Giochi per lo sviluppo della motricità fine

Pubblicato il 16 novembre 2017 da

esercizi-motricita-fine-bambini-metodo-montessori

Da neonati i bambini compiono movimenti grossolani, goffi e scoordinati, casuali. Con il tempo, i bambini sviluppano la capacità di compiere movimenti pianificati e coordinati, grazie ai quali iniziano ad afferrare gli oggetti, prendere o lanciare una palla, utilizzare il cucchiaio per mangiare… fino ad attività complesse che manifestano la loro autonomia, come vestirsi e svestirsi da soli, lavarsi, allacciare i bottoni e le scarpe.

La motricità è la capacità di muovere il proprio corpo. La motricità fine è il controllo motorio sui movimenti precisi e piccoli, come il controllo della muscolatura del viso (bocca e lingua), dei piedi (equilibrio, camminare, saltare…), il controllo delle mani e delle dita., ma anche il controllo della postura generale del corpo che permette questi piccoli movimenti.

In particolare, di solito ci concentriamo sullo sviluppo della motricità manuale, la coordinazione occhio-mano-polso-dita, che è funzionale al bambino su diversi aspetti:

  • migliorare la concentrazione: gesti piccoli che richiedono precisione e attenzione;
  • favorire l’autonomia: il gesto di vestirsi, lavarsi, abbottonarsi da soli;
  • sviluppare le capacità di pregrafismo e prescrittura: il controllo della mano e del polso, e il rafforzamento di questi muscoli, aiuteranno il bambino nella scrittura.

Quali attività di motricità fine possiamo allora proporre ai bambini, e come proporle sotto forma di gioco?

esercizi-motricita-fine-bambini-metodo-montessori

10 Attività per bambini da 1 a 3 anni

  1. Travasi di liquidi: possiamo iniziare con il travasare l’acqua da una caraffina a un bicchiere, e poi utilizzare le spugne o il contagocce;
  2. Travasi di solidi: partiamo con spostare i legumi secchi da una ciotola all’altra con un cucchiaio, poi possiamo insegnare ai bambini a cucinare una torta pesando gli ingredienti;
  3. Manipolazione con paste modellabili o sabbia o farina;
  4. Incastri solidi: scegliamo dei cubi di legno dove i bimbi possono infilare le prime forme geometriche nel proprio spazio;
  5. Puzzle con pomello: ci sono bellissimi puzzle di legno con la maniglia, per proporre questa attività ai bambini piccoli;
  6. Bolle di sapone, aiutano la motricità fine della bocca e della lingua, grazie al gesto di soffiare;
  7. Giocare ad infilare: partiamo con le collane di pasta secca, così da dare ai bambini materiali grandi che non possono essere inalati;
  8. Telai delle cuciture o sewing cards;
  9. Pitturare con le dita: ottima attività creativa per dare libero spazio alla fantasia dei bambini;
  10. Usare i timbri per colorare, fare attività di introduzione alla matematica..

10 Attività per bambini dai 4 anni in su

  1. Utilizzare le forbici per ritagliare percorsi;
  2. Infilare perline, abbottonarsi i vestiti, allacciare le scarpe, usare le zip – e usare i telai delle allacciature;
  3. Giocare con le mollette, per esempio per fare appaiamento dei colori;
  4. Sbucciare la frutta, per esempio la banana o il mandarino;
  5. Grattugiare il formaggio o macinare il caffè;
  6. Imparare a fare il telaio o la maglia o l’uncinetto;
  7. Travasi con pinzette o cucchiai;
  8. Impastare il pane o la pizza o i biscotti;
  9. Giocare con le costruzioni, impilare;
  10. Fare attività di pregrafismo.

Le attività di motricità fine, nel Metodo Montessori, si intrecciano con le attività di vita pratica: piegare o appendere i vestiti, infilarsi la giacca o le scarpe da soli, spalmare la marmellata sul pane, tagliare la banana con il coltello, mangiare da soli, versare l’acqua dalla caraffa al bicchiere, lavarsi i denti…

Ma lo sviluppo della muscolatura del polso e della mano si ha anche colorando, scarabocchiando, ovvero nell’imparare piano piano ad impugnare correttamente la matita: possiamo far sperimentare ai bambini diverse tecniche di colore e pittura, che sono anche molto divertenti, oltre che funzionali; il modo per proporre attività di motricità fine senza farle sembrare un impegno didattico, ma proponendole come un gioco di puro divertimento.

Coordinare occhio e mano, è proprio la condizione indispensabile per acquisire le abilità necessarie alla scrittura:

  1. iniziamo a proporre attività in cui il bambino deve tracciare dei percorsi con le dita, per esempio sulla farina di mais;
  2. procediamo con le linee curve, da tracciare con la matita;
  3. poi passiamo ai percorsi ondulati, a zigzag, le spirali, prima tracciandoli con le dita e poi con la matita;
  4. poi passiamo a ritagliare i percorsi con le forbici, partendo da linee dritte, passando per linee a zigzag e spirali.

Questi esercizi sono molto utili soprattutto per bambini ipotonici, con difficoltà di movimento o di coordinazione, bimbi prematuri o con difficoltà nel raggiungimento delle autonomie, bimbi affetti da disprassia, e persino per i bambini con scarsa autostima.

esercizi-motricita-fine-bambini-metodo-montessori

Ci sono attività molto semplici di motricità fine che possiamo incoraggiare anche in casa nella vita di tutti i giorni, come:

  • azionare il dispenser del sapone;
  • appallottolare la carta usata;
  • spruzzare l’acqua sulle piante con lo spruzzatore (per allenare la presa a pinza);
  • strizzare una spugna inumidita;
  • stendere i fazzoletti con le mollette di legno;
  • tagliare le figure con le forbici;
  • aprire e chiudere i barattoli

Altre attività che favoriscono la motricità nel bambino, per aumentare il suo livello di percezione e controllo del corpo, e l’organizzazione del suo corpo nello spazio:

  • salire e scendere le scale da soli;
  • saltare a piedi uniti dentro un cerchio tipo hoola-hop;
  • rotolare a terra;
  • aprire e chiudere le porte piegando la maniglia;
  • fare centro in un bersaglio;
  • saltare la corda.

esercizi-motricita-fine-bambini-metodo-montessori

Non sottovalutiamo anche gli esercizi di motricità legati a bocca, lingua e faccia, soprattutto in bambini che non masticano bene, non parlano ancora bene o hanno problemi di deglutizione: di solito sono attività che si svolgono con il logopedista, ma queste abilità possono essere potenziate anche a casa, e sempre sotto forma di gioco:

  • soffiare per fare le bolle di sapone;
  • soffiare per spegnere le candele;
  • soffiare dentro un palloncino per gonfiarlo;
  • masticare cibo solido a pezzetti sempre più grandi;
  • bere con la cannuccia.

Sempre più spesso leggo di neogenitori che ritardano molto il momento in cui il bambino passa al cibo della famiglia, prolungando oltre i due anni (a volte anche di più!) la proposta di cibi frullati od omogeneizzati al bambino. Questo accade per la paura che il bambino soffochi.

Masticare cibi di consistenza differente e sempre più solidi è invece fondamentale per lo sviluppo motorio del bambino, e anche lo sviluppo neurologico. E questa paura non deve impedire al bambino di sviluppare la sua capacità di masticazione: piuttosto impariamo a tagliare bene il cibo a pezzetti e non a rondelle, e pratichiamo un corso di disostruzione delle vie aeree.

5 Regali bellissimi per bambini, per sviluppare la motricità fine

giochi-legno-montessori-motricita-fine-bambini

Kit collezione Motricità fine, dai 9 mesi ai 3 anni

Una cesta morbida che contiene tutto ciò che permette al bambino di sviluppare la motricità fine: incastri, allacciature, infilare, impilare…

 

giochi-legno-montessori-motricita-fine-bambini-0

Razzo multiattività, per bambini dai 18 mesi

Racchiude molti giochi in uno: spirali, pallottolieri, ingranaggi, orologio, sonagli, specchio, percorsi, e giochi con i colori.

giochi-legno-montessori-motricita-fine-bambini-0

Cubo tanti giochi, per bambini di 2 anni

Un gioco che è un sussidio multiattività, con blocchi geometrici colorati, labirinti, ingranaggi, ruote e intrecci di spirali, che sviluppano la motricità fine e le abilità di pregrafismo.

giochi-legno-montessori-motricita-fine-bambini

Bambole delle allacciature, dai 2 anni

Bambole in tessuto con diversi tipi di chiusura: lacci, zip, velcro, bottoni e bottoni e pressione, per imparare a vestirsi da soli giocando.

giochi-legno-montessori-motricita-fine-bambini

Incastro delle scarpe da annodare, dai 2 anni

Oltre al gioco degli incastri, il bambino ha la possibilità di imparare ad allacciarsi le scarpe da solo.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Se ti registri gratis a Mammafelice puoi inserire foto nei commenti, inserire gli annunci di nascita, le date di compleanno, partecipare alla chat delle mamme e al forum.