Mamma Felice

Come si prepara il corredino per il neonato?

Pubblicato il 28 Giugno 2009 da • Ultima revisione: 19 Ottobre 2020

come-si-prepara-il-corredino-per-il-neonato_mammafelice

Tutte le neomamme si chiedono cosa serva davvero inserire nel corredino del neonato: certe volte tendiamo ad esagerare nell’acquisto di body e tutine, e altre volte ci ritroviamo senza l’essenziale.

Dopo numerosi errori sperimentati personalmente sul campo (come per esempio essere senza body a manica corta in piena estate 🙂 ), ho stilato una personale lista delle cose che possono essere utili quando si fanno gli acquisti per il bebè.

Innanzitutto, ci tengo a dire che ogni esperienza è personale. Parlando con le amie amiche storiche conosciute su Mammafelice, che come me oggi hanno figli grandi, molte per esempio non sceglierebbero più il trio.

Oggi esistono infatti passeggini leggeri totalmente reclinabili, che si possono usare fin dalla nascita, che possono sostituite passeggino e navicella.
Si possono affiancare a seggiolini di altissima qualità che vanno anche da 0 a 5 anni e poi da 5 anni a 12 anni: in questo modo risparmiate, ma soprattutto avete prodotti di grandissima qualità e sicurezza.

LEGGI: Migliori seggiolini auto per bambini

Come arredare la cameretta del neonato o nursery

Io resto sempre dell’idea che meno è meglio: non vi servono molte cose ed è inutile che spendiate troppi soldi ancora prima che nasca il bambino.

Vi consiglio di prendere l’essenziale e poi, in base alle vostre esigenze, fare delle aggiunte.

A livello di mobilio e accessori, dovrete scegliere se utilizzare culla, lettino o side bed: hanno tutti dei vantaggi, che dipendono però dalle vostre abitudini e dal vostro modo di vivere:

  • culla con le rotelle: si usa per i primi 6 mesi circa del bambino e può essere utile non solo per la nanna, ma anche per portarlo con voi nelle varie stanze durante il giorno. È però limitata nel tempo, quindi potete eventualmente farne a meno, se di notte utilizzate un side bed o un lettino e di giorno utilizzate la sdraietta;
  • side bed: molto utile se allattate al seno, vi permette di tenere il neonato con voi nel lettone… senza tenerlo nel lettone. Si usa anche fino all’anno abbondante e può essere trasformata in culla (si richiude) da portare con voi di giorno nelle stanze;
  • lettino: un lettino basso stile Montessori o un lettino con le sbarre che si possa sistemare in due posizioni (rete in alto e in basso) è certamente usabile più a lungo nel tempo, almeno fino ai 3 anni, quindi riducete le spese. Di contro, non si sposta nelle altre stanze.

Personalmente, io oggi sceglierei il lettino per la zona notte, da tenere fino ai 6-9 mesi del bambino in camera dei genitori e poi nella sua cameretta. E di giorno continuerei a usare la sdraietta – che sia sempre benedetta – che con mia figlia ho usato tantissimo da 0 a 3 anni. 

I miei prodotti preferiti li trovate nella mia vetrina Amazon: Mammafelice shop.

Per il resto vi consiglio un armadio capiente, ma raggiungibile anche dai bambini: potete leggere come deve essere attrezzata la cameretta per essere in stile Montessori, se volete utilizzarlo in casa.

Altri prodotti utili: 

  • Fasciatoio;
  • Vaschetta da bagno, con eventuale riduzione per neonati;
  • Marsupio, Fascia o Mei Tai;
  • Cuscino da allattamento;
  • Trio o passeggino leggero 0 mesi.

Corredino dei neonati: cosa serve?

Anche in questo caso è molto soggettivo, perché ognuno di noi ha abitudini diverse e figli diversi.

Soprattutto taglie diverse: vi consiglio di non riempirvi di tutine prima che nasca il bambino, in modo da poterle comprare della giusta taglia quando vi servono.

Soprattutto: accettate tutine usate dalle amiche, e regalatele a vostra volta. Vengono usate così poco, che è veramente un peccato non rimetterle in circolo.

Tra le cose che io ho trovato più utili: 

  • Bavaglini, che banalmente prendevo da IKEA, i più semplici possibili;
  • Body a manica corta o lunga, a seconda della stagione, sempre in cotone 100%;
  • Tutine in ciniglia con i piedini;
  • Cappellino, calzini e golfini;
  • Asciugamani, accappatoio con cappuccio e lavette;
  • Accessori per la nanna: lenzuolini, proteggi-materasso, copertine, mussole di cotone, e sacco nanna.

Spendiamo una parola sul sacco nanna: PRENDETELO!
Usatelo sin dal primo giorno e non ve ne pentirete: è comodissimo per tenere i bambini al caldo, ed è soprattutto più sicuro delle coperte!

corredino bebè neonato bambini

Igiene e cambio:

  • pannolini della giusta misura;
  • crema viso e crema allo zinco;
  • salviettine umidificate;
  • shampoo, bagnoschiuma ed eventuale amido di riso (ne basta uno per tipo! vi durano secoli!);
  • spazzola per capelli a setole morbide + pettinino stondato;
  • forbicine stondate;
  • termometro digitale.

Appronfondimenti:
La lista completa del corredino, anche per la crescita;
Trio o passeggino?;
Il sacco nanna.



Commenti

7 Commenti per “Come si prepara il corredino per il neonato?”
  1. Io mi ritrovando con un sacco di body senza manica, completini grandi, completini che nn mettero’ mai causa troppo caldo e pochi body a mezza manica 😯

    • Mammafelice (Mappano) - Ariete
      Mamma Felice
      immagine livello
      Guru
      Mamma di Dafne (12 anni)

      Sì, anche io i primi mesi avevo troppi vestitini che non ho mai messo… poi dopo ero sempre senza, mannaggia!
      L’unica è creare un giro di mamme che se li prestano a vicenda…

  2. qui è di rito per fortuna 😆

  3. Ti devo davvero ringraziare, devo fare il sacco nanna per un’amica in attesa e senza il tuo blog non avrei avuto la minima idea di come regolarmi per la taglia, grazie a te invece ho avuto ancehe delle idee in più.

  4. Maia

    Scusate se “riesumo” un posto vecchio, ma volevo un parere senza inserire questo commento in mezzo a discussioni su altro. Perché si tratta, per l’appunto, di un parere sul corredino.
    In breve la domanda è: a chi spetterebbe il corredino?
    Io non sono una persona particolarmente legata alle tradizioni: tendo a essere pragmatica e cercare di fare le cose che mi sembrano più utili/pratiche. Però questa storia del corredino mi ha lasciata perplessa e, dopo l’ennesima telefonata a tema, mi sto facendo molte domande.
    Mi spiego: quando sono rimasta incinta, pensavo (forse erroneamente) che almeno qualche pezzo del corredino “spettasse” alla famiglia mia e quella di mio marito, e gli amici più cari. O piuttosto, pensavo che avrebbero avuto piacere a regalarci qualcosa. Non è andata così.
    Abbiamo fatto una lista nascita, per evitare doppioni e soprattutto cose inutili, avendo una casa piccolina. L’abbiamo fatta con anticipo per dare a tutti il tempo di guardarla. L’abbiamo fatta sia in negozio sia online per venire incontro a chiunque. Abbiamo messo cose da tutti i prezzi.
    Ebbene. Sono a 38+4, potrei partorire da un momento all’altro… e tutti mi chiamano per dire “il regalo te lo faccio dopo che è nata”.
    Il punto è che questo me lo dicono anche i famigliari! Per fortuna, grazie ad un’amica (santa donna!) siamo riusciti ad avere le cose indispensabili usate di sua sorella (ma ancora come nuove: trio, fasciatoio e lettino). Per il resto… nulla! Mia suocera proprio l’altro giorno ha esclamato: “Poi quando nasce mi dite di cos’avete bisogno!”
    Il punto è che la cosa è diventata un po’ paradossale perché a 36 settimane la bimba era ancora podalica, e mi era stato fissato un cesareo per il 20/7. A ridosso di quella data, io e mio marito abbiamo dovuto letteralmente correre a comprare quantomeno i 4 body e le 4 tutine per l’ospedale. All’ultimo, proprio poco prima del ricovero, la piccina ha fatto la capriola, quindi non è ancora nata. Tant’è, mancano 10 gg alla dpp e nessuno vuole regalarmi nulla.
    A questo punto, mi sorge il dubbio: ma ho sbagliato io a presumere che le famiglie avrebbero avuto piacere ad aiutarci, almeno un poco (visto che le spese iniziali per un bimbo sono alte)? O è la mia situazione ad essere paradossale? Confesso che inizio ad essere confusa, anche perché mi sono sentita dare della “ingorda” da mia madre (“Ma cosa pretendi? I regali uno te li fa se ha piacere, ma mica quando e come vuoi te!”)
    Secondo voi, sono stata davvero presuntuosa a pensare che le persone a me vicine mi avrebbero aiutato?

    • Mamma Felice (Mappano) - Ariete
      Mamma Felice
      immagine livello
      Guru
      Mamma di Dafne (12 anni)

      Maia, secondo me è solo una questione di scaramanzia, che purtroppo in Italia è ancora tremendamente diffusa. Se penso che invece negli USA si fa il baby shower PRIMA della nascita, proprio per riempire di regali la famiglia…
      Vedrai che le cose arriveranno, e come sempre accade, noi possiamo organizzarci in tutto e fare liste nascita, ma la gente farà sempre regali a suo piacimento, alcuni anche inutili 😀
      Con il tempo impariamo a essere più flessibili sulle questioni che riguardano i figli, e pazienza se gli altri non ci arrivano: l’importante è che ci siano quando abbiamo bisogno.
      Quindi non arrabbiarti, goditi le ultime settimane, cerca di prendere il meglio dai tuoi parenti e porta pazienza: se mantenete buoni rapporti, ameranno la propria nipotina con tutto il cuore, e allora dovrai dare un freno ai regali, perché saranno esagerati. 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *