Fondale marino con piatti di carta riciclati

Pubblicato il 8 luglio 2015 da

Impariamo a riciclare i piatti di carta con un po’ di colore, creando un oblò originale con un fondale marino. Può essere utilizzato come decorazione per la cameretta, o per abbellire una festa di compleanno a tema mare o estate.
come-fare-un-fondale-marino-con-materiali-di-riciclo

Ecco un’attività da fare con i bambini in estate: fondale marino visto da uno oblò particolare, fatto e costruito con piatti di carta.
Sarà un divertimento per tutti, anche se è un lavoro abbastanza lungo, perché ha dei tempi di asciugatura da rispettare. Ma nelle vacanze, comunque, si ha il tempo per realizzare attività un pochino più complesse, quindi va benissimo così. Si potrà dividere il lavoro in più giorni, ad esempio, prima dipingere i piatti, poi un altro costruire i pesciolini e altri abitanti dei fondali marini.

Vediamo come si fa e che cosa occorre.

come fare un fondale marino

Occorrente:

  • piatti di carta;
  • colori acrilici e pennello;
  • foglio di acetato trasparente;
  • fogli di gomma crepla ritagliata con le seguenti forme: cerchio, una “V”, triangolo;
  • pompon;
  • occhietti ballerini;
  • scovolini;
  • dadi in metallo;
  • perline;
  • colla a caldo e colla vinilica;
  • forbici.

Difficoltà del lavoro: facile.

Tempo occorrente per la realizzazione: 1 ora in totale.

Adatto a chi: tutti.

Prima di iniziare: dividere il lavoro in più giorni per consentire al colore di asciugare.

come-fare-un-fondale-marino-con-materiali-di-riciclo

Foto 1: dipingere il piatto con l’acrilico azzurro, se possedete un piatto di carta con il colore azzurro, questa operazione potrà essere evitata. Lasciare asciugare.

Foto 2: ritagliare il centro del secondo piatto di carta, dipingere il cerchio rimasto con dell’acrilico grigio o meglio ancora color argento. Lasciare asciugare.

Foto 3: all’interno del piatto forato, con la colla a caldo fissare il foglio di acetato trasparente. Ritagliate l’eccedenza.

Foto 4: fissare sul bordo interno del piatto tagliato al centro i dadi in metallo.

Foto 5: con colla a caldo o meglio ancora se possedete della colla vinilica, fissare le perline per realizzare il fondale. Lasciare asciugare.

Foto 6: con gli scovolini creare delle alghe, fissare con l’aiuto della colla a caldo.

Foto 7: ritagliare dai fogli di gomma crepla le seguenti forme per la creazione dei pesci: un cerchio (corpo), una “V” (coda), triangolo (pinna). Qui vedete tutti i materiali, compreso il pompon e l’occhietto.

Foto 8: assemblare con colla caldo tutti i componenti per la creazione del pesce. Sopra al corpo incollare il pompon, l’occhietto ballerino e la pinna.

Foto 9: incollare i pesci.

Foto 10: chiudere l’oblò sui nostri fondali marini con colla a caldo.

come-fare-un-fondale-marino-con-materiali-di-riciclo

Ecco il nostro mare particolarissimo, visto da un oblò ancor più spettacolare.



Commenti

Un commento per “Fondale marino con piatti di carta riciclati”
  1. Ripeto come su G+…fantastico riciclo!! piace tantissimo a mio figlio e se lo realizzeremo,te lo faremo sapere!! Grazie mille!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Se ti registri gratis a Mammafelice puoi inserire foto nei commenti, inserire gli annunci di nascita, le date di compleanno, partecipare alla chat delle mamme e al forum.