Orto Giugno


Pubblicato il 24 luglio 2013 da • Aggiornato il 24 luglio 2013

Orto a Giugno

A Giugno l’orto è completo ed in veloce crescita, la produzione mantiene un regime costante seguendo piccoli accorgimenti: la pulizia del terreno da erbacce infestanti, l’innaffiatura giornaliera, il controllo dei sostegni delle rampicanti e di tutte le piante che li richiedono ed infine i trapianti di nuove piante.

Se si procede a nuove semine, bisogna tenere conto che, il sole sempre più caldo, attenta alla salute delle piccole piantine: la semina migliore è quella effettuata in una parte di orto in cui si possa essere certi di poter contare su qualche ora di ombra nelle ore più calde.

Nel mese di giugno si effettua la prima raccolta delle profumatissime erbe aromatiche, sia da usare fresche che da conservare secche o congelate.
Una volta tagliate a qualche centimetro da terra, vanno mondate, asciugate accuratamente e poste, in foglia o leggermente tritate, in un sacchetto da freezer. Un altro modo per conservarle in freezer è facendo dei veri e propri triti con l’aggiunta di semplice acqua, o olio a scelta, utilizzando i contenitori dei cubetti del ghiaccio. Questi cubetti possono essere utilizzati in tutte le preparazioni, le aromatiche conserveranno molto del loro sapore e profumo.

L’altro protagonista del giardino di giugno è senza dubbio il prato, che deve essere annaffiato più spesso: le temperature in aumento contribuiscono infatti alla crescita veloce dell’erba che richiede sempre più umidità.

Se non si ha un proprio bidone per il compostaggio, si può riutilizzare l’erba tosata invece che buttarla: fatta seccare al sole, avendo l’accortezza di rigirarla spesso, si può usare per qualche pacciamatura, delle piantine di fragola per esempio.
La pacciamatura è un metodo che si utilizza spesso per controllare la crescita delle piante infestanti o per mantenere riparate le radici o, nel caso della fragola, per non permettere ai frutti di toccare il terreno e di rovinarsi.
Si procede in poche mosse: si prende della paglia o l’erba secca e si stende in uno strato di circa un centimetro intorno alla pianta. L’erba può essere cambiata più volte durante la stagione e garantisce una buona protezione alla pianta stessa, ostacolando anche la crescita delle infestanti.

Cosa seminare

Nel mese di giugno sono possibili i trapianti delle seguenti piante: sedano, pomodori, cetrioli.

Le semine effettuabili in piena terra sono: indivia, cavolo verza, cavolo rapa, bieta, maggiorana, basilico, ravanelli, cicoria, cetrioli, zucchini, meloni, zucche, timo, cavolo cappuccio rosso, lattughe estive, cavolo cappuccio tardivo, cavolfiore, cavoletti di Bruxelles, fagioli nani, fagioli rampicanti, barbabietole rosse, erba cipollina, erbe aromatiche, carote, melanzane.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Se ti registri gratis a Mammafelice puoi inserire foto nei commenti, inserire gli annunci di nascita, le date di compleanno, partecipare alla chat delle mamme e al forum.