Io non ho la televisione

Pubblicato il 15 Febbraio 2013 da • Ultima revisione: 7 Agosto 2014

senza tv

So che sembra una decisione drastica e radicale, ma ormai da qualche anno noi non abbiamo la televisione in casa e stiamo bene.

Questa settimana che sta finendo è stata colma di feste: carnevale, S.Valentino, Pancake Day (lo conoscevate?) e soprattutto è iniziato Sanremo. Io non lo amo Sanremo, anzi, sono anni che non lo guardo, ma quest’anno avrei fatto un bellissimo strappo alla regola, giusto solo per viverlo con tutte le amiche che ne parlano in diretta e che mi fanno sorridere dopo cena. Ma non ho la TV e dopo anni di pace serale, dedicata a ciò che amo veramente, devo ammettere che per la prima volta mi è mancato quello schermo piatto che ormai è solo un ricordo.

In casa nostra la televisione è sempre stata poco presente, basta dire che non avevamo neanche l’antenna sul tetto, quindi si vedeva ciò che si riusciva, con i bambini siamo sempre stati molto selettivi e sceglievamo noi per loro i cartoni classici da guardare. Ma nel tempo questa esigenza è venuta sempre meno, principali cause gli impegni familiari e la stanchezza serale, che ci faceva crollare senza neanche accenderla. Il cambiamento è avvenuto lentamente senza neanche avere l’obiettivo di allontanarla definitivamente, abbiamo semplicemente iniziato tenendola sempre spenta durante il giorno, dicendo ai bambini che si era rotta, e accendendola solo la sera, unico momento che poteva destare in noi qualche interesse.

Quello che abbiamo notato subito è stato quanto avesse giovato ai bambini questa assenza: erano più calmi, dormivano meglio e più a lungo, non facevano più incubi notturni e soprattutto riempivano il loro tempo con molte altre attività sicuramente più creative, inoltre avevano perso tutte quelle caratteristiche tipiche dei cartoni (atteggiamenti di lotta, movenze a scatti e vocine in falsetto), non l’hanno mai cercata e ovviamente quando siamo in casa dei nonni o di amici non c’è il divieto di guardarla.

Dopo questo primo periodo di prova personalmente avrei già potuto rimanerne senza, perchè nella sostanza delle cose non la guardavo mai anche se era ancora lì in alto, centrale e in bella mostra. Chi era più attaccato alla sua presenza era mio marito, che, anche se raramente, si guardava qualche partita o quei pochi programmi interessanti. Ma lui stanchissimo non arrivava mai alla fine, si addormentava sul divano, lui, il mio amore, mentre io già ero a letto o a navigare su internet, fino a che un giorno, sempre lui, ha deciso di regalarla e io sono rimasta a bocca aperta. Perchè lo ammetto, all’inizio è strano quel vuoto in casa, quel silenzio non perchè è spenta, ma perchè non c’è, quella impossibilità di accenderla con in mano il telecomando con quel gesto che da sempre risulta automatico.

Accendere la TV è un’intercalare della vita, spesso neanche si guarda, spesso non si sa cosa cercare, a volte si accende per far stare zitti intorno.

Ma cosa abbiamo acquistato? Quel vuoto si è riempito soprattutto di libri e letture, di tanto sonno recuperato, di silenzio intorno (quanto è raro al mondo d’oggi) di cure amorevoli l’un l’altro, di parole, di musica suonata o cantata e il vuoto sul muro l’ha riempito un bel quadro rosso: Keep Calm and Carry On.

Voi che importanza date a questo elettrodomestico?

Vi capita di lasciarla accesa per ore senza guardarla?

Vi siete mai imposti delle regole su quanto tempo deve rimanere accesa?

E infine avete mai pensato di fare una pausa dal suo utilizzo?



Commenti

40 Commenti per “Io non ho la televisione”
  1. angela

    La tua decisione mi è sembra un pò drastica, anche se io non amo la tv, la guardo pochissimo, non l’accendo solo per compagnia, in quel caso preferisco la radio o la musica. In casa nostra c’è, mio marito la vede molto, i ragazzi poco come me. Ogni tanto il tg, qualche programma interessante, pochi film soprattutto in dvd e magari la usano ogni tanto per giocare alla play station. Io preferisco leggere un bel libro la sera piuttosto che guardarla tanto visto che i film iniziano dopo le 21 non riuscirei a vederne comunque nessuno e anche i figli non la amano particolarmente. Ovviamente anche noi ci guardiamo Sanremo per il puro gusto di spettegolare in rete e anche tra di noi. Credo che si possa avere una giusta via di mezzo. Ovviamente quando erano più piccoli non potevano vedere più di un paio di ore di tv al giorno e mai tutta insieme, e soprattutto mai da soli. Ora che sono grandicelli si sanno gestire bene da soli, almeno di questo non mi posso lamentare. Invece mi chiedevo i tuoi figli che non ce l’hanno a casa quando vanno da parenti o amici non rischiano di farne un uso “Esagerato” non so se mi sono spiegata…di solito quando una cosa manca quando la si ha è peggio, o mi sbagli? Mi incuriosisce questa cosa. Non conosco nessuno senza tv.


    • immagine livello
      Visionaria

      prima di toglierla sembrava “troppo drastico ” anche per me, poi invece mi rendo conto che è una semplice scelta, come non mangiare il latte o altre cose simili, semplicemente sembra strano perchè tutti ce l’hanno. l’uso esagerato può essere un rischio, certo che vanno da un amichetto che ha un bel cartone sono tentati eccome, ma spesso dipende se hanno altre alternative. Per esempio quando vanno dai nonni, ne fanno una bella scorpacciata anche perchè altrimenti hanno poca scelta. Purtroppo.il fatto di non averla in casa, non è un divieto, semplicemente non c’è, e quando invece c’è hanno il permesso di vederla. In realtà la difficoltà è la quantità di tv, e credo che questo spesso sia un problema anche di chi la può vedere sempre.

      • Mamma Felice (Mappano) - Ariete
        Mamma Felice
        immagine livello
        Guru
        Mamma di Dafne (11 anni)

        Un po’ sono attirati dal guardarla. La differenza che io ho notato rispetto a Dafne, che invece ha la disponibilità a poter guardare la TV quando vuole (e per quello non la chiede quasi mai), è che quando sono venuti da noi erano molto orientati a guardare la TV, come se la preferissero rispetto a giocare. Sicuramente li attira di più, forse proprio perché è un’eccezione.

      • angela

        Ecco intendevo quello Barbara, mi è capitato con un amico di mio figlio minore qualche anno fa, non aveva nessun videogioco a casa e quando veniva da noi non voleva fare altro che giocare alla play, mentre i miei a volte ci giocano altre volte passano mesi senza toccarla.

  2. Tante volte io mi ritrovo a dire che vorrei tanto buttarla dalla finestra….Personalmente negli ultimini due anni ne ho guardata davvero poca..mai di giorno e alcune volte la sera se c’è qualcosa che mi piace particolarmente (in caso contrario mi addormenterei dopo dieci minuti). Mio marito è quello che non puo farne a meno. La vede la sera per poi addormentarsi sul divano fino a tarda notte…io spesso mi infilo a letto a leggere. Con i bambini invece è un po’ una lotta: hanno la fissa dei cartoni animati e c’è quel maledetto canale 46. Io faccio del mio meglio x limitarla (solo il cartone preferito) ma nn sempre è facile. Quando sono a casa con me impiego il tempo facendo pitture, disegni, lavoretti con colla forbici, leggendo…ma poi in quei pomeriggi che lavoro e i bimbi sono dai nonni…ecco li la tv è sempre accesa. 🙁
    Se avessi dalla mia parte mio marito, la eliminerei senza pensarci due volte. La tv toglie davvero del tempo prezioso che si potrebbe dedicare ad altre mille attività.


    • immagine livello
      Visionaria

      per noi è stato un processo graduale, davvero inizialmente non era in programma di eliminarla, forse era un mio desiderio, ma poi le cose si sono evolute da sole. e hai ragione che la tv toglie tempo. ma senza demonizzarla, si può essere creativi e fantasiosi anche in sua presenza 😆

  3. Laura

    Carissima, ti chiamo carissima anche se non ti ho mai vista,perchè mi sembra di conoscerti! Ti conosco giorno dopo giorno leggendo il tuo blog adorabile, partecipo un pò alla tua vita di famiglia e cerco di applicare i consigli nella mia (ho una micro bambino di quasi 4 mesi). Mi infondi serenità e mi fai sorridere!:) Del pochissimo tempo libero che ho durante il giorno ne dedico sempre qualche minuto a leggere il tuo blog e penso di farlo per molto tempo ancora! Baci, Laura da Catania


    • immagine livello
      Visionaria

      laura, grazie di cuore, arrossisco, è sempre un piacere scambiare qualche parola con chi mi legge e soprattutto grazie del sostegno che mi dai seguendomi! un bacino al piccolino

      un abbraccio
      ester

  4. Anche noi siamo “senza televisione”!non è stata una scelta ponderata, ma … è successo per caso. L’anno scorso ci siamo tresferiti dall’Inghilterra all’Italia e abbiamo lasciato lì il nostro vecchio e ingombrante televisore. Nella prima casa in affitto la tv non c’era, ma sapendo che saremo stati lì solo un paio di mesi abbiamo rimandato l’acquisto. Mia figlia continuava a guardare i suoi cartoni preferiti (tutti inglesi) dal computer e noi non avevamo il tempo nemmeno di respirare, figurarsi pensare alla tv. Nella casa attuale ancora non c’è la tv. Abbiamo preso una chiavetta per guardarla attraverso il pc e ogni tanto ci guardiamo qualche programma che ci interessa o qualche film. Nel frattempo è nato anche il secondo bambino e il tempo da dedicare alla tv è calato drasticamente. Usiamo molto internet, leggiamo di più e passiamo molto più tempo a giocare coi bambini…al momento la tv non è in cima della lista delle cose da comperare!


    • immagine livello
      Visionaria

      nella nostra società la televisione forse sta diventando un elemento tecnologico datato, visto quali altri macchingegni possiamo usare per rimanere al passo con i tempi, internet al primo posto,
      un abbraccio a te

  5. per me potrebbe anche non esserci è così da sempre adesso poi che c’è internet e il pc mi sembra davvero un accessorio inutile invece Superdaddy l’adora, l’unico litigio che abbiamo avuto prima del matrimonio è stato perché lui voleva la televisione in camera da letto ovviamente ho vinto io, e niente nemmeno in cucina dove si cucina e si mangia solo in salotto l’ho accontentato e in effetti la usa come sonnifero si stende sul divano e si addormenta dice che lo rilassa! In casa sua era molto presente la televisione e hanno l’abitudine di tenerla sempre accesa quindi credo sia un fatto di educazione. ho accettato di mettere la tv in camera dei ragazzi ma senza antenna solo con il dvd se vogliono vedersi ogni tanto qualche cartone. Per fortuna devo dire non sono molto interessanti e l’accendono raramente.

  6. sere

    ciao.
    anche noi non abbiamo la televisione. da quando viviamo insieme, io e mio marito non l’abbiamo mai avuta. lui, che abitava da solo, non l’aveva nemmeno prima di conoscermi. è stata una scelta che, per un futuro, avrei fatto anche io quindi quando ci siamo conosciuti, anche se sembra pazzesco, questa sua scelta è stata una delle cose che “me lo ha fatto prendere in considerazione” ;).
    ora abbiamo un bambino di 4 anni e continuiamo a non avere la tv. non
    credo che qsta condizione sia drastica o alienante, e non credo che quando la gente – tutta la gente – dice che ha la tv ma non la guarda, che la accende per conpagnia ecc, sia completamente vero. non mi spiego altrimenti come mai tutti – dalle casalinghe ai giovani – sappiano tutto sui talente show o cose simili. avere la tv anche se spesso spenta e non averla sono due cose molto diverse perchè è la condizione mentale che cambia. se non ce l’hai non la accendi e stop, se ce l’hai la tentazione arriva prima o poi.
    dopo aver conosciuto bene mio marito x esempio, ho scoperto che è un bene x lui non avere la tv perchè quando la guarda-da parenti-, viene magicamente lobotomizzato da qualche esserino invisibile con una sciabola invisibile che gli toglie ogni parte del cervello e ogni capacità di giudizio, attenzione e pensiero autonomo. 🙂
    bisogna educarci io credo, bisogna imparare ad ascolatare anche il silenzio o, se si vuole compagnia, ad accendere la radio o a mettere un bel cd di musica che ci piace e ci rilassa e/o diverte.
    a volte penso di ghettizzare un po mio figlio che dall’asilo sente parlare costantemente e prepotentemente di supereroi di cui tutti i suoi compagni conoscono storie e film o cartoni mentre lui niente, ma supplisco, finchè ancora posso farlo, raccontandogli io stessa le origini di questi personaggi o facendogli leggere libri in merito e lui completa con la fantasia.
    lorenzo non riusciva, fino a 6 mesi fa, a guardare un lungometraggio, non stava davanti ad uno schermo + di 20 min. mentre un suo amico un pochino + grande, già a 3 anni, come forse la maggior parte dei bambini, conosceva Cars a memoria. lorenzo, seduto sul divano di fianco a questo amico, dopo meno di 10 minuti di cartone animato, ha preso un libro e se lo è letto mentre l’altro bambino era fisso e immobile…
    abbiamo il videoproiettore perchè mio marito è appassionato di film(per contrasto?? chi lo sa 🙂 )e lorenzo conosce i barbapapà e winnie pooh e la pimpa perchè quelli sono i personaggi da 15 minuti a episodio che abbiamo scaricato e che gli facciamo vedere.
    inoltre avere un bambino non permette mica tanto l’ascolto della tv serio e in pace, almeno secondo me, almeno se vogliamo condividere qualcosa con lui della sua e della nostra giornata.
    credo che noi 3 siamo più liberi mentalmente senza tv perchè non siamo catturati dalle immagini anche nostro malgrado. quante volte è capitato di distrarsi mentre una persona ci parla o di interrompere noi stessi il discorso perchè ci giriamo verso la tv? mia mamma, al telefono con me, si interrompe per guardarle se ci sono scene particolari di telegiornale o simili e me le racconta!!! quando facciamo visita ai nostri parenti abbastanza lontani, la frase più comune è “lorenzo, vuoi vedere i cartoni?” e l’anno scorso, che lorenzo aveva 3 anni, facendo zapping sui vari canali, gli zii gli chiedevano anche quale preferisse, non capendo che lui non aveva preferenze visto che non li conosceva!!!
    certo però capisco che la tv a volte sia un buon diversivo, un sonnifero, una compagnia, un mezzo di informazione e di distrazione e a volte molto comodo per dire stopo magari a 4 bambini urlanti, e anche io sto guardando san remo in streaming(si dice così? non lo so nemmeno) perchè me lo sono proprio voluto concedere, ma ammetto che in questi giorni sono molto stanca e per me è uno sforzo a cui non sono abituata, e, tirando le somme, sono contenta e convinta e continuerò a non volere la tv.
    scusate la lungaggine.
    buona gionranta.
    S.


    • immagine livello
      Visionaria

      ecco dopo anni, mi è mancata la tv proprio in questi giorni per guardare sanremo, non tanto per l’evento in sè ma per non poter chiacchierare online con tante bellissime donne, mi sa che stasera mi collego e ci provo, il fatto come dici tu è che sono sempre stanchissima a quell’ora :mrgreen:
      grazie per la tua testimonianza.
      aggiungo che è normale per un bambino di età inferiore ai tre anni non stare fermo più di un’ora a guardare uno schermo. 😐
      un abbraccio

    • Mamma Felice (Mappano) - Ariete
      Mamma Felice
      immagine livello
      Guru
      Mamma di Dafne (11 anni)

      Io amo molto la televisione, ma la considero un elettrodomestico come un altro. In questi giorni di trasloco mi dimentico persino di accenderla, ma con SKY ho imparato ad amarla davvero e a regalarmi la vista di documentari o trasmissioni piacevoli ogni tanto la sera, senza sentirmi schiava. Ce l’ho, la guardo, e proprio per questo non mi sento lobotomizzata, perché la uso senza farmi usare.
      Anche mia figlia, paradossalmente, nonostante abbia la possibilità di guardare la TV, è un po’ fuori dal giro dei cartoni animati standard, ma mi sento di dirti che non è ghettizzata per questo. Non ha mai chiesto di ‘aggiornarsi’ sulle Winx o cose simili, per dire, e io lo ritengo un bel successo. Se chiedo a Dafne se preferisce guardare la TV oppure fare un lavoretto o leggere un libro, la TV è la sua ultimissima scelta.

  7. A me dispiace che in Italia sia considerata una cosa terribilmente snob, non avere la tv. Noi non l’avevamo, per mera pigrizia (cinque coinquilini, e nessuno abbastanza interessato alla tv da procurare un decoder) e si stava bene lo stesso. Adesso che viviamo in Svezia, in affitto, c’è uno schermo gigantesco che troneggia in mezzo al salotto. Era già lì al nostro arrivo, e in sei mesi è stato acceso una volta sola 😀
    Un abbraccio dal profondo nord,

    Mijbil


    • immagine livello
      Visionaria

      no, perchè snob? chi ce l’ha forse ti vede più uno sfigato, ma di sicuro non snob. mentre io che non ce l’ho non mi sento snob, anzi, è costata una certa fatica, quella di distaccarsi dall’attaccamento verso un’abitudine anche solo mentale. Con i bambini diventa difficile gestire uno schermo spento, noi abbiamo detto appunto fosse rotto.
      Prima di metter su famiglia anche io in casa con 4 inquilini sono stata anni senza averla, ma poi quando ho avuto casa mia mi è stata regalata, andava bene così in quel momento
      salutami tanto la Svezia!

  8. Gloria

    Io penso che non ci sia più bisogno di possedere un televisore. Se un tempo serviva ad unire le persone (di apparecchi ce n’erano pochi e si doveva far “couchtv”) oggi è un mezzo per dividere. E allora molto meglio la rete dove si può trovare ciò che interessa e soprattutto consultarlo quando si vuole, non quando te lo impone una programmazione.
    E se proprio ci si vuole vedere un bel film tutti insieme, meglio allora investire su un monitor abbastanza grande per godersi lo spettacolo.


    • immagine livello
      Visionaria

      infatti io alla fine ho tutto quello che mi serve dalla rete e uso il monitor per vedere dei film, raramente purtroppo perche ho sempre pochissimo tempo! 😆

  9. Quanto vorrei anche io farla sparire in un PUFF. Io non la tollero mi da anche fastidio sentirla accesa, non guardo un programma o simili da ormai 5 anni ma non riesco a farla sparire del tutto perchè il mio maritino non appoggia il mio desiderio. Ho una figlia che ne fa volentieri a meno e accoglie tutti i sostitutivi che propongo con molto entusiasmo. Ama leggere e creare come la sottoscritta. L’altra invece ha quelle due ore al giorno che sembra non poterne fare a meno. Quando la metto in punizione ovviamente scelgo di togliere tv (unica cosa efficace) ed è dura per lei. Non sarebbe un problema se vedesse dei sani programmi…no trasmissioni da 13-14enni (lei ne ha 7) ed io devo sempre assumere il ruolo di gendarme impedendole di vedere quella “schifezza” qualcuno mi da un consiglio?? Non amo le imposizioni voglio raggiungere le cose con il dialogo e la persuasione…non riesco neanche un po!!

    • Mamma Felice (Mappano) - Ariete
      Mamma Felice
      immagine livello
      Guru
      Mamma di Dafne (11 anni)

      Giorgia secondo me è normale, dai… I ragazzini hanno anche bisogno di identificarsi nelle storie ‘dei grandi’, a quella età, e tutto sommato in giro ci sono alcuni telefilm per ragazzi che non sono malaccio, e sono piuttosto puliti, anche se raccontano i primi tormenti d’amore o le litigate in famiglia.
      Passerà, col tempo. A 15 anni della TV non gliene fregherà più niente, e sarà difficile farla restare a casa.

      • Magari fossero i programmi di cui parli tu 😉 Hai presente quelle telenovelas argentine ambientate in una scuola di sciapette che non dicono nulla di sensato ragazzi concentrati sull’apparenza e sulle prime cotte. Una volta ho seguito per un po la puntata per vedere se almeno un messaggio positivo lo trovavo…niente!
        Si lo so anche pensarla a 15 anni che non vuole stare in casa…uff ma dove sono finiti i programmi tipo la casa nella prateria??

  10. Calcola che L (il mio lui) aveva preso la tv ancora prima di venire ad abitare qui, perchè aveva il desiderio di guardare beatamente sul suo divano un bel film, in una casa ,senza suo papà perennemente adagiato sul divano!Noi abbiamo una tv sola (calcola che dai miei ce ne è una per stanza)e in cucina abbiamo fatto mettere gli attacchi ma nn l’abbiamo mai presa e non la vorrò mai, perchè mi piace vivere il pranzo e far conversazione…
    Sono stili di vita, i miei si riuniscono a tavola alla sera, la tv per mia mamma è il suo momento di relax da lavoro… ma noi figli siam comunque grandi!
    la tv per me nn è essenziale, quando è luca è via per lavoro e io sto qui sola la accendo solo perchè ci collego l’home teatre e ascolto musica, mi disturba se sta accesa cosi senza motivo, mi urta!
    Le regola sono che cmq a tavola sta spenta , che dopo un tot la si spegne, ma è una regola per ale sopratutto, io la guardo a volte dopo cena perchè ci sono dei programmi su sky che mi piacciono molto (spesso parlano di case, giardini, ristrutturazioni……è un vero trip)
    uNa paura no perchè nn mi vedo sopraffatta ma per Ale si, sopratutto per le pubblicità che passano! anche su sky aimè! pero’ non la demonizzo, attraverso alcuni cartoni animati a mio avviso educativi ale ha imparato molte cose, anche parole forbite…! A volte la ama troppo e sta a noi limitarlo

  11. più di una volta sono stata tentata di eliminarla (la più convinta sono io, mio marito molto meno per via delle partite di calcio).
    Il mio uso si è ridotto a televideo con l’audio azzerato, i tg o altri programmi sono banditi in presenza di nostro figlio di 6 anni perchè non vogliamo che ascolti notizie di cronaca nera. La usiamo praticamente solo per i cartoni animati.
    E’ come se da anni facessi la dieta della TV, e non mi pesa assolutamente 😀

  12. Ciao a tutte! Anche nella mia casa non c’è la televisione e dopo un anno ormai non mi manca. Come dire, mi sono disintossicata di un elemento di cui non avevo assolutamente bisogno. Lo trovo anch’io ormai un mezzo obsoleto e stare li a “subire” non mi è mai piaciuto. Le mie bambine (4 anni e 18 mesi) non hanno problemi, non ne sentono la necessità, loro giocano, disegnano, mi imitano e vivono! Dai nonni non la chiedono mai e a scuola zero problemi perchè ne frequentiamo una steineriana e lì in generale le famiglie evitano di proporla ai bimbi. Io e l’uomo ogni tanto noleggiamo un film e lo guardiamo sul computer, qualche raro programma interessante lo trovo in rete, ma sono cmq io a scegliere e non a prendermi tutto quello che ne esce solo perchè sta sempre accesa. Non la trova una scelta drastica ma una liberazione!

  13. mina

    Io e il mio compagno quando abbiamo iniziato la conviveza abbiamo eliminato la tv quasi per caso: l’antenna non funzionava ed abbiamo deciso di non fare nulla per metterla a posto. Non ne abbiamo mai sentito la mancanza anche perchè entrambi già prima non ne facevamo gran uso. Essendo entrambi appassionati divoratori di film abbiamo continuato a guardare solo quelli. Quando è nato nostro figlio quindi il problema non si è posto, l’antenna non funziona e perciò la tv non si guarda. Ora che ha due anni e mezzo vede praticamente solo i dvd della pimpa e di shaun la pecora (ossia i cartoni che piacciono anche a noi…genitori dittatori…). Anche se adesso abbiamo traslocato, cambiato tv (a malincuore ci siamo separati dal nostro vecchio e indistruttibile tubo catodico) e l’antenna funziona ormai siamo abituati così e proprio non ci viene in mente di accenderla.
    Però una cosa l’ho notata: quando sono dai miei che la tengono accesa durante i pasti io non riesco a concentrarmi, mi distrae e chiedo sempre di spegnerla o almeno di abbsssare il volume, perchè altrimenti non riesco a parlare!

  14. debbie e le piccole cose

    io odio la tv. Mi da fastidio anche solo vederla accesa in casa altrui. Noi ne abbiamo una in camera da letto, collocata lì per evitare zona salotto, dove mio figlio ne sarebbe tentato continuamente, e comunque non la accendiamo mai. COn nonni convinti che vivere senza tv accesa sia una deprivazione dei diritti umani, tipo i miei, mio figlio la vede quando va da loro: torna nevrotico, dipendente e lagnoso…ma pian piano gliela facciamo dimenticare e ci limitiamo a peppa pig nei casi di emergenza (tipo quando è malato lui o io) o simili. A volte la chiede lui stesso e lo assecondiamo, ma dopo nemmeno venti mn si alza e dice: basta. Prende e ricomincia a far partire i treni.

  15. Sono stata 3 anni senza tv, i primi tre anni di sarah, se l’accendevo il sabato per un film. In dvd- Poi è tornata e onestamente mi sono accorta che a mia figlia fa male.e adesso l’abbiamo drasticamente ridotta, e siamo lì lì per spegnerla definitivamente.

  16. Moky

    Io la Tv la guardo e mi piace anche. Durante il pomeriggio Miciomao guarda qualche cartone o gioca con la Kinect, la sera invece il telecomando è di mia proprietà. Non la teniamo accesa x nulla o come sottofondo, quello no, quando è accesa è x’ la si sta guardando, altrimenti sta spenta.

  17. Eli

    la televisione l’abbiamo regalata quando si è dovuto installare il decoder, non lo abbiamo comprato quindi niente tv. e si sta bene. o almeno, io ci sto bene, mi piace di più usare la rete, ma mi accorgo che mio marito ne sente la mancanza (lui non usa internet) e di conseguenza i figli lo assecondano in questa richiesta. a me piacerebbe tenere duro ma sono in minoranza. mi servono idee per circuirli e fargli dimenticare la televisione del tutto. 😉 🙄

  18. chiarac

    Se ti dico che il telecomando è caduto dietro il mobile mesi fa e non ci siamo ancora presi la briga di recuperarlo? Credo di averla accesa l’ultima volta questa estate per vedere una partita dei mondiali (o erano europei? Ops..). Il piccolo ancora non è interessato, il grande guarda qualche cartone su you tube o dai nonni. Mio marito vorrebbe eliminarla, io rivendico il diritto di tenerla spenta… ma alla fin fine è indifferente, tanto non la guardiamo mai! 😆

  19. Uh combinazione proprio oggi ho scritto un articolo sulla televisione (e su come la usiamo noi) su Casa Organizzata. Io ce l’ho e la amo molto, non la guardo durante il giorno ma solo alla sera quando i bambini sono a nanna. I bambini invece la guardano ma con delle regole ben precise e con un grande controllo da parte mia.
    Io credo che ognuno debba trovare il proprio modo di usarla (o di non usarla) nel modo giusto

  20. MammaConiglia

    Mah, per me la televisione è un elettrodomestico come un altro: ha vantaggi e svantaggi, e di per sé non è né buona né cattiva, dipende tutto dall’uso che se ne fa. Per questo non condivido le posizioni di chi la disdegna a prescindere, o peggio ancora (e ne ho conosciuti tanti, soprattutto in certi ambienti) fa del fatto di non averla una bandiera. Personalmente ritengo che della televisione si possa benissimo fare a meno, ma credo anche che, soprattutto dopo l’avvento delle tv satellitari, offra molte opportunità interessanti di conoscenza e divertimento. Quanto ai bambini, normalmente ne abusano quando non hanno alternative: se le hanno, guardare la tv diventa solo una delle tante cose che si possono fare, e il più delle volte non è certo la preferita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *