Mamma Felice

Tappe di sviluppo: il bambino a 4 mesi

Pubblicato il 8 gennaio 2016 da

A 4 mesi il neonato perfeziona le sue abilità motorie e inizia il suo viaggio verso il divertimento, attraverso la risata. L’interazione con mamma e papà è ormai una parte della sua giornata ed egli “usa” il campo offerto dai genitori come banco di prova della sua crescita.

tappe-sviluppo-neonati-4-mesi-di-vita

La sperimentazione potrebbe essere la parola chiave per il quarto mese di vita del bambino.

Eccoci al momento che ogni genitore aspetta con ansia, quello in cui davvero si inizia a divertirsi con il proprio figlio: la risata. A quattro mesi circa il bambino:

Riderà nel senso proprio della parola, “col rumore”, a gola spiegata. Sarà l’inizio di quel delizioso modo di essere della personalità umana che si chiama umorismo. Anche questo è un bel passo avanti, sapete. E, fra l’altro, porterà un nuovo clima di allegria nella vostra casa. Vedrete, il piacere che proverete quando col gioco farete ridere il vostro bambino sarà uno di quelli che vi resteranno in fondo al cuore per tutta la vita. (Marcello Bernardi, Il Nuovo Bambino.)

Le capacità relazionali del bambino vanno oltre e le persone che stanno intorno al bambino si accorgono ben presto di essere dei campi da esplorare: attraverso il tatto il bambino impara a riconoscere gli occhi, il naso, la bocca.

Dal punto di vista motorio, a partire dai 4 mesi il bimbo sviluppa il riflesso di prensione: quando un oggetto gli capita vicino, con sempre maggiore precisione egli lo afferra e lo porta alla bocca per conoscerlo nelle sue caratteristiche. È aiutato in questo anche dalla vista, che ormai è nitida e raggiunge parecchi metri di distanza e parte da pochi centimetri di distanza dai suoi occhi.

Il sonno del bambino a quattro mesi di vita dovrebbe regolarizzarsi: non sente più la necessità del risveglio notturno per la poppata. Durante il giorno il neonato è attivo e vivace, alternando brevi sonnellini a prolungate ore di veglia. In totale, a 4 mesi, un bambino dorme circa 12 ore al giorno.

Con il bambino di 4 mesi è possibile chiacchierare, rispondendo ai suoi gorgheggi e attendendo il suo feedback, in un dialogo tra genitore e figlio che produce molta soddisfazione nell’adulto e altrettanti benefici per il piccolo. La comunicazione non avviene solo più attraverso il pianto, ma anche con suoni e richiami che il bambino capisce che producono un effetto nei genitori.

Il gioco e lo scambio diventano molto importanti per lo sviluppo del bambino a 4 mesi, ma rimangono ancora prioritari il contatto e le coccole.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Se ti registri gratis a Mammafelice puoi inserire foto nei commenti, inserire gli annunci di nascita, le date di compleanno, partecipare alla chat delle mamme e al forum.