Cosa fare prima di partire per le vacanze estive

Pubblicato il 11 giugno 2015 da

Alcuni stanno già partendo: chi per il mare, chi per la montagna, chi per la casa dei nonni. Magari non tutti hanno la fortuna di potersi concedere vacanze lunghe, ma non importa: se state partendo per le vacanze o per un solo weekend, ricordatevi alcuni accorgimenti di sicurezza.

Non solo per evitare che entrino i ladri o che succedano disastri, ma anche per tornare e trovare tutto in ordine e pulito, senza perdite di acqua o danni irreparabili.

cose-da-fare-in-casa-prima-di-partire-per-le-vacanze-estive

Capita spesso, infatti, alla fine dell’estate, di sentire amici e parenti che rientrano in casa e la trovano allagata, o con i mobili distrutti per l’umidità, o con il soffitto pieno di muffa. O con cattivi odori dovuti agli scarichi o alla cattiva conservazione dei cibi.

Evitiamolo! Ecco alcune piccole idee per partire per le vacanze senza pensieri, e con la casa in sicurezza.

Chiudere l’acqua e il gas

Ricordiamoci di chiudere il gas: anche se le cucine moderne sono sicure, è sempre meglio chiudere la manopola del gas prima di stare via per lungo tempo.

Soprattutto è bene chiudere l’acqua, cosa che non andrebbe bene in inverno perché le tubature gelerebbero. In estate, invece, è assai consigliato: se perde un tubo, o se si rompe un lavandino, rischiate di trovare la casa completamente allagata e distrutta, al vostro ritorno. E, soprattutto, oltre ai vostri danni, rischiate di dover pagare anche per le infiltrazioni al piano di sotto. Chiudete l’acqua dopo aver fatto lo scarico nei gabinetti, in modo da dare un risciacquo finale.

Staccare tutte le spine

In caso di temporali, fulmini o cortocircuiti, avere tutte le spine staccate è utile a prevenire danni o rotture. Soprattutto televisione, apparecchi portatili, sveglie… Se potete, staccate anche gli elettrodomestici, o almeno la lavatrice e l’asciugatrice.

Spegnere le spine è anche un modo per risparmiare: i led e le lucine di stand by consumano energia, e sarebbe uno spreco inutile tenerli accesi quando non ci siamo.

Mi raccomando alla sveglia: se non la spegnete, rischiate di tenere svegli tutta l’estate i vicini o di svegliarli ogni mattina alle sei. Non è piacevole.

Chiudere i sanitari e gli scarichi

Puliamo bene i bagni, igienizzandoli per bene.

Chiudiamo gli scarichi della doccia e dei lavandini, sia per evitare che alcuni animali risalgano le tubature (in particolare scarafaggi e formiche), sia per evitare il ristagno di odori dalla fosse biologica o dalla fogna.

Il gabinetto: svuotiamo la cassettina e il sifone, tagliamo una bottiglia di plastica tagliando il collo, e mettiamola a testa in giù nel gabinetto: in questo modo si crea una sorta di tappo che impedisce la risalita di odori dalla fogna.

Pulire i peluche e i giochi

Approfittiamo delle vacanze per togliere la polvere: possiamo lavare i peluche e i giochi, ma anche i tappeti, i cuscini, i piumoni e tutto ciò che fa accumulare polvere.

Non c’è momento migliore, per lavare questi oggetti, perché così possono asciugare mentre non ci siamo.

Sfoderare i letti e coprirli

Sfoderiamo i letti, battiamo i materassi, rivoltiamoli e passiamo l’aspirapolvere per eliminare gli acari. Poi lasciamoli senza lenzuola e coperte, ricoperti solo da un lenzuolo anti polvere. In questo modo i materassi possono prendere aria per qualche giorno.

Possiamo fare la stessa cosa con i divani.

Controllare la dispensa

Per evitare di riempirci la casa di farfalline o vermetti, puliamo la dispensa e gettiamo via gli alimenti scaduti. Cerchiamo di consumare le scatole di pasta, biscotti, pane e farina già aperte, che sono quelle più portate a far accumulare le camule.

Chiudiamo gli altri sacchetti sigillandoli bene, e teniamo tutto pulito.

Sbrinare il frigo

Questo è il momento ideale per pulire molto bene il frigo e sbrinare il freezer. Facciamolo prima di partire, così da avere il frigo perfettamente pulito e in ordine al nostro ritorno, controllando che non vi siano alimenti che possono scadere o ammuffire.

Se riuscite, potete direttamente spegnere il frigorifero staccando la spina. Altrimenti basta pulirlo, sbrinare il congelatore, ed eliminare gli alimenti che possono andare a male.

Gettare la spazzatura

Può capitare di dimenticare un sacchetto della spazzatura in casa, e al nostro ritorno sentire un forte odore in tutta la casa. Prima di chiudere tutto, dunque, portiamo via la spazzatura da tutti i cestini, sia in cucina che in bagno.

Lavare le tende e Fare il bucato

Prima di partire possiamo lavare tutte le tende, per poi appenderle bagnate: si asciugheranno e si stenderanno da sole, e profumeranno tutta la casa con il loro profumo di bucato fresco.

Se riusciamo, attrezziamoci per lavare tutti i panni, stenderli e riporli negli armadi prima di partire. Al nostro ritorno avremo già molti panni da lavare, e se riusciamo ad avere i portabiancheria vuoti, è una fatica in meno. Inoltre, anche la biancheria può creare cattivi odori, a causa della proliferazione di germi e batteri: cerchiamo di fare il bucato in tempo, e non lasciamo i panni stesi in casa, ma riponiamoli al giusto posto.

Bagnare le piante

Pensiamo a un sistema di irrigazione a goccia per nutrire e bagnare piante e fiori, sia dentro casa che sul balcone, o in giardino. Nel caso, chiediamo a qualcuno di venire una volta a settimana a bagnare le piante al nostro posto.

L’antifurto: come gestirlo

Niente è più antipatico di un antifurto che suona tutta l’estate, tutti i giorni: può letteralmente mandare fuori di testa i vostri vicini.

Mettete l’antifurto, ma fate in modo di poterlo controllare da remoto. Oppure date le chiavi di casa e l’accesso ad una persona fidata, in modo che l’antifurto non suoni ad ogni ora del giorno e della notte per un semplice temporale estivo.

Svuotare la cassetta delle lettere

Per evitare che la posta finisca per terra o si bagni durante la pioggia, lasciate vuota la cassetta delle lettere, così non straborderà al vostro arrivo. Se temete che venga inondata di volantini pubblicitari, potete mettere una scritta adesiva: niente volantini, grazie. Oppure mettere una seconda buca delle lettere solo per i volantini.

Parlate con i vicini, e meno su Facebook

Date le chiavi a un vicino o un parente fidato, per qualsiasi evenienza. Ai vostri vicini più fidati, fate sapere che siete assenti per le vacanze: è capitato che i ladri entrassero nelle case fingendo che i proprietari facessero il trasloco, così al rientro i malcapitati trovavano la casa vuota. Assicuratevi che nel palazzo ci sia sempre qualcuno, o che un amico ogni tanto possa dare un’occhiata.

Evitate anche di dare su Facebook le indicazioni precise di quando partite e quando tornate: perfetto postare le foto al mare e in montagna, ma siamo proprio sicuri di voler dire a tutti i giorni esatti in cui la casa sarà vuota?



Commenti

Un commento per “Cosa fare prima di partire per le vacanze estive”
  1. bietolina
    bietolina
    immagine livello
    Primina

    io mi sono limitata a buttare il pattume
    istruire i miei sull’allarme
    i suoceri per annaffiare l’orto per il prato ci pensava l’irrigatore automatico
    non ho chiuso nulla è vero che sono stata via solo 5 giorni
    ma sinceramente se avessi fatto tutte quelle cose in elenco sarei partita disumanata 😛 come se sistare tutte le cose da portar via nn bastesse!
    ho rifatto i letti al mattino per nn trovare al rientro i letti sfatti ecco si quello si
    poi va beh, che ci è andata giu’ la batteria all’ereoporto , che siamo arrivate alla sera a venezia ed era tutto chiuso è un’altra storia 😛 sob

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Se ti registri gratis a Mammafelice puoi inserire foto nei commenti, inserire gli annunci di nascita, le date di compleanno, partecipare alla chat delle mamme e al forum.