Amigurumi: tutorial, come farli

Pubblicato il 4 Ottobre 2012 da • Ultima revisione: 30 Ottobre 2018

Amigurumi

Ne ho visto uno su una bancarella e me ne sono letteralmente innamorata: era un amigurumi!

Si tratta di piccoli animali ma anche di creature dai tratti umani, ottenuti lavorando all’uncinetto o a maglia.

In Giappone è un’arte vera e propria, il nome deriva da ‘ami’ (lavorare a maglia e all’uncinetto) e ‘nuigurumi’ ovvero peluche.

Sono oggetti pensati per essere carini, che stimolano la fantasia, da tenere in casa come soprammobili, possono essere concepiti anche come veri e propri oggetti da arredamento per la cameretta dei bambini o per la sala.

Divertiamoci un po’, che ne dite? Abbiamo iniziato con una proposta di Alessia di 4blog.info/school: un gufetto amigurumi realizzato con il cotone, usato poi come segnalibro. In realtà Alessia non è sicura che sia proprio un gufo, forse è una civetta… a voi cosa sembra? In ogni caso io lo trovo delizioso! 🙂

Ecco altre idee per amigurumi colorati fatti a mano: liberiamo la fantasia!

Idee per amigurumi

Una farfalla amigurumi multi colore realizzata a mano lavorando a maglia fili di acrilico di diversi colori. Imbottita come un peluche all’interno, gli occhi sono ricavati da piccoli vetri scuri. La si può appendere grazie al sottile filo dietro le ali.

Piccole meduse amigurumi, ognuna di un colore diverso, fatte a mano lavorando l’uncinetto con filati di acrilico e imbottiti in poliestere. Ricami personalizzati per i simpatici visetti.

Conoscete il film di animazione ‘Lilo e Stitch’? Questo amigurumi è stato ispirato da uno dei personaggi: un pesce lavorato a mano con filati e fibra in poliestere, pezzetti di feltro per pinne e macchie, e gli occhietti in plastica.

Un mostriciattolo amigurumi direttamente dal mondo fatato dei boschi: realizzato rigorosamente a mano con filati di diversi colori e veltro, curato nei dettagli con amore.

Un visetto dolce con un simpatico berretto: un’idea per un piccolo amigurumi tenero, da tenere attaccato al portapenne in ufficio o come ornamento per un portachiavi, ma anche appeso allo specchietto interno in macchina, aggiunto a un segnalibro… davvero adorabile!

Infine un’altra idea dal mondo della fantasia: può sembrare un polpo questa creaturina arancione. L’amigurumi è disponibile in altri colori, realizzato a mano all’uncinetto.

Attenzione al lavaggio: spesso gli amigurumi sono creazioni delicate, evitate di infilarli in lavatrice, meglio strofinarli piano a mano in un po’ di acqua fredda, eventualmente con una goccia di detersivo liquido per delicati.



Commenti

3 Commenti per “Amigurumi: tutorial, come farli”
  1. mima

    Hai ragiona Barbara, gli amigurumi sono carinissimi!
    Io adoro l’uncinetto e con la scusa della mia bimba questa estate mi sono sbizzarrita in pesciolini, polipi, api etc etc….
    Poi ho trovato le istruzioni (in Italiano stranamante) per fare degli animaletti usando come “imbottitura” la custodia gialle delle soprese degli ovetti kinder.
    La sera con la mia piccolina ci siamo divertire ad assemblarle!
    Un saluto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *