10 idee per cappellini estivi bambini

Pubblicato il 6 Luglio 2012 da • Ultima revisione: 30 Ottobre 2018

10 idee per cappellini estivi bambini
D’estate i bambini possono finalmente scorrazzare all’aria aperta: che riescano a gattonare o, più grandi, che possano già correre e giocare a casa o in vacanza, è sempre bene avere un’adeguata scorta di cappellini estivi.

Perché?

Di solito uno finisce perso o dimenticato, a me è successo di lasciare il cappello di mio figlio – che all’epoca aveva tre anni – sul vagone di un treno perché avevo tutte le mani impegnate, e ho dimenticato di controllare che se lo fosse rimesso in testa mentre scendevamo sudati e di fretta… :-/

Per non parlare di tutti cappelli persi negli ultimi anni al campo estivo: tra piccole gite in pulmino, giochi in giardino e altre attività, già quest’anno – dunque da qualche settimana – ne ha persi due!

Poi bisogna anche considerare che, di solito, sono diverse le circostanze in cui abbiamo bisogno che i nostri bambini abbiamo la testa riparata dai raggi diretti del sole: se li portiamo al parco nel tardo pomeriggio, se andiamo a trovare i nonni, se vanno alla festa all’aperto di qualche amichetto, se andiamo a fare la spesa – ad esempio io che ci vado spesso di sabato mattina, basta entrare in qualche negozio, ormai già dalle 9 di mattina l’afa e il sole si fanno sentire…

Ecco che tenere un cappellino in macchina, un altro in borsa (in quella della mamma oppure, se è molto piccolo, nella sacca dove c’è l’occorrente per quando si esce col piccolo) e magari uno di riserva – a parte quello che abitualmente usa per il nido, la materna o le elementari… vi assicuro che è un’ottima strategia per evitare di ritrovarsi senza, proprio quando abbiamo fretta e fuori il sole scotta ancora.

Non preoccupatevi però, di dover comprare lo stesso modello due, o tre volte, oggi vi proponiamo alcune idee per cappellini estivi colorati e di diverse forme in modo da proporre ai bambini diverse soluzioni che li invoglino a indossarli e magari a non perderli! 😉

Abbiamo iniziato con una proposta della nostra amica Jill di Homemade, altre idee per femminucce e maschietti da Etsy:

10 idee per i cappellini estivi dei bambini10 idee per i cappellini estivi dei bambini

01. Il cappellino in cotone – che è un must per le bambine di tutte le età – in questa proposta si tratta di cotone pettinato rosa impreziosito con una rosa di cotone color avorio, di ispirazione vintage, ideale per giocare al parco o in spiaggia, lavabile a mano in acqua fredda;
02. Il cappellino aderente, 100% cotone leggero, morbido e adattabile alla testa la fascia senza stringere troppo, adatto per bambine da 1 a 3 anni, l’assenza di visiera permette di proteggere la testa dal sole evitando di attirare l’attenzione della piccola che potrebbe toglierselo per ‘studiarne’ eventuali elementi sporgenti;
03. Il modello allacciato reversibile, sempre in comodo cotone lavabile, è un cappello leggero ma funzionale, grazie alla fettuccia che si può legare sotto il mento del piccolo rendendolo più stabile mentre gioca, si rotola o magari al mare tra sabbia, secchiello e paletta. Può poi essere indossato da un verso o dall’altro, cambiando così il disegno esterno;
04. Il cappello in cotone con fodera in jersey, personalizzabile con il nome del bambino cucito sopra, morbido e resistente a sole, acqua, sabbia o terra;
05. Il modello in stile cowboy pensato per i maschietti che mal sopportano di tenere qualcosa in testa mentre giocano, in cotone mono colore, qui nella versione in bianco, pieghevole dunque facilmente inseribile in borsa o in tasca, può essere una soluzione per i bambini che considerato i cappelli “troppo da femmine”;
06. Il cappello fatto a mano con filati in cotone di media dimensione e peso, usando una griglia standard personalizzata dai colori dei filati scelti e dall’aggiunto di un fiore anch’esso realizzato a mano, il doppio bordo smerlato lo rende stabile e ben sagomato;
07. Il modello in stile marinaretto per i più piccoli, adatto fino ai 12-18 mesi, è a suo modo un evergreen con la stampa a tema nautico sul tessuto in cotone con bordo arrotolato. Comodo, sagomato e leggero grazie al taglio e alle cuciture;
08. L’alternativa per le bimbe, allo stile marinaretto, un cappello sempre in cotone 100% lavabile, eventualmente lo si può stirare ma soprattutto è un compagno duttile per le piccole con l’interno rifinito da un tessuto con stampa differente da quella esterna che diventa così visibile arrotolandone i bordi;
09. Il cappello a forma di fazzoletto, adatto a proteggere dal sole i neonati fino ai 3 mesi, in cotone leggero e morbido, non stringe la testolina e può essere regolato nella parte posteriore grazie a un elastico;
10. Il grande cappello ideale per riparare le bimbe dal sole a bordo piscina o per una passeggiata in spiaggia, in cotone reversibile con due differenti stampe da proporre alle bambine, è prelavato e lavabile e sagomato per bambine dai 6 ai 12 mesi.

Potete vedere le foto complete e le pagine Etsy cliccando sui numeri accanto alle didascalie.

Come avrete notato, il cotone è il tessuto più comune e adatto per i cappellini estivi dei piccoli, può essere più o meno spesso e resistente, con o senza lacci ed elastici, più o meno sagomato, con o senza visiera, resta comunque il più comodo sia per i lavaggi a freddo in lavatrice quanto per una sciacquata a mano anche se siamo di fretta.



Commenti

3 Commenti per “10 idee per cappellini estivi bambini”
  1. Deliziosi e pratici.
    Raffaella

  2. La scelta del cappellino estivo, è un tema “caldo” tra le mamme.
    Ogni anno ai primi soli primaverili, si ripropone e questo post mi pare esaustivo circa i modelli presenti sul mercato.
    Ma oltre alla foggia un’altra questione s’impone: l’ancoraggio in testa.
    Il lancio del cappellino è una delle specialità olimpiche in cui le mie due gemelle di due anni si stanno allenando: è da un po’ che sto pensando a come saldarglielo in testa.
    Un adesivo? Un po’ di colla vinilica?
    Suggerimenti?
    Barbara Galli

    • Ciao Barbara!
      Io ho un figlio, che ora ha 6 anni, e il lancio olimpionico del cappellino lo conosco anche se noi ora al campo estivo siamo nella fase ‘e chi se lo ricorda?’
      Secondo me, l’unica idea flessibile che funziona è coinvolgerli.
      Gli anni passati mi sono giocata la carta del ‘compriamo quello che proprio ti fa impazzire’, una soluzione simile al modello in stile cowboy dell’articolo: innanzi tutto non lo abbiamo comprato subito, abbiamo iniziato parlandone per tempo, siamo andati per negozi qualche sabato di fila, lui ne addocchiò uno con Spiderman, ma prima di prenderlo ci abbiamo ragionato – più che altro ho sperato che capisse che non era ‘dovuto’ proprio quel tipo di cappello, che se lo doveva meritare e lo doveva poi trattare bene, diciamo… non è andata male, alla fine, lo ha perso a fine luglio, a una gita, ma per il resto lo ha sempre messo.
      Ora invece il problema è che non se lo ricorda proprio, lo appende in classe la mattina presto e lo va a riprendere quando io lo vado a recuperare nel pomeriggio, con annesse sgridate delle educatrici, mie punizioni e così via. Dunque quest’anno mi tocca la strategia del ‘ti tolgo, se non lo ricordi’, la settimana scorsa non ha guardato i cartoni di lunedì dopo che lo aveva lasciato addirittura a casa (e suo padre non se n’era accorto accompagnandolo al campo estivo), poi gli altri giorni lo ha messo, abbastanza diciamo a sentire le educatrici.
      Però ho idea che sia sempre e comunque un’avventura, e con questo caldo, le tante ore che i bimbi stanno fuori sotto il sole, le preoccupazioni per i ‘grandi’ magari al lavoro: ecco, per quello mi sa che non ci sono tante soluzioni…
      😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *