Mamma Felice

Come pulire le tapparelle

come-pulire-tapparelle-persiane-veneziane

Guanti, spruzzino, spolverino ecc. saranno nostri alleati, per questa sessione di lavori domestici: come pulire le tapparelle.

Le tapparelle vanno prima spolverate, poi pulite e lavate con regolarità per mantenerle sempre perfette e funzionanti.

Possiamo pulirle in vari modi:

Con aceto e detersivo per i piatti

Spolveriamo le tapparelle internamente ed esternamente con un pennello a setole semi-rigide o uno spolverino con setole di nailon: sciogliamo in un secchio d’acqua possibilmente caldo 1 cucchiaio di detersivo per piatti e 2 cucchiai di aceto, immergiamo un panno in microfibra e iniziamo a sgrassare tutta la tapparella che faremo srotolare lentamente in modo da non rimanere troppo chinate con la schiena.

Passiamo poi con un panno umido privo di sapone che sciacqueremo in un secchio di acqua pulita.
Lasciamo asciugare la tapparella prima di riavvolgerla.

Con aceto bianco

In un secchio di acqua tiepida aggiungiamo mezzo litro di aceto bianco: spolveriamo tutta la tapparella con una vecchia scopa e procediamo dopo averla arrotolata a sciacquarla con un panno imbevuto nell’acqua e aceto, lasciamo asciugare bene.

Con detergente per pavimenti

Spolveriamo la tapparella: in un secchio d’acqua calda aggiungiamo 2 tappi di detergente per pavimenti, insaponiamo e laviamo la tapparella. Risciacquiamo poi con acqua pulita e un panno morbido.

Con ammoniaca

In mezzo secchio di acqua tiepida aggiungiamo mezzo bicchiere di ammoniaca e dopo aver spolverato la tapparella laviamola con una spugnetta abrasiva, lasciamo asciugare bene prima di riavvolgerla del tutto. L’ammoniaca è ideale anche per le tapparelle e le persiane in legno.

Con detergente per vetri

In uno spruzzino uniamo due bicchieri di acqua e uno di detersivo per i vetri: spruzziamo tutta la tapparella che avremo srotolato iniziando dall’alto verso il basso. Strofiniamo con una spugnetta abrasiva nei punti più sporchi, tamponiamo con carta assorbente le colate eccessive e iniziamo ad asciugare con carta o un panno morbido. Terminiamo spruzzando semplicemente acqua per eliminare gli eventuali aloni e asciughiamo prima di riavvolgere la tapparella.

Con il vapore

Velocissimo, ecologico ed economico è l’utilizzo del vapore: ci basterà soffiare con un getto mirato su tutta la tapparella, rimuovere lo sporco con un panno umido che sciacqueremo sotto il rubinetto più volte e terminare la pulizia, quando tutta la polvere e lo sporco sarà completamente rimosso, semplicemente spruzzando con il vapore e asciugando con un panno morbido. Aspettiamo che la tapparella sia completamente asciutta prima di riavvolgerla.

Spolveriamo la tapparella avvolgendo con uno straccio la testa della scopa, spolveriamo bene tutta la superficie: immergiamo poi un panno pulito in  una soluzione di acqua calda e alcol, avvolgiamolo intorno alla scopa e laviamo tutto l’avvolgibile. Asciughiamo ora con carta o con uno straccio, lasciamo asciugare bene prima di riavvolgere la tapparella.

Se la tapparella non è accessibile dall’esterno, ci basterà rimuovere il cassone interno e lavare la tapparella srotolandola un pezzo alla volta sino a quando sarà completamente  lavata e a contatto con il pavimento. Lasciamo asciugare e solo poi riavvolgiamo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Se ti registri gratis a Mammafelice puoi inserire foto nei commenti, inserire gli annunci di nascita, le date di compleanno, partecipare alla chat delle mamme e al forum.