Mamma Felice

Crescentine o Tigelle modenesi

Le Tigelle o Crescentine sono dei panini lievitati e piatti, cotti in una speciale padella e ricchi di strutto, da farcire con salumi e formaggi.

ricetta-tigelle-crescentine-modenesi-emiliane-bologna

Si tratta di una ricetta popolare e ormai conosciuta in tutto il mondo, che può essere fatta anche a casa in modo semplice. Una ricetta modernizzata, che però fa tradizione: le Tigelle o Crescentine emiliane.

Ingredienti (per circa 15 tigelle):

  • 250 g di farina
  • 60 g di acqua
  • 60 g di latte intero
  • un cubetto di lievito di birra
  • un cucchiaio di strutto (o due cucchiai di olio)
  • un cucchiaino di sale
  • un pizzico di zucchero

Intiepidiamo il latte al microonde per qualche secondo, e facciamovi disciogliere dentro il panetto piccolo di lievito. Aggiungiamo l’acqua e mescoliamo bene per far sciogliere completamente il lievito.

Mescoliamo gli ingredienti secchi: la farina, il sale, il pizzico di zucchero. Al centro della farina, mettiamo gli ingredienti liquidi e lo strutto sciolto (oppure l’olio) e iniziamo ad impastare vigorosamente. Lavoriamo sino ad arrivare ad ottenere un impasto compatto e non più appiccicoso, che lasceremo lievitare per almeno un paio d’ore.

Quando l’impasto avrà raddoppiato il suo volume, stendiamolo con il mattarello di uno spessore di circa mezzo centimetro; ricaviamone tanti dischi utilizzando il coppapasta o un bicchiere a rovescio. Lasciamo nuovamente lievitare per circa trenta minuti, tenendo i dischi di impasto coperti da un canovaccio pulito.

Cuociamo le Tigelle in una pentola antiaderente ben calda, rivoltandole da entrambe i lati sino a quando avranno un bel colore dorato.

Raccogliamole in un cestino di vimini con un panno che le mantenga tiepide e serviamole con affettati misti, formaggi gustosi come gorgonzola, battuti di lardo e pancetta ed un ottimo vino della terra emiliana o modenese.

ricette-tradizionali-emiliane-tigelle

In Emilia Romagna le tigelle si servono spesso insieme allo gnocco fritto, una pasta da pane povera, fritta nello strutto, che viene ugualmente farcita con battuto di lardo, mortadella, prosciutto crudo, coppa di testa emiliana e altri salumi e formaggi. nella versione dolce, sia le tigelle che lo gnocco fritto, possono anche essere farciti con Nutella e mascarpone.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Se ti registri gratis a Mammafelice puoi inserire foto nei commenti, inserire gli annunci di nascita, le date di compleanno, partecipare alla chat delle mamme e al forum.