Maglia con ferri circolari

Pubblicato il 26 febbraio 2014 da

ferri circolari lavoro scaldacollo

Quando ho iniziato a lavorare all’uncinetto, mi sono chiesta perché non fossi stata attratta ugualmente dai ferri.

Una cosa strana, avevo la nonna che mi avrebbe potuto tranquillamente insegnare come si tenessero quelle aste e invece non mi sono mai sentita a mio agio, sono stata folgorata dall’uncinetto e non c’è stato verso di lavorare con i ferri. Dopo tanti anni  ho capito, forse, il perché gli aghi mi fossero così “scomodi”. Un movimento completamente diverso, all’uncinetto si lavora con il polso, invece con i ferri, no, devono stare  tendenzialmente fermi sotto le ascelle.

Non ce l’ho mai fatta a tenere gli attrezzi lunghi sotto le braccia, li muovevo scoordinatamente davanti a me provocandomi dolori alle spalle, così li ho abbandonati in luogo sicuro, sino a che un bel giorno non ho incontrato i ferri circolari. I ferri circolari sono il sostituto dei 4 ferri da calza che la nonna usava per lavorare in tondo. I moderni ferri circolari sono degli aghi lunghi una quindicina di centimetri uniti da un cavetto di plastica.

Il cavetto può essere corto o lungo a seconda della lavorazione e la numerazione dei ferri varia in base alla grandezza della lana, in commercio poi se ne trovano di bellissimi con cavetti intercambiabili che non si attorcigliano e possono essere in legno, in acrilico, perfino in carbonio. Io li ho acquistati nel negozietto sotto casa, sono in plastica e mi sono innamorata ugualmente.

Con enorme stupore ho notato che sono capace a lavorare anche ai ferri e la cosa entusiasmante è che montando i punti in maniera classica e chiudendo il lavoro per una lavorazione a giro, se per esempio si vuol lavorare a maglia rasata, si prosegue sempre a maglia dritta.

Più facile di così!

Il movimento del polso è fondamentale, come nell’uncinetto.

Gif ferri circolari

Uso una tecnica strana, magari ha anche un nome, tengo il filo sull’indice sinistro entro nella maglia vado a pescare il filo di lavorazione e muovendo il polso lo vado a posizionare sul ferro di destra. In questo video di Emma Fassio si vede  precisamente ciò che intendo.

Io lavoro comodamente anche sdraiata nel lettone la sera, rilassantissimo, non ho bisogno di contare ma solo di muovere le mani per far passare il filo da un ferro all’altro.

Naturalmente non chiudendo il giro si possono lavorare le classiche righe di andata e ritorno.

Quello che ho iniziato è uno scaldacollo, utilizzando i ferri numero 8 ho montato 60 punti, chiuso il primo giro, e ho proseguito tutto a maglia rasata (solo maglia dritta).

lavorazione sui ferri circolari

lavorazione ferri circolari

Il lavoro scorre veloce come non mai.

Voi avete mai provato questi ferri?



Commenti

30 Commenti per “Maglia con ferri circolari”
  1. Pensa che invece io sono il tuo esatto opposto. Lavoro con i ferri e mi trovo malissimo con quelli circolari, ho un pessimo movimento di polso e proprio non riesco a capire come ci si lavora. L’uncinetto anche l’ho presto abbandonato!


    • immagine livello
      Visionaria

      Infatti Arianna, chi lavora bene ai ferri secondo me si trova male con i circolari. Io i ferri normali li muovevo come muovo adesso i ferri circolari, figurati che meraviglia, un obrobrio.;)
      Dipende, secondo il mio parere da che cosa abbiamo imparato per primo. Ma questa è una teoria solo mia.
      Un abbraccio 🙂

  2. Io pure! Ex purista dell’uncinetto mi sono recentemente avvicinata ai circolari con tecnica emma fassio! Una pacchia! Sono ancora alle prime armi, ma che soddisfazione!!!
    Credo anch’io che sia una questione del metodo con cui cominci. Ma i circolari salvano anche le roteatrici di polso come noi :mrgreen:


    • immagine livello
      Visionaria

      Io non lavoro tantissimo, per mancanza di tempo, ma lo trovo estremamente rilassante. Il prossimo anno mi voglio fare un mega infinity scarf di 200 punti 😉
      Ce la farò mai?

  3. Patty

    Io lavoro ai ferri “lunghi” da quando ero piccola, così mi ha insegnato la nonna ed ho iniziato l’uncinetto con buoni risultati solo lo scorso anno.
    L’uncinetto ha il pregio di essere veloce e di richiedere uno spazio ridotto, così che lo porto sempre in borsa.
    Mi piacerebbe moltissimo cimentarmi con i ferri circolari, ma temo di non esserne capace… Esiste qualche “scuola per imbranati” anche per questo??


    • immagine livello
      Visionaria

      Puoi guardare i bellissimi video di Emma Fassio c’è il link diretto nel post, vedrai che ti troverai benissimo 🙂 🙂

      Il lavoro scorre velocissimo.

      Fammi sapere 🙂 🙂

  4. Titti

    Dal video sembra interessante ma non conosco i ferri circolari.
    Cosa si può realizzare secondo voi?
    Ciao

    • tubolari senza cuciture, inannzitutto. Poi, andando “avanti e indietro”, ovvero senza chiudere in tondo la lavorazione, tutte le cose che si possono fare con i ferri “tradizionali”.


      • immagine livello
        Visionaria

        Infatti puoi fare di tutto come dice mammagari e in più lavorare in tubolare come ho fatto io (un tubo lungo senza cuciture e lavorato solo a dritto ottenendo maglia rasata).
        Personalmente mi trovo meglio che lavorare con i ferri normali per una questione di posizione e di lavoro.
        Bisogna provare.

  5. Se faccio cose piccole preferisco i 4 ferri, per non dover tirare il filo.
    Ho imparato da poco questa tecnica ma mi piace un sacco.
    Super rilassante!
    🙂


    • immagine livello
      Visionaria

      Devo infatti trovare i ferri con i fili che si cambiano, di diversa lunghezza, sono bellissimi. Li hai visti?
      Sono meravigliosi, solo che costano un sacco 🙁

      • ELisabetta

        c’è una marca cinese haia mi pare che vende i kit in delle buste di stoffa meravigliose (giuro sono tentata di comprarli solo per quello) che costano relativamente poco . Ho letto delle recensioni in cui ne parlano molto bene Elisabetta

      • hiya hiya forse? però credo sia giapponese e che costi un sacco… per ora mi accontento dei miei knit pro e cinesoni senza marca, in futuro chissà!


      • immagine livello
        Visionaria

        Anche io ragazze cinesi come se piovesse, aspetto a fare il salto 😉 Troppo cari gli altri. 🙁

      • ELisabetta

        già hiya hiya avevo visto un kit a 70 euro con tante punte e cavi intercambiabili ( tipo 5 punte e altrettanti cavi ) più il ferro corto fisso. Forse era un’ offerta speciale e a confronto deglia altri Knit Pro e simili erano “convenienti” Elisabetta

  6. chiarac

    Vorrei proprio provare i ferri circolari… ci sono dei modelli proprio belli in giro, ma mi spaventano… mi danno l’idea che mi ingarbuglierei tutta… Prima o poi troverò il coraggio e proverò


    • immagine livello
      Visionaria

      Noooo, anzi sono ancora più semplici, giuro. C’è solo ad provare 😉
      Fammi sapere.
      P.S.: se vuoi solo provare e investire poco denaro, vai nei negozi etnici (cinesi) e compra un ferro circolare. Costano pochissimo. ma per provare, se ti trovi bene o meno, vanno benissimo.
      😀

  7. che meraviglia, pure io molti anni fa fui folgorata dall’uncinetto, amo le cose comode e i ferri mi fanno male al collo e al gomito destro, sto imparando e ho gia’ preso i ferri circolari, non mi resta che guardare i video per iniziare !!!


  8. immagine livello
    Visionaria

    Dopo aver scoperto i ferri circolari non userei più gli altri che conosciamo bene, ma è anche vero che non si trovano facilmente in tutte le mercerie 🙁
    un abbraccio

  9. loredana

    😀
    bel modo per passare il filo…. nn ci avevo mai pensato

  10. loredana

    salve mammafelice 😀 😀 😀
    mi chiamo loredana ed ho una smodata passione per uncinetto e lavori a maglia.
    da poco mi sono avvicinata alla lavorazione in tondo…anch’io seguo i tutoriall di emma fassio….ma nn riesco a trovare una soluzione al mio problema.
    devo fare un capotto che cita “si lavora in un unico pezzo in ferri di andata e ritorno con il ferro circolare”…..ma esattamente cosa vuol dire? nn è una lavorazione in tondo ovviamente altrimenti sarebbe un tubo e nn una giacca con regolari avanti dx dietro e avanti sx.
    puoi aiutarmi? grazie.

    • Baba

      Ciao, qualcuna di voi sa dirmi se le punte corte knitpro possono essere montate anche sui cavi di lunghezze superiore a quello da 40 cm? Cioè posso montare le punte corte sui cavi da 60 o 100 cm?

  11. Salve, lavoro in un hotel in mezzo alla splendida alta val venosta e per l’esattezza a silandro. Da qualche anno mi è nata la passione per i lavori a maglia. Vorrei azzardarmi a fare una maglia top down. Mi suggerite qualche modello facile, facile?

  12. Io sono contentissima che esistano i ferri circolari, li puoi portare ovunque, in treno per esempio quando sono andata a trovare mia nonna che passava alcuni giorni di vacanza a marlengo, mi sono stati molto utili così non centravo gli altri passeggeri, con quelli lunghi mentre finivo un ferro e iniziavo l’altro toccavo sempre quelli che mi sedevano accanto e mi dovevo scusare ogni volta. Quindi la trovo un’idea stupenda, 10 e lode!

  13. Rossella

    Ciao a tutte! Lavoro a ferri e all’uncinetto sin da piccola. Con i 4 ferri me la cavo ma con i circolari ho difficoltà a far scorrere i punti magliai dalla parte con il filo alle punte. È come se le maglie fossero più strette quando sono sul filo e bisogna proprio forzare per tale arrivare in posizione di lavorazione. Potete aiutarmi? Grazie

    • Rosanna

      Anch’io ho lo stesso problema , quAlcuno ci può aiutare, spiegandoci come si accostano i punti sul ferro sinistro perché io ad ogni punto spingo sulla punta del ferro, per poter portare avanti il punto da lavorare con il ferro destro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Se ti registri gratis a Mammafelice puoi inserire foto nei commenti, inserire gli annunci di nascita, le date di compleanno, partecipare alla chat delle mamme e al forum.