Mamma Felice

Pulizie di Primavera: come organizzarsi

Non amo le pulizie full immersion: preferisco pulire poco ogni giorno, che dedicare mezza giornata consecutivamente alle pulizie di casa. Così con le pulizie di Primavera: preferisco arrivarci in modo organizzato, iniziando qualche settimana prima a togliere il grosso e pulire le cose che si puliscono solo un paio di volte l’anno.

pulizie-primavera-come-organizzarsi

A voi la scelta, se concentrarle tutte in un giorno, oppure fare qualcosa ogni settimana, mezzora al giorno.

In ogni caso ricordiamoci che la casa è di tutti, quindi sia i mariti che i figli devono partecipare allo stesso modo alle pulizie di casa: collaborare è sicuramente il miglior modo per tenere la casa sempre in ordine.

Casa ordinata: il modo più facile per avere una casa pulita

Non c’è nulla da fare: se abbiamo un posto per ogni cosa, tutto l’appartamento sembrerà più ordinato. E se non ci sono oggetti in giro, non solo si pulisce meglio e più a fondo, ma si pulisce anche più velocemente.

Mi rendo perfettamente conto che non sia semplice mantenere l’ordina in casa, soprattutto con i bambini. Ma la soluzione c’è e si chiama MINIMALISMO. Piano piano, dandoci un anno di tempo, iniziamo a regalare o vendere gli oggetti che non ci servono e che occupano solo spazio.

Eliminiamo i soprammobili: alcuni sono carini, è vero, ma fanno un sacco di polvere e fondamentalmente potremmo spendere meglio i nostri soldi. Se abbiamo fotografie, possiamo appenderle ai muri creando una bella composizione: in quel caso bassa pulire i quadri con un piumino una volta tanto per eliminare la polvere. Teniamo gli oggetti essenziali, e gli altri piuttosto chiudiamoli dentro le vetrinette, così si vedono, ma non fanno accumulare polvere.

Quali prodotti utilizzare?

Ricordatevi che per pulire non vi servono né candeggina, né ammoniaca, né varechina: non compratele proprio, che vi fanno male e inquinano da morire!

Usate sempre la stessa formula ecologica che consiglio da dieci anni:

  • un secchio di acqua calda,
  • 1 cucchiaio di sapone per i piatti o mezzo tappo di detergente all’aceto (io uso quello del Penny),
  • 15 gocce di olio essenziale.

Impariamo a pulire con i panni in microfibra, che poi metteremo a lavare in lavatrice alla fine delle pulizie: basta carta da cucina, ne usiamo troppa!

pulizie-primavera-organizzarsi
Utilizzate i guanti in cotone e poi quelli in plastica, e approfittatene per farvi una bella routine di bellezza, tanto non vi vede nessuno: prima di iniziare a pulire mettetevi sul viso una maschera idratante, sui capelli dell’olio ai semi di lino e sulle mani una crema super emolliente.

Finite le pulizie potrete fare la doccia e sentirvi splendenti.

Per idratarvi anche dall’interno, preparate una bella bottiglia di acqua fresca con dentro cetriolo a fettine, pompelmo e zenzero: bevete l’acqua aromatizzata mentre pulite e vi sentirete cariche e rigenerate. Musica a tutto volume, e si parte!

Come organizzare le Pulizie di Primavera

La prima cosa da fare è spalancare le finestre!

Cambiare aria

Spesso in Inverno, con la scusa del freddo, non arieggiamo abbastanza la casa – con il pericolo di formazione muffe pericolosissime per la nostra salute. Apriamo allora bene tutte le finestre di casa e i balconi, in una bella giornata assolata, e lasciamo arieggiare la casa per bene.

Abituiamoci a farlo almeno una volta a settimana (meglio tutti i giorni, se ne abbiamo la possibilità), tenendo aperto per almeno un’ora, e alla luce del sole: aria e luce non solo ci aiutano a prevenire la formazione di muffe, ma ci aiutano anche contro gli acari.

Lavare le tende e pulire i vetri

Laviamo le tende prima di lavare per terra, poi appendiamole bagnate: asciugandosi si stireranno da sole con il proprio peso e profumeranno tutta la stanza. Questo è l’unico bucato in cui vi autorizzo ad usare l’ammorbidente 😉 : il profumo che spanderà in casa sarà fenomenale. Ma sulla pelle l’ammorbidente no, ne abbiamo avuto abbastanza!

Attenzione ai pericoli e agli incidenti domestici: da fonte ISTAT, ogni anno più di 700mila persone in Italia restano ferite in incidenti domestici. Per pulire vetri, balconi e finestre MAI sporgersi o addirittura salire sulle scale!

Adesso in commercio esistono i lavavetri magnetici: si posiziona il lavavetri dentro e fuori dalla finestra, questo si attacca con un magnete e pulisce il vetro dall’esterno senza bisogno di sporgersi pericolosamente.

Togliere le ragnatele

casa-pulizie-primavera-approfondite

Questo è il momento per pulire i muri: non solo per eliminare le ragnatele, ma proprio per togliere la polvere dai muri. Attività faticosissima da fare solo una volta l’anno, ma vedrete quanta polvere!

Procuriamoci un piumino telescopico allungabile e avvolgiamo intorno un panno in microfibra asciutto: passiamolo prima sui soffitti, poi sulle pareti, dall’alto in basso.

Togliere bene la polvere

Togliamo la polvere nei posti dove non puliamo mai:

  • Pulire i lampadari: con un piumino spolveriamoli per bene, e magari una volta l’anno proviamo a lavarli o inumidirli con un panno in microfibra inumidito di acqua;
  • Pulire i termosifoni: puliamoli bene con la microfibra bagnata, mettendo una bacinella sotto per proteggere il pavimento;
  • Pulire i battiscopa: sono sporchissimi e nemmeno ce ne accorgiamo. Puliamoli con un panno in microfibra bagnato, sfregandoli bene;
  • Pulire sopra i mobili: unto e polvere si accumulano sopra i mobili, quindi dobbiamo lavarli bene con la microfibra bagnata, asciugarli e poi coprirli con dei fogli di giornale: in questo modo la prossima volta basterà togliere i giornali e dare solo una veloce spolverata;
  • Pulire le porte e le maniglie: tra le parti più zozze della casa. Puliamole sempre con la nostra miscela saponata e la microfibra, e asciughiamole bene;
  • Pulire l’interno degli armadietti: togliamo barattoli e oggetti dai mobili e sciacquiamo bene i ripiani e le ante;
  • Pulire l’interno degli armadi: togliamo i vestiti e mettiamo via velocemente quelli troppo invernali. Puliamo le grucce appendiabiti e i ripiani.

Pulire l’interno degli elettrodomestici:

  • Pulire il microonde: scaldiamo acqua e limone nel microonde per un paio di minuti, poi strofiniamo bene con il panno in microfibra asciutto;
  • Pulire il forno: accendiamo il forno e mettiamo sulla placca dei cubetti di ghiaccio. Spegniamo quando sono evaporati, apriamo e sfruttiamo il vapore che si è creato per rimuovere il grasso e lo sporco facilmente, strofinando sempre con la microfibra;
  • Pulire la lavastoviglie: facciamo un lavaggio con l’apposito liquido cura lavastoviglie e controlliamo che i livelli del sale siano a posto;
  • Pulire la lavatrice: facciamo un lavaggio a 90 gradi mettendo nel cestello e nella vaschetta abbondante bicarbonato;
  • Pulire la cappa: strofiniamola bene e sgrassiamola, eventualmente spruzzando lo sgrassatore direttamente sulla cappa, poi sciacquiamo con acqua e lucidiamo con un panno asciutto.

Tessili, tappeti e materassi

casa-pulizie-primavera-approfondite

Spostare il divano e i tappeti

Spostiamo il divano, apriamolo se è un divano letto e aspiriamolo bene con l’aspirapolvere. Puliamo bene la seduta con microfibra e acqua e asciughiamo bene.

Puliamo bene i tappeti: se possono essere lavati, laviamoli. Altrimenti aspiriamoli bene e igienizziamoli. Possiamo spazzolarli con il bicarbonato, lasciarlo agire e poi aspirarli bene.

Lavare i piumoni, le sciarpe, le giacche

E’ il momento per portare in lavanderia le cose pensati e invernali, o per lavarle in lavatrice. Per semplificare il cambio armadi, e siccome nelle nostre città non fa mai eccessivamente freddo, io compro solo indumenti in cotone 100%, che vanno bene in estate e in inverno. I cardigan e i maglioni li appendo sempre nell’armadio, in un’anta apposita, così non devo fare nessun cambio di stagione.

casa-pulizie-primavera-approfondite

Pulire i materassi

Non bagniamoli mai, né utilizziamo il vapore: strofiniamo sul materasso un po’ di bicarbonato con una spazzola pulita, lasciamo agire per un paio di ore e poi aspiriamo benissimo.

Pulire a fondo la cucina

casa-pulizie-primavera-approfondite

Per pulire davvero a fondo la cucina occorrono 3 ore.

Nel mio post su come pulire a fondo tutta la cucina, dentro e fuori, ho riportato l’elenco delle attività da fare:

  • Pulire il frigorifero svuotandolo bene, gettando via i barattoli con prodotti scaduti;
  • Pulire dentro gli armadietti, momento in cui possiamo approfittare per chiudere bene i sacchetti e sigillarli, per evitare la formazione di farfalline;
  • Pulire sopra gli armadietti, e dopo aver sgrassato bene possiamo coprirli con i fogli di giornale, così da evitare di doverli sgrassare ogni volta; la volta successiva sarà sufficiente togliere il giornale, dare una spolverata e rimettere un nuovo foglio di giornale;
  • Pulire il forno e il microonde;
  • Pulire e sgrassare a fondo la cappa della cucina;
  • Pulire il piano cottura e il lavandino;
  • Pulire i pensili e le superfici esterne;
  • Pulire i pavimenti.

Pulire a fondo il bagno

pulire-bagno-a-fondo-profondita-igienizzare

Possiamo pulire il bagno in profondità in 15 minuti, se vogliamo. Concentriamoci sui sanitari e sul lavabo, che sono le parti da igienizzare meglio, e  infine sullo specchio, che è sempre segnato da schizzi di acqua e dentifricio.

Se vogliamo fare pulizie di primavera estremamente curate anche in bagno, seguiamo invece quest’ordine:

  1. Mettiamo dentro gli armadietti tutti i prodotti che sono in giro, cercando di fare ordine e liberare spazio;
  2. Spruzziamo il detergente dentro i sanitari e lasciamolo agire una decina di minuti;
  3. Puliamo le righe nere della vasca da bagno e dei sanitari;
  4. Puliamo bene lo specchio;
  5. Puliamo le superfici con il panno in microfibra e il detergente ecologico;
  6. Con un panno asciutto asciughiamo bene tutte le superfici;
  7. Versiamo un po’ di acqua calda nei sanitari e spazzoliamoli: il gabinetto con l’apposito spazzolone, il bidet con un panno in microfibra;
  8. Igienizziamo la lavatrice con un lavaggio a vuoto a 90 gradi, con bicarbonato – possiamo aggiungere anche i pani in microfibra sporchi;
  9. Svuotiamo il cestino e laviamolo;
  10. Passiamo la scopa e infine puliamo bene i pavimenti.

Cambiare profumazione in casa

Se c’è una cosa che ho notato delle pulizie di primavera, è il desiderio di cambiare profumazione in casa, per sentire odore di fiori, di rinascita, e soprattutto di pulito. Questa è la stagione giusta, quindi, per decidere di cambiare gli olii essenziali, le candele e le profumazioni che avete usato tutto l’inverno.

Per sentire davvero odore di pulito e di fresco in casa, io uso un sistema imbattibile: metto 10-15 gocce di olio essenziale nel secchio per pulire i pavimenti. Per esempio ultimamente amo moltissimo il profumo del limone, che mi dà una sensazione di primavera. Passato così sui pavimenti il profumo resta anche per 2-3 giorni, e ogni volta potrete rinfrescarlo o anche cambiarlo.

Pulizie all’esterno della casa

pulizie-primavera-come-organizzarsi

Ci sono infine 4 tipi di pulizie che non facciamo mai, ma che almeno una volta l’anno andrebbero fatte – anche con l’aiuto di qualcuno!

Soprattutto attenzione agli incidenti domestici, perché in questi casi sono devastanti.

  1. Pulire le tapparelle: esterne e interne, sono un lavoraccio, ma diventano splendenti. Si passano con gli stracci da pavimento belli impregnati, e si strofina, si strofina…;
  2. Pulire i balconi: non li pulisco spesso, ma almeno una volta al mese andrebbero spazzati bene, soprattutto in estate in cui ce li godiamo di più. Oltre al pavimento, puliamo bene la ringhiera e i fili per stendere;
  3. Pulire le scale: anche in questo caso una volta al mese è più che sufficiente, se abitate per conto vostro;
  4. Cantina e garage: una bella rinfrescata anche qui? eliminiamo gli oggetti accumulati che non servono, sono rotti, possiamo vendere. Passiamo bene la scopa e leviamo velocemente la polvere dagli scaffali. Per proteggere i pavimenti e poterli lavare meglio, se per esempio avete il cemento grezzo in terra, potete usare quei pavimenti in PVC che si acquistano al metro, quelli neri con le bolle a rilievo, che si puliscono facilmente con il mocio.

E’ chiaro che questi lavori non si possono fare in un solo giorno, ma possiamo programmarli nei fine settimana, piano piano, dedicando a ciascuno 2 ore piene, senza interruzioni, così da non doverli riprendere ogni settimana.

Pulire non è la mia attività preferita, decisamente. Non lo faccio volentieri perché ci sono tante altre cose belle da fare nella vita.
Ma va fatto, non solo per decenza, ma anche per sentirsi meglio: quando la casa è in ordine, pulita e profumata, mi sento meglio anche io – ed è più piacevole viverci e sentirla davvero una parte di sé.

Ma il segreto delle pulizie resta sempre lo stesso: avere pochi oggetti e tenere tutto in ordine.
Più la casa è sgombra e i piani di appoggio sono liberi, meno la casa si impolvera. Più è libera, più è facile pulire e velocissimo, perché basta davvero passare un panno in microfibra inumidito, per avere subito le superfici splendenti.
Quindi, per la Primavera, diamoci almeno questo obiettivo: togliamo di torno gli oggetti che non servono, liberiamo il tavolo e i ripiani dei mobili, facciamo spazio fuori – e dentro di noi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Se ti registri gratis a Mammafelice puoi inserire foto nei commenti, inserire gli annunci di nascita, le date di compleanno, partecipare alla chat delle mamme e al forum.