Come essere dei bravi nonni

Pubblicato il 11 gennaio 2016 da

Con Dafne abbiamo fatto questo gioco di parlare ad alta voce di come dovrebbero comportarsi le brave persone: prima abbiamo parlato di come deve essere un bravo genitore, e poi di come deve essere un bravo bambino. Sempre tenendo lontani gli stereotipi, e soprattutto continuando a restare nella dimensione del gioco.

come-deve-essere-un-bravo-nonno-nonna-nonni

Essere bravi cosa significa? Essere remissivi? Essere perfetti e fare tutto bene? Non avere mai un cedimento? Non arrabbiarsi? Non deludere gli altri?
Potrei citarvi mille persone che conosco, compresa la sottoscritta, che hanno cedimenti, non sono perfette, si arrabbiano e deludono gli altri… e sono comunque delle brave persone – in senso generale del termine. 

E, in senso generale del termine, abbiamo provato a inventarci un decalogo del nonno perfetto.

Quindi la valutazione non è sull’essere migliori delle altre persone, ma, a massimo, come dico sempre: essere la migliore versione di se stessi.

Come sono i bravi nonni?

  1. Sanno raccontare: i nonni sono i veri storyteller moderni, perché sanno raccontare le storie, le tradizioni, i proverbi, le cose della vita di tanto tempo fa; sono importanti in questo ruolo, perché danno ai bambini un senso di continuità e anche di radici, ma soprattutto danno un senso della realtà delle cose (se penso ai racconti di guerra di mio nonno, penso di essere molto fortunata ad averli sentiti con le mie orecchie nelle sue testimonianze dirette);
  2. Sono membri della famiglia, non ospiti: fanno parte della famiglia, e non dovrebbero essere trattati come ospiti estranei, ma nemmeno comportarsi come ‘corpi estranei’ o schegge impazzite, che piombano in casa all’improvviso, senza tener conto dei ritmi della famiglia;
  3. Sono nonni, e non genitori: e dunque non si comportano da genitori, non prendono parte alle discussioni, non sminuiscono il ruolo dei genitori di fronte ai nipoti, nemmeno quando sanno di avere ragione;
  4. Amano i propri figli più dei nipoti, perché se sono stati dei buoni genitori, devono accettare di avere buoni figli anche quando non sempre ne condividono le scelte, e devono amarli incondizionatamente: per essere un bravo nonno occorre essere un bravo genitore, e trattare i propri figli con rispetto e amore, e metterli al centro della propria relazione;
  5. Viziano i nipoti, pur non ignorando le regole della famiglia, perché hanno un rapporto di complicità con i nipoti, e, nelle giuste misure, possono concedersi qualche piccolo sgarro.

Siete d’accordo?



Commenti

3 Commenti per “Come essere dei bravi nonni”
  1. Paola

    sono pienamente d’accordo

  2. vale

    interessante, posso finalmente “sgarrare” senza sensi di colpa, naturalmente senza esagerare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Se ti registri gratis a Mammafelice puoi inserire foto nei commenti, inserire gli annunci di nascita, le date di compleanno, partecipare alla chat delle mamme e al forum.