Mamma Felice

Trippa alla fiorentina

Trippa al pomodoro, specialità Toscana a base di frattaglie ricavate dalle diverse parti dello stomaco dei bovini.

ricetta-tipica-toscana-italiana-trippa-alla-fiorentina-sugo-pomodoro

Un tipico piatto toscano è la trippa alla fiorentina; considerato  povero è in realtà ricco di gusto e dalla tradizione molto antica.

Ne esistono varie versioni, diverse a seconda delle regioni da cui provengono: la Trippa alla fiorentina è cotta al tegame e accompagnata da salsa di pomodori e verdure; la Trippa alla Romana è fatta con la sola salsa di pomodori; la Trippa alla Genovese è cotta in umido con i fagioli.

La Trippa di Moncalieri, a dispetto del nome, è invece un salume tipico piemontese. Altre curiosità: la trippa alla milanese si chiama Busecca, e invece a Firenze viene servito il Lampredotto, tipico panino con trippa in brodo accompagnato da salsa verde.

Ingredienti:

  • 1 Kg di trippa
  • 2 barattoli di pomodori pelati
  • 1 gambo di sedano
  • 1 carota
  • 1 cipolla
  • 1 spicchio di aglio
  • foglie di basilico
  • 4 cucchiai olio extra vergine di oliva
  • sale
  • pepe
  • parmigiano reggiano grattugiato
  • 1 cucchiaio di bicarbonato

Essenziale in questa trippa alla fiorentina è la qualità delle frattaglie; serviamoci dal nostro macellaio di fiducia e se oltre alla trippa, avesse altre frattaglie freschissime uniamole tutte per arricchire di sapore il nostro piatto.

Mettiamo in una terrina abbondante acqua con il cucchiaio di bicarbonato e lasciamo le frattaglie a mollo per circa 20 minuti; sciacquiamo tutto sotto il getto d’acqua fresca per più volte e poi facciamo scolare le frattaglie in un colapasta.

Poniamo l’olio in una pentola capiente  insieme allo spicchio d’aglio schiacciato, al trito grossolano di carota sedano e cipolla e lasciamo insaporire a fiamma bassa coprendo la nostra pentola per almeno 5 minuti.

Tagliamo ora la trippa a strisce di circa 1 cm, quando il soffritto sarà colorato e morbido aggiungiamola ad esso regolando di sale e abbondante pepe; schiacciamo i pelati o dell’ottima passata di pomodoro casalinga e aggiungiamola nella pentola con la trippa.

Per permettere alla trippa di cuocersi e rimanere morbida, aggiungiamo acqua calda sino a coprire la trippa di almeno 5 cm.

Il nostro piatto di trippa alla fiorentina deve cuocere a fiamma bassa e con il coperchio per circa 2 ore; concludiamo prima di servire aggiungendo le foglie spezzate a mano di basilico e se si gradisce abbondante parmigiano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Se ti registri gratis a Mammafelice puoi inserire foto nei commenti, inserire gli annunci di nascita, le date di compleanno, partecipare alla chat delle mamme e al forum.