Orecchini in pasta di mais

Pubblicato il 27 novembre 2013 da • Ultima revisione: 7 agosto 2014

micro orecchini in pasta di mais

La pasta di mais è economica, facile da realizzare e rispetto alle paste sintetiche risulta molto ecologica . Mi sono innamorata della “porcelana fria“, come la chiamano i sudamericani, tanto tempo fa e utilizzando un metodo collaudatissimo di non cottura, risulta ancor più pratica.

In un contenitore di plastica si dosano uguale parte di colla vinilica e maizena (amido di mais), un poco di crema per le mani e una piccola quantità di colore bianco.

Una mescolata, un’energica impastata e la nostra  pozione magica da lavorare è pronta.

Per la conservazione io scelgo sempre sacchetti che utilizzo per conservare i cibi nel freezer, ben chiusi.  Anzi 2 sacchetti, prima uno e poi l’altro così il contatto con l’aria diminuisce drasticamente con la possibilità di utilizzare la pasta all’incirca per 4 settimane.

Uso la tempera bianca per togliere l’aspetto ceroso che naturalmente tenderebbe al giallino, mettendo una quantità di colore la pasta risulta bianca e può essere colorata una volta asciugata o inserire il colore direttamente all’interno dell’impasto.

Tre accortezze:

  1. la pasta ritira leggermente durante la fase di asciugatura per cui considerate una diminuzione delle dimensioni. Se avete intenzione di forare la creazione, lasciate lo stecchino o l’oggetto che avete utilizzato all’interno dell’oggetto e muovetelo leggermente durante l’essiccazione.
  2. se colorate l’impasto tenete conto che a prodotto terminato il colore scurisce.
  3. se volete mantenere  a lungo l’oggetto passate una verniciata finale.

Oggi faremo una cosa molto semplice, una piccola coppia di orecchini a lobo, dove occorrono solo 4 palline di pasta.

Questa lavorazione  è indifferentemente uguale per tutte le paste, sintetiche o naturali che siano, stessa tecnica applicabile a diversa natura di materiali.

Occorrente:

  • pasta di mais
  • basi per orecchini a lobo
  • colla a caldo

pasta di mais collage del fiorellino

Procediamo.

Foto 1: basteranno 4  palline di pasta di mais.

Foto 2: la prima sferetta sarà il pistillo, la nostra parte centrale sulla quale poggiare i petali.

Foto 3: i petali saranno creati schiacciando tra pollice e indice una pallina alla volta.

Foto 4: fissare sul pistillo il primo petalo, poggiarlo e fissarlo una leggera pressione.

Foto 5 e 6: procedere alla sovrapposizione dei petali rimasti.

Il nostro orecchino è terminato, ora non resta che realizzare l’altro!

collage montatura orecchino

Una volta asciugati, fissarli con la colla a caldo sulla base in metallo per orecchini.

Ora siete pronte per indossarli!

Con la pasta di mais si possono creare roselline o rose più grandi seguendo il mio tutorial .

fiori di pasta di mais

fiore in porcelana fria

Ne nasceranno anelli, ciondoli e orecchini  che potete regalare a Natale, un piccolo pensiero nato dalle vostre mani.



Commenti

10 Commenti per “Orecchini in pasta di mais”
  1. Non ho mai provato a fare la pasta di mais… è la volta buona, in prospettiva natalizia, che mi butto, senza pensare alle rose (ne salterebbero fuori dei carciofi, già me li vedo ), vedrò di combinare qualcosa di più semplice per impratichirmi…grazie Laura!!


    • immagine livello
      Visionaria

      Grazie a te Carla, puoi far semplicemente dei cuori.
      Stendi la pasta con il mattarello e poi con le formine dei biscotti fai dei cuori 🙂
      Li puoi forare longitudinalmente o trasversalmente, oppure… mi è venuta un’dea, li incolli su di un nastro. Mi sa che ci farò un post

      Baci

  2. l’ho sempre adorata, ho anche dei libri ma non mi son mai cimentata:P forse è la volta buona!

  3. Condivido il tuo amore per la pasta di mais, ma ti chiedo se la colla a caldo tiene a sufficienza. La colla a caldo di solito si stacca dal metallo e io non ho mai provato… mi confermi che a lungo andare non si stacca? Per lavorare le paste modellabili che siano al mais o altro, io uso il set di plastica per il cake design, che si trova ormai facilmente a pochi euro nei negozi cinesi. Con quei piccoli strumenti si possono davvero fare facilmente meraviglie, la mini rotella è una delle mie passioni, come la mini pallina che serve ad arrotondare petali e non sonlo. Le tue rose comunque sono molto belle, delicate, eteree, eleganti. Grazie per il tutorial


    • immagine livello
      Visionaria

      Sì, la colla a caldo tiene, eccome, almeno a me tiene benissimo.
      Ecco la mia vecchia scuola che esce, come sono anziana, e quando ho iniziato il set di plastica da cake design era una cosa sconosciuta. Dovrò comprarla, grazie della dritta 🙂
      Baci!

      • sono anziana anche io :), ho trovato il set completo solo ed esclusivamente perchè frequento i negozi cinesi non perchè faccio cake design Poi quando l’ho avuto fra le mani beh immediatamente l’ho usato per fare di tutto, va benone anche per il quilling anche con il quilling si possono fare meravigliosi orecchini

  4. bellissime… sembrano vere!!! io con la past di mais sono riuscita a fare solo dei miseri e infantili magneti….

  5. silvia

    Non ho mai provato ma mi piacerebbe magari per decorare i pacchetti di Natale ( sacchettini di biscotti fatti in casa… cerco di risparmiare).
    Il colore bianco qual’è? tempera, olio…
    Tra l’altro ho tante polveri minerali per il make up che non uso, magari tornano utili…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Se ti registri gratis a Mammafelice puoi inserire foto nei commenti, inserire gli annunci di nascita, le date di compleanno, partecipare alla chat delle mamme e al forum.