradizionali di questo periodo dell’anno?



Commenti

3 Commenti per “Attività da fare in Autunno”
  1. l’autunno è una stagione tutta da scoprire o riscoprire. Io e i miei bambini quest’anno ce lo stiamo godendo tutto tra castagnate, belle giornate, vento e aquiloni, lavoretti con le foglie, feste della tradizione, ecc. Una cosa che eviterei è Halloween visto che non appartiene alla nostra tradizione. I bambini non sanno più che noi in quei giorni abbiamo altre tradizioni, forse un po’ meno divertenti, ma sicuramente più nostre e più importanti.

  2. Rossella

    L’autunno è una stagione fantastica per i bambini… con la ripresa delle attività scolastiche cominciano ad apprezzare quei momenti di relax che in estate avevano il sapore della noia. Anche uscire per andare a comprare un paio di scarpe diventa un momento gratificante.

  3. Ciao! Spiegami il segreto per le foglie ricoperte di cera…ho provato un paio di volte con risultato tremendo 😕 . Non sono venute lucide, ma opache e biancastre:impresentabili…non capisco dove sbaglio: hai consigli da darmi?
    Quest’anno ho provato una tecnica diversa con la carta trasparente, ti lascio il link: fa la sua bella figura! http://gusciodichiocciola.blogspot.it/2014/10/foglie-dautunno.html
    ciao 😀

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Se ti registri gratis a Mammafelice puoi inserire foto nei commenti, inserire gli annunci di nascita, le date di compleanno, partecipare alla chat delle mamme e al forum.