Come giocare con i propri figli in modo sereno e creativo

Pubblicato il 10 novembre 2016 da

Tante segnalazioni che ricevo dai neo genitori riguardano proprio la domanda: come posso giocare con i miei figli? come posso intrattenere i bambini?
Molti genitori credono di non saper giocare, oppure mi dicono di non averne voglia e di annoiarsi: questo perché forse non siamo abituati, o non abbiamo idee creative che permettano di divertirsi insieme nel gioco, grandi e bambini.

come-giocare-con-i-figli

Quindi, il primo modo per giocare con i figli in modo sereno e creativo, è quello di trovare giochi e attività che piacciano ad entrambi, in modo che né il bambino, né il genitore, si annoino a giocare insieme.

E’ normalissimo, infatti, che i bambini non amino giocare da soli, almeno fino ai 9-10 anni.

Giocare con i figli non è solo questione di divertimento o intrattenimento: come dico sempre, il gioco è relazione e conoscenza.

Attraverso il gioco instauriamo una relazione emotiva con i figli, e questa può essere positiva, incoraggiante, fiduciosa, ma anche ansiosa o aggressiva. La paura che sporchino, che facciano male un lavoretto, che non siano capaci di: tutto questo mina la loro autostima.
Noi dobbiamo imparare a giocare lasciandoci andare, per insegnare il gioco libero e soprattutto la libera espressione dei bambini, sia a livello creativo, che a livello emotivo. Non conta il risultato, ma il semplice gesto di fare.

Attraverso il gioco impariamo a conoscere i nostri figli da un’altra prospettiva. Osserviamoli: sono timorosi, paurosi, poco autonomi, goffi? Oppure sono capaci di adottare delle strategie, di trovare soluzioni creative? Sanno perdere, oppure hanno attacchi di rabbia se perdono o se non riescono in qualcosa? Tendono a mentire e imbrogliare, oppure seguono le regole del gioco, ma con spirito critico? Sono capaci di mantenere l’attenzione a sufficienza, in base alla loro età?

Queste sono risorse preziose per aiutare i figli ad esprimere se stessi, e a sentirsi forti e fiduciosi: ricordiamoci che l’autostima si coltiva anche imparando a perdere in modo elegante, imparando a gestire le frustrazioni in modo sano, e anche con un pizzico di sana competitività.

LEGGI ANCHE: Come stimolare le passioni nei bambini.

come-giocare-con-i-figli

Se non ci piace giocare o non sappiamo come farlo:

  1. coinvolgiamoli nelle nostre passioni, per esempio suonando uno strumento o guardando un libro di pittura;
  2. ascoltiamo musica insieme, sia quella della nostra generazione, sia quella che piace a loro;
  3. passiamo semplicemente il tempo a chiacchierare, sul divano o a tavola, a televisione spenta e senza cellulare in mano: concentriamoci su di loro!;
  4. usciamo a fare una passeggiata, parlando del più e del meno mentre camminiamo e ci guardiamo intorno;
  5. cuciniamo insieme, se non abbiamo la fantasia di inventare giochi, o ci sentiamo ancora in imbarazzo;
  6. coloriamo insieme, con pittura libera, colorando mandala o altri disegni già fatti.

Ad ogni età, il suo gioco

Ogni età è differente, e uno dei modi per rendere piacevole il gioco è quello di non anticipare le tappe:

  • 0-3 anni: amano i giochi sensoriali e motori, quindi travasi, manipolazione, giochi con la musica o con il rumore, cesto dei tesori, giochi di movimento;
  • 4-5 anni: amano i giochi simbolici, come le bambole, la cucina finta, il mercato, il dottore, i travestimenti, le marionette e i giochi in cui possono giocare imitando gli adulti e interpretando un ruolo;
  • 6-8 anni: amano i giochi strutturati, per esempio i giochi di carte o i giochi da tavola, i giochi in cui sono definite le regole;
  • dagli 8 anni in su, amano i giochi in base al carattere, ai gusti dei loro compagni e del loro gruppo, alle proprie inclinazioni…. e sanno sceglierli autonomamente.

Ricordiamoci dunque di proporre sempre giochi adatti all’età, e ovviamente sicuri, in modo che il gioco sia un’esperienza positiva e non frustrante.

Giochi Montessori a casa

In base alle età e alle predilezioni, ecco i giochi Montessori che possiamo proporre in casa:

Attività di vita pratica Montessori

Se non avete tanta fantasia o non vi sentite ancora pronti per realizzare attività creative insieme ai figli, posso suggerirvi di selezionare alcune tra le attività della vita pratica della Montessori: sono competenze che i bambini devono imparare a raggiungere per sviluppare autonomia, indipendenza e fiducia in sé, ma possono essere svolte anche sotto forma di gioco.

come-giocare-con-i-figli

LEGGI ANCHE: Montessori a casa, 101 attività di vita pratica.

Per esempio cucinare insieme, togliere la polvere, stendere i panni lavati, fare l’albero di Natale, spremere gli agrumi, cucire i bottoni… 

Sono divertenti e ci permettono di insegnare ai bambini tantissime cose che sappiamo fare bene!

Giochi creativi

Chi si sente creativo, può organizzare giochi e attività creative, dalla pittura alla lavorazione del legno, timbri, manipolazione, scrapbooking, realizzazione di biglietti e decorazioni…

come-giocare-con-i-figli

Tre, in particolare, i suggerimenti per fare in modo che l’attività creativa funzioni alla perfezione, facendo divertire il bambino, senza annoiarlo.

  1. Il quaderno delle idee: stampiamo un po’ di lavoretti creativi e mettiamoli in un quadernone ad anelli. Teniamo queste idee creative a portata di mano quando i bimbi sono annoiati o vigliamo passare del tempo insieme: basta sfogliare il quaderno e decidere insieme a quale progetto dedicarsi;
  2. Materiali pronti in anticipo: in una scatola o in un carrellino con le ruote, teniamo pronti i materiali creativi che ci servono per i nostri lavoretti: in questo modo i bambini non perderanno l’entusiasmo, perché non dovremo perdere tempo a preparare i materiali;
  3. Il risultato non conta: quello che conta è stare insieme ed essere felici, non che la nostra creazione sia perfetta.

G! Come Giocare

Se volete andare alla ricerca di nuovi giochi e nuove idee creative, possiamo darci appuntamento a G! Come Giocare la più grande fiera italiana dedicata ai giocattoli. Oltre a poter guardare e acquistare nuovi giocattoli, anche in stile Montessori, a G! Come Giocare si possono fare laboratori, test sui giocattoli, esperienze creative.

G! Come Giocare si terrà a Milano nei giorni 18-19-20 Novembre 2016 dalle 10.00 alle 20.00. 
Il costo dei biglietti è molto conveniente: 10eur per gli adulti (scontati a 6eur se vi iscrivete alla newsletter), 1eur per i bambini fino a 14 anni, gratis per i bambini sotto i 2 anni.

Dove: FieraMilanoCity, Padiglione 3, ingresso Porta Colleoni (MM Portello).
LINK AL SITO: G! Come Giocare.

Io andrò il 18 Novembre 2016 con Dafne: ci vediamo?

G come giocare



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Se ti registri gratis a Mammafelice puoi inserire foto nei commenti, inserire gli annunci di nascita, le date di compleanno, partecipare alla chat delle mamme e al forum.