San Nicola, il santo dei bambini

Pubblicato il 6 dicembre 2010 da • Ultima revisione: 7 agosto 2014

san-nicola

Ne abbiamo bisogno. Il mondo ne ha bisogno. Finchè ci saranno persone che picchiano, uccidono, maltrattano i bambini… avremo bisogno di santi, ma anche di persone, di gente, di genitori, di parenti, di famiglie che no, non ci stanno, non fanno parte di questa schiera di malvagi.

Ma cos’altro devo dire? Cos’altro si può dire di fronte a questo?

Parlo di San Nicola perchè oggi, 6 Dicembre, è la festa del patrono dei bambini. La festa di questo vescovo, poi diventato santo, che ha dato inizio al mito di Babbo Natale.
Perchè quando mia figlia mi chiederà se Babbo Natale esiste, io le dirò che certamente esiste, che è esistito per primo in questo personaggio storico, e poi esiste adesso nel cuore di chi ha a cuore i bambini, di chi li difende, di chi li ama, di chi pensa ai loro bisogni.
Babbo Natale esiste certamente, ed esiste tutte le volte che un bambino sta bene, ride, è felice e libero, è circondato da persone che si prendono cura di lui e lo amano.

E ci credo davvero!

collage-san-nicola01. ArtMind | 02. Casa nella Prateria | 03. Sycamore Stirrings
04. Garden Mama | 05. The Storque – Etsy | 06. Live in full colors.

La notte prima di San Nicola, i bimbi dell’Europa del Nord lasciano le loro scarpe e ciabatte davanti al camino, riempiendole con mandarini, bastoncini di zucchero, carote, melograni, biscotti di marzapane e di panpepato, monete di cioccolato e tazze di latte o tè fumante. Come dono per San Nicola, protettore dei bambini.

Speriamo… Speriamo di avere abbastanza santi. Speriamo che il mondo cambi.
Speriamo di cambiare per primi.



Commenti

23 Commenti per “San Nicola, il santo dei bambini”
  1. San Nicolò passa da sempre anche qui a gorizia, e a trieste… da queste parti babbo natale è venuto a ‘disturbare’ san nicolò solo recentemente ma è ancora una tradizione. è lui da sempre che porta i regali ai bambini. e si lascia un piatto con del cibo per rifocillare lui e i suoi aiutanti che sono stanchi per il viaggio.

  2. Non sapevo che nel Nord ci fosse l’uso di fare un dono a San Nicola. Qui invece é San Nicola che porta i doni la sera/notte del 5 dicembre, l’uso risale alla legenda dove ha donato le mele dorate alle povere ragazze. Casomai si lascia davanti alla casa un po’ di fieno per il suo asinello.
    Hai ragione: speriamo di riuscire a cambiare il mondo in meglio. Buona giornata e buona settimana!

  3. Sicuramente per i bambini, perché loro non hanno mai colpa di nulla. Ma anche per i grandi, per quando anche noi eravamo bambini e credevamo fermamente in chi veniva per magia a portare i doni!

  4. fiocco72

    Anche io dico sempre a Luigi che Babbo Natale esiste, anche se lui a volte non mi crede…ma è così bello crederci…Certe situazioni lasciano senza parole…Ti abbraccio Ba.

  5. Elisa

    Speriamo di farcela a creare un mondo migliore almeno nel nostro piccolo … per il sondaggio , qui a BS passa Santa Lucia 🙂

  6. Che bello San Nicolò (come si dice dalle mie parti…)! Mi fa tornare bambina, a Belluno, dove arrivava la notte del 6 dicembre, e noi dovevamo preparare vino per lui e paglia o carote per l’asino. Mia sorella per l’agitazione vomitava la sera prima, quando si sentivano i campanelli per strada, poi non dormiva, io cercavo i regali ovunque… Ora dove abito aspettiamo quella slavata di Santa Lucia…

  7. Anche noi abbiamo deciso di festeggiare San Nicola (come da sempre in Polonia) per godersi Natale come una festa senza unico pensiero dei bambini: i regali.

  8. San Nicolao si festeggia anche vicino a me, in Canton Ticino, arriva proprio oggi, accompagnato dall’asinello Tobia che porta i doni per i bimbi…ne parlo anche io oggi nel post del calendario per l’avvento!

  9. Terry

    Ehm non ho mai festeggiato S.Nicola. E’ grave? 🙄
    Concordo con te quando dici “Speriamo che il mondo cambi.
    Speriamo di cambiare per primi.”
    ps. come stai?Dafne?

  10. S.Nicolò, quanti ricordi…
    Pensa che mia mamma ancora adesso, anche se ho ormai compiuto i 30 anni 😯 , mi fa ancora il regalo (negli ultimi anni, un libro e un torrone) e stamattina mi ha mandato un sms dicendomi che S.Nicolò si è sbagliato e ha lasciato un pacchettino per me e il marito G a casa loro, nonostante gli avesse dato l’indirizzo nuovo
    Qui a TN, invece, passa S.Lucia…

  11. grazie Barbara per questo post bellissimo, anch’io sono convinta che Babbo Natale esiste, finchè ci occuperemo dei bambini, di sforzarsi di migliorare.
    Sai che mi ero dimenticata San Nicola, mia sorella che sta in Germania, mi aveva parlato della tradizione di riempire gli stivali con dolci e caramelle,
    buona settimana!

  12. mia mamma è olandese e lì festeggiano san nicolas ci ho portato una volta First ma era piccoletto e non ha capito perchè tutti quei bambini sventolavano le bandierine ed erano vestiti da zwarte pieten (i suoi aiutanti) era san nicolas che arrivava dal canale con la sua barca e poi saliva su un cavallo bianco per portare doni ai piccini, bellissimo!

  13. Anna

    In Alto Adige il 6 dicembre si festeggia S. Nikolaus.
    E’ una festa particolarmente sentita soprattutto dai bambini perchè il Nikolaus regala loro dolciumi, mandarini e frutta secca contenuta spesso nel tradizionale sacchettino rosso.
    S. Nikolaus è accompagnato dal Krampus, il terribile diavolo che punisce i bambini cattivi.

  14. Certo che conosco San Nicola (Sint Niklaas!). Nel mio paese d’origine tutti i bambini stamattina si sono svegliati felici, … forse si puo paragonare all’epifania qui in Italia, … ma forse è anche di più! San Nicola si inizia a viver già da qualche settimana prima, arriva (fisicamente!) con la sua nave a vapore nel porto (per noi quello di Antwerpen) qualche settimana prima! … arriva dalla Spagna e quindi oltre ai goccatoli porta arrance e mandarini, … poi ci sono i “spekulaas”, biscotti tipici delle nostre parti (forse paragonabili agli “gingerbread”?, … e se riesco domani metto la mia ricetta sul blog, … biscotti mangiati tutto l’anno, ma sopratutto nel periodo tra Sint niklaas e Natale), il “marzipane” (pasta di mandorle), …
    Mettevamo la scarpetta con carote e zollette di zucchero per l’asinello di San Nicola, … ma quanti bei riccordi!!! .., e perché i suoi aiutanti sono neri??? … perché passano dia camini e si sporcano!!!

  15. Che bella la ricorrenza di San Nicola come quella di Santa Lucia! Sono feste che mi ricordano la mia infanzia ed è bello trasmetterle di nuovo per far continuare a sognare i ns. cuccioli! 😆 Ciaooo Gabry

  16. Anche in casa nostra si festeggia San Nicolò… una tradizione ormai da qualche anno: da quando cioè lavoro a Lecco che festeggia San Nicolò come patrono. Qui la tradizione vuole proprio che i bambini il 6 mattina ricevano le mele. Io mi sono sempre limitata a decorare delle mele ma quest’anno con le bambine abbiamo messo fuori di casa gli scarponi e al mattino… mele mandarini, noci e tre monete di cioccolato. Davvero una festa! 😆

  17. Anna

    Io ci voglio credere… e ho insegnato a mio figlio (5 anni e mezzo) a crederci. Babbo Natale è lo spirito del Natale se vogliamo. Ovunque ci sia amore, dolcezza, senso di famiglia… lì c’è anche Babbo Natale. Anche da bambina ci ho sempre creduto e, quando ho scoperto che forse non esisteva, nel mio cuore ho continuato a sentirne la presenza. Forse perchè dentro di me la figura di Babbo Natale era strettamente legata a quella di mio Nonno… il mio nonnino che si chiama (chiamava) proprio Nicola! Oggi quando penso a Babbo Natale… lo vedo con il volto del mio dolce nonno che non c’è più

  18. Cole

    Anche nell’europa dell’Est esiste la stessa tradizione…le scarpe si mettono all’entrata della casa e si riempiono di dolci, giocatoli, ecc…

  19. spaffola

    Io non l ho mai festeggiato…ma quest’anno lo farò é l’romantico di nicolas

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Se ti registri gratis a Mammafelice puoi inserire foto nei commenti, inserire gli annunci di nascita, le date di compleanno, partecipare alla chat delle mamme e al forum.