Tutti gli usi dell’aceto bianco

Pubblicato il 22 Ottobre 2009 da • Ultima revisione: 7 Agosto 2014

Ormai l’aceto bianco in casa nostra è diventato un tuttofare: anche voi lo usate per tutto, oltre che per condire l’insalata?

E’ chiaro che innanzi tutto l’aceto si usa in cucina: nelle insalate, nei barattoli di verdure conservate (io preferisco fare in casa solo le conserve sotto aceto, perchè l’aceto impedisce la formazione del botulino), nelle preparazioni di alcuni piatti, nei cibi conservati in carpione… Ma mica solo per quello!

L’aceto infatti è un potente sgrassante naturale, deodorante, economico ed ecologico, e può sostituire tranquillamente la maggior parte dei prodotti di pulizia che circolano nelle nostre case.
A differenza del bicarbonato, però, l’aceto non ha un potere igienizzante, ma un blando disinfettante.

Tutti gli usi dell’aceto

Per le pulizie di casa

Pavimenti: per avere dei pavimenti di ceramica lucidissimi, sgrassati e che restano puliti a lungo, aggiungete un dito di aceto e 3 gocce di sapone per i piatti nel secchio del mocio (non usate invece aceto sul marmo, perchè lo rovina!);
Finestre: uno spruzzino all’aceto, preparato con una soluzione contenente una parte di aceto con quattro parti di acqua, pulisce egregiamente le finestre. Se i vetri devono essere sgrassati, si può aggiungere alla miscela mezzo cucchiaino di sapone per i piatti;
Scarichi intasati: gli scarichi possono essere puliti usando una miscela di aceto e bicarbonato di sodio, nella quantità di mezza tazza di bicarbonato, seguìto da mezza tazza di aceto. Si versano uno dopo l’altro, si copre lo scarico e poi si sciacqua con abbondante acqua calda corrente;
Anticalcare: i rubinetti macchiati di calcare si possono lucidare con una spugnetta imbevuta di aceto caldo. Se il calcare ha invece otturato i fori dei rubinetti o il microfono della doccia, li si può svitare e lasciare a bagno qualche ora in un recipiente pieno di aceto. Sempre con acqua e aceto si elimina il calcare dal box doccia;
Antiruggine: una soluzione di acqua e aceto caldo toglie la ruggine dall’acciaio o dai coltelli;
Pulizia delle pentole in acciaio: se come me bruciate spesso la cena, prima di lavare la pentola, riempitela con acqua calda e aceto per togliere i residui di cibo bruciato che restano attaccati alle pentole in acciaio;
Muffa: per eliminare la muffa presente sulle piastrelle del bagno o sulla tenda della doccia, pulire con una spugna morbida e lo spruzzino all’acqua e aceto;

Elettrodomestici

Frigorifero: pulire il frigorifero con una spugnetta imbevuta di acqua e aceto elimina gli odori e i residui di cibo grasso;
Forno: per sgrassare il forno o per eliminare l’eventuale odore di cibo o di bruciato, si può pulire il tutto con una spugna imbevuta di acqua e aceto;
Lavastoviglie: l’aceto bianco, nella quantità di mezzo bicchiere, sostituisce il brillantante. Per una pulizia periodica della lavastoviglie, azionare la lavastoviglie a vuoto aggiungendo un litro di aceto;
Lavatrice: per eliminare il calcare dalla lavatrice, si può fare un lavaggio a 90° a vuoto, usando una soluzione composta da acqua e aceto, per un totale di 4lt;
Ferro da stiro: per pulire un ferro da stiro otturato dal calcare, riempite il serbatoio con metà acqua e metà aceto e attivare il getto di vapore. Una volta spento, togliere il liquido, sciacquare con acqua pura, svuotare e far asciugare.

Tessuti

Ammorbidente: mezzo bicchiere di aceto al posto dell’ammorbidente tradizionale rende il bucato morbidissimo e accentua il profumo del detersivo tradizionale;
Anti macchia: per eliminare le macchie di cibo dalle tovaglie, tamponare la macchia con aceto bianco (o mettere alcune gocce di sapone per i piatti). Se si tratta di macchie da deodorante, prima di lavare il vestito, immergetelo in una bacinella contenente acqua e aceto;
Colori: l’aceto fissa i colori e non fa stingere i tessuti. Soprattutto al primo lavaggio di capi nuovi, per rafforzare i colori dei vestiti, aggiungete mezzo bicchiere di aceto all’ultimo risciacquo della lavatrice (prima è però bene fare sempre una prova su un angolo nascosto del tessuto, per evitare di danneggiare il vestito);
Tappeti: l’aceto è utile anche per smacchiare o deodorare i tappeti sporchi di cibo o macchiati di pipì di cani e gatti: lo si pulisce nel senso del pelo con una spugnetta bagnata di aceto.

Salute, bellezza e cura del corpo con l’aceto di mele

Capelli: l’aceto è un ottimo lucidante per capelli. Si può fare l’ultimo risciacquo della testa con un litro di soluzione composta da acqua e una tazzina piccola di aceto di mele;
Tisana tonificante, energizzante e dimagrante: bere al mattino un bel nicchiere di acqua fresca a cui si sono aggiunti 1 cucchiaino di miele e 1 cucchiano di aceto di mele.

Link utili:
– Il sito dei Detersivi Bioallegri, che offre tantissimi spunti ecologici per pulire casa senza usare prodotti chimici o inquinanti.



Commenti

44 Commenti per “Tutti gli usi dell’aceto bianco”
  1. fiocco72

    Quanti bei consigli, me li stampo e vedo di usarli, io l’ho sempre usato solo per l’insalata e al limite per gli scarichi e i capelli!!! Grazie.

  2. aggiunta: invece di usare le salviette per animali -che lasciano una patina sulla pelliccia e non sevono a niente- per deodorare e “igienizzare” Bau e Miao usate un panno immerso in acqua e aceto caldo, ben strizzato: il mantelli sarà lucido e non ci saranno cattivi odori. Sempre parlando di bestie: Fido ha l’otite? soluzione del nuotatore: alcool e aceto bianco (rapporto 2:1) e passa prima (ovviamente prima fateli vedere da un collega, ma io lo uso nel mio ambulatorio con ottimi risultati).
    Ancora: avete uno di quei cagnoni grossi e bavosi? l’aceto è una mano santa per macchie di bava da paralumi, divani, tende eccetera…

    • Mamma Felice (Mappano) - Ariete

      immagine livello
      Guru
      Mamma di Dafne (14 anni)

      Grazie mille, preziosissimi consigli!

    • cristina

      sei una veterinaria??? che bello!!! oggi il mio cane Kiwi, verrà castrato , piccoletto!!!!

      cmq io non sopporto l’odore dell’aceto, mi fa un plurito al naso pazzesco!!! ogni tanto mi faccio coraggio, molletta sul naso, e pulisco le pentole, in casa lo usiamo solo in quel modo…

      • in bocca al lupo per Kiwi!
        alternativa all’aceto è usare l’acqua ossigenata, ma non deodora per niente… anche se è utilissima se aspetti un’ospite allergico al pelo del cane. alternetiva due è usare un pochino di borotalco: arruffa il pelo del cane, meti un briciolo di talco e spazzola in contropelo.. una nuvola di profumo! (ovviamente si fsa in caso di emergenza, troppo talco fa male!)

    • silvia

      finalmente! adoro i mie cuccioli, ma non sopporto l’odore del pelo dopo una bella passeggiata sotto la pioggia. quante volte posso deodorarli con acqua e aceto?

  3. anch’io uso taaaaanto aceto bianco, al super ne compro pacchi interi!
    mi trovo benissimo e poi non inquino :mrgreen:
    baciuzzi e buona giornata cara.

  4. anch’io lo uso tantissimo per la pulizia della casa, ormai ha sostituito i detersivi, però non sapevo che può sostituire anche l’ammorbidente, e neppure che igienizza il cane… ci proverò!!!

  5. Io lo uso tantissimo specie in cucina per gi usi che hai elencato sopra e poi perchè sinceramente adoro il profumo dell’aceto.
    Ah per il frigo non solo lo pulisco con l’aceto ma lascio proprio un dito di aceto in un tazzina da caffè per assorbire gli odori

  6. Ciao,
    anch’io utilizzo molto l’aceto bianco. Per lavare e sgrassare i pavimenti è davvero ottimo! Ha una miriade di utilizzi intelligenti, pratici, economici ed ecologici quasi come il bicarbonato, che per me è davvero straordinario. Ormai non ne posso fare a meno. E il mio spruzzino al bicarbonato è sempre a portata di mano.
    W i rimedi ecologici ed economici! Funzionano davvero.
    ciao,
    Barbara

  7. Io lo uso nel microonde 1/2 tazza di acqua e 1/2 di aceto, massima potenza x 5 minuti: anche così toglie odori e dopo è più facile pulire l’interno da schizzi & co.

    La suovera, invece (e sappiamo cosa voglia dire questa parola…! 🙄 ) lo mette dovunque davvero… Capperi: x una volta mi tocca darle ragione!!!! 😆

  8. Avevo già sentito qualcosina. Ma in verità lo uso solo x condire l’insalata e per tenere lontano i gatti dei posti dove non voglio che ci vadano… spruzzi un goccino x terra ed è miracoloso, non ci va più!! :mrgreen:

  9. 😀 Lo uso anch’io in tutti questi modi… tranne che sull’insalata, dove proprio non mi piace :argh: (a fatica anche quello balsamico sulla verdura cruda!)

  10. frau

    l’aceto è il mio detergente universale!! aggiungo, citando in parte polepole, che per pulire il forno si può mettere un bicchiere d’aceto e uno o due d’acqua in una teglia, accendere il forno per un pò fino a farlo evaporare quasi tutto, poi fare freddare e pulire con lo spruzzino!altro che quelle schiume tossiche schifossissime! :mrgreen:

  11. Karola

    non sapevo che si poteva usare x la lavastoviglie! domani proverò…anche perchè x me LEI è la regina della casa (odio lavare i piatti) 😆

  12. Ely

    io lo uso proprio per tutto e come ammorbidente nella lavatrice è fantastico se ti interessa io ho una rubrica di consigli eco sul mio sito baci Ely

  13. Io ho sperimentato TUTTI gli usi che citi per tessuti, pulizie di casa ed elettrodomestici… l’unico che ho abbandonato è stato come ammorbidente per la lavatrice, perché avevo sempre una specie di scagliette marroncine in mezzo ai panni tipo residui… Ho sostituito (solo per la lavatrice) l’aceto con l’acido citrico diluito e si è risolto tutto…

  14. sarà il mio vademecum nel nuovo corso di riduzione dei consumi! grazie!
    lafra

  15. Isa

    questo me lo stampo e me lo lascio in cucina! grazie!! 😉


  16. Complimenti all’articolo. Sapevo che l’aceto ha molti uso, oltre condire l’insalta: antimuffa, fissa i colori…..
    ora so più cose.
    A presto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *