Recuperare energia vitale in estate ed eliminare lo stress

Pubblicato il 25 luglio 2014 da • Ultima revisione: 6 agosto 2014

tecniche estive di relax

 

Siete già in vacanza? Oppure state ancora contando i giorni per partire per la sospirata pausa estiva? Io sto ancora lavorando e non vedo l’ora di potermi fermare, anche se l’estate è già iniziata da un bel pezzo. Quello che accade in questo periodo dell’anno è noto a tutti: da ragazzi erano le vacanze più sfrenate, crogiolandosi al sole, vivendo molto la notte e lunghe un’infinità di tempo; crescendo si sono trasformate in un periodo di riposo, più o meno divertente, ma che spesso essendo una pausa dal lavoro porta anche rimasugli di stress e fatica a lasciarsi andare.

A me è capitato più volte di iniziare a godere del vero relax solo dopo molti giorni, come se il mio corpo, e un angolo del mio cervello, non avesse ben registrato che fosse finalmente arrivato il momento di mollare gli ormeggi e rilassarsi. Allora ho imparato qualche stratagemma per prepararmi al giorno della partenza e da mantenere anche dopo il rientro.

Questi sono i miei salvagente, a cui mi aggrappo quando arriva la bella stagione e che uso sfacciatamente per farmi abbracciare dall’estate in tutta la sua bellezza.

Assistere a spettacoli e concerti

Questa è un’attività che si può intraprendere tutto l’anno, ma in questo periodo si moltiplicano le tournée di artisti di ogni genere e soprattutto si esibiscono all’aperto. Oltre ai singoli concerti si animano festival musicali, dove è possibile ascoltare più di un autore nella stessa giornata spesso avendo l’occasione di scoprire gruppi e voci nuove.

L’ambiente è solitamente giovanile, allegro, spensierato, gioioso. In una parola felice.

La musica (e in particolare il concerto) ha questo pregio, di creare felicità, alzare lo stato vitale verso la gioia, di unire le persone, renderle facilmente amiche e sorridenti. Insomma un antistress naturale.

Alleggerire la dieta

Con il caldo, il sole fuori e l’aria vacanziera passa la voglia di cucinare, accendere il forno o passare troppo tempo vicino ai fornelli. Avete notato? E’ un’ottima occasione per alleggerire la dieta e arricchirla di verdure fresche, crude e insaporite da spezie e pochi condimenti, si sfruttano più volentieri metodi di cottura che prevedono relax e convivialità, come il barbecue, non solo per cucinare la carne alla griglia, ma anche pesce, verdure, formaggio e pietanze al cartoccio. E’ più facile mangiare la frutta, che adesso è molto più varia e colorata, e spesso può sostituire un pasto, io adoro cenare con un’insalata mista e un paio di fette di anguria, ma qualche volta mi concedo un semplice e abbondante gelato. I questo caso i miei figli sono i più felici del menù e come dare loro torto.

Scombussolare i ritmi

Quello che caratterizza i nostri inverni sono dei ritmi abbastanza regolari che ci vedono cenare presto, alzarsi presto, mantenere una certa regolarità nell’alimentazione, senza troppi stravizi. Queste abitudini cadenzate sono utili a tutti noi, sia i bambini che noi adulti godiamo dell’aspetto rassicurante che il ritmo costante porta nelle nostre vite. Se da una parte appare noioso, dall’altra ci facilita le giornate, ma in estate pendiamo totalmente dalla parte opposta. Non parlo di assoluta anarchia (si lavano i denti ogni mattina e si va a letto sempre con un bel libro) ma quel tanto che ci faccia sentire in vacanza anche se ancora in città.

Ho capito che questo punto per me è veramente difficile da cambiare, ma quando accade è come aprire una porta su un vasto panorama. Ogni mattina una colazione diversa, va benissimo rimanere alzati fino a tardi, anche i più piccoli, perché il mattino dopo si può dormire fino ad un orario indecente (lo stesso vale per noi che andiamo a lavorare), i pasti rimangono in una cornice più sfumata di orari, luogo e tipologia (leggi sopra). Insomma ognuno può trovare il proprio e personale modo di scalzare i vecchi ritmi e assumerne altri assolutamente indisciplinati.

Ritrovare la complicità di coppia

Si. Una coppia felice crea una famiglia felice e questo aspetto, unico e piacevolissimo, è imprescindibile.

Altrimenti si è amici, vecchi amici, amici fraterni. Insomma amici.

Già in primavera si svegliano i sensi, ma in estate, tutti questi punti appena elencati diventano una sorta di afrodisiaco e soprattutto si ha più tempo, si è più felici, si è più riposati. Quindi ricordiamolo a noi stesse, abbiamo diritto a godere della vita in tutti i suoi magnifici aspetti e questo è uno di quelli che a volte si tralascia per stanchezza, abitudine, stress. Il relax parte anche da lì, dalle endorfine che produce il nostro corpo e dal benessere che ne consegue.

Cosa ne pensate? Anche voi avete abitudini tipiche di questa stagione? Oppure mantenete le vecchie fino al primo giorno di vacanza per rituffarvici subito al ritorno?

Ultimo consiglio: se durante l’anno non avete alzato un dito o un piede o una gamba per mantenervi in forma, non fatelo proprio adesso. Riposatevi. Se volete, al massimo potete programmare un corso di fitness per il rientro.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Se ti registri gratis a Mammafelice puoi inserire foto nei commenti, inserire gli annunci di nascita, le date di compleanno, partecipare alla chat delle mamme e al forum.